Io ti sto aspettando.

“Ehi..lo senti questo rumore? Mi apri?

“Eccoti”. Ti vedo mentre ti affacci alla finestra. Mi sorridi.
Vedo i tuoi bellissimi occhi; i tuoi capelli arruffati, come se avessi appena alzato la testa dal cuscino.
Mi immagino il loro profumo, inspiro l’aria intorno a me.
“Che fai non sali?” Mi chiedi sottovoce. ” Ancora no, mi piace osservarti da qui.
Perchè alzando gli occhi posso paragonar la tua bellezza a quella delle stelle”….
Ti guardo e ti immagino nel tuo pigiama, che vedo appena far capolino sulle tue spalle. Dove vai?”…
La vedo rientrare… chiude la finestra.
Rimango lì sotto a pensare, ad immaginarmi cosa stesse facendo.

La porta si apre. Lei esce,  il suo cuore incomincia a battere forte, non so se fosse per la speranza o per l’attesa di vederlo là fuori.
Si volta da una parte e dall’altra; lo cerca; non lo trova!

Si. L’ho trovato, mi sorride. Anch’io sorrido.
Accenno un passo verso di lui per avvicinarmi, ma lui comincia a correre.
Corre verso di me. L’aspetto; arriva.
Mi salta addosso, mi abbraccia forte, quasi perdo l’equilibrio..
Lo stringo a me e incominciamo a girare, ridiamo e giriamo. Poi mi fermo.
Continuiamo a ridere. “Ciao” mi dice sottovoce.. “Ciao” gli rispondo avvicinandomi ancora di più. Sento il suo respiro..
Ho il cuore a mille, le nostre fronti si appoggiano l’una contro l’altra. Ci sfioriamo con i pensieri.
La mia mano gli sfiora la guancia, un sospiro profondo e sento le sue braccia stringermi ancora di più.

Sono i piccoli particolari che rendono le persone interessanti e che fanno battere il nostro cuore.
E’ si, l’amore non va cercato; va aspettato e quando lo si trova si deve fare di  tutto per non farselo sfuggire.

Ci sono persone che pensano che l’Amore sia un qualcosa che vada cercato.
Viaggiano in giro per il mondo alla ricerca di qualcuno, che li fermi e gli dica: “Eccomi, guarda, sono qui. Ti stavo aspettando.”
Come nelle favole: il nobile guerriero che parte per un lungo viaggio senza meta alla ricerca di una principessa, o di una fanciulla da salvare e di cui innamorarsi.
Io credo invece, che un sentimento come l’amore non può essere cercato. No, è troppo furbo per noi.
Più lo si insegue e più lui fugge. Non crediate che si lasci prendere così facilmente. Anzi, la maggior parte delle volte si nasconde, aspetta di vederci passare e poi riesce allo scoperto.
No, no. L’ amore non si può inseguire, va aspettato.

Perchè dobbiamo fare di tutto per non lasciarlo sfuggire? Potrei gia rispondere ma preferisco raccontarvelo.

  • Raccontami cosa succede dopo. (0%)
    0
  • Raccontami come si sono conosciuti, dove si sono incontrati. (50%)
    50
  • Raccontami chi sono, come sono e cosa fanno i protagonisti. (50%)
    50
Loading ... Loading ...
Categorie

Lascia un commento

19 Commenti

  • Ciao Alessandra, sai che secondo me puoi scrivere molto meglio? I commenti che hai lasciato da me sono meravigliosi, anche la seconda parte del capitolo, quando rifletti sull’amore, lo è; ha un sapore particolare e l’idea del sentimento come entita viva che sfugge è intrigante.
    Sai dicono che la massima gioia più che nel soddisfare un desiderio sta nell’attesa e l’apice si raggiunge poco prima di catturarlo… 🙂 Che attendere sia giá amare?

    Riguardo alla prima parte mi sono un po’ perso, credo che riscrivendo e correggendo ti sia sfuggito un cambio di pronome: prima usi ‘io’ e poi ‘lei’ e infine torni all’io’

  • Questo sito usa i cookies per migliorare l'esperienza utente. Cliccando su Accetto acconsenti all'utilizzo di cookie tecnici e obbligatori e all'invio di statistiche anonime sull'uso del sito maggiori informazioni

    Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

    Chiudi