L’amore di dio

Dove eravamo rimasti?

Di cosa parliamo nel prossimo episodio? Di cosa è successo al compleanno tra Lisa e Maria (70%)

Il regalo dei 18 anni

E’ il sei giugno. Oggi Lisa compie diciotto anni, un’età fondamentale per ogni persona, una sorta di soglia tra l’adolescenza e l’età adulta. E, come da tradizione, ha organizzato una splendida festa di compleanno: è un’occasione che capita solo una volta nella vita, e dunque è giusto sfruttarla e renderla memorabile. Non ha fatto nulla di eccessivo, comunque: d’altronde, la morigeratezza è una delle sue tante virtù, e non le sembrava giusto far spendere troppi soldi ai suoi cari genitori (sebbene di problemi economici non ne abbiano affatto).

Ha deciso invece di festeggiare al mare, nello stabilimento in cui va sempre.

Anche per quanto riguarda gli invitati non ha voluto esagerare. È vero che conosce tantissima gente, ma si è limitata ai suoi compagni di classe (fra cui c’è Tommaso) e alle sue migliori amiche d’infanzia, prima fra tutte Maria: in totale saranno in poco più di trenta.

*

Lisa e Maria Sono state le prime ad arrivare, poco dopo pranzo.

A dire il vero, una volta giunte al bar, avevano trovato Tommaso già lì ad aspettarle.

Comunque, pian piano gli ombrelloni e i lettini si erano riempiti.

Quando più o meno tutti erano arrivati, erano stati a farsi il bagno, avevano giocato a spruzzarsi e alla guerra delle torri. Lisa, all’inizio un po’ riluttante all’idea di mettersi cavalcioni su di un ragazzo e lasciarsi toccare le gambe nude dalle sue mani, si era fatta convincere dalle amiche che le avevano concesso il privilegio di scegliere per prima la sua “cavalcatura”.

Tommaso, un po’ in disparte, sperava che sarebbe stato lui il prediletto, e invece Lisa era andata da Guglielmo, forse perché era l’unico della classe ad essere fidanzato e quindi lei si sentiva più sicura; ma a lui non era sicuramente dispiaciuto sentire sul collo e fra le dita le morbide cosce bagnate di Lisa.

*

Ormai è ora di cena. Lisa e Maria vanno nella cabina per vestirsi. Il luogo è angusto, a mala pena riescono a starci tutte e due: c’è una sedia su cui hanno poggiato le loro borse, un attaccapanni, e una piccola lucina sul soffitto che a fatica rischiara i loro visi. Potevano tranquillamente cambiarsi prima una e poi l’altra, così da avere più di spazio, ma l’amica ha insistito ad entrare assieme perché vuole aiutarla a prepararsi, perché quella è una sera speciale e Lisa deve essere perfetta.

Mentre la festeggiata si china a frugare nella borsa in cerca del vestito, Maria indossa l’immancabile tubino nero.

-Mi tiri su la cerniera?- le chiede.

Lisa esegue prontamente la richiesta.

-Ho una sorpresa per te…- le dice l’amica voltandosi, con un sorrisetto malizioso.

-I regali li voglio vedere dopo la torta!-

-Questo non c’entra con il regalo! È una sorpresa speciale da parte mia, solo per te, in quanto mia amica del cuore…-

Maria si fa più vicina, i loro corpi quasi si sfiorano, e prende le mani di Lisa.

-Maria…-

-Chiudi gli occhi!-

-Di che si tratta?-

-Stai tranquilla…E’ una cosa che fanno tutte le ragazze quando compiono diciotto anni, è una tradizione! In quanto tua migliore amica spetta a me offrirti questo dono…-

-Va bene-

Lisa chiude gli occhi. Si fida della sua amica, ma ha comunque un leggero tremito di paura. Trascorre un lunghissimo secondo senza che nulla accada. Poi, sente le labbra umide di Maria poggiarsi con delicatezza sulle sue. Ha un sussulto fortissimo, riapre immediatamente gli occhi, tira indietro la testa.

L’amica le tiene ancora strette le mani, e rinsalda la presa per infonderle sicurezza:

-Lisa, non temere!- le sussurra, -Sei la persona a cui voglio più bene al mondo, lo sai! E questo è il gesto per testimoniare il nostro affetto e per restare legate tutta la vita come best friends. E poi è il segno che ora sei diventata una donna! Su coraggio, sei pronta?-

-Sì-

Le loro bocche si riuniscono in un bacio salmastro: le labbra di Maria sono dolci e morbide, sanno di burro cacao, quelle di Lisa hanno ancora il fresco sapore del mare.

Il cuore prende a palpitarle, un brivido le attraversa tutto il corpo, le viene la pelle d’oca. È ancora in costume e fuori la temperatura si sta abbassando; ma dentro di lei ribolle un oceano di fuoco.

Le loro mani si separano: in un attimo Maria le slaccia il reggiseno e lo lascia cadere a terra, scoprendo il suo seno florido e perfetto. Si china a baciarlo, poi con la lingua stuzzica i capezzoli già turgidi, mentre Lisa solleva la testa verso l’alto, con gli occhi socchiusi e la bocca aperta, e si lascia sfuggire gemiti di piacere.

L’amica si ferma. La guarda negli occhi e fa scendere una mano fra le sue cosce:

-Voglio essere la prima…-

Lisa fa un cenno del capo.

-Ti voglio bene, e voglio essere sicura che la tua prima volta sia con qualcuno che ti ama- continua Maria mentre le sue calde dita si insinuano nel costume dell’amica.

Lisa si sente penetrare da un piacere incontenibile, inarca la schiena e si stringe più forte all’amica, mordendosi le labbra per non urlare. Infine esplode: la sua femminilità viene travolta da uno tsunami di estasi assoluta e lei si abbandona a un orgasmo ansimante.

Nel prossimo episodio assisteremo al primo appuntamento di Eric e Lisa. Dove la porterà dopo cena?

  • Sulla terrazza panoramica di un palazzo da cui si vede tutta la città (29%)
    29
  • Romantica passeggiata sotto le stelle in riva al mare (57%)
    57
  • Classico giro in centro per conoscersi meglio e poi chissà (14%)
    14
Loading ... Loading ...
Categorie

Lascia un commento

36 Commenti

  • Ciao, il finale dolceamaro calza a pennello. Un esperimento questo che a posteriori, direi, può indicare che l’accostamento sesso-religione può avere un senso e molte storie potrebbero essere ospitate in un contesto del genere. Il difficile è mantenersi fuori dagli stereotipi e tenere a bada volgarità e gergo per non incrinare tutto. Te la sei cavata, ma il tuo era ,(è) un esperimento. Adesso potresti ripartire e riprovarci ancora!? aspetto il finale. Ciao?

  • La trama incuriosisce e porta senza ombra di dubbio a sapere molto sui personaggi. Per questo mi è piaciuto come racconto, perchè invoglia molto a essere letto. Il mix sesso e religione non lo sto adorando, personalmente ho trovato troppi punti in cui si sottolinea in modo estenuante la bontà di lei a fronte di una narrazione erotica poco presente (poi ovviamente sono gusti). Il colpo di scena con l’amica è assolutamente perfetto, la giustificazione onestamente meno credo faccia perdere molta potenza al pezzo.

  • Sesso e religione, migliaia di libri, scenziati, teologi, filosofi, semplici preti. Unica verità accertata, inconfutabile: l’amore è bellissimo, e bello è il sesso quando è completamento d’un sentimento e giammai è imposto. Detto questo credo che non saprei davvero riuscire a scrivere sul tema, onore a te che ci stai riuscendo! Ciao!?

  • Ciao, come promesso ho letto tutti i capitoli.
    Premesso che nella storia dell’arte in tanti hanno provato a mischiare il sentimento religioso e i suoi dogmi con il desiderio sessuale e forse, almeno di quelli che conosco solo Bernini con l’estasi di santa Teresa o il monumento alla beata Ludovica Albertoni c’è riuscito veramente, vorrei dirti bravo, per il coraggio, la misura, e soprattutto per averlo ripreso questo racconto che avevi lasciato e che merita un finale. Troppo ostico il tema per esprimere un vero giudizio-parere sulla storia, ma i complimenti per averla pensata, quelli sì. 🙂

    • Ciao ti ringrazio per la lettura e il bel commento, sì mi spiace averla abbandonata per tutto questo tempo, era una storia su cui avevo lavorato molto e sono contento di aver ritrovato il tempo per riprenderla e finirla! So che è una storia molto particolare, non so se il paragone con Bernini sia azzeccato, ma lo conosco poco; in realtà a me interessava soprattutto sperimentare un certo tipo di narratore e uno stile sottilmente parodistico nella trattazione di eros e religione, poi se ci sono riuscito non lo so…

  • Mi piace molto la spiegazione sull’amore che hai introdotto nel mezzo del racconto, per spiegare la differenza tra l’amore tra due amiche e quello tra un uomo e una donna. Io sono curiosa di sapere cosa ne pensa adesso Lisa di Tommaso. Soprattutto mi chiedo come mai non si aspettasse un approccio di questo genere da tommaso, visto che è pur sempre un uomo 🙂

  • Questo sito usa i cookies per migliorare l'esperienza utente. Cliccando su Accetto acconsenti all'utilizzo di cookie tecnici e obbligatori e all'invio di statistiche anonime sull'uso del sito maggiori informazioni

    Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

    Chiudi