Lunablu

Dove eravamo rimasti?

E’ giunto il momento di congedarsi da Lunablu. In che modo Nadia comunicherà la decisione? “Questioni urgenti ci attendono a Osmond ma, appena sarà possibile, torneremo volentieri a Lunablu.” (83%)

Ritorno a OsmondAppena tirata giù dal destriero, Nadia entra nella tenda ed è sorpresa di trovarci messer Aleandro già vestito da cerimonia per la premiazione.
“Maestà, mi avete sorpreso” ammette il cavaliere.
“Ma dov’eri finito?”
“Sono stato rapito dagli uomini del conte Andrea di Tredony. Sono riuscito a fuggire ma il duello era già iniziato e l’ho seguito da qui.”
Mastro Raffaele e una manciata di servitori iniziano a smontare l’armatura. Quando sono a buon punto messer Aleandro esce per salutare i sui ammiratori. Il conte Andrea di Tredony lo accusa di aver ingannato tutti e di aver fatto gareggiare un altro al suo posto.
“Allora ammettete di aver tramato il mio rapimento?” gli domanda a trabocchetto.
Il conte Andrea di Tredony si allontana mestamente. Il suo proposito di mettere tutto in mano alla giustizia è tramontato.
Nadia, ritornata nel suo ruolo di sovrana temporanea, sale in tribuna e premia messer Aleandro per il valore dimostrato nei Giochi di Lunablu. E, a parte lo scontro finale, la vittoria se l’è davvero sudata!
Segue un sontuoso banchetto nel castello reale allietato da danzatrici, musici e giullari. Nadia è soddisfatta del buon esito dei Giochi e, soprattutto, che il rapimento di messer Aleandro si sia risolto positivamente.
Giulietta riceve molti complimenti per lo stile sobrio e solare con cui ha decorato tutto ciò che le è stato permesso di pasticciare. Alcune dame non si fanno problemi a domandarle consigli di moda.
A Lunablu si sta bene e, benché ci sia sempre qualche questione da risolvere, le due amiche non si schioderebbero più da lì. Ma le ferie di Nadia sono quasi finite e si avvicina il momento di rientrare al lavoro. Anche Giulietta, a malincuore, deve ritornare alla quotidianità che ha messo da parte in questi spensierati giorni.
Le ferie del sovrano di Lunablu si prolungano a oltranza ma quando tornerà bisognerà comunque ridargli la poltrona che gli spetta. I collaboratori di Nadia e i personaggi importanti sono riuniti nel salone del trono.
“Questioni urgenti ci attendono a Osmond ma, appena sarà possibile, torneremo volentieri a Lunablu” annuncia Nadia con solennità. Giulietta non riesce a trattenere le lacrime.
“Ecco, adesso abbiamo non uno ma due sovrani in ferie” replica stizzito messer Aleandro.
“Io però sono reperibile” gli fa eco Nadia “compatibilmente coi miei impegni tornerò quanto prima per aiutarvi a risolvere le tante questioni che abbiamo lasciato in sospeso.”
Il cavaliere sembra rassicurato da questa affermazione, Giulietta ha ritrovato il sorriso e nella stanza c’è un generale buonumore. Condurre la solita vita a Osmond e fare visita a Lunablu per tenere d’occhio la situazione non sarà facile ma ci si può provare.
Uno ad uno gli amici si congedano e tornano alle occupazioni abituali. Messer Aleandro raggiunge il campo da addestramento per sfogarsi un po’ con la spada sul manichino. Mastro Raffaele tenta di abbordare l’ennesima dama promettendo di realizzare un portagioie su misura. Il bardo Gianni scola una birra e strimpella il liuto. Flora si reca al villaggio per acquistare merci da rivendere nel suo negozio. Il dottor Lucio si dedica ai suoi pazienti. Poco distante maga Francesca si concentra sulle arti arcane. Sorella Lucia e fratello Bernardo cercano di convertire al rispettivo credo più cittadini possibili. La spia Rosa tiene d’occhio tutto e tutti, gli intrighi politici sono sempre in agguato e sventarli è suo dovere.
Nadia e Giulietta chiudono gli occhi e si lasciano trasportare a Osmond. Si ritrovano nella stanza di Giulietta, là dove il loro fantastico viaggio era iniziato. E sanno perfettamente che non passerà molto tempo prima di rivedere i nuovi amici di Lunablu.

Categorie

Lascia un commento

104 Commenti

  1. Fossero tutti così produttivi i viaggi in mountain-bike! Fiabesca la descrizione degli abitanti di Lunablu, e molto dolce mastro Raffaele… E Aleandro, non dirmi che in fondo in fondo non ha già conquistato Nadia.
    Vorrei saperne di più sul Granchio…

    • ho cercato di spiegare in modo semplice come immaginavo fosse un mondo parallelo… ho volutamente fatto riferimento al romanzo “Il giardino degli dei” che avevo scritto con lo pseudonimo J. Livingstone per ampliare il panorama dei mondi paralleli…

Questo sito usa i cookies per migliorare l'esperienza utente. Cliccando su Accetto acconsenti all'utilizzo di cookie tecnici e obbligatori e all'invio di statistiche anonime sull'uso del sito maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi