Dominarion

Dove eravamo rimasti?

A questo punto le scelte per il nostro Dudekiller erano solo tre (come al solito, d'altronde)... Rispondere alla convocazione di Ippocrita, anche per vederci chiaro sugli aspetti oscuri relativi alla morte del suo illustre predecessore. (100%)

Una lettera inattesa

A malincuore, Dudekiller voltò le spalle alla Tentatrice. In fondo le aveva ucciso il fratello, non poteva biasimarla se ora si comportava freddamente. Era il minimo.

Preso congedo dall’insistente VonWrath, il nostro si diresse al laboratorio di Ippocrita, strascicando i piedi sul pavimento di pietra, in preda a un umore nero.

Il medico imperiale viveva in una cripta sotto il palazzo, come si confaceva a un mangiacadaveri tradizionale, ma l’interno del laboratorio era ben diverso dal look gotico e cimiteriale dell’esterno. Dotato di tutta la strumentazione più all’avanguardia, era un luogo che trasudava scienza da ogni angolo. Tubi , alambicchi, provette, sanguisughe di ultima generazione per le più moderne tecniche di salasso, generatori ad anguille per l’elettroshock, una mazza di legno per l’anestesia e tutti i migliori ritrovati per la cura dei pazienti più esigenti.

Ippocrate aveva due assistenti, entrambi non-morti. Non appena vide entrare Dude ordinò loro di andarsene, cosa che richiese dieci minuti buoni, perché si trattava di zombie lenti vecchio modello.

– Sono contento che siate venuto immediatamente, mio signore – si fregò le mani il ghoul, non appena furono soli.

– Figurati, era la cosa meno noiosa in programma oggi. – Dude fece spallucce, soffocando uno sbadiglio – Allora, che c’è di così urgente? – si guardò intorno, aggrottando lentamente le sopracciglia – Dov’è il cadavere del Darklord? Non dovevi fargli l’autopsia prima del funerale?

Ippocrita distolse lo sguardo sghembo.

– Non mi dirai che l’hai… – azzardò l’altro, sgomento.

– No, no – si affrettò a dire il medico – vi prego di non dubitare della mia professionalità, signore. Non ho mangiato il Darklord, se è questo quello che volevate dire.

Dovresti fargli presente che il Darklord sei tu, ora… – borbottò Dom, piccato.

– Ah, no? E allora dov’è il corpo? – insistette Dude, sospettoso.

– Ehm… l’abbiamo bruciato.

Dude sollevò un sopracciglio. – E le ceneri?

– Disperse al vento.

– Testimoni?

– Deceduti all’improvviso, mio signore. Cose che capitano.

I due si fissarono in silenzio per qualche istante, poi il nostro eroe incrociò le braccia sul petto. – Il Darklord è vivo, dico bene?

Ippocrita lo guardò, o almeno così credette Dude. Avendo un leggero strabismo divergente era difficile capire cosa stesse fissando esattamente.

All’improvviso estrasse da una tasca del camice una piccola chiave dorata.

– Il vostro predecessore mi ha incaricato di darvi questa nel caso che… beh… sapete…

Dudekiller osservò la delicata fattura della chiave e la rigirò tra le dita. – Cosa apre?

– La cassaforte segreta del Darklord, signore. È in camera vostra, dietro il quadro con la diavolessa sexy…

Alla faccia della cassaforte segreta… – osservò Dom, beffardo.

Preso congedo dal sinistro medico imperiale, Dude ritornò alle sue camere e adocchiò il quadro sopra il proprio letto. Pur trovandolo spaventosamente kitsch, Dude non l’aveva fatto rimuovere. A dire il vero non aveva toccato nulla, come se si trovasse in casa d’altri e si aspettasse il ritorno dei proprietari da un momento all’altro.

Aspetta – sibilò Dom – non hai pensato che se il Darklord è vivo questa potrebbe essere una trappola? Magari c’è una bomba, o del necro-gas…

Dude fece una smorfia e salì sul letto. – Se avesse voluto uccidermi l’avrebbe fatto fin dall’inizio, non credi?

Dopo aver levato di mezzo il quadro esaminò la cassaforte. Era molto semplice e aveva solo una piccola serratura e una manopola per aprirla.

Mmm. Niente incantesimi protettivi… – osservò Dom, perplesso.

Dude inserì la chiave nella toppa. Rimase piuttosto sorpreso quando all’interno trovò solo una lettera e una piccola ampolla senza etichetta, piena di liquido rosso.

Con una calma non certo scevra da inquietudine, Dude aprì la busta ed estrasse il piccolo foglio di carta.

“Caro Iberian”, diceva la lettera, “se stai leggendo questa mia lettera vuol dire che sono “morto” e il mio piano ha funzionato. Come avrai ormai avuto modo di sperimentare sulla tua pelle, la vita da Darklord fa schifo, per usare un eufemismo. Fingere la morte è l’unico modo per sfuggire ai burocrati, bisogna solo trovare un gonzo a cui scaricare il barile. Purtroppo, la tua mancanza di ambizione mi ha costretto a metterti alle strette inventandomi la storia del matrimonio…”

– Brutto figlio di… – mormorò Dude a denti stretti.

“Bada a come parli”, riprese la lettera, “e non volermene, io sono stato fregato allo stesso modo dal Darklord prima di me. Non per niente siamo Signori del Male. Quando arriverà il tuo momento troverai qualcuno a cui passare la patata bollente, ma fino ad allora… buona fortuna. Ti ho lasciato un regalino che ti aiuterà con mia sorella. A proposito, non dirle che sono ancora vivo. Le voglio bene, ma la mia idea di relax non contempla il suo continuo chiacchiericcio. E ora ti lascio. Sicuramente VonWrath ti starà già cercando con qualche barbosissimo documento da firmare. Con affetto, Axel Deathstorm, ex-Darklord (finalmente)”.

Dude era stato fregato per bene. Con un certo stile, forse, ma la fregatura rimaneva. Quale sarebbe stata la cosa più SAGGIA da fare, ora?

  • Rivelare il segreto millenario dei Darklord allo Stato Maggiore Imperiale e pretendere che il vecchio Darklord fosse reinsediato al governo. (0%)
    0
  • Tornare da Ippocrita per saperne di più sul misterioso liquido rosso nell'ampolla. (100%)
    100
  • Correre dalla Tentatrice e rivelarle che suo fratello era ancora vivo. Era il minimo che si meritasse, quel bastardo. (0%)
    0
Loading ... Loading ...
Categorie

Lascia un commento

118 Commenti

  1. Michele.
    Grande racconto. Grande ultimo capitolo.
    Mi sono divertito moltissimo a leggerti e, oltre a quello, è stato proprio un piacere, un bel leggere. Ci vuole grande padronanza per riuscire a gestire una tale dose di umorismo in un racconto e mantenere alto il livello dello scrivere. Almeno credo.
    Ora vengo a leggere anche il tuo nuovo racconto, questo è stato splendido.

    D.

  2. Bravo Michele, una storia davvero eccezionale. E’ raro divertirsi di gusto per un racconto, ma tu sei riuscito a farmelo fare, e più volte.
    Spero sentiremo parlare ancora del Dom.

    Io quache idea ce l’avrei, per un epilogo…
    Dom si sveglia dal letto e si trova davanti agli occhi il faccione affamato di Ippocrita. Subito pensa al peggio (vuole mangiarselo?), invece è lì per recapitargli un messaggio: il Darklord ha bisogno di lui. E’ in pericolo, e con lui il loro segreto. Già: vorrei un intero episodio ambientato sulle terribili spiagge di fuoco dell’isola di villeggiatura dei Demoni di Ken il guerriero. 🙂

  3. Divertentissimo! Sono contentissimo, poi, che Dude abbia bevuto! 🙂
    I personaggi della tua storia sono stati veramente eccezionali: ognuno ha saputo cogliere nel segno. Sarà difficile dimenticarli!
    Spero di leggerti presto! O con altre avventure di Dude e Dom, oppure con altre storie o altri generi. A presto! 🙂

  4. Spiegare la trigonometria a un koala 😀
    Bravissimo Bardo, ci hai fatto divertire di gusto per dieci episodi.
    Ormai Dude e Dom sono miei idoli, mi auguro tornino presto a conquistare. È nella loro natura!
    Essere capaci di regalare un po’ di gioia è un dono prezioso. Spero tu voglia usarlo ancora anche da queste parti.
    Alla prossima!

  5. È stata una delle cose più spassose che abbia mai letto! Se questo è il meglio che sei riuscito a fare, spero di vedere altro del tuo meglio!! 🙂
    Hai chiuso il cerchio a mano libera… come un novello Giotto! Et voilà: un cerchio perfetto!!
    Bravo Michele, bravo. Da oggi hai un fan.
    Aspetto altre spassosità dalla tua… tastiera! 😉
    A presto

  6. Ma dai ma mi ero perso un capitolo! Ma come? Tra l’altro con l’eccezionale dichiarazione del vero nome del Darklord: Axel Deathstorm. Che chicca… quasi pari ai “funghetti allucinati”! Ahahah!

    Ti ho portato in parità col mio voto… 😉

  7. Cavolo, c’ero quasi… non era sangue di vampiro ma di un piattolone!
    L’opzione più in linea col racconto sarebbe la terza, ma io voto la prima perché probabilmente sin dal principio sono stato ammaliato dal fascino seducente della procace tentatrice!
    Vai Michele, concludi questo racconto e facci sognare *.*
    E non essere tirchio con i dettagli piccanti eh?! 😉

  8. Nessun dubbio, questa rischia di essere un’altra opzione da 100%: bevi ‘sto liquido!
    Mica si può lasciare una bella demonessa a sospirare tristemente. Siamo cavalieri, vero Dude? 😉
    Avanti BD, portaci al gran finale! 😀

      • A me sembra di no. E scusa se rispondo solo ora, la domanda l’avevo letta ma poi mi ero perso la risposta (dentro di me e sbagliata, come vuole la tradizione).
        A parte il fatto che uno, volendo, potrebbe pure chiedere di che colore ha i calzini il proprio protagonista, per quanto mi riguarda, credo che le opzioni che dai tu siano tutte potenzialmente funzionali, quindi le maggioranze bulgare dipendono forse dal caso, forse dal fatto che ormai tutti la pensiamo allo stesso modo sui tuoi personaggi e vogliamo fortissimamente vederli fare determinate cose.
        In sostanza… boh.

  9. Liquido rosso, che per me è tipo “sangue di vampiro”, o giù di li, che renderebbe il nostro eroe immune alla tentatrice e capace di… ehm… soddisfarla (ecco!) come si conviene ad una del suo calibro! 🙂
    La domanda è: quella mezza cartuccia del dudino avrà il fegato di usarlo??? 😉

  10. Più saggia non lo so, ma di sicuro la soluzione di farsi dire cosa sia il liquido rosso, se effettivamente può “aiutare” con la Tentatrice, è quella che stravincerà!
    Sempre bravo Bardo.

  11. Dude non mi sembra avere ancora abbastanza spina dorsale per sfuggire al dovere a cui VonGrudge lo sottopone, altrimenti nel corso della prima settimana l’avrebbe già fatto. Per cui voto perché incontri Ippocrita! Sono sicuro che nasconde qualche sorpresa! E, secondo me, la noiosa burocrazia non aveva annoiato solo Dude… 😉

  12. Onore al Darklord. Spero in una sua resurrezione, magari lo ritroviamo sotto la doccia. Io seguirei Ippocrita, ha di certo molto da rivelare.
    La Tentatrice è una tentazione, ma la lascerei per un episodio futuro.
    Esiste un prequel che spieghi come Dom è finito dentro Dude (senza doppi sensi, ovviamente)? Mi dai un aiutino o devo setacciare camionate di siti russi? 😉

    • Ahahaha! No, un prequel per ora non esiste, ma non si sa mai! Un episodio futuro è sempre possibile! ^^ Diciamo che Dude e Dom si sono incontrati “forzatamente” durante una battaglia in cui erano coinvolti dei demoni, un battaglione di antichi cavalieri redivivi e una carovana in fuga. In quell’occasione Dude ha rischiato parecchio e a modo suo Dom lo ha salvato. Per quanto riguarda le modalità fisiche della loro fusione, beh… entrambi non amano parlarne, perciò rispetterò i loro desideri. Per ora. 😉

  13. Salire sul trono e autoproclamarsi! Figurati se Dudekiller deve preoccuparsi delle guardie, e poi… al solo sentire il suo nome i cattivoni di tutta la galassia tremano, ha appena ucciso un signore dei Demoni, e vuoi dirmi che qualcuno proverebbe anche a scalfirlo? Ma vaaaaaaa!

    Bello, bello, bello in modo assurdo. Come Derek Zoolander.
    I personaggi secondari sono una chiccha d’altri tempi! Bellissimo “Ippocrita” come nome, ecco cosa volevo scriverti nel precedente commento e mi sono scordato. E ora che so che è un medico necrofago: sto male. Dal ridere, ovviamente.

    Brafo!

  14. Io sono per la prudenza, il Darklord si è fatto infilzare un po’ troppo in fretta, e non abbiamo neanche visto cosa sia successo davvero. Potrebbe essersi trafitto da solo per avere una scusa per mollare l’ingrato lavoro a qualcun altro!

  15. Naturalmente sono per sfruttare TUTTO il potere del Dom, e scatenare una raffica di colpi letali. Voglio proprio vederlo, il potere di questo Dom dove arriva!

    Capitolo esilarante, mi fa “morire” l’orda che sviene al nome di Iberian! La mia assuefazione non ha tregua, per fortuna che scrivi spesso…

    Vai così!

  16. Non dargli tregua!
    Una creatura invincibile non può essere sconfitta restando sulla difensiva e nemmeno c’è gusto a ucciderla con un unico colpo, non si avrebbe il giusto spettacolo e nemmeno la soddisfazione di avercela fatta. Attaccarlo ripetutamente è difficile e richiede resistenza, ma l’azione che ne deriva è impagabile.

  17. Ancora una volta sono per l’azione diretta, ma tanto lo sarò solo io. Anzi, ho votato che me ne sono già pentito: fai come se avessi scelto lo svenimento. Da sbellicarsi!

    Senti, cominicio davvero a provare assuefazione da questa storia… ma per caso fa parte di un panorama più ampio, oppure è una storia inedita? C’è altro da leggere? Sei talmente efficace nei nomi e nelle descrizioni pacchiane, che non posso non ridere ogni volta che li leggo. Davvero davvero davvero bravo.

    Anzi, fantastico. Tu sei un bricoleur. Ma con il naso rosso. Quello a sfera.

  18. Voglio la sfida, voglio la sfida!!!
    Questo racconto è pazzesco… Ma sai che dovrebbero farci un cartone animato!?
    Sono troppo divertenti, semplici e pacchiani i nomi e le caratteristiche dei personaggi… sono perfetti. Sono un tuo fan. Fammi sognare.

  19. Ciao Michele, sei davvero originalissimo. Sono molto contento di questa storia, mi piace un sacco. Sei riuscito ad unire fantasy, male, demoni e mostri a “Beautiful” e “Casa Vianello”. Una chicca, il Darklord che vuole sbarazzarsi di Dude… gu-sto-sis-si-mo.

    Senti, io voglio dare retta a Dom. E non solo perché mi ricorda quel vecchio film con Kevin Costner, in cui loro dovevano disseppellirlo, il “Dom”.
    Ma perché il Darklord si merita di venire scottato per bene! Quel bastardo.

  20. Ahahaah, tu sei matto!
    Pensavo di essere l’unico qui dentro a bistrattare il pluri-inflazionato genere fantasy, ma tu mi batti assai. In più, hai un’ottima penna. Mi ricordi molto qualcun’altro su questo sito, proprio per il fine umorismo e la qualità delle parole. Se stai qui un po’, lo riconoscerai di certo da solo.
    Beh, non posso che seguirti.
    E abbasso i russi che fanno sballare le tue statistiche di Google Analytics.

  21. Scrivi meravigliosamente, complimenti 🙂 é un piacere leggere, davvero.
    P.S:esteticamente mi ricordi un mio vecchio amico, lui però si chiamava Paolo. Ancora bravo! 😉

  22. Ciao Michele, e benvenuto (ti vedo per la prima volta quindi do per scontato che tu sia nuovo di queste parti…)
    Incipit interessante ed a tratti divertente, te lo dice uno che non ama il fantasy (nel senso strettamente classico del termine), ma il tuo stile mi piace quindi ti seguo per vedere come proseguirà questo improbabile signore del male.
    Ho votato per far accomodare la sorella del Darklord, bisogna essere sempre cortesi col gentil sesso. 😉
    alla prossima
    Giò

Questo sito usa i cookies per migliorare l'esperienza utente. Cliccando su Accetto acconsenti all'utilizzo di cookie tecnici e obbligatori e all'invio di statistiche anonime sull'uso del sito maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi