L’amore di dio

Dove eravamo rimasti?

Cosa accadrà nel prossimo episodio? Scegliete con cura in accordo alle inclinazioni del vostro cuore: (Per i pervertiti) Lisa finalmente "consuma" con Eric (67%)

Consumazione a domicilio

Lisa vorrebbe correr dietro Tommy, ma è già sparito fuori dalla chiesa; ma umile e sottomesso com’è mica se ne va con la macchina abbandonando Lisa, no: quando la ragazza esce una mezz’ora dopo lo trova ancora lì che la aspetta per riaccompagnarla a casa. Ma nel tragitto non le parla; e Lisa d’altronde è contenta e non ci fa nemmeno caso perché ha altro per la testa: un messaggio di Eric la fa fremere:

-Allora, cos’hai deciso per stasera?-

*

La cena è stata deliziosa, la serata perfetta, come secondo un copione ben scritto: Eric che passa puntuale a prendere Lisa con un mazzo di fiori, una conversazione brillante, un leggero flirtare tra una portata e l’altra mentre il figlio di lui è strategicamente da un amico…

-Sono contento che tu sia qui, piccola Lisa- le dice Eric prendendole le mani sopra il tavolo e guardandola intensamente negli occhi. Lisa sorride, poi la sua mano scivola via e affonda il cucchiaio nel tiramisù che in un attimo sparisce inghiottito fra le sue labbra golose.

– È stata una serata perfetta, Eric, grazie!-

-Aspetta, il meglio deve ancora arrivare!-

E l’occhiata maliziosa che si scambiano rende entrambi consapevoli e bramosi di quel che sta per accadere. E quali colombe dal disio chiamate, che saziato lo stomaco mirano adesso a un dolce riposo, Eric e Lisa s’alzano da tavola, volan leggeri su per le scale e schiudono l’uscio della camera da letto.

Il momento tanto atteso è giunto: Lisa, finalmente pronta, si accinge per la prima vera volta a conceder sua virtù all’uomo che ama e che ha scelto per la sua vita. L’aria ha un profumo di miele, il talamo cosparso di petali di rose è quanto di più romantico la ragazza potesse aspettarsi. Eric la bacia con delicatezza, la fa sdraiare sulla vellutata fragranza dei petali, e il corpo di Lisa come un bocciolo pian piano si svela all’aprirsi delle vesti. Attonito, Eric a quella visione sta muto, pensando alla prima volta con una fica tale; e un fuoco gli squassa le membra e pervade i suoi  lombi: ed ecco che ha inizio la danza dell’amore.

Quando due anime decidono di unirsi in carnale estasi spirituale, di due sol una diventano e i loro cuori battono all’unisono e ciò è somma gloria per colui che move il sole e l’altre stelle. E non stupisca che, sebbene qui si tratti (all’occhio inesperto) di una copulazione (extramatrimoniale per giunta), ci si riferisca ad essa con tali parole: ché spesso uno stesso atto ha plurime interpretazioni ovvero differenti forme sono nascoste talvolta dietro medesime sembianze. Sento già alcuni però mormorare che il suddetto sia un rapporto di mera lussuria, volto al divertimento e non alla procreazione: e ciò non è del tutto errato. D’altronde l’atto sessuale ha il fine ri-produttivo, o anche ri-creativo. Ora, “ricreativo” è composto del prefisso iterativo “ri” più la radice del verbo “creo”: quindi creare di nuovo, cioè creare nuova vita: ma nell’accezion comune ha anche il senso di rigenerarsi, ricrearsi e dunque divertirsi: quindi è la stessa lingua a contemplare entrambe le possibilità, basta non limitarsi a una lettura superficiale e andare a fondo, capire e interpretar le parole. Adunque come si vede non c’è alcuna contraddizione né violazione dei sacri principi morali della bibbia.

Ma per tornar ai sollazzamenti di Lisa ed Eric (dato che pure il lettor questo s’aspetta da tale storia), diremo che i lor corpi s’intrecciano e s’avvinghiano nudi, le candide membra della ragazza guidate da quelle esperte dell’uomo, e nello sfregarsi un calore s’effonde che imperla di sudore le schiene inarcate e i turgori d’entrambi: finché Lisa, surriscalda abbastanza, procede alla naturale e necessaria divaricazione delle gambe. Ed ecco che la sua vulva, quale bocca d’angelica perfezione, disserra le sua labbra a colui il cui nome è sì di bestia sì di pianta come chi in uno raduna tutte le perfezioni e i regni del creato; e l’incastro risulta esatto come solo a ciò ch’è volontà di colui che sa far quadrare il cerchio pertiene, e la voce di Lisa si fa gemito.

Oh! Se gli angeli potessero cantare la gloria e la grazia che provano al cospetto di dio e noi potessimo udire il loro sublime canto, la sua bellezza e dolcezza nulla sarebbe di fronte a quella della gemente voce di Lisa: e nell’udir cotale voce, superior perfino a quella del creator, la loro grazia s’immillerebbe. E tale si sente Eric mentre si sforza con ogni arte di non far cessare quel celestial godere e al raddoppiar dei colpi un gemere ancor più forte e più soave lo travolge, e Lisa s’inarca e si dimena quasi priva di coscienza finché non invano il nome di dio si eleva dalle sue labbra. E in quell’attimo di estasi sente finalmente l’amore di dio in tutta la sua pienezza, lo sente tutto dentro di sé, si sente riempire completamente dall’amore di dio.

*

Quando Lisa torna a casa è all’apice della felicità, ma qualcosa è destinato a turbarla, anche perché altrimenti come si farebbe ad apprezzarla tanto? Tommy le ha scritto un messaggio:

-Devo parlarti urgentemente, possiamo vederci?-

Tommy rivelerà a Lisa qualcosa di sconvolgente: qual è l'argomento?

  • Tommy sta molto male (50%)
    50
  • Tommy ha ricevuto una chiamata particolare (0%)
    0
  • Eric ha un oscuro segreto (50%)
    50
Loading ... Loading ...
Categorie

Lascia un commento

36 Commenti

  • Ciao, il finale dolceamaro calza a pennello. Un esperimento questo che a posteriori, direi, può indicare che l’accostamento sesso-religione può avere un senso e molte storie potrebbero essere ospitate in un contesto del genere. Il difficile è mantenersi fuori dagli stereotipi e tenere a bada volgarità e gergo per non incrinare tutto. Te la sei cavata, ma il tuo era ,(è) un esperimento. Adesso potresti ripartire e riprovarci ancora!? aspetto il finale. Ciao?

  • La trama incuriosisce e porta senza ombra di dubbio a sapere molto sui personaggi. Per questo mi è piaciuto come racconto, perchè invoglia molto a essere letto. Il mix sesso e religione non lo sto adorando, personalmente ho trovato troppi punti in cui si sottolinea in modo estenuante la bontà di lei a fronte di una narrazione erotica poco presente (poi ovviamente sono gusti). Il colpo di scena con l’amica è assolutamente perfetto, la giustificazione onestamente meno credo faccia perdere molta potenza al pezzo.

  • Sesso e religione, migliaia di libri, scenziati, teologi, filosofi, semplici preti. Unica verità accertata, inconfutabile: l’amore è bellissimo, e bello è il sesso quando è completamento d’un sentimento e giammai è imposto. Detto questo credo che non saprei davvero riuscire a scrivere sul tema, onore a te che ci stai riuscendo! Ciao!?

  • Ciao, come promesso ho letto tutti i capitoli.
    Premesso che nella storia dell’arte in tanti hanno provato a mischiare il sentimento religioso e i suoi dogmi con il desiderio sessuale e forse, almeno di quelli che conosco solo Bernini con l’estasi di santa Teresa o il monumento alla beata Ludovica Albertoni c’è riuscito veramente, vorrei dirti bravo, per il coraggio, la misura, e soprattutto per averlo ripreso questo racconto che avevi lasciato e che merita un finale. Troppo ostico il tema per esprimere un vero giudizio-parere sulla storia, ma i complimenti per averla pensata, quelli sì. 🙂

    • Ciao ti ringrazio per la lettura e il bel commento, sì mi spiace averla abbandonata per tutto questo tempo, era una storia su cui avevo lavorato molto e sono contento di aver ritrovato il tempo per riprenderla e finirla! So che è una storia molto particolare, non so se il paragone con Bernini sia azzeccato, ma lo conosco poco; in realtà a me interessava soprattutto sperimentare un certo tipo di narratore e uno stile sottilmente parodistico nella trattazione di eros e religione, poi se ci sono riuscito non lo so…

  • Questo sito usa i cookies per migliorare l'esperienza utente. Cliccando su Accetto acconsenti all'utilizzo di cookie tecnici e obbligatori e all'invio di statistiche anonime sull'uso del sito maggiori informazioni

    Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

    Chiudi