Un’estate indimenticabile

Dove eravamo rimasti?

Cosa volete nel prossimo episodio? Una serata in discoteca "molto" movimentata (60%)

Attimi

Giulia e Alessio sono davanti al Red Horse una discoteca molto rinomata della zona. Sua cugina Serena è a poca distanza da loro impegnata a parlare e a scherzare con gli altri ragazzi della comitiva. Alessio butta a terra la sigaretta che ha appena finito, poi si gira verso Giulia e la guarda intensamente con il suo sguardo magnetico. La osserva bene, ha indossato una maglietta a mono spalla e una gonna molto corta. Non si è truccata molto, ma ha messo in risalto i suoi occhi verdi e lucenti, puliti come lei. Si sente molto attratto da Giulia, anche se non è nella sua natura stare solo con una ragazza.

-Sei bellissima stasera.

Giulia è un po’ imbarazzata ma sa che Alessio è stato sincero, così gli risponde con un leggero sorriso e le guance leggermente rosse, come le succedeva da bambina.

-Ti ringrazio.

Poi entrano tutti insieme ridendo e scherzando dentro al locale che è già pieno di gente impegnata a ballare una musica assordante e, a bere alcolici di ogni genere. Giulia si siede con sua cugina su dei divanetti e iniziano a parlare tra di loro, ma la musica è talmente alta che devono quasi urlare per capirsi.

-Ti vedo davvero presa da Alessio.

Giulia fa un grande sorriso, Alessio è un raggio di sole che le riscalda l’anima e sente che si sta affezionando a quel ragazzo sempre sorridente e con un fascino fuori dal comune.

-Mi fa sentire bene Sere, come non mi capitava da tempo.

Ma la magia di quelle parole dura un attimo, quando Giulia guarda verso il centro della discoteca vede Alessio che sta ballando con una brunetta incastrata dentro a un abito che non lascia nulla all’immaginazione. Giulia è arrabbiata e anche molto delusa, così senza pensarci si mette a ballare da sola, sente corpi sudati che la urtano, la musica la avvolge in una bolla ovattata dove esiste solo lei. Un ragazzo inizia a ballare seguendo i suoi movimenti, ha uno sguardo audace come le mani che le posa sui fianchi. Poi tutto accade in un istante, il pugno di Alessio arriva veloce sulla faccia del ragazzo sconosciuto. Giulia cerca di mettersi in mezzo, ma un pugno finisce anche sul suo di viso. Il naso le incomincia a sanguinare, la testa le gira e sente che i sensi la stanno per abbandonare. Alessio la porta immediatamente fuori dal locale dove l’aria fresca della sera le ricorda il pulsare incessante di quel dolore sordo.

-Scusami Giulia non ti ho proprio vista, sono un’idiota. Ma perché ti sei mezza in mezzo?

-Perché stavi picchiando uno che stava solo ballando con me.

-Quando mi sei vicino mi fai perdere la testa, ma cosa mi hai fatto?

Alessio la abbraccia con tenerezza, non può più fare a meno di quella ragazza che ha smosso un macigno sul suo cuore abituato solo a prendere senza dare. Le impresta il suo fazzoletto di stoffa per tamponare il naso, le accarezza il viso rapito da quegli occhi verdi che sono in grado di farlo sentire una persona migliore. Giulia appoggia la testa sulla sua spalla e viene cullata dal suo profumo particolare, stare vicino a lui è come toccare Inferno e Paradiso insieme.

Cosa volete nel prossimo episodio?

  • Un litigio (67%)
    67
  • Un regalo inaspettato (0%)
    0
  • Una gita in barca con sorpresa (33%)
    33
Loading ... Loading ...
Categorie

Lascia un commento

104 Commenti

  1. Hai sfruttato al meglio la possibilità di avere la completa scelta degli eventi: grande! La tua è una “storia indimenticabile”. Non soltanto per parafrasare il titolo, ma davvero ci hai saputo trasmettere emozioni forti. Alla prossima 😉

  2. Ciao Emma! Scelgo il segreto di Alessio, è dallo scorso episodio che voglio sapere cosa nasconde!
    Onestamente a me pare che l’atmosfera ci sia tutta, e te lo dico perché sono una lettrice che i capitoli se li legge tutti….e non solo il primo 😉
    Baci.

  3. Bella storia, lineare. Mi sono letto quattro capitoli in fretta, uno dopo l’altro, con estremo piacere. Io ho votato per Luca, e sono scioccato di essere in netta minoranza. Ero sicuro che nessuno volesse dare un’altra opportunità ad Alessio visto il suo carattere fedifrago e violento…

  4. Per me c’è un problema di atmosfera. Mi spiego: non scrivi male, ma non riesco a percepire quello che prova la protagonista. Ricorda che i sensi sono cinque, usali tutti: non descrivere la stanza, fammi sentire.il suo odore. Il tatto.
    Il tatto è fantastico, perchè non me lo fai avvertire?
    Che odore c’è su quel letto? E il fresco dell’acqua di mare? Il calore del sole?
    Usa il punto di vista del protagonista: non descrivere, fammi avvertire.

    Te lo dico perchè penso tu ne abbia le capacità. Buon lavoro 🙂

    Ps: Gelosia!

  5. Per me c’è un problema di atmosfera. Mi spiego: non scrivi male, ma non riesco a percepire quello che prova la protagonista. Ricorda che i sensi sono cinque, usali tutti: non descrivere la stanza, fammi sentire.il suo odore. Il tatto.
    Il tatto è fantastico, perchè non me lo fai avvertire?
    Che odore c’è su quel letto? E il fresco dell’acqua di mare? Il calore del sole?
    Usa il punto di vista del protagonista: non deacrivere

Questo sito usa i cookies per migliorare l'esperienza utente. Cliccando su Accetto acconsenti all'utilizzo di cookie tecnici e obbligatori e all'invio di statistiche anonime sull'uso del sito maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi