Il Signore di Tarson

Un altro mondo

Cambiai casa solo per il mio lavoro. La città non fa per me: troppo rumore e troppa confusione. Io preferisco la campagna perché mi da la possibilità di dedicarmi al mio hobby preferito: scrivere.

Faccio il bibliotecario per il comune di Cagliari da qualche mese e già sento il bisogno di cambiare. Ho appena ventun’anni e già ho cambiato tre lavori. Questa volta dovrei aver trovato il lavoro giusto, penso quando trovo un nuovo impiego, ma poi col tempo mi accorgo che la situazione non cambia.

I miei nuovi vicini, in compenso, sono persone amabili e pazienti. Il mio appartamento si trova in una deliziosa palazzina di quattro piani. Io abito al piano più alto. Cioè questo vuol dire che sotto di me ci vivono almeno altre tre famiglie. Accanto al mio palazzo ci sono altre due case indipendenti: una di queste, quella alla mia destra, è di una famiglia molto rispettata in città ma poco incline alle amicizie. L’altra , quella alla mia sinistra, è disabitata ormai da molto tempo e nessuno sembra aver voglia di metterci piede. Da quando son qui non ho mai visto entrarci nessuno.

Una sera, mentre tornavo a casa, decisi di avvicinarmi e dare un’occhiata da dentro. Saltai il muretto che separava il giardino dal marciapiede e andai verso la porta di casa.  Allungai una mano per aprire ma fui attratto da un luccichio che proveniva dal seminterrato. Mi avvicinai incuriosito, la aprì e d’improvviso una luce intensa mi investì rendendomi per un attimo cieco.

Quando riuscì a riaprire gli occhi mi ritrovai sul ciglio di una strada illuminata dal sole mattutino. Sia da una parte che dall’altra parte della strada c’erano piccole e basse casette di legno. Tre ragazzi a poca distanza da me parlavano e ridevano fra di loro. Vestivano tutti allo stesso modo: pantaloni larghi fino alle caviglie, un semplice gilè, una maglietta e dei sandali ai piedi.

All’inizio sembravano ignorarmi, ma poi uno dei tre, quello più robusto, cominciò a venire verso di me seguito, in un secondo momento, dai suoi amici.  Procedevano lentamente uno affianco all’altro con un ghigno malefico sulle labbra.

“Ehi, guardate un po’ questo tipo!” disse rivolgendosi ai suoi amici.

“Che strani indumenti!” Sottolineò un altro girandomi intorno. “Di che materiale saranno fatti!” continuò a dire riferendosi soprattutto ai miei pantaloni.

“Che dici.Varanno molto questi vestiti”.

“Buona idea. Va bene amico.  Spogliati”. Disse quello robusto puntandomi un coltello sul collo.

“Aspetta, ragioniamo un attimo ragazzi”.

“Spogliati”. Replicò premendomi il collo sulla gola.

“Va bene”. Cominciai a sbottonarmi la camicia obbedendo a quello che mi aveva appena detto. Non c’era altro modo per convincerli a lasciarmi andare.

D’un tratto, fortunatamente, sentì una voce alle mie spalle che diceva: “disgraziati!!! Lasciate in pace quel pover’uomo”. Vidi solo un tipo con un bastone in mano puntato verso i ragazzi, poi, approfittando della situazione, mi liberai del ragazzo dandogli un calcio sul fianco e corsi via verso una delle case dall’altra parte della strada. Presi una via interna e rimasi nascosto dietro un muretto all’interno di un cortile di una casa lì vicino.

Come proseguirà la storia?

  • Giorgio esce fuori città e va verso una foresta. (30%)
    30
  • Giorgio si infila all’interno di una casa abbandonata. (30%)
    30
  • Giorgio finisce nei sotterranei della città. (40%)
    40
Loading ... Loading ...
Categorie

Lascia un commento

148 Commenti

    Unknown comment type :

      Unknown comment type :

    Unknown comment type :

      Unknown comment type :

        Unknown comment type :

    Unknown comment type :

      Unknown comment type :

        Unknown comment type :

          Unknown comment type :

    Unknown comment type :

      Unknown comment type :

    Unknown comment type :

      Unknown comment type :

    Unknown comment type :

      Unknown comment type :

    Unknown comment type :

      Unknown comment type :

        Unknown comment type :

    Unknown comment type :

      Unknown comment type :

    Unknown comment type :

      Unknown comment type :

    Unknown comment type :

      Unknown comment type :

    Unknown comment type :

      Unknown comment type :

    Unknown comment type :

      Unknown comment type :

    Unknown comment type :

      Unknown comment type :

    Unknown comment type :

      Unknown comment type :

        Unknown comment type :

    Unknown comment type :

      Unknown comment type :

    Unknown comment type :

      Unknown comment type :

    Unknown comment type :

      Unknown comment type :

    Unknown comment type :

      Unknown comment type :

    Unknown comment type :

      Unknown comment type :

    Unknown comment type :

      Unknown comment type :

    Unknown comment type :

      Unknown comment type :

    Unknown comment type :

      Unknown comment type :

    Unknown comment type :

      Unknown comment type :

    Unknown comment type :

      Unknown comment type :

    Unknown comment type :

      Unknown comment type :

    Unknown comment type :

      Unknown comment type :

    Unknown comment type :

      Unknown comment type :

    Unknown comment type :

      Unknown comment type :

    Unknown comment type :

      Unknown comment type :

    Unknown comment type :

      Unknown comment type :

    Unknown comment type :

      Unknown comment type :

    Unknown comment type :

      Unknown comment type :

      Unknown comment type :

    Unknown comment type :

      Unknown comment type :

    Unknown comment type :

      Unknown comment type :

    Unknown comment type :

      Unknown comment type :

    Unknown comment type :

      Unknown comment type :

    Unknown comment type :

      Unknown comment type :

    Unknown comment type :

      Unknown comment type :

    Unknown comment type :

      Unknown comment type :

    Unknown comment type :

      Unknown comment type :

    Unknown comment type :

      Unknown comment type :

    Unknown comment type :

      Unknown comment type :

    Unknown comment type :

      Unknown comment type :

    Unknown comment type :

      Unknown comment type :

    Unknown comment type :

      Unknown comment type :

        Unknown comment type :

      Unknown comment type :

    Unknown comment type :

      Unknown comment type :

    Unknown comment type :

      Unknown comment type :

    Unknown comment type :

      Unknown comment type :

    Unknown comment type :

      Unknown comment type :

    Unknown comment type :

      Unknown comment type :

    Unknown comment type :

      Unknown comment type :

    Unknown comment type :

      Unknown comment type :

    Unknown comment type :

      Unknown comment type :

    Unknown comment type :

      Unknown comment type :

    Unknown comment type :

      Unknown comment type :

    Unknown comment type :

      Unknown comment type :

    Unknown comment type :

      Unknown comment type :

    Unknown comment type :

      Unknown comment type :

    Unknown comment type :

      Unknown comment type :

    Unknown comment type :

      Unknown comment type :

    Unknown comment type :

      Unknown comment type :

    Unknown comment type :

      Unknown comment type :

    Unknown comment type :

      Unknown comment type :

    Unknown comment type :

      Unknown comment type :

    Unknown comment type :

      Unknown comment type :

    Unknown comment type :

      Unknown comment type :

    Unknown comment type :

      Unknown comment type :

    Unknown comment type :

      Unknown comment type :

    Unknown comment type :

      Unknown comment type :

    Unknown comment type :

      Unknown comment type :

  1. francescotarud ha detto:

    Un bel finale! Qualcuno agiva nell’ombra… interessante! 🙂
    A questo punto non resta che attendere il seguito.

  2. aless ha detto:

    Bello, questo finale. Belli tutti i passaggi lasciati sospesi. Una chiusa che lascia intendere che presto ci sarà un’altra isola anche per noi. Bene, resterò in attesa di intravederla all’orizzonte col binocolo a portata di mano, dalla prua della mia barchetta rossa… 🙂

  3. Francesca ha detto:

    Ah, finale aperto a sorpresa! Brava, all’ultima ora hai riscattato il nostro Giorgio permettendogli di superare le sue paure e di affrontare il malvagio imperatore impostore. E gli hai anche soffiato il ruolo di narratore 😛
    alla prossima

  4. Nicola ha detto:

    Ehi arrivo appena in tempo per votare il finale e… lascio a te la scelta. Non me la sento.
    Spero di rileggerti presto e di giocare con la prossima storia!
    Ciao!

  5. francescotarud ha detto:

    A te la scelta! Entrambe le soluzioni possono portare a interessanti conseguenze.
    Attendo il finale: non farci aspettare troppo! 😉

  6. Sara D'Ambrosio ha detto:

    Se muore adesso non c’è gusto. Vediamo un po’ dove scappa…

  7. Lucia Sparagna ha detto:

    No, non farlo morire….Fallo scappare. Contenta di averti ancora letta, purtroppo discontinuamente.

  8. Nadia Meriggio ha detto:

    Riesce a scappare così c’è la possibilità di un eventuale seguito

  9. Francesca ha detto:

    Un episodio pieno di azione! Per il prossimo ti lascio carta bianca 😉

  10. Aomame ha detto:

    A te la scelta per il gran finale . Bravo Mari79 🙂

  11. pinkerella ha detto:

    Scappa scappa. E prepariamoci per il finale. 😀

  12. aless ha detto:

    Io dico che riesce a scappare.
    Avanti, regalaci un ultimo episodio da urlo! 🙂

  13. Sara D'Ambrosio ha detto:

    Io li farei affrontare i soldati… Il tuo racconto mi piace perché è molto avventuroso!

  14. aless ha detto:

    Volevi trasmettere emozioni forti? Ci sei riuscito.
    Peccato averti scoperto tardi.

    Amici ribelli.

    Sei del ’79? 🙂
    Seguo.

  15. Lucia Sparagna ha detto:

    Troveranno gli amici ribelli feriti…CIaoooooo

  16. Ciao Mari mi sono iscritto oggi e rimpiango di non averlo fatto prima perchè sto trovando tantissime persone che condividono la mia passione. Ho apprezzato molto il primo episodio e adesso corro subito a leggere gli altri 🙂
    Se ti va passa a leggere la mia storia 🙂

  17. dadan ha detto:

    Uno dei nostri viene colpito.. 🙂

  18. francescotarud ha detto:

    Speravo nei soldati dell’imperatore, ma sono tra la minoranza…

  19. Francesca ha detto:

    Molto interessante il racconto del capitolo sette, chissà cosa è successo al consigliere… Mi è piaciuta la figura dell’anziano saggio 🙂
    E Giorgio? Cosa deciderà di fare, accetterà davvero questa sconvolgente verità o persisterà nel voler tornare a casa? In ogni caso non sarà semplice trovare una soluzione… Comunque, hai fatto bene a riproporre la questione alla fine dell’ottavo capitolo, a tenere aperta la domanda, brava!
    Intanto, ho votato per “Troveranno gli amici ribelli feriti” 😉
    alla prossima, Mari!

  20. Nicolewriter ha detto:

    Voto per ritrovare gli amici feriti!
    Complimenti, bella storia, mi dispiace essere arrivata un pochino tardi 🙁

  21. ha detto:

    Anche a me piace l’idea dei mostriciattoli e poi vedo che è una scelta che condivide chiunque abbia letto 🙂

  22. Aomame ha detto:

    L’ idea dei mostriciattoli mi piace molto. È bellissimo dare spazio alla fantasia . Bravo, continua così

  23. dadan ha detto:

    Chissà cosa sono questi mostricciattoli :):):)

  24. francescotarud ha detto:

    Sono curioso di vedere gli strani mostriciattoli! 🙂

  25. Nickleby ha detto:

    Le basi sotterranee sono le mie preferite!
    Se verrà scelta come alternativa, sono curioso di vedere come la caratterizzerai ^_^

  26. …in una base dentro una montagna. Caspita, che agguato!

  27. anna murano ha detto:

    ciao ho votato per il villaggio perchè mi piace molto il modo in cui caratterizzi le razze (tori, condor…), immagino che magari anche nel villaggio si possano trovare dei personaggi interessanti!

  28. dadan ha detto:

    in una base sotterranea 🙂

  29. Nicolewriter ha detto:

    Voto per la caverna!
    Piacere di avere scoperto questa bella storia 🙂

  30. Dante Cruciani ha detto:

    Anche io opto per la caverna. L’ambientazione d’altronde ha spinto in molti a scegliere questa opzione! ; )

  31. Francesca ha detto:

    Opto per la caverna, visto che siamo già in montagna 😉
    Brava, Mari! Di questo capitolo mi sono piaciuti molto:
    * l’incipit (quelli sui genitori sono ricordi intimi che permettono di identificarsi meglio con Giorgio, la pigrizia poi lo rende anche più simpatico) e
    * il colpo di scena finale (il salvataggio).
    alla prossima!

  32. francescotarud ha detto:

    Vada per la base dentro la montagna!

  33. Aomame ha detto:

    Io ho votato per il villaggio. Complimenti per la fantasia 🙂

  34. anna murano ha detto:

    Voto anch’io per la trappola, mi piacerebbe conoscere un po di piu’ kila 🙂

  35. Dante Cruciani ha detto:

    Io anche ho optato per la trappola.
    Mi piace come sta evolvendo questa storia, attenta però che nel secondo paragrafo hai usato la parola quindi tre volte, suona un po’ ripetitiva e tra l’altro c’è anche il numero quindici, quindi, fossi in te farei più attenzione ; )

  36. Francesca ha detto:

    Puntiamo i riflettori su Kila, mi sembra un personaggio potenzialmente interessante! Ti confesso che leggendo “giganti” e sapendo che Giorgio era appena naufragato mi è subito venuto in mente un certo ciclope… XD quindi mi ha spiazzato la famigliola, brava! È pazzesca anche la nonchalance con cui reinserisci nella storia i compagni di viaggio 😉

  37. Nickleby ha detto:

    La trappola… chi l’avrà lasciata? ^_^

  38. francescotarud ha detto:

    Voto per la trappola: chi l’avrà preparata? 🙂

  39. Aomame ha detto:

    Anche io sono per la trappola . Curiosa di leggere il prossimo. 🙂

  40. Kila cade dentro una trappola . Bravo Mari

  41. dadan ha detto:

    Vicino ad una caverna.

  42. Francesca ha detto:

    Nei pressi di una misteriosa caverna?

  43. Nickleby ha detto:

    Sono per la caverna, vediamo un po’ che ci aspetta… ^_^

  44. Bas ha detto:

    vai con la scogliera 😉

  45. francescotarud ha detto:

    La scogliera mi intriga. 🙂

  46. Io lo vedrei su di una scogliera aspetto il prossimo !

  47. Dante Cruciani ha detto:

    Su una spiaggia tipo Gulliver!

  48. Aomame ha detto:

    Io ho scelto la caverna….almeno avrà un riparo per la notte! 😉

  49. Francesca ha detto:

    Il mistero si infittisce 😀
    Onde anomale? Dopotutto posso nascondere molte altre opzioni, giusto? 😉

  50. mi intriga il mostro a due teste Bravo

  51. Aomame ha detto:

    Bene 🙂 sempre più interessante. Ho votato per i pirati. 😉

  52. Marco Camalleri ha detto:

    Onde anomale…
    ” una bella ragazza seduta su uno sgabello della stessa razza di Boris.”
    Ergo Boris è uno sgabello?
    Scherzo si intende!

  53. francescotarud ha detto:

    Sono curioso di vedere il mostro a due teste! Capitolo interessante! Ma attenzione ai refusi! 😉

  54. Dante Cruciani ha detto:

    Ho votato per i pirati!
    Vediamo che succede…

  55. francescotarud ha detto:

    Base sotterranea anche per me! Sono curioso di scoprire cosa ci troverà… 🙂

  56. Vediamo cosa c’è in questa base sotterranea

  57. Base sotterranea.. Wow, entriamo nell’avventura!

  58. Aomame ha detto:

    Ho votato per una base sotterranea. Interessante la storia. Sono curiosissima di sapere cosa sia successo in questo mondo e perché lui è qui. Ti seguo. 🙂

  59. Francesca ha detto:

    Il luccichio misterioso proveniva dal seminterrato, quindi voto per i sotterranei 😉

  60. francescotarud ha detto:

    Io voto per la casa abbandonata, magari potrebbe essere un luogo adatto in cui trovare indizi sulla nuova città e sull’altro mondo… 🙂

  61. Dante Cruciani ha detto:

    Io anche ho optato per la foresta.
    Nonostante “il collo sulla gola” penso sia un errore, è stata un’immagine che mi ha colpito…

  62. M. K Altrove ha detto:

    Dato che nessuno votava la foresta…

  63. Io andrei nei sotterranei . Mari ti seguo

  64. Dato che nella sinossi parli di una città… non credo che vada verso la foresta, mi affascina maggiormente l’idea dei sotterranei, vediamo che succede!

  65. Aomame ha detto:

    Bella storia! Sono curiosa di sapere cosa troverà e che succederà in questa città. Ho votato per la casa abbandonata 🙂

Questo sito usa i cookies per migliorare l'esperienza utente. Cliccando su Accetto acconsenti all'utilizzo di cookie tecnici e obbligatori e all'invio di statistiche anonime sull'uso del sito maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi