Dagli abissi al futuro

Dove eravamo rimasti?

Cosa succederà adesso nella base di ricerca sottomarina Esperide? Rur Dùum assiste alla schiusa (38%)

attesa e ricordiAd 8000 metri di profondità nell’oceano Atlantico e a cinquanta miglia dal continente di Atlantide Rur Dùum stava verificando i parametri elettroencefalografici,cardiaci e respiratori del soggetto M al di là del vetro rinforzato della sala controllo del laboratorio,cuore della base di ricerca Esperide.L’uovo sotto controllo era grande abbastanza da contenere un uomo adulto rannicchiato in posizione fetale ed il guscio color blu scuro con bianche venature era talmente lucido da potervici vedere riflesse tutte le apparecchiature intorno.Era impressionate la quantità di microelettrodi,tubicini e sensori che lo attraversavano con estrema precisione per portare ossigeno nutrienti e nozioni all’essere vivente lì racchiuso.
Erano passate quasi venti ore da quando Rur Dùum aveva ricevuto la comunicazione del rettiliano e un dolore opprimente lo attanagliava ancora per la tragica sorte dei suoi compagni,come se parte della forza del suo stesso Spirito fosse stata annientata insieme a loro.
Molte erano le domande che lo assillavano da tempo ed ora più che mai.Forse qualcuno dei gruppi partiti da Esperide era sopravvissuto?Che ne era stato del consiglio dei Cinque Spiriti Supremi che da settecento anni governava Atlantide?Perché il flusso di energia del pianeta era svanito?Che ne era stato del milione di abitanti nella Capitale?e soprattutto,cosa avrebbero fatto i Terrestri rettiliani ora che le difese di Atlantis erano pressoché nulle?
Mentre le ore passavano lente Rur Dùum cercò di ricordare gli eventi che secoli prima avevano portato la sua gente su quel pianeta e,seduto sulla poltrona con la testa reclinata dal torpore,nel silenzio scandito dal freddo e costante rumore delle apparecchiature,si lasciò andare a quei ricordi del periodo dell’Appredimento.Rur Dùum aveva sessant’anni ma poteva ritenersi ancora giovane visto che le aspettative di vita per un Atlantideo erano arrivate a 150 anni solari grazie al progresso genetico e tecnologico della loro società.
Ultimamente immaginava spesso Avalon,pianeta d’origine della razza umana,ruotare al centro della galassia attorno alla propria stella Mizar.Ad Avalon un uomo che avesse rivolto lo sguardo all’insù sarebbe stato inondato dallo splendore di otto soli e di miriadi di astri che facevano da sfondo eternamente luminoso ad un cielo azzurro opalescente.Tuttavia in mezzo a tutto quello sfavillio di luci e bagliori troneggiava immobile ed inevitabile come il destino la grande macchia scura,il buco nero che tutto inghiottiva ed annullava,sempre più grande..sempre più vicino.
Fu così che,migliaia e migliaia di anni prima,dalle esplorazioni della galassia emerse un pianeta adatto alla vita.Alla luce di quella scoperta dal palazzo del governo di Khemlot,capitale del modo degli Uomini su Avalon,I Cinque Spiriti Supremi annunciarono all’unisono il volere dell’Unico Spirito,un messaggio di speranza per l’Umanità:colonizzare quel misterioso mondo..
Rur Dùum era immerso in questi pensieri quando buttò l’occhio sui parametri vitali di M e vide che era giunto il momento di attivare l’iniezione finale di serotonina.Si alzò dalla poltrona e,gonfio di speranza e orgoglio per l’impresa che stava per portare a termine,parlò nel sintetizzatore vocale collegato al cervello di M e disse:“Svegliati Moork”.”Svegliati figlio mio”
Gli elettrodi e tubicini che attraversavano l’uovo vennero retratti e pochi istanti dopo esso cominciò a vibrare violentemente emanando tutto attorno lampi elettrici che scaturivano dal guscio divenuto blu incandescente.Seguì la comparsa di un etereo globo azzurro in rapida espansione attraversato da scariche fulminati e distruttive.D’un tratto l’uovo rimase immobile e poi esplose in mille frantumi che,come al rallentatore,rimasero sospesi in aria e si vaporizzarono all’interno di quel globo luminoso accompagnati da un inquietante grido di dolore.La luce svanì di colpo.
Rur Dùum gelato dallo stupore deglutì a fatica e guardò Moork nudo contorcersi sul pavimento dolorante e disperato.

che ne sarà adesso di Moork e Rur Dùum?

  • irrompe una seconda comunicazione dalla Superficie (44%)
    44
  • Rur Dùum accudisce e cresce Moork (0%)
    0
  • Moork non è socievole e s'incazza di brutto con Rur Dùum .. (56%)
    56
Loading ... Loading ...

Categorie

Lascia un commento

156 Commenti

  1. Missione!!!!!
    E in più mi aspetto di saperne di più sul passato di Khal che un tempo fu uno Strom… chissà…
    Per il resto ottimo il ritmo narrativo e bellissima descrizione di atmosfera e ambientazione, in trepidante attesa per il capitolo nove 😃

  2. Buone le descrizioni che lasciano immaginare l’ambientazione con una certa precisione, nonostante lo spazio fisico per scrivere sia molto ridotto.
    La trama si è infittita e tiene vivo l’interesse sul destino dei personaggi già in scena e di quelli appena arrivati, che sono quelli dai quali secondo me dovresti ripartire:)
    quindi ho votato per il ghigno
    Belaaa lì

  3. e questi soggetti portatori di morte chi sono?! devono essere dei super perspnaggi! voto ghigno tutta la vita, moork e rur duum penso ci metteranno un po’a ripigliarsi. complimenti casotto, ottima efficacia narrativa fantascientifica

  4. ..con lo Spirito Superiore in fin di vita con dello strano liquido nero che gli viene iniettato nelle vene e Moork stramazzato al suolo,personalmente penso che il ghigno possa ancora aspettare..
    ..a me piacerebbe capire cosa sta per succedere a Rur Dùum..
    ..la trama si sta facendo veramente intrigante ed avvincente..ottima capacità descrittiva ed evocativa..bravo!!

    • Senza pudore giulifragola!
      Grazie del tuo sincero suggerimento x rendere piu piccante questa storia…purtroppo al momento l unica presenza “femminile” e` un intelligenza artificiale..ma chissà cosa può partorire la fantasia..del cybersex ci potrebbe anche stare..già già;-)

  5. Concordo con Lucarossi: le descrizioni hi-tech e l’ambientazione sono davvero impeccabili e ci si cala facilmente nell’ambient.
    E’ coinvolgente anche tutto il velo di mistero che c’è sulla civiltà, e chissà che cavolo è successo…barvo, procede bene…

    Io sono per la rabbia di Moork (almeno rabbia iniziale)

Questo sito usa i cookies per migliorare l'esperienza utente. Cliccando su Accetto acconsenti all'utilizzo di cookie tecnici e obbligatori e all'invio di statistiche anonime sull'uso del sito maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi