Dominarion

Dove eravamo rimasti?

La Tentatrice era alla porta ed evidentemente persino il terribile Dudekiller ne era terrorizzato. Che fare? Con una calma che non provava, il nostro disse a Walters di fare entrare l'ospite. Dopotutto era pur sempre la sorella del Darklord... (67%)

Un matrimonio e (probabilmente) un funerale

Dudekiller sospirò e chiuse gli occhi. – Dovrebbero chiamarla la Seccatrice, le si addice di più. E va bene Walters, falla entrare.

– Dudino! – la voce squillante della sensuale diavolessa gli fece vibrare i timpani e accapponare la pelle, come lo stridio delle unghie sulla lavagna.

– Ahem… come vedete ha già fatto da sola, sir. – commentò il maggiordomo, tossicchiando. – con permesso, vado dove i miei delicati padiglioni auricolari non saranno vittima della voce di sua signoria… 

E con un elegante inchino si dileguò, lasciando il suo padrone alla mercé della bella diavolessa.  Inguainata in una lucida tutina rosso fuoco che delineava in maniera oltraggiosa il fisico perfetto e che sottolineava con un esagerato effetto push-up il suo già più che generoso decolleté, la Tentatrice attraversò la terrazza su un tacco illegale, ancheggiando come se avesse intenzione di disarticolarsi il bacino.Una cascata di splendidi e lucidi capelli rossi le ricadeva sulla schiena, tra le grandi ali membranose da pipistrello. 

– Mia cara – la salutò Dudekiller, con una smorfia – Ma che bella sorpresa…

– Dudino, amore mio, sono così eccitata – civettò lei – Vengo a portarti una notizia me-ra-vi-glio-sa.

Il cuore del temibile condottiero saltò un battito. Quando la Tentatrice era eccitata o ci scappava il morto o si preannunciava un lungo e tedioso vaniloquio zeppo di facezie. – Err… favoloso, mia cara. Favoloso. Cosa mai potrà…

Lei gli afferrò le mani ed esibì un sorriso ampio e pochi centimetri dal suo naso. Aveva labbra piene e rosse, denti bianchissimi e un aspetto un po’ da bambolona. Non solo l’aspetto, a dirla tutta.

– Finalmente il Darklord ci ha dato il permesso di sposarci, tesoro. – trillò, felice.

Dudekiller trasalì e sentì il sangue precipitarsi in blocco intorno alla zona delle caviglie. – Ci ha dato il permesso di spo…? Non credi che sarebbe stato più carino chiedere prima il permesso a me?

Lei sembrò cadere dalle nuvole. – Ma Dudino – esclamò, sognante – La nostra affinità è così evidente. C’è magia tra di noi. E il Darklord ci tiene così tanto a vederci felici…

– Sì, immagino. – commentò Dudekiller, con una smorfia. A parte Walters, il Darklord era l’unico in tutto l’Impero a sapere che lui era un semplice umano e non un demone. Il problema con la Tentatrice, oltre al fatto che si trattava di un’oca terminale, era la sua natura di demone succubo. Gli altri demoni erano immuni ai suoi poteri, ma un umano che avesse giaciuto con lei… beh, avrebbe giaciuto e basta. In via definitiva.

– Vero? Quell’uomo è così dolce, quando vuole.

– Tentatrice… innanzitutto, se vogliamo essere precisi, il Darklord non è un uomo, ma un demone. Con le corna, la coda e tutto il resto. Non è dolce, e quando fa una cosa non la fa per buon cuore, ma perché ha un secondo fine. Ci hai pensato, a questo?

Lei lo guardò con espressione interrogativa per un lungo istante.

Lui sospirò, affranto – sembra di no.

Mi dispiace, Dudino – si scusò la demonessa con aria innocente – Non so cosa tu voglia dire, esattamente. Quello che so è che desidero sposare il più terribile, sanguinario e inarrestabile Generale del Male che sia mai esistito. E’ il mio sogno, capisci?

Dudekiller deglutì. Si sentiva preso alle strette e la vista di quegli occhioni che lo fissavano aspettando una risposta era qualcosa che non riusciva a tollerare.

Ma… Tentatrice… tu sei una demonessa della lussuria – cercò di prendere tempo – Il matrimonio è un impegno serio. Esclusivo, direi. Dovrei dividerti con tutti gli uomini che il Darklord ti ordinerà di sedurre e uccidere? – aveva la gola così riarsa che agguantò la tazza di tè e iniziò a bere tutto d’un fiato.

Lei fece spallucce. – Beh… ma quello è lavoro, caro. Dobbiamo imparare a separare il lavoro dalla vita privata, no? Lo dicono tutte le riviste. Il Darklord vuole solo il nostro bene e sono così felice che abbia addirittura insistito perché ci sposassimo domani…

Dudekiller voltò la testa di scatto e sputò il té, sgranando gli occhi.

– Cosa? Domani? E quando avevi intenzione di dirmelo? – sbottò, sgomento.

Lei allargò le braccia, sorpresa da quella reazione. – Beh, ma… te lo sto dicendo adesso.

Lui si massaggiò il volto pallido, poi iniziò a passeggiare su e giù per la terrazza, sotto lo sguardo indispettito della demonessa.

– Potresti per favore mostrare almeno un po’ di felicità, Dudino? – protestò la Tentatrice, delusa – Speravo che apprezzassi la sorpresa.

Oh, la apprezzo – mormorò Dudekiller, meditabondo – La apprezzò, altroché… la sorpresa, dice…

Possibile che tu ti possa spaventare per così poco, pivello? – ringhiò il Dominarion nella sua testa – Il matrimonio è solo un altro mezzo per conseguire il potere. Sposa questa gallina starnazzante, così potrai avvicinarti al Darklord e ucciderlo, prendendo il suo posto.

– Allora, Dudino, che ne dici? – sospirò lei, al settimo cielo – Pensa alla nostra meravigliosa vita insieme.

Alla tua, vorrai dire. Da domani io non ce l’avrò più, una vita…

La situazione puzzava di losco lontano un miglio e il tempo per pensare era poco. Che poteva fare Dudekiller per cavarsi d'impiccio?

  • Dom aveva ragione, l'unico modo per uscirne era acconsentire e far fuori il Darklord. Morto lui, addio vincolo matrimoniale. (50%)
    50
  • Prendere tempo per riflettere sulla situazione. Il Darklord evidentemente lo voleva morto, ma perché? (50%)
    50
  • Far finta di niente, acconsentire al matrimonio simulando felicità, fare i bagagli e fuggire dall'Impero il più velocemente possibile. (0%)
    0
Loading ... Loading ...
Categorie

Lascia un commento

118 Commenti

  1. Michele.
    Grande racconto. Grande ultimo capitolo.
    Mi sono divertito moltissimo a leggerti e, oltre a quello, è stato proprio un piacere, un bel leggere. Ci vuole grande padronanza per riuscire a gestire una tale dose di umorismo in un racconto e mantenere alto il livello dello scrivere. Almeno credo.
    Ora vengo a leggere anche il tuo nuovo racconto, questo è stato splendido.

    D.

  2. Bravo Michele, una storia davvero eccezionale. E’ raro divertirsi di gusto per un racconto, ma tu sei riuscito a farmelo fare, e più volte.
    Spero sentiremo parlare ancora del Dom.

    Io quache idea ce l’avrei, per un epilogo…
    Dom si sveglia dal letto e si trova davanti agli occhi il faccione affamato di Ippocrita. Subito pensa al peggio (vuole mangiarselo?), invece è lì per recapitargli un messaggio: il Darklord ha bisogno di lui. E’ in pericolo, e con lui il loro segreto. Già: vorrei un intero episodio ambientato sulle terribili spiagge di fuoco dell’isola di villeggiatura dei Demoni di Ken il guerriero. 🙂

  3. Divertentissimo! Sono contentissimo, poi, che Dude abbia bevuto! 🙂
    I personaggi della tua storia sono stati veramente eccezionali: ognuno ha saputo cogliere nel segno. Sarà difficile dimenticarli!
    Spero di leggerti presto! O con altre avventure di Dude e Dom, oppure con altre storie o altri generi. A presto! 🙂

  4. Spiegare la trigonometria a un koala 😀
    Bravissimo Bardo, ci hai fatto divertire di gusto per dieci episodi.
    Ormai Dude e Dom sono miei idoli, mi auguro tornino presto a conquistare. È nella loro natura!
    Essere capaci di regalare un po’ di gioia è un dono prezioso. Spero tu voglia usarlo ancora anche da queste parti.
    Alla prossima!

  5. È stata una delle cose più spassose che abbia mai letto! Se questo è il meglio che sei riuscito a fare, spero di vedere altro del tuo meglio!! 🙂
    Hai chiuso il cerchio a mano libera… come un novello Giotto! Et voilà: un cerchio perfetto!!
    Bravo Michele, bravo. Da oggi hai un fan.
    Aspetto altre spassosità dalla tua… tastiera! 😉
    A presto

  6. Ma dai ma mi ero perso un capitolo! Ma come? Tra l’altro con l’eccezionale dichiarazione del vero nome del Darklord: Axel Deathstorm. Che chicca… quasi pari ai “funghetti allucinati”! Ahahah!

    Ti ho portato in parità col mio voto… 😉

  7. Cavolo, c’ero quasi… non era sangue di vampiro ma di un piattolone!
    L’opzione più in linea col racconto sarebbe la terza, ma io voto la prima perché probabilmente sin dal principio sono stato ammaliato dal fascino seducente della procace tentatrice!
    Vai Michele, concludi questo racconto e facci sognare *.*
    E non essere tirchio con i dettagli piccanti eh?! 😉

  8. Nessun dubbio, questa rischia di essere un’altra opzione da 100%: bevi ‘sto liquido!
    Mica si può lasciare una bella demonessa a sospirare tristemente. Siamo cavalieri, vero Dude? 😉
    Avanti BD, portaci al gran finale! 😀

      • A me sembra di no. E scusa se rispondo solo ora, la domanda l’avevo letta ma poi mi ero perso la risposta (dentro di me e sbagliata, come vuole la tradizione).
        A parte il fatto che uno, volendo, potrebbe pure chiedere di che colore ha i calzini il proprio protagonista, per quanto mi riguarda, credo che le opzioni che dai tu siano tutte potenzialmente funzionali, quindi le maggioranze bulgare dipendono forse dal caso, forse dal fatto che ormai tutti la pensiamo allo stesso modo sui tuoi personaggi e vogliamo fortissimamente vederli fare determinate cose.
        In sostanza… boh.

  9. Liquido rosso, che per me è tipo “sangue di vampiro”, o giù di li, che renderebbe il nostro eroe immune alla tentatrice e capace di… ehm… soddisfarla (ecco!) come si conviene ad una del suo calibro! 🙂
    La domanda è: quella mezza cartuccia del dudino avrà il fegato di usarlo??? 😉

  10. Più saggia non lo so, ma di sicuro la soluzione di farsi dire cosa sia il liquido rosso, se effettivamente può “aiutare” con la Tentatrice, è quella che stravincerà!
    Sempre bravo Bardo.

  11. Dude non mi sembra avere ancora abbastanza spina dorsale per sfuggire al dovere a cui VonGrudge lo sottopone, altrimenti nel corso della prima settimana l’avrebbe già fatto. Per cui voto perché incontri Ippocrita! Sono sicuro che nasconde qualche sorpresa! E, secondo me, la noiosa burocrazia non aveva annoiato solo Dude… 😉

  12. Onore al Darklord. Spero in una sua resurrezione, magari lo ritroviamo sotto la doccia. Io seguirei Ippocrita, ha di certo molto da rivelare.
    La Tentatrice è una tentazione, ma la lascerei per un episodio futuro.
    Esiste un prequel che spieghi come Dom è finito dentro Dude (senza doppi sensi, ovviamente)? Mi dai un aiutino o devo setacciare camionate di siti russi? 😉

    • Ahahaha! No, un prequel per ora non esiste, ma non si sa mai! Un episodio futuro è sempre possibile! ^^ Diciamo che Dude e Dom si sono incontrati “forzatamente” durante una battaglia in cui erano coinvolti dei demoni, un battaglione di antichi cavalieri redivivi e una carovana in fuga. In quell’occasione Dude ha rischiato parecchio e a modo suo Dom lo ha salvato. Per quanto riguarda le modalità fisiche della loro fusione, beh… entrambi non amano parlarne, perciò rispetterò i loro desideri. Per ora. 😉

  13. Salire sul trono e autoproclamarsi! Figurati se Dudekiller deve preoccuparsi delle guardie, e poi… al solo sentire il suo nome i cattivoni di tutta la galassia tremano, ha appena ucciso un signore dei Demoni, e vuoi dirmi che qualcuno proverebbe anche a scalfirlo? Ma vaaaaaaa!

    Bello, bello, bello in modo assurdo. Come Derek Zoolander.
    I personaggi secondari sono una chiccha d’altri tempi! Bellissimo “Ippocrita” come nome, ecco cosa volevo scriverti nel precedente commento e mi sono scordato. E ora che so che è un medico necrofago: sto male. Dal ridere, ovviamente.

    Brafo!

  14. Io sono per la prudenza, il Darklord si è fatto infilzare un po’ troppo in fretta, e non abbiamo neanche visto cosa sia successo davvero. Potrebbe essersi trafitto da solo per avere una scusa per mollare l’ingrato lavoro a qualcun altro!

  15. Naturalmente sono per sfruttare TUTTO il potere del Dom, e scatenare una raffica di colpi letali. Voglio proprio vederlo, il potere di questo Dom dove arriva!

    Capitolo esilarante, mi fa “morire” l’orda che sviene al nome di Iberian! La mia assuefazione non ha tregua, per fortuna che scrivi spesso…

    Vai così!

  16. Non dargli tregua!
    Una creatura invincibile non può essere sconfitta restando sulla difensiva e nemmeno c’è gusto a ucciderla con un unico colpo, non si avrebbe il giusto spettacolo e nemmeno la soddisfazione di avercela fatta. Attaccarlo ripetutamente è difficile e richiede resistenza, ma l’azione che ne deriva è impagabile.

  17. Ancora una volta sono per l’azione diretta, ma tanto lo sarò solo io. Anzi, ho votato che me ne sono già pentito: fai come se avessi scelto lo svenimento. Da sbellicarsi!

    Senti, cominicio davvero a provare assuefazione da questa storia… ma per caso fa parte di un panorama più ampio, oppure è una storia inedita? C’è altro da leggere? Sei talmente efficace nei nomi e nelle descrizioni pacchiane, che non posso non ridere ogni volta che li leggo. Davvero davvero davvero bravo.

    Anzi, fantastico. Tu sei un bricoleur. Ma con il naso rosso. Quello a sfera.

  18. Voglio la sfida, voglio la sfida!!!
    Questo racconto è pazzesco… Ma sai che dovrebbero farci un cartone animato!?
    Sono troppo divertenti, semplici e pacchiani i nomi e le caratteristiche dei personaggi… sono perfetti. Sono un tuo fan. Fammi sognare.

  19. Ciao Michele, sei davvero originalissimo. Sono molto contento di questa storia, mi piace un sacco. Sei riuscito ad unire fantasy, male, demoni e mostri a “Beautiful” e “Casa Vianello”. Una chicca, il Darklord che vuole sbarazzarsi di Dude… gu-sto-sis-si-mo.

    Senti, io voglio dare retta a Dom. E non solo perché mi ricorda quel vecchio film con Kevin Costner, in cui loro dovevano disseppellirlo, il “Dom”.
    Ma perché il Darklord si merita di venire scottato per bene! Quel bastardo.

  20. Ahahaah, tu sei matto!
    Pensavo di essere l’unico qui dentro a bistrattare il pluri-inflazionato genere fantasy, ma tu mi batti assai. In più, hai un’ottima penna. Mi ricordi molto qualcun’altro su questo sito, proprio per il fine umorismo e la qualità delle parole. Se stai qui un po’, lo riconoscerai di certo da solo.
    Beh, non posso che seguirti.
    E abbasso i russi che fanno sballare le tue statistiche di Google Analytics.

  21. Scrivi meravigliosamente, complimenti 🙂 é un piacere leggere, davvero.
    P.S:esteticamente mi ricordi un mio vecchio amico, lui però si chiamava Paolo. Ancora bravo! 😉

  22. Ciao Michele, e benvenuto (ti vedo per la prima volta quindi do per scontato che tu sia nuovo di queste parti…)
    Incipit interessante ed a tratti divertente, te lo dice uno che non ama il fantasy (nel senso strettamente classico del termine), ma il tuo stile mi piace quindi ti seguo per vedere come proseguirà questo improbabile signore del male.
    Ho votato per far accomodare la sorella del Darklord, bisogna essere sempre cortesi col gentil sesso. 😉
    alla prossima
    Giò

Questo sito usa i cookies per migliorare l'esperienza utente. Cliccando su Accetto acconsenti all'utilizzo di cookie tecnici e obbligatori e all'invio di statistiche anonime sull'uso del sito maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi