I Racconti della Fata Melusina

Nulla è imposibile !Come fai a non ritrovarti invischiata in “certe cose”, quando, per vivere questa vita, ti scegli una Famiglia come la mia ?
Non era la dichiarazione di un calabrese pentito, ma il mio pensiero, mentre, nell’ottobre del 2007, guidavo felice, verso l’abitazione dell’antiquario che mi aspettava con ansia, ancora impressionato e stupito da quanto accaduto nei giorni precedenti.
…In tanti anni di lavoro, mai mi è capitata una cosa del genere e non la scorderò di certo, diceva!
Nemmeno io !
Sorridevo, ripensando a pochi giorni prima e alle sue parole, pallido in volto, con gli occhi impauriti persi nei miei, quasi a chiedermi scusa, ma io gli ero infinitamente grata !
In fondo, era solo stato utilizzato, insieme ad altri, come mezzo, a sua insaputa e adesso, che iniziava a rendersene conto, si stava chiedendo se quel che facciamo ogni giorno, le decisioni che prendiamo, sono proprio “nostre” o siamo sempre pilotati sapientemente da potenti forze ancora sconosciute per motivi altrettanto misteriosi ?
In fondo, stavamo solo vivendo l’ennesima dimostrazione evidente che nulla è impossibile.
Il cancello bianco della casa sulla collina era già aperto e lui, magro, alto, pallido, gentile, impacciato ed emozionato, mi attendeva in giardino, al fianco della sua station wagon bianca, col portellone aperto, sicuramente un po’ ansioso di vedermi arrivare ed andarmene al più presto.
Sorridevo felice, ma non ricordo d’averlo neppure salutato, precipitandomi immediatamente, ansiosa, verso il bagagliaio dell’auto dove era lei era sdraiata, immobile, coperta da un velluto rosso; al suo fianco una rosa altrettanto rossa, col gambo lungo più di un metro !
Non respiravo, mentre sollevavo la stoffa, per il timore che avesse sofferto, che fosse ferita o che non fosse lei, ma sapevo con assoluta certezza che mi aveva ritrovata ed era lei !
Mentre, rifiutando il suo aiuto, la sistemavo delicatamente nella mia auto, sul sedile accanto al mio, l’antiquario mi seguiva goffamente porgendomi con timidezza la rosa: cavolo, con l’assegno che ti ho dato l’altro giorno…altroché una rosa, comunque avevo apprezzato il pensiero, ricambiandolo con un sorriso complice di commiato, avviando il motore.
Non c’era bisogno di aggiungere altre parole tra noi: quello era un momento magico, da vivere in silenzio e lo sapevamo bene tutti e due!
Guidando verso casa, lanciavo continuamente sguardi felici verso il sedile a fianco, ricambiata dal suo immutato sorriso: percepivo la sua gioia, osservando il suo sguardo fiero, determinato e limpido, le onde dei suoi capelli raccolti e i trenta occhi veggenti sulle sue ali che mi avevano da sempre affascinata, pronte a spiccare in volo!
Sentivo la sua voce melodiosa, mai dimenticata, dire, hai visto cosa si può fare ? Te l’ho detto molte volte, non avere paura, non sarai mai sola !
Sperando di non svegliarmi improvvisamente da un bellissimo sogno, rielaboravo con calma tutto e mi rendevo realmente conto della straordinarietà di quell’intricata vicenda !
Non era certo la prima volta che vivevo esperienze speciali, ma mai, fino allora, con la rapida partecipazione di così tante persone, fatti e “coincidenze”, tutto coordinato in una trama perfetta, con uno scopo ben preciso; era quindi giunto il momento di fare quella telefonata che da giorni lo scorpione accovacciato sul mio ascendente, pregustava con tranquillità.
Ricercando, con calma, il numero sul cellulare, mi sentivo molto bene e percepivo distintamente la Forza di quel Potere, già altre volte conosciuto che, quando vuole, muove le montagne!
Era il tardo pomeriggio del 31 ottobre, momento perfetto: il tempo sacro in cui la distanza tra cielo e terra diminuisce e la separazione tra le dimensioni, cosiddette, della vita e della morte può sparire in un attimo.

A cosa ripenserà la protagonista, prima di fare quella telefonata ?

  • Penserà alla prima volta in cui ha conosciuto l'antiquario? (11%)
    11
  • Penserà alla sua zia sensitiva e agli Amici Immaginari della sua infanzia? (33%)
    33
  • Penserà ancora alla sua particolare compagna di viaggio ? (56%)
    56
Loading ... Loading ...

Categorie

Lascia un commento

81 Commenti

  • Questo sito usa i cookies per migliorare l'esperienza utente. Cliccando su Accetto acconsenti all'utilizzo di cookie tecnici e obbligatori e all'invio di statistiche anonime sull'uso del sito maggiori informazioni

    Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

    Chiudi