RAPITO

Calma apparente.

Calma apparente.

 

Intorno a Stefano vibrano i colori di un’estate radiosa, ricca, infinita. Un nuovo amore inatteso, Elisa, da due mesi, intenso, passionale, autentico. Il suo primo lavoro, vice-direttore marketing nell’azienda di famiglia. I mondiali, l’Italia che vince 2-1 contro l’Inghilterra, con una splendida prova di Super Mario. Gli amici di sempre.

Perfetto. Tutto è perfetto, incredibilmente perfetto.

Cammina verso la sua mini cooper grigio metallizzata, leggero, spensierato, incosciente. Si ferma a guardarla a distanza. Sorride. La fissa come se fosse una creatura umana, meravigliosa. Con tutti i soldi che ha suo padre avrebbe potuto cambiare auto mille volte. Sì, magari avrebbe potuto sceglierne una più veloce, più sportiva, più costosa, l’ultimo modello. Invece, no. Ci è affezionato. Stefano non è un ragazzo superficiale, vizioso e vanesio, come la maggior parte di quelli ricchi. Lui sa dare valore alle persone e alle cose, e quella non è una semplice macchina. Lì dentro c’è ancora l’odore di Laura. È finita da sei mesi, ma l’ha amata profondamente. Sì, lì dentro c’è l’odore vivo, pulsante, acre, amaro del loro amore. Lì dentro si sono amati, hanno urlato, hanno riso, si sono guardati in silenzio, ascoltando soltanto l’assordante rumore dei loro respiri. Lì dentro ha pianto come un bimbo quando lei lo ha mollato senza una spiegazione valida.

̵ È finita.

Lì dentro, con la testa schiacciata allo sterzo, si è ripetuto mille volte,È finita.

Lì dentro, nella sua mini cooper grigio metallizzato, c’è l’odore terrificante della paura che ha provato quando, cinque mesi fa, ha sbandato ed è stato travolto da un camion. Morte. L’odore pervasivo e spietato della morte. C’è sedimentato l’odore di alcool, wiski, vodka, birra; l’odore di erba e di tutte le cazzate che ha fatto e continua a fare con i suoi amici, adesso in modo meno frequente. Sui sedili è appiccicato l’odore del loro sudore. La prima volta che ha fatto l’amore con Elisa, l’ha fatto in macchina.

Ancora non è pronto per sostituirla, ancora non è pronto.

È felice. È estate. È sera. Fra meno di mezz’ora rivedrà Elisa, la donna per cui sta di nuovo perdendo la testa. È una sensazione che ama,perdere la testa.

Non l’ha vista per due giorni. Due interminabili giorni. La rivedrà finalmente. Ceneranno insieme e poi faranno l’amore tutta notte; si addormenteranno appiccicati l’uno all’altra, formando un’unica figura; le poterà la colazione a letto, cornetto al cioccolato e caffè senza zucchero. Poi… faranno ancora una volta l’amore… ancora una volta.

Gli piace la sua nuova vita con Elisa, gli piace pensare il suo futuro insieme a lei. Si sta innamorando e non ha paura di farlo. Brucia ancora la rottura con Laura, ma Elisa lo sta guarendo e non è un ripiego. Sta perdendo la testa per lei.

Stringe l’iphone nella mano sinistra, mentre si avvicina, lentamente, alla sua mini cooper. Trenta minuti  sono tanti. Troppi. Forse, le invierà un sms. Sta pensando seriamente di inviarle un sms, di scriverle qualcosa di davvero stupido che la faccia sorridere. È bellissima quando sorride, le vengono le fossette e diventa rossa.

Apre la portiera, si ferma e ha deciso di inviarle un sms…

 

Sms tramite whatsapp

Please, sotto la gonna niente! 😀

 

Risponde subito.

Sta per leggere il messaggio, ma…

Cosa gli accadrà?

  • Tre uomini a mani nude (0%)
    0
  • Due uomini armati (25%)
    25
  • Un uomo con la pistola (75%)
    75
Loading ... Loading ...
Categorie

Lascia un commento

22 Commenti

    Unknown comment type :

    Unknown comment type :

    Unknown comment type :

    Unknown comment type :

    Unknown comment type :

    Unknown comment type :

    Unknown comment type :

    Unknown comment type :

    Unknown comment type :

      Unknown comment type :

    Unknown comment type :

    Unknown comment type :

    Unknown comment type :

    Unknown comment type :

    Unknown comment type :

    Unknown comment type :

    Unknown comment type :

    Unknown comment type :

    Unknown comment type :

    Unknown comment type :

    Unknown comment type :

    Unknown comment type :

  1. Remo Valitutto ha detto:

    P.s. e non votate le altre due opzioni!

  2. Remo Valitutto ha detto:

    Secondo me un thriller deve stimolare l’intuito dei lettori… se non trovate l’indizio non vi pubblico il decimo! Tanto sono fuori dalla cinquina, ho pochissimi punti quindi nessuno rischia niente!

  3. Angela Catalini ha detto:

    La penso come Francesca, mi è sfuggito qualcosa? Aspetto il decimo capitolo per capirci qualcosa e nel frattempo ti invito nel mio “giardino di pietra”. Ciao 🙂

  4. Remo Valitutto ha detto:

    … io l’indizio l’ho dato! Se non trovate il dettaglio che vi è sfuggito non posto l’ultimo episodio… è giusto che finisca così!

  5. Cooosa???? Peccato non si possano mettere le faccine , qui ci stava bene quella ad occhi sbarrati! Mi sa propio che mi è suggito qualcosa nei precedenti capitoli !!!

  6. Remo Valitutto ha detto:

    Francesca ma secondo te un pezzo di m… come quello non spara! Anch’io sono per love, sex and peace… ma questa storia agogna sangue!

  7. Io dico che potrbbe non sparare… Sono per la non violenza! 😉

  8. Remo Valitutto ha detto:

    … lettori e lettrici poco criminali! 🙂

  9. Vudi. loca ha detto:

    Ho scelto qualcosa di molto speciale, passa dal mio racconto se ti va e dimmi cosa ne pensi !! 🙂 🙂

  10. Remo Valitutto ha detto:

    Come lo sveglierà o sveglieranno? Accetto suggerimenti, ipotesi… 😀

  11. Remo Valitutto ha detto:

    Sei un po’criminale, allora?

  12. Mamma mia! odio puro, addirittura con la bava alla bocca, ha contagiato un po’ anche me,mi è venuta voglia di dargli un calcio nel sedere!!

  13. Remo Valitutto ha detto:

    Domani posto il nuovo episodio! 😀

  14. Eccomi! anch’io scelgo l’odio!

  15. Remo Valitutto ha detto:

    Polvere invece è una parola molto evocativa… potrebbe dare spunto davvero a qualcosa di importante! Profondo…

  16. Remo Valitutto ha detto:

    Odio è un sentimento viscerale, profondo, autentico, radicale…

  17. Angela Catalini ha detto:

    Ho scelto l’odio, forte quasi quanto l’amore. Vediamo che succede 🙂

  18. Remo Valitutto ha detto:

    Ma il complice davvero cattivo non lo volete. Avevo pensato ad un complice molto, molto cattivo…

  19. Remo Valitutto ha detto:

    Ma il complice davvero cattivo non lo volevo. Avevo pensato ad un complice molto, molto cattivo…

  20. Remo Valitutto ha detto:

    Grazie! Domani posto l’episodio…

  21. ha detto:

    Bello questo nuovo incipit! Ci sono tutte le premesse per un giallo niente male 😉 Ho votato per l’uomo con la pistola, forse un’idea classica, ma comunque allettante. Complimenti 🙂 Se ti va poi magari passa da me, così mi dai qualche dritta 😉

Questo sito usa i cookies per migliorare l'esperienza utente. Cliccando su Accetto acconsenti all'utilizzo di cookie tecnici e obbligatori e all'invio di statistiche anonime sull'uso del sito maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi