Gli ultimi giorni di Cornell Woolrich.

Gli ultimi giorni di Cornell Woolrich.La sirena dell’ambulanza suonava impazzita lungo boulevard street, l’eco pareva rincorrerla e non darle tregua quasi che stesse lottando una lotta impari con il dio Ermes.

Lo scrittore osservava le luci stroboscopiche che giocavano un effetto surreale e indomato sulle facciate degli edifici di Main street poi entrò nel suo appartamento al nono piano dello Sheraton Russell Hotel a Manatthan.

Erano i primi di settembre, giorni in cui l’aria si era finalmente rinfrescata dopo le settimane di perenne arsura di fine agosto.

La città cominciava lentamente a ripopolarsi dopo la pausa estiva, le auto ricominciavano a formare lunghe file su Main street.
Guardo’ fuori dalla finestra in cerca di ispirazione, l’ultima volta la scrittura del romanzo e ra partita come in una trance ipnotica: il germe, l’idea era partita osservando la vita di un caseggiato …
Cio’ che vide fu qualcosa che lo lascio’ di stucco.
Scese dal letto e sali’ su la carrozzina, lentamente e molto faticosamente la indirizzò verso l’ascensore.

Che succede a Cornell quando scende dall appartamento?

  • Scende e vede il cadavere di una bambina e ciò che gli si presenta davanti e orribile (40%)
    40
  • Scende e vede un boss della mala in fin di vita (0%)
    0
  • Scende e vede che nel vicolo una morta...ed e sua madre (60%)
    60
Loading ... Loading ...

Categorie

Lascia un commento

16 Commenti

  • Questo sito usa i cookies per migliorare l'esperienza utente. Cliccando su Accetto acconsenti all'utilizzo di cookie tecnici e obbligatori e all'invio di statistiche anonime sull'uso del sito maggiori informazioni

    Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

    Chiudi