Emozioni estive

Dove eravamo rimasti?

SARA VUOLE SCOPRIRE IL SEGRETO DI ALESSANDRO Sara vuole indagare e si reca al negozio da Silvia (67%)

IL SEGRETO

Alessandro riceve una telefonata e con una scusa si allontana da noi.

Dopo un pò si avvicina a me e  incomincia ad accodare tante parole disordinate per dirmi che deve andare via.

Lui si congeda da Marco e Silvia , mi saluta “Amore pensa alla proposta, non posso rifiutare, voglio che anche tu mi appoggi “. Io gli rispondo ” Ci penserò, ascolta ti chiamo dopo, ho bisogno di risposte” .

lui raggelato e sbiancato “Ok ci sentiamo”. Si infila in auto e va via.

Marco e Silvia nel frattempo si stanno preparando “Sara noi andiamo, Silvia deve andare in paese !” “Ok ragazzi, a presto”.

Penso e ripenso a ciò che è accaduto ,  alle parole di Alessandro, i suoi sguardi a Silvia, i suoi balbettii, collego tutto, ma non viene fuori niente.

Ho un’idea, vado in paese e faccio qualche domanda a Silvia.

Prendo la mia auto, con una scusa dico al nonno che vado in paese per una commissione e prometto di ritornare per pranzo.

Arrivo nei pressi del negozio di Silvia e vedo ad un angolo l’auto di Alessandro.

Mi sento morire.Aspetto un pò in auto ma la mia impulsività galoppa come un cavallo in corsa.

Voglio capire, voglio vedere che sta succedendo.

Entro in negozio, c’è un pò di gente, nessuno si accorge della mia entrata.

Mi nascondo dietro ad alcuni scaffali e riesco a sentire la voce di Alessandro ” Non ricordi chi sono, non è possibile !!, ti ho cercata per tanto tempo, ricordi chi è la tua famiglia, il tuo vero nome  GIULIA “.

Silvia insiste ” Non so chi sei, i miei hanno avuto un incidente e qui sono circondata da gente che mi ama”.

Alessandro ormai esausto “Va bene, adesso vado  ma ritornerò presto “.

Alessandro disperato esce fuori, prende il telefono e fa alcune chiamate molto animate ma io non riesco a sentire nulla.

Aspetto che Alessandro va via e riesco a sgattaiolare fuori dal negozio.

Non mi resta che parlarne con Marco, lo chiamo e chiedo di incontrarci alla fattoria,ma lui rimanda alla sera perchè ha molto lavoro.

Non mi accorgo che la mia fretta di sapere ha bisogno di una frenata.

Torno in fattoria e finalmente vengo accolta da una pace che allevia un pò la mia disperazione.Vado dal nonno e cerco di tranquillizzarmi, quando vedo in quel piccolo pollaio una macchia sul pavimento di un giallo oro che si muove uniformemente. Erano centinaia di pulcini che cercavano cibo. Un flash : Vedo la nonna che porta fuori nell’aia quei piccoli batuffoli e distribuisce loro il mangime con uno strano richiamo.

I pulcini la seguono tutti insieme come dei bambini che seguono con amore la propria mamma.Adesso il nonno consegna a me il compito di fare questo, le mie gambe sono attorniate da morbidi peluche e devo camminare piano per non schiacciarli.Che spettacolo quando lancio il mangime, sono affamati e si lasciano accarezzare perchè impegnati a mangiare,

Penso alla mia fattoria didattica e all’entusiasmo dei piccoli ospiti a contatto con questi animaletti così teneri. Che sogno, finalmente i miei pensieri non sono più tristi, la ricerca della verità mi dà una carica perchè penso che tutto quello che verrà riuscirà a dare nuove svolte alla mia vita, spero in positivo.

Raggiungo il mio piccolo Nuvola è già cresciuto un pò, lo stringo forte a me e sento il suo affetto che emana serenità.

Il pomeriggio mi avvicino ad Alby e mi siedo ai suoi piedi,

“Alby cosa succede perchè Alessandro non mi ha raccontato il suo passato, perchè Silvia o Giulia fingeva di non conoscerlo.Dammi tu qualche risposta.Mi stendo su una striscia d’erba, complice il caldo, il venticello e l’odore rilassante dell’erba, mi addormento un’ attimo.

Improvvisamente vedo una bambina, seduta sul prato che gioca con delle pietre.Io mi avvicino ma lei non mi sente, continua a giocare.Sembra assente, lei alza il volto e mi sorride. E’ di una bellezza che incanta!

“Sara, Sara qualcuno mi chiama, mi sveglio improvvisamente ed è Marco che mi chiama.

“Sara sono venuto come ho potuto, cosa succede”

Mi riprendo un pò e gli parlo di quello che ho sentito al negozio. “Sai tutto di Silvia o pensi ti nascondi qualcosa”.

Ho pensato di omettere la questione del nome di Silvia, che non è in realta quello e che potrebbe essere scioccante per Marco.

Sai Sara qualche volta l’ho vista un pò assente e strana, specialmente quando le chiedo del suo passato.

Lei dice cose a volte non chiare e senza senso, molto confuse, ma non ho dato mai molto importanza a questi atteggiamenti. E ‘ visibile la sua sofferenza in quel momento e io cerco di evitare di parlarne.

ma dopo quello che è successo oggi con Alessandro e quello che hai sentito tu, mi raggiungono mille dubbi.

Riusciranno a scoprire qualcosa in più su questa storia ?

Sara riuscirà a scoprire qualcosa su questa misteriosa storia

  • Chi sarà la bambina del sogno (100%)
    100
  • Alessandro torna in paese (0%)
    0
  • Marco parlerà con Silvia (0%)
    0
Loading ... Loading ...
Categorie

Lascia un commento

79 Commenti

  • Finalmente sono riuscita a leggere il tuo bel racconto 🙂 Ora sarò sincera e spero apprezzerai:
    la trama è bellissima, mi è piaciuto l’intreccio e come hai collegato tutti gli avvenimenti e le scelte da fare. Voglio solo dirti che dovresti curare maggiormente la punteggiatura e fare più attenzione all’uso dei sinonimi per evitare inutili ripetizioni che abbruttiscono i periodi. Questo racconto non lo merita perché è davvero bello. Mi sembra che tu abbia scritto buttando giù tutto (giustissimo!) senza però effettuare alcuna correzione…mentre, dando una successiva lettura calma e distaccata, avresti migliorato notevolmente una storia che è comunque ottima 🙂 brava, spero di leggere presto qualcosa di nuovo.

  • Sono arrivata, tardissimo, ma te lo avevo promesso 🙂
    Questa storia è molto dolce, molto bella… poetica forse? Sicuramente questo genere ti calza a pennello!
    Spero scriverai ancora qualcosa, ti leggerei volentieri, e spero di non perderti nemmeno come mia lettrice… anche se magari il nuovo genere che ho scelto ti sarà meno congeniale!

    • Sono veramente lusingata,è la mia prima esperienza.queste parole mi danno una speranza in più per continuare.Questo concorso ha dato vita ad un mio sogno,ma quando mi sono confrontata con molti di voi esperti e bravissimi,sono venuta fuori sconfitta.Ti ringrazio e verrò a leggere sicuramente le tue storie.

  • Questo sito usa i cookies per migliorare l'esperienza utente. Cliccando su Accetto acconsenti all'utilizzo di cookie tecnici e obbligatori e all'invio di statistiche anonime sull'uso del sito maggiori informazioni

    Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

    Chiudi