Il mese di un operaio

AmerigoBip … bip …
“Ma cos’è?” pensò Amerigo ancora avviluppato nella coltre di sonno.
Bip … bip … bip …
“Basta, smettetela!” continuò a rimuginare mentre quel suono si faceva sempre più insistente, poi come un ceffone la realtà gli si parò davanti “La sveglia, ma certo!”, mentre usciva dalle braccia di Morfeo cercò a tentoni l’apparecchio infernale e finalmente riuscì a farlo tacere. Mentre gli ultimi brandelli di sogno si disperdevano come le nubi nel vento continuava a filosofeggiare sul suono della sveglia, su quanto fosse indisponente, “qualcuno dovrebbe inventarne una che, per chiamarti al mattino, sussurri paroline dolci all’orecchio: “caro, è ora di alzarsi, prenditi ancora cinque minuti poi comincia a prepararti”.
Cominciò a ricomporre sé stesso e la sua vita per prepararsi ad una nuova giornata di lavoro e in quel momento si ricordò che era il giorno dello stipendio “Passo dal bancomat a controllare o vado direttamente a far benzina?” si chiese senza troppa convinzione, sapeva che non avrebbe mai osato andare al distributore rischiando di non avere i soldi per pagare.
Quando fu pronto prese la giacca e, cercando di non fare rumore, si affacciò alla porta della camera da letto. Sotto le coperte si indovinava la sagoma di Marta che sembrava dormire, la tradiva solo il suo respiro, troppo leggero per non essere sveglia. Infatti lo salutò con un cenno della mano prima di girarsi alla ricerca del sonno che aveva latitato per gran parte della notte.

Chi è Marta?

  • Una ragazza conosciuta la sera prima (33%)
    33
  • Sua figlia (33%)
    33
  • Sua moglie (33%)
    33
Loading ... Loading ...

Categorie

Lascia un commento

94 Commenti

  • I nodi vengono al pettine! storia gestita davvero benissimo e altrettanto ben scritta.
    Son troppo curioso di vedere come finisce. Che Marta abbia potuto compiere una rapina? Un ultimo colpo inferto al povero Amerigo. Se così fosse, non gliene va dritta una. Voglio vederlo ad andare in banca a spiegare di quei soldi alla sua amica…

  • Amerigo è uno dei personaggi più… sbadati di cui abbia mai letto 🙂 Siamo in pena da così tanto tempo e lui si era dimenticato del viaggio di Marta. Continuano a piacermi molto i particolari della quotidianità che inserisci… Amerigo con il cellulare in auto, ad esempio.
    Vivendo a Torino il dramma di tutte le aziende che vengono obbligati da Fiat a chiudere qui e riaprire altrove, voto per la Polonia… argomento tristemente attuale!

  • La scelta sulla Polonia mi tentava davvero, ma data la verosimiglianza di questa storia ho scelto il picchetto per la cassa integrazione. Tristemente reale.
    Ottima cosa per Marta, iniziavo a temere seriamente per lei 🙂
    Solo questa cosa dei soldi ora mi incuriosisce da matti. Marta non ne sa nulla? Perché non li reclama? e soprattutto, da dove vengono?

  • Beatrice, questa storia è bellissima 😀
    mi è piaciuto un sacco il voto dell’episodio prima, la possibilità di scegliere se stare o meno nel budget… hai proprio lasciato la storia in mano nostra, sono sicuro potesse essere un punto di svolta, immagino che nel successivo capitolo avresti poi fatto fare spese ancora più pazze 🙂 !
    bello anche l’ottavo episodio, abbiamo tirato tutti un sospiro di sollievo su Marta. solo che adesso temo per il lavoro di Amerigo 🙁 ho votato la proposta di trasferimento in Polonia: vedremo!

  • allora..sono stato colto da 2 sentimenti di “rabbia” (in senso scherzoso ovviamente XD) durante il raccondo.
    Il primo contro Barbara e mi dicevo “e non rompere le scatole proprio ora che sta per leggere i messaggi, voglio sapere.” 😀
    Il secondo verso di te brutta birbantella ahahah pensavo già il peggio della figlia e scappa fuori che era semplicemente dalla madre e che quello smemorato di Amerigo lo sapeva? ahahah
    però è giusto, il racconto altrimenti sarebbe stato più una specie di giallo 😛

  • Ogni episodio è così verosimile! credo che Amerigo riuscirà ad essere razionale, e comprerà un telefono economico. Anche perché qualcosa gli fa capire che quei soldi presto spariranno! o magari proverà a comprare una smartphone costoso ma alla cassa il bancomat non funziona (conto bloccato?) e quindi decide di cambiare l’acquisto.

  • Beatrice, è così attuale il tuo racconto: la richiesta di soldi ai genitori, le scadenze, i problemi al lavoro… È questo che ogni giorno sempre più persone loro malgrado sono costrette a vivere. Cmq., meglio la crisi che il dramma di un padre che perde la figlia e viene colto dai dubbi.
    Secondo me, disorientato da tutte quelle strane proposte (eheh) deciderà di usare il cellulare di Marte sul quale scoprirà qualcosa che non aveva notato prima.

  • Il capo, che gli da l’ultima possibilità. O torna al lavoro o sarà costretto a licenziarlo. Ma c’è da cercare Marta! E quei soldi sul conto?
    Davvero una bella storia! Complimenti Beatrice

  • Bravissima nel giocare sul pareggio dell’ultima votazione! Bell’episodio davvero.
    Per me è uno sconosciuto alla porta. Uno che Amerigo avrebbe preferito rimanesse tale visto che ha a che fare con quel bonifico…
    🙂 ti piace come idea? Vediamo gli altri cosa voteranno questa volta!

  • grande Beatrice, te la sei cavata alla grande nell’inserire incognite intorno alla figura di Marta (come chiedevamo un po’ tutti heeheh).
    secondo me l’armadio è vuoto: è il momento di lanciarsi alla ricerca della figlia. ma riuscirà senza dover prendere altri giorni di ferie da lavoro? (ricordiamoci che per lui è fondamentale non perderlo)

  • davvero un bello sviluppo 🙂 io credo che fosse un’amica della ex-moglie che non ha subito riconosciuto solo perché non l’aveva ancora guardata.
    Lei proverà a metterlo in difficoltà, magari dicendo di dire tutto alla moglie a cui non passa gli alimenti? o invece lo aiuterà poiché in fondo aveva sempre pensato fosse un bravo ragazzo.
    bella l’idea anche della fuga ma…
    intanto vediamo cosa scelgono i lettori!

  • perfetto, proprio uno stipendio che non si aspettava… ma in positivo :D, proprio come suggeriva ggrch!
    stavolta ho votato che l’impiegata è una compagna delle medie, secondo me la possibilità più verosimile dato il tempo necessario per riconoscersi. se fosse stata l’amica dell’ex moglie o la baby-sitter si sarebbero riconosciuti subito, no?

    comunque Amerigo (Genovesi è geniale come cognome haha!) potrebbe ricredersi, alzarsi e uscire. quando gli ricapita di avere una tale cifra regalata in tempi di crisi?

  • Uno stipendio che arriva, una cifra molto più alta? magari un errore del sistema? qualcosa non torna. Oppure un saldo a 0…
    Bella situazione! il prossimo episodio sarà dal benzinaio o alla filiale della banca per avere spiegazioni?

  • Dopo aver letto la storia e le opzioni, senza pensarci troppo mi è venuto da rispondere “una ragazza conosciuta la sera prima”, l’idea che fosse la moglie non mi ha sfiorata, chissà perchè.
    Dato che il mese di Amerigo va da stipendio a stipendio, non può essere che si trovi a svegliarsi accanto a Marta per “arrotondare” in qualche modo e arrivare meglio a fine mese?

  • La scena del letto sembra presupporre una certa complicità che esclude che sia una ragazza conosciuta la sera prima. E poi, difficilmente la lascerebbe dormire a casa sua andandosene così. Poi il sonno di Marta aveva latitato. Con la ragazza appena conosciuta forse avrebbe fatto cose più interessanti.
    La moglie non mi ispira.
    L’idea di una figlia è carina. Amerigo fatica con i pochi soldi a mantenere sé stesso e si sente in colpa per non poter dare alla figlia quello di cui avrebbe bisogno. Ma lei, se lo procura in altro modo… 😉

  • Questo sito usa i cookies per migliorare l'esperienza utente. Cliccando su Accetto acconsenti all'utilizzo di cookie tecnici e obbligatori e all'invio di statistiche anonime sull'uso del sito maggiori informazioni

    Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

    Chiudi