New World Technology

Dove eravamo rimasti?

Da chi è stato mandato il furgone? Dallo steso Ing. Silas, che aveva pianificato le attività da compiere dopo la sua morte (50%)

Una rivelazione e nuovi indizi

Europa, anno 2060

“Capitano, Simon e Beker sono arrivati” annunciò il segretario facendo capolino dalla porta aperta dell’ufficio. Il Capitano, un uomo alto di mezza età, si alzò e accolse direttamente i due detective. “Entrate, vi stavo aspettando”.

I due presero posto davanti alla scrivania. “Veniamo subito al dunque” disse l’uomo sedutosi alla sua scrivania, tamburellando le dita della mano sul piano di vetro: “Come sapete tre scienziati di fama mondiale sono scomparsi. Questo fatto ha gettato nel panico studiosi e politici di tutto il mondo. Si tratta di scienziati coinvolti in diversi affari, pertanto non è chiaro il movente delle sparizioni. Inoltre, i loro colleghi sono restii a dare informazioni: probabilmente sanno molto di più di quello che ci fanno credere, ma per vari motivi non parlano, e questo non aiuta le indagini”.

Il Capitano si sporse in avanti guardano i due detective duramente: “Grazie alla vostra ricerca non autorizzata, la nostra sezione è stata individuata per proseguire con le indagini. Non possiamo tirarci indietro. Pertanto vi affido direttamente ed ufficialmente il caso: non mettetemi in una posizione difficile o vi spedisco alla divisione immigrazione”.

Il Capitano gettò davanti a loro un documento: “Qui sono segnati tutti i fascicoli prodotti sul caso dalla divisione sparizioni. Potete accedere a tutta la documentazione che hanno prodotto fino ad ora”. Simon prese il documento e dopo averlo piegato in due e inserito nel suo inseparabile taccuino si rivolse al Capitano: “Attualmente abbiamo accesso fino al quarto livello della banca dati unificata. Alcuni files che abbiamo verificato nelle scorse settimane sono disponibili solo dal quinto livello. Sarebbe molto utile poterne disporre”. Il Capitano lo guardò: “Entro sera avrete l’accesso al quinto livello. Ora potete andare”.

I due detective si congedarono ed entrarono nel loro ufficio. Beker sprofondò nella sua poltrona:” Quell’uomo fa paura. Non l’ho mai visto sorridere neppure una volta. Ho sentito dire che …”

Simon non lo stava ascoltando. Si era già immerso nel lavoro. La sua scrivania era piena di fogli sparsi e la bacheca sulla parete di fronte era costellata da frasi e fogli appuntati con magneti. Il tutto apparentemente senza ordine. Ma Simon aveva una sua logica.

Riaprì il suo taccuino e si soffermò sulla scritta che aveva appuntato il giorno prima. Si avvicinò alla bacheca, spostò alcuni fogli per fare spazio e al centro scrisse: memorie.

“Beker, tutto parte da qui” disse puntando l’indice su quella parola. “Sappiamo che i tre scienziati scomparsi hanno lavorato per la New World Technologies. Procurati una lista di tutti quelli che ci hanno lavorato e ci lavorano. Io intanto vado a recuperare i fascicoli sul caso. Ci vediamo dopo pranzo”.

Prese la sua giacca, si alzò ed uscì. Scese le scale e giunto al secondo piano sotterraneo scaricò sul proprio tablet tutti i fascicoli. Dopo due ore di lettura il suo taccuino si era arricchito di una parola: il nome Silas.

Ora non restava che attendere l’autorizzazione di accesso al quinto livello della banca dati unificata.

 

Europa, anno 2035

Un furgone nero si fermò davanti alla sbarra all’ingresso di un ampio edificio. L’autista tirò giù il finestrino e porse il braccio alla guardia, che con un rilevatore di chip lo identificò e lo fece passare. “Avete prelevato tutto?” chiese un uomo all’autista, che assentì con un cenno del capo.

“E Silas? Com’è morto?”. Dopo aver dato indicazioni ad un gruppo di uomini su dove portare la merce prelevata, l’autista rispose all’uomo: “E’ morto sul colpo per una forte scossa elettrica. Penso non se ne sia neppure accorto”. L’uomo si allontanò dal furgone e rimase solo nei suoi pensieri: “Povero amico mio”.

Si diresse rapidamente nell’ufficio dove avevano posizionato gli oggetti appena arrivati. Forzò la cassettiera e rovistando trovò una lettera a lui indirizzata: “Amico mio, se stai leggendo questa lettera significa che sono morto. Ho fatto in modo di recapitare a te i miei averi più preziosi, so che ne farai un buon uso. Trova una soluzione per Laura, io non ci sono riuscito”.

L’uomo smise un attimo di leggere, con espressione incerta.

Abbassò la testa e continuò a leggere: “Quando in tutta fretta trasferii la memoria di Laura all’interno del computer, non feci i test che mi avevi raccomandato sul software esteso. Il trasferimento ha manifestato fin da subito un’anomalia che non ho mai rivelato a nessuno. Le memorie trasferite continuano a vivere nel computer, interagiscono con noi e creano nuovi ricordi. A suo tempo io e il mio gruppo di lavoro creammo un sistema per arginare questa anomalia e per non dover sospendere il progetto. Era troppo importante per la scienza. E per me”.

In quel momento l’uomo ebbe un sussulto, e capì l’ossessione dell’amico: non passava le sue giornate a rivivere i ricordi della figlia. Interagiva con lei.

Si alzò di scatto, prese il suo cellulare e si avvicinò al computer all’interno del quale si trovava Laura. 

Cosa accadrà nel prossimo episodio?

  • Il computer non si accende: lo sbalzo elettrico lo ha danneggiato. Intanto nel 2060… (43%)
    43
  • Chiama un suo amico che lavora alla New World Technology. Intanto nel 2060… (14%)
    14
  • Accende il computer, ma di Laura nessuna traccia. Intanto nel 2060… (43%)
    43
Loading ... Loading ...
Categorie

Lascia un commento

226 Commenti

    Unknown comment type :

      Unknown comment type :

        Unknown comment type :

          Unknown comment type :

    Unknown comment type :

    Unknown comment type :

      Unknown comment type :

        Unknown comment type :

    Unknown comment type :

      Unknown comment type :

    Unknown comment type :

      Unknown comment type :

    Unknown comment type :

      Unknown comment type :

    Unknown comment type :

      Unknown comment type :

    Unknown comment type :

      Unknown comment type :

    Unknown comment type :

      Unknown comment type :

    Unknown comment type :

      Unknown comment type :

        Unknown comment type :

    Unknown comment type :

      Unknown comment type :

    Unknown comment type :

      Unknown comment type :

    Unknown comment type :

      Unknown comment type :

    Unknown comment type :

      Unknown comment type :

    Unknown comment type :

      Unknown comment type :

    Unknown comment type :

      Unknown comment type :

    Unknown comment type :

      Unknown comment type :

        Unknown comment type :

    Unknown comment type :

      Unknown comment type :

    Unknown comment type :

      Unknown comment type :

    Unknown comment type :

      Unknown comment type :

    Unknown comment type :

      Unknown comment type :

    Unknown comment type :

      Unknown comment type :

        Unknown comment type :

    Unknown comment type :

      Unknown comment type :

        Unknown comment type :

    Unknown comment type :

      Unknown comment type :

    Unknown comment type :

      Unknown comment type :

    Unknown comment type :

      Unknown comment type :

    Unknown comment type :

      Unknown comment type :

    Unknown comment type :

      Unknown comment type :

    Unknown comment type :

      Unknown comment type :

    Unknown comment type :

      Unknown comment type :

    Unknown comment type :

      Unknown comment type :

    Unknown comment type :

      Unknown comment type :

    Unknown comment type :

      Unknown comment type :

    Unknown comment type :

      Unknown comment type :

    Unknown comment type :

      Unknown comment type :

      Unknown comment type :

    Unknown comment type :

      Unknown comment type :

    Unknown comment type :

    Unknown comment type :

      Unknown comment type :

    Unknown comment type :

      Unknown comment type :

    Unknown comment type :

      Unknown comment type :

    Unknown comment type :

      Unknown comment type :

    Unknown comment type :

      Unknown comment type :

    Unknown comment type :

      Unknown comment type :

        Unknown comment type :

    Unknown comment type :

      Unknown comment type :

    Unknown comment type :

      Unknown comment type :

    Unknown comment type :

      Unknown comment type :

    Unknown comment type :

      Unknown comment type :

    Unknown comment type :

      Unknown comment type :

    Unknown comment type :

      Unknown comment type :

    Unknown comment type :

      Unknown comment type :

    Unknown comment type :

      Unknown comment type :

    Unknown comment type :

      Unknown comment type :

    Unknown comment type :

      Unknown comment type :

    Unknown comment type :

      Unknown comment type :

    Unknown comment type :

      Unknown comment type :

    Unknown comment type :

      Unknown comment type :

    Unknown comment type :

      Unknown comment type :

    Unknown comment type :

      Unknown comment type :

    Unknown comment type :

      Unknown comment type :

    Unknown comment type :

      Unknown comment type :

    Unknown comment type :

      Unknown comment type :

    Unknown comment type :

      Unknown comment type :

    Unknown comment type :

      Unknown comment type :

    Unknown comment type :

      Unknown comment type :

        Unknown comment type :

    Unknown comment type :

      Unknown comment type :

    Unknown comment type :

      Unknown comment type :

    Unknown comment type :

      Unknown comment type :

    Unknown comment type :

      Unknown comment type :

    Unknown comment type :

      Unknown comment type :

    Unknown comment type :

      Unknown comment type :

    Unknown comment type :

      Unknown comment type :

        Unknown comment type :

    Unknown comment type :

      Unknown comment type :

    Unknown comment type :

    Unknown comment type :

      Unknown comment type :

    Unknown comment type :

      Unknown comment type :

    Unknown comment type :

      Unknown comment type :

    Unknown comment type :

      Unknown comment type :

    Unknown comment type :

    Unknown comment type :

      Unknown comment type :

    Unknown comment type :

      Unknown comment type :

    Unknown comment type :

      Unknown comment type :

    Unknown comment type :

      Unknown comment type :

    Unknown comment type :

      Unknown comment type :

    Unknown comment type :

      Unknown comment type :

    Unknown comment type :

      Unknown comment type :

    Unknown comment type :

      Unknown comment type :

      Unknown comment type :

      Unknown comment type :

    Unknown comment type :

      Unknown comment type :

    Unknown comment type :

      Unknown comment type :

    Unknown comment type :

      Unknown comment type :

    Unknown comment type :

      Unknown comment type :

    Unknown comment type :

      Unknown comment type :

    Unknown comment type :

      Unknown comment type :

    Unknown comment type :

      Unknown comment type :

    Unknown comment type :

      Unknown comment type :

    Unknown comment type :

      Unknown comment type :

    Unknown comment type :

      Unknown comment type :

    Unknown comment type :

      Unknown comment type :

    Unknown comment type :

      Unknown comment type :

    Unknown comment type :

      Unknown comment type :

    Unknown comment type :

      Unknown comment type :

        Unknown comment type :

    Unknown comment type :

      Unknown comment type :

    Unknown comment type :

      Unknown comment type :

    Unknown comment type :

      Unknown comment type :

    Unknown comment type :

      Unknown comment type :

    Unknown comment type :

      Unknown comment type :

    Unknown comment type :

      Unknown comment type :

    Unknown comment type :

      Unknown comment type :

    Unknown comment type :

      Unknown comment type :

  1. Kyle ha detto:

    Cinefilo praticamente da sempre, ti dico che ci vedrei bene un bel Film. Non ho letto gli altri commenti per non bruciarmi il racconto, ma questo primo capitolo promette una storia niente male. Continuo…..

    • federica78 ha detto:

      Wow grazie! Quando hai finito di leggere poi fammi sapere come l’hai trovata. Mi era piaciuto molto scriverla e mi è un po’ rimasta nel cuore.

      • Kyle ha detto:

        Finito di leggerlo tutto. Bello! Bello! Bello! Confermo: ci si potrebbe fare un film. Lo hai messo nel genere fantascienza, ma ho sentito/letto dell’altro. Un Giallo, la conclusione è imprevedibile, dagli scienziati a Laura (ATTENZIONE, PER CHI NON LO AVESSE LETTO SI PARLA DEL FINALE) che per un po’ ho creduto volesse morire. Sentimentale, uno studioso (Silas) che per amore della figlia varca la soglia dell’etica morale. Ho notato delle contaminazioni alla Philip K. Dick (un must per gli appassionati della fantascienza) ed il suo Minority Report: la memoria usata per scovare i crimini. Anche se la trama rimane comunque assolutamente originale. Insomma, ottimo lavoro. Solo un suggerimento per un futuro prossimo se (devi) vorrai sponsorizzare questo bel racconto: approfondisci la spiegazione dell’anomalia che ha dato la nuova vita a Laura e come la NWT l’ha manipolata a suo piacimento. Come dico sempre, in una bella storia (film o libro che sia) non bisogna guardare troppo i particolari, si rischia di rovinare l’opera nel suo totale. Ma in questo caso, per un racconto che ritengo davvero bello, una spiegazione (fanta)scientifica con più dettagli (non è proprio convincente) darebbe la perfezione ad un romanzo già di per sè eccellente. Invece a livello “grafico” o di “intestazione”, magari una scrittura in grassetto per dividere sottocapitoli come “Europa 2060”, “Europa 2015” etc. dava maggiore stacco tra un episodio e l’altro… ah, dato che sono in tema, buona l’idea dei flashforward e dei flasback. Insomma: mi è piaciuto. Ce l’ho ancora in memoria sul tablet. Provo a concludere (ammazza quanto ho scritto) rispondendo alla tua domanda. Ho trovato il tuo racconto qui per caso. Nel senso che volevo leggere qualcosa e cercavo un racconto interessante. Personalmente non mi faccio fuorviare dai voti o dalle copertine, se la trama è buona, io procedo nella lettura. Nelle serie TV Americane (un’altra mia passione) esiste il Pilot (l’equivalente in Italia del verbo latino incipit usato in questa piattaforma) dove il proseguimento di una stagione/serie TV è basata sugli ascolti della prima puntata. Se questa non è seguita, le altre puntate nemmeno le girano ed il telefilm chiude prima ancora di iniziare. La tua trama mi ha colpito, ed il tuo pilot ha fatto il resto tenendomi incollato allo schermo la sera per più di una settimana (le belle letture vanno gustate lentamente). Fossi in te più avanti farei un seguito, una versione “allargata” (o uncut come dicono quelli della settima arte) che sono sicuro darebbe alla storia quel valore aggiunto (insisto con la spiegazione fanta/scientifica della memoria). Peccato solo che non ci sia un modo per votare un racconto già concluso (o forse non l’ho trovato io) e strano che abbia avuto poche condivisioni On Line. Ma chi se ne frega, la qualità non si misura con il numero di “mi piace” o condivisioni, se fosse così ed si applicasse lo stesso metro di misura per i ristoranti in base all’afflusso di clienti, il McDonald’s sarebbe il top della cucina.
        OK, basta, ho fatto un altro racconto. Alla prossima, ah….. il mio nome è Christian 😉

        • federica78 ha detto:

          Wow che commentone! Mi ha fatto molto piacere che la storia sia stata letta anche dopo la sua fine. Questa, a differenza delle altre che ho scritto, mi è piaciuta particolarmente ed effettivamente ho in mente di ampliarla ma non ho ancora avuto modo di farlo.
          Ti ringrazio tantissimo anche per i consigli che mi hai scritto, dei quali terrò conto in fase di ampliamento. 🙂 🙂 🙂

  2. francescotarud ha detto:

    Un bel finale, davvero!
    Ho letto più sotto che ci sarà un seguito… mi fa molto piacere! 🙂 Simon e Laura hanno ancora altro da dire.
    E ora corro a leggere la tua nuova storia. 😉

  3. Bellissimo! Sono contenta di sapere che ci sarà un seguito!

  4. piebat ha detto:

    Sono contento del finale. Bello e led me inaspettato.

  5. Patrizia Sala ha detto:

    Che meraviglia il finale. Aspetto il seguito con ansia. 🙂

  6. Giorgia Muscas ha detto:

    Bella idea quella dello cyber spazio richiesto da Laura 🙂 molto molto interessante e ben scritto questo racconto, ti seguirò Federica

  7. Angela Catalini ha detto:

    Hai avuto un’idea geniale! Sinceramente, pur frequentando da anni realtà virtuali, non ci avevo proprio pensato. Bravissima Fede! Poi mi è piaciuta anche l’idea che comunque Simon e Laura possano “frequentarsi”. Ci sono anche gli amori virtuali, una forma eterea e fantasiosa dell’amore classico. Ti faccio i miei complimenti, hai creato una storia eccezionale e l’hai conclusa nel miglior modo possibile. Brava Fede!

  8. aless ha detto:

    La città virtuale è una bellissima idea. Sarà il seguito, la tua prossima storia? Complimenti, Federica. Ti seguirò nel tuo prossimo lavoro.

    • federica78 ha detto:

      Ciao!! Il prossimo racconto sarà diverso. Ma quando lo finirò porterò sicuramente avanti il seguito di questo! Sono contenta che ti sia piaciuto. Per scrivere il finale ci ho messo 2 settimane e l’ho cambiato tante volte. Poi ho deciso per questo! a presto!

  9. Lucia Sparagna ha detto:

    Bello, peccato non l’ho giocato. Ma lo leggerò tutto. Promesso.

  10. federica78 ha detto:

    Ecco il finale! Ringrazio tutti per avermi seguita fin qui e per aver contribuito all’evolversi della storia. Ringrazio anche coloro che hanno partecipato senza lasciare dei commenti. Mi piacerebbe sapere chi siete.
    Ora attendo i vostri commenti sul finale e vi aspetto per la mia prossima storia 🙂

  11. Giovanni Caroli ha detto:

    Recuperati i capitoli lasciati in sospeso.
    Che bella storia Federica, sicuramente ha molto potenziale inespresso dal solito limite di lunghezza (o per meglio dire brevità).
    Io suggerisco il finale più logico, forse scontato, ma che credo essere quello più realistico: il caso viene chiuso e le indagini insabbiate, come accade quando gli interessi economici in ballo sono molto grossi, e Laura chiede di essere cancellata solo che… lascio a te il resto.
    Aspetto il gran finale ora!

  12. Andrea Bianchi ha detto:

    Ciao, sono nuovo di qui. E’ la prima storia che leggo e mi sono appassionato subito! Complimenti! Come finale potrebbe essere interessante vedere Laura come innesco di una possibile pulizia di tutte le memorie in rete.
    In attesa del finale! 🙂

  13. Girasole ha detto:

    Ciao Federica! Finalmente sono riuscita a leggere la tua storia! Sono davvero affascinata dall’idea geniale che hai avuto per scrivere questo racconto originalissimo! Mi è piaciuto un sacco! A questo punto io ho votato perché il caso venga chiuso ma insabbiato, a mio avviso genererebbe troppi problemi rivelare il problema delle memorie al mondo intero! Per quanto riguarda Laura io credo che meriti di uscire dalla rete, magari le si potrebbe creare un corpo nuovo, il suo personaggio è troppo importante per essere eliminato!
    Complimenti ancora! 😀

  14. Rossana Kurata ha detto:

    Sono riuscita a recuperare i capitoli che avevo perso e ho tenuto gli occhi attaccati allo schermo *-* Ho votato per il caso che viene chiuso e il problema delle memorie insabbiato… Secondo me Laura dovrebbe restare con Simon 🙂

  15. chiara105 ha detto:

    Il caso viene chiuso ma il problema delle memorie viene insabbiato, troppi interessi in gioco (suggerite cosa accade a Laura) complimenti:-) 🙂 🙂

  16. Robirella ha detto:

    Sono nuova, nuova!! Lavata con perlana, xD scherzi a parte! I miei piu grandi complimenti per qiesta storia incredibile!! Ti seguo…

  17. Valerio31 ha detto:

    Vedo che sono in minoranza! Per me sarebbe bello che ScanAlfa venisse bloccato! Ti dico molto bello e mi sa che lo rileggerò più volte visto che è anche un po’ complesso.

    Laura ? Beh, non trovo giusto che muoia ma vorrà probabilmente essere lasciata a sè ed al suo mondo rendendosi conto forse di quanto sia cambiato e di come l’interesse del denaro sia cresciuto nel corso degli ultimi quaranta e passa anni!

    Hai detto se non erro che c’è vive comunque nel mondo virtuale e pertanto potrebbe vivere là!

    Poi lo riprenderei in futuro il tuo testo per fare un proseguimento! 🙂

  18. Nickleby ha detto:

    Allora, mi piace molto la conclusione che sei riuscita a dare all’enigma, facendo quadrare perfettamente il cerchio.
    Ho solo un suggerimento: per il finale (o eventuale spin off, che leggerei volentieri) spingerei l’acceleratore sul fatto che il sistema permette di ottenere l’immortalità della coscienza. Più che un imprevisto, come presentato qui, io ne farei un vero e proprio fulcro della narrazione (“nessuno deve più morire! Paga il biglietto e la copia della tua coscienza vivrà in eterno”) con annessi problemi morali e giuridici, però suggerisco che ciò venga sviluppato a parte come racconto a sé stante (ipotetico sequel…)

    • federica78 ha detto:

      Grazie per i suggerimenti! In effetti stavo pensando a successive storie sulla base di questa, e la tua idea e’ molto interessante. Come dici tu potrebbe essere sviluppata in una storia nuova, non credo che nel finale ne parlerò… Anche perché devo tirar fuori gli scienziati rapiti e credo che mi mancheranno i caratteri!!

  19. francescotarud ha detto:

    Io sono per un lieto fine, ma vedo che sono in minoranza. In ogni caso, per Laura, mi immagino che chieda di essere liberata. Se la coscienza vive ancora, ma non si sa dove va dopo morta, penso che rimanere nel computer sia come essere imprigionata. Per cui dico che verrà lasciata andare!
    Attendo il finale! 🙂

  20. Giorgia Muscas ha detto:

    Il problema delle memorie viene insabbiato. Laura si sente sola, si potrebbe fare in modo che la sua coscienza venga trasferita in un computer disponibile solo a Simon. Questo racconto è davvero bello, tratti con semplicità argomenti ostici che altrimenti non comprendersi, bravissima.

  21. Molto bello, ma mi piacerebbe che non venisse eliminata Laura!! Aspetto di leggere il finale 🙂

  22. DIREI CHE LA PIù REALISTICA SIA L’OPZIONE CHE INSABBINO TUTTO.
    LAURA INVECE NON PUò MORIRE, POTREBBERO RESETTARLE LA MEMORIA E LEI POTREBBE AVERE LA SPERANZA DI UNA NUOVA VITA.
    QUESTA STORIA è DAVVERO FANTASTICA, AVREBBE BISOGNO DI MOLTI PIù CAPITOLI! NON NE HAI FATTA UNA VERSIONE AMPLIATA???
    🙂

  23. Valerio31 ha detto:

    Figa la tua storia! Per ora non voto ma poi rileggo tutto! 🙂 Intanto ti seguo! 🙂 E ti commento! xD

  24. aless ha detto:

    Carissima Federica,
    ho votato perché il caso sia chiuso ma insabbiato poiché, come giustamente fai notare anche tu, ci sono troppi interessi in gioco. Ma per Laura avrei un finale diverso. Direi che Simon non se la sente di eliminarla e le fa una proposta alternativa. Vuole trasferirla. Propone di portarla con sé in una nuova scheda di memoria esterna per farle vivere una nuova vita. Potrebbe, con le sue conoscenze, essere utile al prossimo se resettata e convinta a rinascere. Sai ci sono persone bloccate su sedie a rotelle e in letti nell’immobilità totale a vita che comunicano grazie alla tecnologia; alcuni di questi sono diventati grandi scienziati e altri ottimi informatici. Ci sono persino illustri scrittori e luminari della medicina. Ho idea che si potrebbe proporre a Laura di tornare a vivere in un luogo migliore e con una nuova missione. Distruggerla non mi sembra giusto, ma in fondo la decisione spetta a lei…
    Bravissima, come sempre.

  25. Patrizia Sala ha detto:

    Bello! Laura viene eliminata… Oppure si riesce a trovare un modo per non farla annoiare?
    Io non vorrei mai essere eliminata però ahaha

    COMPLIMENTI, un racconto bellissimo. Aspettiamo il filale e poi il prossimo racconto.

  26. piebat ha detto:

    Ho votato opzione uno. Laura chiede di essere eliminata e sarà accontentata. Credo che poi potrebbero essere eliminati anche tutti gli altri dalla rete perché Simon può dimostrare che in realtà le coscienze della rete non sono come sembra.

  27. Angela Catalini ha detto:

    Ero indecisa tra due opzioni, quella di insabbiare tutto (però in questo caso il capitolo sarebbe rimasto asperto) oppure far sapere al mondo cosa accadeva. Ho scelto l’ultima perché ritengo che sia la degna conclusione di uno splendido racconto narrato in modo eccellente e con un’idea di base fantastica che di certo avrebbe meritato almeno un centinaio di incipitpoints in più.
    Veniamo a Laura, il suo è un personaggio centrale, non credo voglia sparire o “morire” ma solo essere tolta dalal rete. Ora per farlo ci sarebbero varie opzioni ma io la vorrei di nuovo umana. Quindi penso che la sua coscienza potrebbe essere trasferita in un androide. Perccato che manchi solo un capitolo, ci si affeziona a una storia e poi ci manca. A presto!

    • federica78 ha detto:

      Grazie mille per il tuo commento completo! In effetti ora non so che fare di Laura… Avrei delle idee ma vediamo cosa propongono i lettori. Anche io mi ci sono affezionata e vorrei scrivere ancora storie con questi protagonisti. Vedremo se ci riuscirò. Grazie!!

  28. Napo ha detto:

    Per me il caso viene chiuso e insabbiato. Laura chiede di essere cancellata dalla memoria.

  29. Angela Catalini ha detto:

    Molto interessante il tuo racconto, ho dovuto recuperare un paio di capitoli persi. Ho votato per saperne di più sulle attività della New World Technologies. Ti seguo! 🙂

  30. piebat ha detto:

    Sono curioso di sapere come si creano nuove memorie. Mi piace la tua narrazione, tutta storia!

  31. Aria ha detto:

    Finalmente sono riuscita a leggere questa storia! Bellissima. Ho votato per le memorie criminali, ma sono in minoranza 🙁

  32. Massi94 ha detto:

    Sono nuovo, ma ti devo fare i miei migliori complimenti!!!

  33. Splendida copertina 🙂
    E complimenti per questo racconto… sto scoprendo la fantascienza grazie a questo sito e inizio a capirci qualcosa… non mi dichiaro un’esperta, ma questo racconto merita proprio! 🙂 Voto per la prima opzione 🙂

  34. Giorgia Muscas ha detto:

    Brava Federica, complimenti per la copertina!

  35. Vudi. loca ha detto:

    ho votato per si concentra sulle memorie archiviate. Bello, ti seguo!
    Al prossimo capitolo!

  36. aless ha detto:

    wow, Federica. Hai visto che bella copertina? 🙂

  37. Patrizia Sala ha detto:

    Forse ai fini della storia sarebbe meglio concentrarsi sulla New World Technology. Pero’ mi sembra troppo interessante sapere delle memorie archiviate. Anche se probabilmente ci vorrebbero 2000 episodi eheheh

  38. ha detto:

    Appena in tempo, ma per fortuna ce l’ha fatta 🙂 Notizie sulla NWT

  39. Antonellaaaa ha detto:

    Siamo agli sgoccioli e vorrei sapere qualcosa in più sulla New World Technology, in ogni caso, qualsiasi opzione prevalrà sono sicura che il seguito sarà fantastico, come il resto del racconto! *-* aspetto con ansia il prossimo episodio 😀

  40. francescotarud ha detto:

    Si concentra sulle memorie archiviate e la capacità di produrre nuovi ricordi. Finalmente è arrivato il momento delle risposte! 🙂

  41. Napo ha detto:

    Si concentra sull’attività della NWT.

  42. aless ha detto:

    Assolutamente in crisi tra lo scoprire cosa si nasconde dietro l’attività della NWT e invece votare per conoscere il sistema con cui si producono nuovi ricordi ( che più ancora suscita interesse in me), ai fini della storia ho puntato sulla NWT. ( anche se leggermente a malincuore) Geniale la trovata della memoria di Laura che può vedere il mondo che la circonda entrando nelle trasmissioni delle telecamere. Potrebbe sembrare un concetto scontato ma in realtà è molto innovativo, poichè le vite cibernetiche che reagiscono a impulsi vitali e danno risposte pressochè umane attraverso memorie computerizzate esitono dagli’anni novanta – per quel che ci dicono, da prima per quel che possiamo intuire – ma mai prima d’ora avevo sentito di macchine intelligenti che osservano infiltrandosi nei circuiti chiusi e aperti della videosorveglianza standard e non standard. Brava Federica.

  43. e stiamo arrivando alla grande al finale! brava davvero, aspetto sempre con ansia i tuoi capitoli! ho votato per: Si concentra sulle memorie archiviate.
    brava fedeeee!

  44. Nickleby ha detto:

    Dopo aver letto questo episodio, vorrei farti una domanda: ma oltre ai ricordi anche le personalità vengono riprodotte dai computer? Mi spiego, Laura afferma che il personaggio le è simpatico, mentre se fosse stato un sistema informatico (per intenderci, come quello del film Trascendence che “riproduce” la personalità del protagonista MA non è la stessa) avrebbe detto credo qualcosa di più oggettivo come “le tue domande sono pertinenti” o giù di lì. Quindi mi chiedo se sia implicito che le memorie immagazzinate siano una copia esatta delle menti delle persone di una volta.
    Per il resto, l’ansia di saperne di più cresce, e non vedo l’ora di sapere come vengono prodotti nuovi ricordi ^_^

  45. Giorgia Muscas ha detto:

    Si concentra sulla capacità di produrre nuovi ricordi 🙂

  46. GP ha detto:

    Finalmente sono riuscito ad arrivare in fondo, ti faccio ancora i complimenti per la scrittura e per la trama. Avevi ragione, abbiamo gusti molto simili in fatto di fantascienza. Buona continuazione!

  47. ha detto:

    Laura smette di parlare 🙂

  48. aless ha detto:

    Assolutamente rumori di fondo, rumori sinistri, sospetti… 🙂

  49. Antonellaaaa ha detto:

    Secondo me Laura smette di parlare, bel capitolo! 😀

  50. Nickleby ha detto:

    Mmm, quando ho letto “sembrava voler dire qualcosa ma subito si riprese” ho cominciato a mangiare la foglia, chissà in che modo gli antagonisti hanno fatto fuori Boris senza lasciare traccia… un episodio molto trascinante, non vedo l’ora di scoprire se le indagini portano a una nuova svolta oppure se accadrà qualcosa che ostacolerà i personaggi dal retro del magazzino ^_^

  51. francescotarud ha detto:

    Laura stessa che smette di parlare. Non so perché, ma è l’opzione che più mi affascina! 🙂

  52. Napo ha detto:

    Episodio che assume i toni del giallo. A mio avviso molto ben riuscito anche perché non affetto dalla frammentazione che nuoceva agli episodi precedenti.
    Ho votato per l’interruzione più classica: una telefonata.

  53. Giorgia Muscas ha detto:

    Laura che smette di parlare, ci dirai poi perché 🙂 sempre molto avvincente e ben scritto!

  54. Bello! Episodio molto coinvolgente….non vedo l’ora di leggere il prossimo 🙂

  55. Patrizia Sala ha detto:

    Secondo me c’è qualcuno nel retro del magazzino… Chi sarà?

  56. Altro capitolo scritto bene e coinvolgente, mi sembrava di sentirli bisbigliare di nascosto, mentre consegnava la busta.
    ho votato che s’interrompa lei stessa nel parlare… vediamo perché

  57. Angela Catalini ha detto:

    Laura smette dei parlare perché… ??!!?? ^^

  58. Rossana Kurata ha detto:

    Sono affascinata dalla storia! Ti seguo 😉

  59. Liocorno ha detto:

    Simon non incontra nessuno… visti i progressi parlando con Laura, credo potrebbe scoprire cose molto interessanti da solo.
    Questa storia è ricca di spunti che danno molte occasioni di ulteriore sviluppo.
    Veramente intrigante! 😉

  60. Antonellaaaa ha detto:

    Secondo me boris muore e trova qualcun altro! 🙂

  61. Victory Desando ha detto:

    Incontra l’ingegnere e qualcun altro. Sì, sono curioso di sapere chi!
    Bella storia, ti seguo ! 🙂
    Passa da me, se vuoi!

  62. Angela Catalini ha detto:

    Simon incontra l’ingegnere + intruso 🙂

  63. Antonellaaaa ha detto:

    interessante! Ho votato la seconda opzione 🙂

  64. E SE ANCHE BORIS MORISSE?
    IHIHIIH RISATINA MALIGNA
    BRAVISSIMA COMUNQUE QUESTA STORIA MI PIACE SEMPRE DI PIù, VOGLIO PROPRIO VEDERE COSA SUCCEDERà ANDANDO AVANTI!

  65. aless ha detto:

    Ciao Federica,
    era da un po’ che mi ripromettevo di leggerti e di scriveri. Finora non sono riuscita a seguirti, troppo da fare e da leggere e la tua storia richiede concentrazione, la sto leggendo ora un po’ alla volta. Non è un racconto per passare il tempo o giocare insieme; mi pare piuttosto complesso, pensato, ben strutturato. Insomma, sottoponi i lettori qui dentro a un passo successivo, quello di scegliere di fare sul serio. Perciò di sicuro sei seguita da fedelissimi e sono in molti, vedo. Non posso che complimentarmi con te per le accurate ricerche e l’idea di trama originale. Spero di mettermi presto in pari e votare anch’io… Comunque continua così.

    • federica78 ha detto:

      wow, che bel commento il tuo, grazie! Questa idea mi è venuta dopo un sogno, poi rielaborato. Mi piacerebbe in effetti scriverla in forma estesa per caratterizzare al meglio i personaggi, vedrò il da farsi dopo la fine. Grazie ancora!

  66. Patrizia Sala ha detto:

    No non facciamo morire anche Boris.

  67. Nickleby ha detto:

    Davvero eccellente, mentre leggevo pensavo tra me e me gli sviluppi che potevi dare all’utilizzo di ScanAlfa (es. il contrastro tra prove empiriche e ricordi di un sospettato) e li hai proprio esplorati!
    Questo episodio mi è piaciuto molto, ora penso che potresti introdurre una qualche falla nel sistema (es. ScanAlfa è manipolabile come una macchina della verità? Ci si può imporre dei falsi ricordi), forse tramite una persona che appare al posto dell’ingegner Boris ^_^

  68. francescotarud ha detto:

    Simon incontra Boris e qualcun altro.

    Sono d’accordo: è il momento di trarre delle conclusioni! E sono curioso di leggere quali saranno! 🙂

  69. Annalisa Rizzi ha detto:

    Voto per la morte dell’ing. Boris!

  70. Napo ha detto:

    Anche io mi riprometto di rileggere tutto d’un fiato il racconto, perchè a pezzi e bocconi non è di facile lettura.
    Intanto lascio Simon a indagare da solo.

  71. Giovanni Caroli ha detto:

    Mi ero ripromesso che, visto i continui salti temporali, avrei letto questo racconto una volta terminato. Era troppo interessante l’idea per rischiare di confondermi seguendolo a pezzi, diluiti nel tempo, ma il tuo commento a vinto l’attrito che mi ero autoimposto e quindi eccomi qui. Partecipo.
    Io sono per fargli scoprire che Boris è morto, Simon incontrerà qualcun’altro.
    L’idea è fantastica e ti faccio i complimenti per come stai gestendo tutti questi difficilissimi flashback/flashforward senza perderti in paradossi o contraddizioni. Brava

  72. Giorgia Muscas ha detto:

    Simon continua ad indagare da solo…mi dà l’idea di uno che dà il meglio lavorando in questo modo.

  73. dadan ha detto:

    progetto rivoluzionario

  74. Nickleby ha detto:

    Bella, molto bella l’interpretazione del sistema di lettura mente dei criminali. Mi sembra un contesto alla Minority Report, forse è una delle tue fonti?
    Comunque immagino che un altro mistero per il lettore possa essere se gli scienziati sanno o no degli effetti collaterali…

    • federica78 ha detto:

      Mi ricordo a pezzi quel film, ma non ricordo come finisce (spero di non copiare inconsciamente delle parti!) L’idea della memoria però l’ho sempre avuta, memoria e ricordi sono un po’ un mio pallino.
      Grazie di essere passato!

  75. Giorgia Muscas ha detto:

    Ho votato”non sa che fare”
    Bellissimo anche questo capitolo.

  76. francescotarud ha detto:

    Dico che Boris sfrutta quanto appreso a suo vantaggio, anche perché, se diventerà vice qualcosa deve aver fatto! 🙂

  77. Patrizia Sala ha detto:

    Povero Boris… Finirà nei guai?

  78. francescotarud ha detto:

    Simon indaga ma non trovando nulla si concentra su Boris. Bel capitolo! 🙂

  79. Giorgia Muscas ha detto:

    Simon decide di indagare sull ing Boris. Bellissimo capitolo, mi piace la tua terminologia.

  80. Nickleby ha detto:

    Mi piace molto lo stile concreto e serrato nel quale si analizza la vita di Silas, mi sembra di vedere Simon rimuginare sul caso ^_^ Vai così!

  81. emilysmind ha detto:

    Laura ha tagliato la corda!

  82. francescotarud ha detto:

    Di Laura nessuna traccia. E nel 2060? Sono curioso di scoprire cosa succederà! 🙂

  83. ha detto:

    Lo sbalzo elettrico ha danneggiato il computer! 🙂

  84. Liocorno ha detto:

    Accende il computer, ma di Laura nessuna traccia…
    Peccato! Ammetto che la curiosità mi avrebbe portato a fargli fare quattro chiacchiere.

  85. Difficile scegliere…tutte e tre le opzioni sono interessanti, ma il pc danneggiato mi intriga di più!! 🙂

  86. Giorgia Muscas ha detto:

    Il pc non si accende per uno sbalzo elettrico che lo ha danneggiato…
    una storia davvero particolareggiata e ben scritta, sinceri complimenti

  87. Patrizia Sala ha detto:

    Uhm… Questa volta è davvero difficile scegliere! Il computer non si accende.

  88. Napo ha detto:

    Anche io pianifico tutto…
    Aspetto il seguito. Per ora non mi sbilancio in giudizi (però quel “non” tutto maiuscolo è un inutile colpo nell’occhio, credimi).

  89. nextman ha detto:

    Mi piacciono le persone previdenti 🙂 Voto per la pianificazione dell’Ing.

  90. francescotarud ha detto:

    Avrei quasi votato l’ing. Silas, ma alla fine ho scelto la New World Technologies: penso che possa aggiungere una svolta ancora più inquietante! 🙂

  91. Nickleby ha detto:

    Mmm… se lo avesse mandato lo stesso Silas, potrebbe aver copiato i suoi ricordi in vista di un misterioso piano da attuare dopo la sua morte…
    comunque il mistero è davvero intrigante!

  92. Giorgia Muscas ha detto:

    Dallo stesso ing silas 😉

  93. Patrizia Sala ha detto:

    Finalmente il secondo episodio. Il mistero si fa sempre piú fitto facciamo che il furgone l’ha mandato la New World Technology… Del resto dà il titolo alla storia!

  94. dadan ha detto:

    Approfondiamo 🙂

  95. Napo ha detto:

    Domenica è passata… Dov’è il secondo episodio?

  96. Giorgia Muscas ha detto:

    Ho votato 2015-2020 🙂
    per una mia logica temporale, tutto qui. Il racconto è comunque comprensibile e particolare, mi sembra un buon inizio.

  97. aless ha detto:

    Cara Federica,
    ottimo cliffhanger.
    Io, da buona osservatrice del mondo fantascientifico, consiglio di introdurre il 2060 e ragionare in termini di flashback, sul passato, nei capitoli a venire. Meglio entrare nel presente subito. Complimenti.

  98. Luisa Colombo ha detto:

    L’incipit è intrigante con i suoi salti temporali, voglio sapere come va avanti adesso.
    Niente male come idea. Brava

  99. Sara Sbraund ha detto:

    Qualcosa mi dice che approfondendo il 2060 si scoprono cose interessanti anche sul 2015/2020! 🙂

  100. aurorafilippi ha detto:

    Confido che si capirà tutto col tempo, per il momento io voto per gli eventi tra il 2015 e il 2020… ma temo che non avrò risposta alla mia curiosità a questo giro XD

  101. emilysmind ha detto:

    2060…cosa è successo?

  102. Fabio Flenghi ha detto:

    Interessante questo incipit a spezzoni, un ottimo modo per introdurre il lettore nel tuo universo fantascientifico, ma perchè fermarsi? Cosa è successo dopo il funerale? Ha funzionato? Qualcuno l’ha scoperto? Le memorie della bambina?

  103. francescotarud ha detto:

    Approfondiamo gli eventi del 2060. Un incipit interessante, frenetico ed essenziale nei suoi salti temporali, ma molto efficace nel creare la giusta tensione! Ti seguo! 🙂

  104. oscar06 ha detto:

    un incipit molto interessante, forse un po’ troppo intricato di “salti temporali”… per questo ho votato per focalizzarci nei lontani anni del 2060 😉
    p.s. ti seguo. 😀

  105. Molto avvincente….non vedo l’ora di leggere il seguito!!

  106. Patrizia Sala ha detto:

    Che storia interessante!
    Sono curiosa di sapere come prosegue. Ci vedo benissimo un film e siamo solo all’inizio.

    Bello il fatto di procedere per date e di saltare avanti e indietro.

    MI PIACE!!!

Questo sito usa i cookies per migliorare l'esperienza utente. Cliccando su Accetto acconsenti all'utilizzo di cookie tecnici e obbligatori e all'invio di statistiche anonime sull'uso del sito maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi