Piazza Virtuale (provvisorio)

Piazza Virtuale

C’è una cosa che continua a suscitare grandi polemiche, a proposito della Piazza Virtuale. Il fatto che, nella memoria dell’utente, non rimanga traccia del momento in cui è entrato nella Piazza.

E’ lì che Enrico trascorre il tempo libero che gli rimane dopo il lavoro: nella Piazza Virtuale.

Il Programma si occupa di tutto. Basta dargli le informazioni su cosa far accadere e quali persone coinvolgere, eventualmente. Si potrebbe fare anche da casa, ma non tutti possono permetterselo. E’ necessario monitorare in tempo reale che non stia per venirti un infarto, o che rimani seduto tutto il tempo, senza fare cose come andare a prendere coltelli, buttarti giù dal decimo piano del palazzo, eccetera.

La volta scorsa, Enrico ha programmato nientemeno che un incontro con dio, ma è rimasto deluso. Sui dialoghi il Programma è piuttosto carente (anche se in questo caso aveva molto materiale a cui attingere, dalle sacre scritture alle prediche in rete, eccetera). Enrico ha avuto la sensazione che dio lo ascoltasse poco.

Comunque è un dato di fatto che è nelle scene di azione che il Programma dà il meglio. Camminare senza gravità, ricevere lo pneumatico di un camion sul parabrezza, scendere in verticale dopo un incidente aereo, abbracciare una ragazza profumata, eccetera.

Le sensazioni che si provano nella piazza virtuale non hanno niente da invidiare a quelle che accompagnerebbero il fatto reale. Sono solo più brevi, vengono smorzate non appena ci si rende conto che non sono realmente accadute, e non c’è niente che aiuti a ricordarle.

Terminati gli effetti e usciti dalla Piazza Virtuale, quando appare chiaro che l’Evento non si è davvero verificato, lo si guarda come un gioco, un sogno che finché è durato è stato del tutto simile alla realtà.

Questa volta, Enrico ha impiegato più del solito a scegliere l’Evento da richiedere al Programma.

Quale "evento virtuale" vorrebbe vivere il protagonista?

  • vivere la giornata di una celebrità (36%)
    36
  • vedere l'omicidio di qualcuno che conosce (57%)
    57
  • partecipare a una rissa (7%)
    7
Loading ... Loading ...
Categorie

Lascia un commento

36 Commenti

  • Pingback:

  • Ciao, secondo me, andrà da Arianna… Se è disorientato come sembra, cercherà un punto fermo, qualcosa di reale e famigliare, magari sperando in una riappacificazione che lo rassereni 😀 Personalmente non mi giocherei l’incontro con il proprietario della tessera, perché rischia di squarciare subito la patina di mistero che sei riuscita a creare.

  • Questo sito usa i cookies per migliorare l'esperienza utente. Cliccando su Accetto acconsenti all'utilizzo di cookie tecnici e obbligatori e all'invio di statistiche anonime sull'uso del sito maggiori informazioni

    Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

    Chiudi