Rave party

La grande ideaLa porta si spalancò di botto sulla faccia raggiante di Lippo.
“Ragazzi, abbandonate lo sbattone. Ho trovato!”
Cisco stava ammazzando svogliatamente qualche sfigato alla Play con Call of Duty mentre Defe teneva in allenamento le dita, quelle della mano destra danzavano sullo smartphone per chattare con Bloody Mary, quelle della mano sinistra giocherellavano tra i gioielli di famiglia.
Entrambi entrarono in stand by per fissare l’amico con sguardo interrogativo.
“Hai trovato cosa?” biascicò infine il Defe.
“Ma il posto per il prossimo rave, no? Che altro…”
“Ah…” esclamarono all’unisono Cisco e Defe.
“Non siate troppo entusiasti, mi raccomando.”
Lippo entrò e scivolò lungo sul divano a fianco del Defe.
Silenzio.
“Oh, stavo scherzando, eh!” protestò il Lippo. “Volevo dire che dovete essere entusiasti, non l’avevate capito?”
Lo sguardo bovino dei suoi amici su una risposta molto eloquente.
“Ma come,” proseguì il Lippo scocciato “sono due mesi che andiamo cercando un posto con la P maiuscola per il prossimo rave e ora che l’ho trovato fate queste facce?”
“Va be’, dai, è che stavo giocando…” disse il Cisco.
“Pure io” si accodò il Defe.
“Ok, vi perdono, fratelli. State a sentire, ho trovato una lochescion che è una figata pazzesca!”
“Davvero, e dove sarebbe?” chiese il Cisco ostentando interesse mentre aveva ripreso la carneficina.
“A Moiano.”
Il Defe scrocchiò le dita: “E dove sarebbe?”
“Sulle colline toscane, vicino a Pisa, un posto F-A-V-O-L-O-S-O!”
“Ah sì?”
“Altroché, me ha parlato il Balla, sai? E’ appena arrivato da uno dei suoi pellegrinaggi, quei giri senza meta che fa con la moto…”
“E allora?”
“E allora è finito in questo posto, Moiano, che è un borghetto completamente disabitato, capisci? Se non ho capito male deve essere di origine medievale, o una cosa del genere.”
“Dai, figata!” esclamò il Cisco.
“Ve l’avevo detto. Ma non sapete ancora la cosa più tosta, e questa è una pensata mia. Vediamo se ci arrivate.”
“Boh!” esclamarono ancora all’unisono Cisco e Defe.
“Cazzo, ragazzi, si vede proprio che siete fratelli, avete la stessa inconfondibile brillantezza!”
“Ma non rompere, genio. Falla breve: spara ‘sta grande idea.”
“Che cos’è che non manca mai in un paese, per quanto piccolo?”
“Il bar” rispose Defe scolando l’ultimo sorso di birra dalla lattina.
“Sì ok, ma io sto parlando di un’altra cosa…”
“La chiesa…”
“Ci sei quasi… fuocherello, diciamo.”
“Il campanile.”
“Ma no, il cimitero, cazzo. Il cimitero. Ma ci pensate? Metteremo la pista da ballo nel cimitero!”
Il Cisco e il Defe mollarono controller e gioielli di famiglia e fissarono il Lippo a bocca aperta.
“Beh, che ve ne pare?”

Cosa rispondono Cisco e Defe?

  • Magari è il caso di fare prima un sopralluogo. (44%)
    44
  • Ma tu sei matto, non abbiamo nessuna intenzione di profanare un cimitero. (11%)
    11
  • Lippo sei davvero un genio, è un'idea fantastica. (44%)
    44
Loading ... Loading ...

Categorie

Lascia un commento

37 Commenti

  • Mi scuso con i lettori ma anche a causa di una fastidiosa influenza non sono riuscito a scrivere un nuovo episodio della storia per questa settimana. Conto di riuscirci per i primi giorni della prossima.
    Resta un problema: 2 opzioni sono a pari merito. Mi aiutate a indirizzare la storia?
    Grazie e a presto,
    Vincenzo

  • Questo sito usa i cookies per migliorare l'esperienza utente. Cliccando su Accetto acconsenti all'utilizzo di cookie tecnici e obbligatori e all'invio di statistiche anonime sull'uso del sito maggiori informazioni

    Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

    Chiudi