L’amore di dio

Dove eravamo rimasti?

Nel prossimo episodio parliamo finalmente del povero Tommaso: da quale prospettiva volete conoscerlo? Come lo vede Lisa (71%)

Tommy

Tommaso è un ragazzo strano.

Quando erano in seconda superiore si era innamorato di Lisa. Tra i due prima non c’era stato alcun rapporto: non si erano mai parlati (Tommaso non parlava in genere con nessuno, specialmente con le ragazze), non erano mai stati seduti vicini in classe, né tanto meno erano mai usciti assieme. Certo, si conoscevano da quando frequentavano le scuole elementari, ma Tommaso era molto timido e introverso, e i loro contatti si erano sempre limitati a un modesto “Ciao”. Dall’alto della sua virtù cristiana, tuttavia, Lisa lo riteneva un bravo ragazzo e, se c’era bisogno, un amico.

Comunque, ritornando alla seconda superiore, una mattina, di punto in bianco, Tommaso va da lei durante l’intervallo e le dice che deve parlarle in privato. Lei, gentile come al solito, acconsente e lo segue in un angolino seminascosto del secondo piano dove lui spera che nessuno li veda. Lisa è un po’ turbata da tutto ciò, ma in fondo perché avrebbe dovuto dirgli di no? Forse perché si è accorta che già da alcuni mesi lui non fa altro che fissarla durante tutte le cinque ore di lezione? O perché ogni tanto si avvicina a lei come se volesse parlare, ma poi se ne va via facendo finta di niente? Oppure perché lui, per farle gli auguri di compleanno, le ha addirittura scritto una poesia? (Lisa l’aveva ringraziato molto e aveva apprezzato il gesto, ma non aveva potuto fare a meno di ridere con le amiche per quanto erano ridicoli quei versi.)

Tommaso è tutto rosso in faccia, sembra quasi spaventato, gli tremano le labbra. Quando inizia a parlare, gli usce fuori un balbettio incomprensibile. Lisa intuisce ma finge di non capire.

-E’ da tanto che ci conosciamo…-

-Sì, è vero!-

-E’ da un po’ che ho… che ho iniziato a vederti in una luce diversa…-

-In questi giorni c’è stato un sole splendido!-

-Sì… ma quello che intendevo io è… cioè…-

-Devi dirmi qualcosa di importante, Tommy? Perché sta per iniziare la lezione.-

-Sì, è che non so come dirtelo…-

-Dai, cosa ci può essere di così difficile?!-

-Vabbè, è che mi piaci…-

-Ah…- Lisa sorride, -Questo proprio non me l’aspettavo!- dice come cascando dalle nuvole.

-E’ da cinque mesi che sto sempre a guardarti, pensavo te ne fossi accorta… Non faccio altro che pensare a te… E poi la poesia… Tu mi hai detto Grazie, che ti era piaciuta tanto…-

-Certo, è stato un gesto davvero carino, ma non credevo che me l’avessi scritta per questo motivo! Mi dispiace, non volevo darti false speranze: se me ne fossi accorta, ti avrei parlato subito. Comunque, guarda, non voglio illuderti: ti ringrazio davvero per aver avuto il coraggio di dichiarare i tuoi sentimenti, ti considero un bravo ragazzo e mi piacerebbe anche conoscerti meglio, ma preferirei che, per ora, restassimo solo amici, ok?-

-Ok…-

-Guarda, Tommy, lo so che deve essere dura per te, e mi dispiace, ma non è affatto facile nemmeno per me dire certe cose. Spero di non averti ferito.-

Così era nata la loro grande amicizia. Tommaso era sempre gentilissimo e disponibilissimo, Lisa non aveva sbagliato affatto nel suo giudizio. Eppure ogni tanto (spesso, a dire il vero), le sembrava che fosse triste o depresso, e quando gli chiedeva se qualcosa non andava lui diceva di no; ma lei era sicura che qualcosa opprimesse il suo cuore, e così aveva iniziato a farlo venire in chiesa, perché con la fede avrebbe ritrovato la gioia, e l’amore di Dio avrebbe guarito la ferita della sua anima, qualunque essa fosse.

Comunque, da qualche settimana, Tommaso ha ripreso ha comportarsi in modo più strano del solito, come prima che si dichiarasse.

A Lisa è sembrato anche che fosse un po’ geloso, quando gli ha detto che usciva con Eric. Le ha fatto tante domande sul suo conto, le ha detto che non gli piaceva, che secondo lui è un uomo malvagio.

Ma non è il caso di preoccuparsi eccessivamente. Tommy è fatto così, e bisogna accettarlo.

***

-Ho conosciuto il tuo amichetto.-

-Chi?-

-Quello un po’ sfigatello che viene sempre a salutarti in chiesa. Timido, nervosetto, mi sembra anche che abbia una cotta per te.-

-Ah, Tommy! Dove l’hai incontrato?-

-E’ venuto a trovarmi a casa, deve avermi seguito dopo la messa. Mi ha detto che devo lasciarti stare, che tu sei solo sua, che non devo osare corrompere la tua purezza, e altre cose del genere. Poi alla fine ha anche tentato di minacciarmi, che se continuava questa storia tra noi sarebbe intervenuto con la forza, ma era così spaventato che gli è uscita fuori una cosa davvero comica e per poco non gli ridevo in faccia…-

-Ahaha, davvero? Non ti preoccupare, Eric: ci vogliamo un gran bene, ma siamo solo amici, e lui lo sa. Cercava solo di proteggermi, ci tiene alla nostra amicizia.-

-Se lo dici tu, piccola Lisa… Ma a me pare che abbia qualche problema, stacci attenta. Mi sembra uno di quei tipi di cui si sente al telegiornale che si svegliano una mattina e fanno una strage in classe perché sono stati rifiutati dalla ragazza che amano.-

-Eric, così mi spaventi! Tranquillo, Tommy è docile come un agnellino.-

Il prossimo episodio vedrà come protagonisti: Lisa, Padre Cristiano e...

  • Un confessionale (50%)
    50
  • Un flagello (40%)
    40
  • Il diavolo e l'inferno (10%)
    10
Loading ... Loading ...
Categorie

Lascia un commento

36 Commenti

  • Ciao, il finale dolceamaro calza a pennello. Un esperimento questo che a posteriori, direi, può indicare che l’accostamento sesso-religione può avere un senso e molte storie potrebbero essere ospitate in un contesto del genere. Il difficile è mantenersi fuori dagli stereotipi e tenere a bada volgarità e gergo per non incrinare tutto. Te la sei cavata, ma il tuo era ,(è) un esperimento. Adesso potresti ripartire e riprovarci ancora!? aspetto il finale. Ciao?

  • La trama incuriosisce e porta senza ombra di dubbio a sapere molto sui personaggi. Per questo mi è piaciuto come racconto, perchè invoglia molto a essere letto. Il mix sesso e religione non lo sto adorando, personalmente ho trovato troppi punti in cui si sottolinea in modo estenuante la bontà di lei a fronte di una narrazione erotica poco presente (poi ovviamente sono gusti). Il colpo di scena con l’amica è assolutamente perfetto, la giustificazione onestamente meno credo faccia perdere molta potenza al pezzo.

  • Sesso e religione, migliaia di libri, scenziati, teologi, filosofi, semplici preti. Unica verità accertata, inconfutabile: l’amore è bellissimo, e bello è il sesso quando è completamento d’un sentimento e giammai è imposto. Detto questo credo che non saprei davvero riuscire a scrivere sul tema, onore a te che ci stai riuscendo! Ciao!?

  • Ciao, come promesso ho letto tutti i capitoli.
    Premesso che nella storia dell’arte in tanti hanno provato a mischiare il sentimento religioso e i suoi dogmi con il desiderio sessuale e forse, almeno di quelli che conosco solo Bernini con l’estasi di santa Teresa o il monumento alla beata Ludovica Albertoni c’è riuscito veramente, vorrei dirti bravo, per il coraggio, la misura, e soprattutto per averlo ripreso questo racconto che avevi lasciato e che merita un finale. Troppo ostico il tema per esprimere un vero giudizio-parere sulla storia, ma i complimenti per averla pensata, quelli sì. 🙂

    • Ciao ti ringrazio per la lettura e il bel commento, sì mi spiace averla abbandonata per tutto questo tempo, era una storia su cui avevo lavorato molto e sono contento di aver ritrovato il tempo per riprenderla e finirla! So che è una storia molto particolare, non so se il paragone con Bernini sia azzeccato, ma lo conosco poco; in realtà a me interessava soprattutto sperimentare un certo tipo di narratore e uno stile sottilmente parodistico nella trattazione di eros e religione, poi se ci sono riuscito non lo so…

  • Mi piace molto la spiegazione sull’amore che hai introdotto nel mezzo del racconto, per spiegare la differenza tra l’amore tra due amiche e quello tra un uomo e una donna. Io sono curiosa di sapere cosa ne pensa adesso Lisa di Tommaso. Soprattutto mi chiedo come mai non si aspettasse un approccio di questo genere da tommaso, visto che è pur sempre un uomo 🙂

  • Questo sito usa i cookies per migliorare l'esperienza utente. Cliccando su Accetto acconsenti all'utilizzo di cookie tecnici e obbligatori e all'invio di statistiche anonime sull'uso del sito maggiori informazioni

    Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

    Chiudi