L’alba di un nuovo inizio

Dove eravamo rimasti?

Come vogliamo proseguire? Lasciamo carta bianca all'autore. (67%)

Dolci ricordi

È rimasto spiazzato. Che occhioni teneri. Mi sento quasi in colpa. Quasi. Oltre alle mani incrociate batto anche il piede sinistro, per fargli capire che ho fretta.

<<Non ho capito. Cosa vuoi dire che ci ho messo nove anni?>>

<<Lascia stare. Non ha importanza>> muovo la mano davanti al viso e roteo gli occhi in aria, come se stessi cacciando via qualcosa. <<Mi chiamo Chiara, comunque>> voglio vendicarmi, no essere maleducata. Gli porgo la mano che lui stringe con forza <<Chiara. Mai nome mi è sembrato più azzeccato>>

<<Già, non sei l’unico a dirlo. Sarà per i capelli biondi e gli occhi verdi?>>

<<E per la pelle candida, aggiungerei>>. Mi rendo conto solo adesso che ho ancora la mano nella sua. Sto arrossendo. Devo rimettermi in carreggiata. Mi sgranchisco la voce <<Credo che dovresti lasciarmi andare la mano adesso>>. Me la stringe con maggior forza, con il pollice fa una lieve carezza prima di lasciarla andare <<Già, peccato>>. Mi sorride in quel modo che solo lui sa fare <<Ora è meglio che vada. Se ti va, stasera puoi passare dal mio locale a bere qualcosa, sei mia ospite.>>

<<Ci penserò su. E quale sarebbe il tuo locale?>>

<<ManDan, sul lungomare>>

<<Aspetta, ma è quel pub al posto del vecchio Macao?>>

<<Si, esatto! Pensavo fossi nuova di queste parti>> sembra sinceramente sorpreso. Non so se esserne felice per averlo stupito, o amareggiata, perché questo vuol dire che gli anni al liceo più quel magnifico bacio, non sono significati niente per lui.

<<Questa casa ti sembra nuova?>>

<<No, certo.>> dice senza esitare.

<<Beh, per essere chiari, io l’ho vista in tempi migliori>> una sensazione inaspettata mi annoda lo stomaco. Quanti ricordi, la nonna non avrebbe mai voluto che fosse venduta. Dopo essere passata di padre in figlio, adesso toccava a me.

<<Conoscevi la Signora Maria?>>

<<Era mia nonna!>>

<<Mi dispiace, non sapevo…>>

<<Credevo che stessi andando via.>> lo interrompo.

<<Già. Ti aspetto stasera…>>

<<Vediamo.>>

<<Ciao, Chiara!>>. Chiudo in fretta la porta. Cerco di non pensare al modo confidenziale in cui ha pronunciato il mio nome e al modo in cui mi guardava.

Alle 17 in punto, suonano il campanello. Faccio un lungo respiro prima di aprire. Giuseppe Cotaldi. Non è cambiato molto dall’ultima volta che l’ho visto. Forse ancora più alto, circa 1,90 m per 80 kg. Occhi castani, nascosti dagli occhiali con montatura nera spessa.

<<Da quanto tempo!>> Mi stringe in un forte abbraccio, sollevandomi da terra. <<Sei sempre il solito!>> gli mollo un buffetto amichevole una volta ritornata con i piedi per terra.

<<Tu invece sei sempre più bella!>> conclude la frase con un occhiolino.

<<Ma guarda che sfacciato. È inutile, lo sai che i tuoi giochetti con me  non hanno mai funzionato!>> rido allegra e lui mi segue divertito <<Ci ho voluto provare lo stesso. Wow che casa!>>

<<Vieni in cucina ti offro qualcosa prima di iniziare il giro!>>

Quando ho saputo che Giuseppe aveva aperto un agenzia immobiliare, l’ho contattato subito. Mi fido di lui, so che non agirebbe mai contro i miei interessi. Terminato il tour della casa, ci fermiamo in giardino. <<Allora? Cosa ne pensi?>> non si è espresso molto durante il giro. <<Chiara, è una bella casa, ma c’è molto da fare. Si deve rimodernare tutta.>> si gratta il mento pensieroso <<Il tetto quando è stato rifatto?>>

<<Sicuramente non prima di dieci anni fa!>>

<<Allora forse ci sarà da rifare anche quello. Bisogna vedere come è messo. I bagni vanno rifatti entrambi. Ci sono da fare tutti gli impianti. Cambiare i pavimenti, gli infissi, le porte…>>

<<Parla in numeri>>

<<Ci vorranno ad occhio e croce circa centomila euro per renderla abitabile. Più o meno. C’è da fare anche la parte esterna. Guarda quei balconi come sono messi, e l’intonaco. Vedi che in alcuni punti è rigonfio? Ci devono essere state delle perdite d’acqua>>.

Mi siedo demoralizzata su un vaso di terracotta. <<Ho capito. Non la venderò mai.>>

<<Non è detto. Però devi tenerti a un prezzo molto basso per riuscirci. Ristrutturata a dovere, viene una villa di tutto rispetto. Inoltre gli spazi sono ampi, si possono apportare modifiche utili>>

<<D’accordo. Fammi avere la tua proposta il prima possibile>>

<<Sei proprio decisa a vendere allora? Potresti rimettertela a posto un po’ alla volta>> lui sa quanto mi costa venderla <<Ti aiuterei io!>> asciuga con affetto una lacrima scivolata lungo la gota, di cui non mi sono accorta fino a questo momento.

<<Non è più qui la mia vita>> lascio finalmente libero sfogo alle lacrime tra le braccia di Giuseppe.

Come procediamo?

  • Chiara decide di non andare al locale, ma... (67%)
    67
  • La sera Chiara va al locale di Manuele. (17%)
    17
  • Conosciamo di più Giuseppe Cotaldi. (17%)
    17
Loading ... Loading ...
Categorie

Lascia un commento

138 Commenti

  1. Con ritardo ma sono riuscita a leggere il finale.Sai me lo aspettavo che lei non avrebbe scelto nessuno dei due pretendenti. È bene vederci chiaro quando di tratta d’amore. Quando lo incontri non ci sono incertezze, ma solo tempeste di emozioni che ti avvolgono il cuore di passione.L’amore,quello vero è come un incendio in un bosco,anche se la vita vuole cancellare,lui ha dispetto di tutto rinasce sempre dalla cenere,più rigoglioso di prima, è eterno.Comunque la protagonista non ha riconosciuto l’amore vero, in realtà era solo semplice e profonda amicizia legata al passato. Ti seguirò in una tua prossima avventura.

  2. Hai scritto dal cellulare?! Ti ci vorrebbero dei punti in più solo per questo XD
    Ad ogni modo non si vede, nel senso che se gli errori ci sono la storia ti prende abbastanza per non notarli. Almeno per me è così 🙂
    Mi è piaciuto il finale che hai scelto. Più o meno come me lo aspettavo, un po’ triste, malinconico, ma rivolto in avanti.

  3. anche se crollo di sonno ho voluto leggerlo il tuo finale.
    innanzi tutto gli abbiam dato praticamente lo stesso titolo 🙂
    a parte gli scherzi, mi è piaciuto da morire e credo che effettivamente dovesse finire proprio così.
    brava, brava, brava!

  4. Miriam, che bel finale, mi è piaciuto molto.
    Non sono d’accordo col modo di vedere l’amore, ma essendo una cosa soggettiva e peculiare non si può certo discutere 🙂 brava, spero di rileggerti.
    ps – hai scritto col cell?? io non ci avrei neanche provato…

  5. Mi dispiace se gli ultimi due capitoli sono stati scritti con molta fretta. C’è l’ho fatta giusto in tempo. Perdonatemi errori di battitura e sviste, perché non ho il pc a portata di mano e ho scritto con il cellulare. Il tempo era davvero poco. Grazie per aver seguito la mia storia. Mi sono divertita insieme a voi, e Grazie a voi! Come prima esperienza, è assolutamente positiva. Spero di iniziare presto un nuovo racconto-gioco insieme a voi, e ovviamente continuerò a leggere i vostri. Con affetto. Miryam.

  6. Non sceglierà nessuno, andrà via, lasciando la sua vecchia vita

    Fra i due sceglierei Giuseppe, anche se adesso sappiamo che Manuele con è ‘sto mostro profittatore, però… boh… ormai la sua vita è altrove da tempo. Forse se uno dei due si decidesse a seguirla, invece di pretendere che lei resti, potrebbe funzionare.

  7. Non sceglierà nessuno secondo me, l’alba di un nuovo inizio non sarà con il passato ma con un nuovo futuro,chissà un nuovo incontro le farà prendere questa decisione.si sa tra i due litiganti……….buon finale.

  8. a questo punto ho sorpreso perfino me stessa votando per : nessuno dei due, per un semplice motivo: se una persona è indecisa significa che non ama nessuno dei due, altrimenti non avrebbe alcun dubbio, perciò ….. via verso la nuova vita, nuove avventure e forse finalmente l’amore, ma quello vero!

  9. allora… da dove inizio?
    numero 1 wowwwww e stra wowwwwww
    non c’è l’opzione che volevo io……….. molla Manuele e corre da Giuseppe
    ho sccelto la mezza verità per ora, se è confusa come fa a dirglielo? prima deve fare chiarezza .
    comunque bellissimo capitolo, la scena del bacio emozionantissima, sembrava di vederli! brava!!!

  10. Ho votato per la reazione di Manuele, lui nonostante tutto la invita a ballare, sfrontato un vecchio lento e lei non può fare a meno di stare al gioco…..sto viaggiando troppo? Mi piacerebbe leggessi il mio numero 7,grazie.Buona scrittura….

  11. Ohhhhh! ti ribecco ora: avevo dimenticato di cliccare segui la storia ecco perché non mi arrivavano notifiche! va be’ ho rimediato. Comunque ho letto tutto insieme e mi sono goduta la storia!
    ho votato per riprendere dove avevamo lasciato… ormai mancano pochi capitoli! 🙂

  12. Purtroppo ho fatto la parità col mio voto, diamo la possibilità a Chiara di sfogarsi.
    Ora faccio la bacchettona: Chiara è un pò stronza eh? Ma povero Peppino, non è che baci uno, così addirittura con le mani intrecciate tra i capelli, ad un’età che queste cose sai benissimo che effetto fanno, solo per stuzzicare un cretino che ti ha paccato durante l’adolescenza!! Chiara cattiva, meriti la A scarlatta.
    😀 scusa mi divertivo!, brava comunque, sempre ben scritto.

  13. Voto per Chiara che decide di non andare al locale, ma… qualcosa ce la porterà sicuramente. Chissà che non sia proprio Giuseppe. Se Chiara si deve proprio vendicare, Giuseppe potrebbe prestarsi al gioco.
    Questo episodio mi è sembrato come la quiete “prima” della tempesta, mi aspetto faville nel prossimo. 😉

  14. Considerando che le mie esperienze adolescenziale sono vive e ancora in fase di maturazione, credo che l’ipotesi che Manuele se ne sia andato lasciandola sola sia la più realistica. D’altra parte erano due ragazzi ad una festa e di certo lui non immaginava neanche lontanamente cosa lei provasse e avesse provato precedentemente nei suoi confronti. Bella storia, complimenti!

  15. Sarò un po’ malinconico, ma la mia opzione preferita è quella che vede Manuele andarsene via. La storia riprende dei modi classici, che non leggevo da tempo, e perciò ho scelto questa opzione per continuare proprio su questa strada. Bene così 🙂

  16. Un incipit davvero interessante, ci sono tutte le premesse per una gran bella storia. Ho votato per la prima cotta al liceo, sperando in qualche riscontro particolare. In bocca al lupo e buona fortuna per i prossimi episodi 🙂 Se ti va, poi passa da me a darmi qualche consiglio 🙂

Questo sito usa i cookies per migliorare l'esperienza utente. Cliccando su Accetto acconsenti all'utilizzo di cookie tecnici e obbligatori e all'invio di statistiche anonime sull'uso del sito maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi