Un eroe combatte la crisi.

C’è crisiNon prendiamoci in giro, al giorno d’oggi un principe non può più permettersi di fare lo schizzinoso anche solo per scegliere il colore della propria armatura, insomma, già è difficile trovarne una, figurati poi se possiamo fare i pignoli coi colori! L’ultima volta mi hanno detto che l’azzurro era andato fuori produzione, che oggi è il nero ad andare di moda. Poco male, io adoro il nero! Ma per avere un set completo avrei dovuto fare una coda lunga sei mesi. Che tempi!! Allora sono partito senza, meglio, mi sono detto, il viaggio sarà rapido e veloce, il mio cavallo avrà meno peso da trasportare… Aspetta, il cavallo! Dove lo trovo ora un cavallo? Ok niente cavallo. Va bene ora parto, cosa dici? Ah, acqua e viveri? Non servono, un eroe non ne ha bisogno! Cosa stavo dicendo? Ah si parlavo degli schizzinosi, insomma noi principi moderni non siamo così. Visto che oggi le principesse non hanno bisogno di essere salvate e le streghe fanno finta di essere in pericolo per catturarci e fregarci i soldi con gli alimenti, salverò un drago, un drago tenuto prigioniero da una principessa.
Mi sono sempre chiesto perchè i draghi tenessero le principesse nei castelli… Non potevano tenerli nelle loro caverne comode e umide dove potevano tranquillamente posare il loro culo scaglioso sui resti dei loro pasti precedenti? Che stupidi! Ho pensato, ma d’altro canto anche queste principesse moderne non sono così astute, infatti il mio povero lucertolone da salvare è tenuto prigioniero proprio in una caverna! Non è che i mostriciattoli vogliono essere le principesse e le donzelle come draghi? Va bhe, sto divagando.
Ma tanto cos’altro ho da fare? Sono uscito dal paese e passo dopo passo attraverso il regno, un prosperoso susseguirsi di campi in fiore e casupole dai muri di legno e il tetto di paglia, chissà cosa direbbero adesso i tre porcellini! Poco importa, tanto i lupi oggigiorno hanno abbandonato le campagne, stanno lì nei loro boschi tenebrosi ad aspettar che qualche malcapitato si perda nel loro dominio, che vita grama anche per loro! Nessuno vaga più per quelle terre. Sono tutti in piazza a cantare ridere e ancora cantare, si tengono per mano e danzano, lavoreranno mai ogni tanto?
Cammina cammina il principe, che sarei io, si sta per scontrare contro il primo terribile ed implacabile nemico che si oppone alla sua nobile impresa, non può vincere, ne è ben consapevole, eppure lui, imperterrito procede passo dopo passo sotto una pioggia fredda e scrosciante. Ma mortacci mia chi me l’ha fatto fare di partire? Qui fa un freddo cane… E’ vero, lo sai perchè sono partito?

Posso decidere io come continua?

  • Mi piacerebbe sapere perchè è partito (0%)
    0
  • Fai come ti pare. (0%)
    0
  • No voglio decidere io! (scriverò come nei commenti) (0%)
    0
Loading ... Loading ...

Categorie

Lascia un commento

27 Commenti

  • Letto! E’ una bozza bella e avvincente e anche tu sei stato spinto dalla mia idea del personaggio fuori dal tradizionale, mi piace come stai sviluppando la storia e sinceramente secondo me dovresti continuarla! Ho votato la seconda opzione, voglio sapere di più riguardo questo principe, mi sta simpatico! Ti seguo e seguo anche la tua storia, appena posso vengo a leggere anche quella stai portando avanti ora 😀

  • Questo sito usa i cookies per migliorare l'esperienza utente. Cliccando su Accetto acconsenti all'utilizzo di cookie tecnici e obbligatori e all'invio di statistiche anonime sull'uso del sito maggiori informazioni

    Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

    Chiudi