La teoria del non-nulla

Dove eravamo rimasti?

Chi è Giacomo? Un perfetto sconosciuto (46%)

L’Urlo di Munch

Eleonora ama la scuola, è la classica ragazzina che sta sempre attenta a lezione e adora imparare anche le cose più noiose dalla scienza: con atomi, molecole, pianeti e stelle alla letteratura: dai miti greci ai romanzi cavallereschi.

Ma la sua materia preferita è storia dell’arte. Eleonora non riesce a capacitarsi della straordinaria abilità di pittori e scultori di trasformare in materia ciò che è solo un pensiero nelle loro teste. 
Ama Goya che riesce a mettere su tela, e a volte anche sui muri, gli incubi più reconditi, Rembrant che infonde un leggero soffio vitale ai suoi ritratti che ad un solo sguardo sembrano raccontarti tutta la storia della propria vita. Michelangelo, Fidia, Giacometti. 
Ama tutta la storia dell’arte, dalle origini fino ai giorni contemporanei. 

90° minuto della partita e gli occhi di Giacomo sono incollati allo schermo come se fosse la prima volta anche se sa già come andrà a finire ed aspetta l’ultimo, epico, gol della sua squadra del cuore. 
Primo battito di ciglia, l’azione continua verso la porta.
Secondo battito di ciglia.
Il televisore improvvisamente si spegne.
Lo sguardo incredulo di Giacomo si sposta alla sua destra dove accando a lui l’uomo dell’Urlo di Munch ha il telecomando in mano. 
“Già, è la centesima volta che guardiamo questa partita, basta, non ne posso più! Perché non ci facciamo una partita a scacchi?”

E’ ricreazione a scuola e Eleonora passa questo breve tempo affacciata alla finestra a parlare con le sue amiche, ma oggi il suo sguardo è totalmente puntato verso il palazzo davanti.
E dopo lunghi minuti di silenzio Eleonora scoppia in una dolce risata.
“Ele, siamo a 25?” chiede Gianna.
“Non puoi capire che è successo! Un tipo è appena stato rimproverato dall’Urlo di Munch!”
“l’Urlo di chi?”
Ma Eleonora non ascolta neanche la domanda che già è scappata per aggiornare il numero sul fogliettino.

[Ciao a tutti! dopo l’assenza di 5 anni ho riaperto TheIncipit ed oltre ad aver riscoperto la genialità di questo sito ho voluto continuare questa storiella. Speriamo che qualcuno abbia ancora voglia di leggere!]

Chi sarà la prossima (s)fortunata vittima della fantasia di Eleonora?

  • Cristina, la cinica mamma di Eleonora (100%)
    100
  • Maria Pia, la tenera bidella della scuola (0%)
    0
  • Gianna, la sbadata migliore amica (0%)
    0
Loading ... Loading ...
Categorie

Lascia un commento

39 Commenti

  1. volevo mettere: uno sconosciuto
    ma.. viste le “polemiche” sul fatto di avere o no un fidanzatino in così tenera età…(io ne avevo una all’asilo – andavamo a scuola mano nella mano…niente altro !)
    ho preferito mettere il fidanzatino (così penso di renderti la cosa più “difficile” da gestire)

  2. Il numero mi incuriosisce ^^ chissà perché lo scrive?
    Brava, mi piace l’esordio e la scorrevolezza del testo mi ha colpito…se mi posso permettere, io avrei messo qualche virgola in più 😉 ma è comunque ben scritto, continuo a seguirti.

  3. Ti do il mio benvenuto nell’ala “fantasy” di THe iNCIPIT, dove troverai dei pazzi come me! Devo dire che la prima cosa che mi ha incuriosito di te è stata la tua foto: dove l’hai scattata?

    Io ho votato “promemoria”. Questa “teoria del non-nulla” ha un che di affascinante, devo ammetterlo. Vediamo cosa ti inventi!

    Se posso fare anche io un piccolo appunto, userei un po’ meglio la punteggiatura. Forse è stata una svista, ma c’è una frase con un periodo lunghissimo, faticosa da leggere… Anche il secondo paragrafo, credo che manchi di un punto di domanda. Te lo dice uno che non vuol fare lo “spocchioso”, dato che da due giorni soli conosce il significato di “d eufonica”.

    Ti seguo e ti auguro un buon proseguimento!

  4. Mi piace molto come inizio… è aperto a qualunque cosa!! Spero tu sia in grado di stupirci ancora ed ancora.

    Posso fare solo un piccolo appunto? Il dialogo finale è un po’… forzato! Non penso direi mai una frase simile nella realtà. Ma è solo un mio pensiero, pensiero di chi ha ENORMI problemi a fare dei dialoghi realistici! Quindi ti capisco! 🙂

    Ancora complimenti, seguirò la storia! 🙂

Questo sito usa i cookies per migliorare l'esperienza utente. Cliccando su Accetto acconsenti all'utilizzo di cookie tecnici e obbligatori e all'invio di statistiche anonime sull'uso del sito maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi