Il Palcoscenico

Dove eravamo rimasti?

Mi domando se siate pronti per la sfida, o se vogliate conoscermi meglio per potermi sconfiggere... Hai svelato il tuo gioco, ma non le tue motivazioni. Perchè mai rivelarti e metterti in pericolo? Spiegalo. (55%)

Larve dell’eternità

Mi domandate perchè sia uscito allo scoperto questa sera. Lo fai tu, giovane ragazzino tremante, dagli occhi come punte di spillo nel buio. Lo fai senza che gli altri possano vedere il tuo volto, sei sufficientemente rintanato nella tua poltrona, ti sei nascosto bene.
Titilli il pircing che ti trafigge il labbro inferiore con la lingua riarsa, hai quell’atteggiamento masochistico tipico della tua generazione che tanto disprezzo. Eppure nella tua voce c’è la sfida, c’è la voglia di capire “a che gioco sto giocando”, parole tue. Parole scandite con una voce più sicura delle membra tremanti che la ospitano. Ti risponderò, mi incuriosisci.

Così come tu celi il tuo corpo tremebondo tra la stoffa ai tuoi compari di sventura, timoroso di condividere con loro questo momento, consapevole della brama che attanaglia molti di voi, del rischio di svelare l’un l’altro il proprio volto prima ancora di conoscere le regole del gioco che sto per svelarvi, così noi pochi ed erranti vampiri vaghiamo nel mondo acquattandoci dietro agli usci, nelle cripte, ovunque vi sia un’ombra sufficientemente ampia da renderci non visti. Giochiamo a rimpiattino con voi da secoli, eppure in realtà ci comportiamo come i bambini che si celano dietro alle palme delle proprie mani, pensiamo di essere invisibili ed invece sul nostro conto fioriscono narrazioni d’ogni tipo, gli uomini pensano di conoscerci, e noi pensiamo di conoscerci tramite loro.
Sono fin troppi i vampiri ormai infatuati da questa romantica e diafana veste che ci avete cucito addosso, troppe le creature dell’ombra che si dedicano alla vita mondana e che imparano a celare le proprie fattezze demoniache dietro a un sorriso. Ed io sono disgustato da tutto questo, dai pizzi e i lustrini. Voglio la lotta e il sangue, voglio quello scontro che atavico è scritto nel nostro genoma. Uomini contro mostri, uomini che diventano mostri, mostri che si nutrono di uomini. Una girandola di sangue e morte, un vortice di putrefacente lussuria.
Sento dentro di me contorcersi i vermi della noia, una colonia di muscolose creature che mangiano e scavano, affondano nei miei organi avvizziti cercando invano nutrimento, ma il mio sangue è arido, non canta di lotta e di sfida. Piange, assopendosi, nella noia dell’eternità.

Cala il sipario e si rialza svelando le tenebre discese su una frenetica città. Seguitemi, veloci, volando sulle fiacche ali della vostra immaginazione. Atterrate con me, planando sui viottoli ombrosi di Amsterdam, in una notte di circa dieci anni fa. Passeggiamo rapidi, scrutando ciò che ci circonda, alla ricerca di una preda. La concentrazione è massima, perchè i tempi sono cambiati da quella prima vittima di cui vi ho narrato. Ora esistono i poliziotti, esistono le indagini scientifiche e le prede vanno cercate ai margini della società, o la loro morte va costruita con abile perizia. Mi piacerebbe raccontarvi di come uccisi un grande magnate per puro sfizio, facendo poi incolpare la moglie per l’omicidio, ma non è questo il motivo per cui ora passeggiamo per le vie di Amsterdam.
La ragione che ci porta qui è questo baldanzoso giovinastro che ci ballonzola incontro inguainato in pantaloni di pelle e con una vezzosa camicia di lino bianco. Sorride, padrone della città, da dietro i suoi occhiali da sole portati al chiaro di luna. Non mi nota nemmeno, non percepisce la mia presenza, non la teme. Sembra aver dimenticato la enorme lotta con cui ha ottenuto il sangue che gli scorre nelle vene, non pensa ai mortali che possono osservarlo, seguirlo, scoprirne la tana. E’ un vampiro destinato all’oblio, ad una morte orribile che darà la vita ad un nuovo vampiro ancora più debole, perchè per ottenere il Sangue non ha dovuto lottare ma solo seguire la traccia scandita dai litri di profumo costoso che questo stolto individuo si è gettato addosso a secchiate.
Potrei togliergli l’immortalità con il solo tocco delle mie mani attorno al collo, con un semplice morso obnubilante alla carotide. Eppure non lo faccio, lo lascio andare, passeggiare nel mondo che tronfiamente pensa di possedere.

Eccoci di nuovo qui, nel nostro teatro polveroso. Avete capito, ora, cosa mi angustia? Cosa mi rode dall’interno? E’ l’odio per ciò che la mia razza è divenuta. Il desiderio di una nuova Era. Quello che voglio sono i vostri occhi puntati verso di noi, consapevoli e capaci di scovarci nella folla.
Lo leggo sui volti di molti di voi, sento il vostro sguardo anelante sulla pelle come un formicolio. So che volete darci la caccia, e voglio lo facciate. Dovete temprarci, dovete ricacciarci nei nostri sordidi antri. Perchè solo così potremo risorgere, più potenti e malvagi di prima, padroni dell’ombra e dei nostri segreti.

Ma ecco, miei fedeli spettatori, che l’ora dei saluti si appresta. Mi vedo obbligato a inchinarmi, lo spettacolo è finito. Il sole sta per sorgere e devo tirare dinnanzi a me gli spessi tendaggi da palcoscenico, proteggermi dai raggi dell’ultimo nemico rimastomi.
Addio, miei cari… o meglio, arrivederci…

Cala il sipario e cala il silenzio. Cosa farai, spettatore?

  • Chi fa da sè fa per tre, devo uscire da qui e ragionare a mente sgombra. L'immortalità non mi dispiacerebbe affatto. (0%)
    0
  • Voglio seguire il vampiro, devo poterlo toccare, devo capire se è davvero chi ha detto di essere. (67%)
    67
  • Finalmente rilascio il respiro, è stato solo l'orribile trovata di un pazzo. Ora bisogna trovare il modo di uscire da qui. (33%)
    33
Loading ... Loading ...
Categorie

Lascia un commento

128 Commenti

    Unknown comment type :

    Unknown comment type :

    Unknown comment type :

    Unknown comment type :

    Unknown comment type :

    Unknown comment type :

      Unknown comment type :

    Unknown comment type :

      Unknown comment type :

    Unknown comment type :

      Unknown comment type :

    Unknown comment type :

      Unknown comment type :

    Unknown comment type :

      Unknown comment type :

        Unknown comment type :

    Unknown comment type :

      Unknown comment type :

        Unknown comment type :

    Unknown comment type :

      Unknown comment type :

    Unknown comment type :

      Unknown comment type :

    Unknown comment type :

      Unknown comment type :

    Unknown comment type :

      Unknown comment type :

        Unknown comment type :

          Unknown comment type :

    Unknown comment type :

      Unknown comment type :

    Unknown comment type :

      Unknown comment type :

    Unknown comment type :

      Unknown comment type :

    Unknown comment type :

      Unknown comment type :

        Unknown comment type :

    Unknown comment type :

      Unknown comment type :

        Unknown comment type :

    Unknown comment type :

      Unknown comment type :

      Unknown comment type :

        Unknown comment type :

          Unknown comment type :

            Unknown comment type :

              Unknown comment type :

    Unknown comment type :

      Unknown comment type :

    Unknown comment type :

      Unknown comment type :

      Unknown comment type :

    Unknown comment type :

      Unknown comment type :

      Unknown comment type :

    Unknown comment type :

      Unknown comment type :

        Unknown comment type :

          Unknown comment type :

            Unknown comment type :

    Unknown comment type :

      Unknown comment type :

    Unknown comment type :

      Unknown comment type :

    Unknown comment type :

      Unknown comment type :

    Unknown comment type :

      Unknown comment type :

        Unknown comment type :

          Unknown comment type :

    Unknown comment type :

      Unknown comment type :

    Unknown comment type :

      Unknown comment type :

      Unknown comment type :

        Unknown comment type :

    Unknown comment type :

      Unknown comment type :

    Unknown comment type :

      Unknown comment type :

    Unknown comment type :

      Unknown comment type :

        Unknown comment type :

        Unknown comment type :

          Unknown comment type :

    Unknown comment type :

      Unknown comment type :

        Unknown comment type :

          Unknown comment type :

    Unknown comment type :

      Unknown comment type :

    Unknown comment type :

      Unknown comment type :

    Unknown comment type :

      Unknown comment type :

    Unknown comment type :

      Unknown comment type :

    Unknown comment type :

      Unknown comment type :

    Unknown comment type :

      Unknown comment type :

        Unknown comment type :

          Unknown comment type :

            Unknown comment type :

              Unknown comment type :

                Unknown comment type :

                Unknown comment type :

                Unknown comment type :

    Unknown comment type :

      Unknown comment type :

        Unknown comment type :

      Unknown comment type :

    Unknown comment type :

      Unknown comment type :

    Unknown comment type :

      Unknown comment type :

        Unknown comment type :

          Unknown comment type :

            Unknown comment type :

    Unknown comment type :

      Unknown comment type :

    Unknown comment type :

      Unknown comment type :

    Unknown comment type :

      Unknown comment type :

    Unknown comment type :

      Unknown comment type :

  1. Danica ha detto:

    Bentornata! 🙂 Seguiamo il vampiro e vediamo se è davvero chi dice di essere.

  2. Giorgia Muscas ha detto:

    Bentornata…peccato sia passato tanto tempo dall’ultimo capitolo 🙂
    E’ davvero chi ha detto di essere?

  3. Mastro F. ha detto:

    Vagamente metanarrativo. Non sono un fan dei vampiri, ma questo lo seguo fin dietro le quinte.

  4. Aomame ha detto:

    Applausi. Mi alzo dalla mia poltroncina in prima fila e cerco di trovare l’uscita. -Bellissimo spettacolo. E se fosse tutto vero? – questo penso mentre giro la sciarpa intorno al collo e non oso voltarmi.
    Brava autrice.

  5. Aomame ha detto:

    Bellissima storia. Complimenti davvero. Sono stata così presa dalla lettura di questa storia che mi sento di dirti che non è vero che le poltroncine in prima fila sono vuote. Ci sono io!
    Mi piace molto anche il protagonista, perché è il cattivo che, alla fine, di sicuro piacerà.
    Intanto io non ho sete di sangue bensì di sapere come si nasconde agli umani.
    Ciaooooo

  6. Emanuele Volpe ha detto:

    Bella brava e con un horror alternativo veramente seducente!!!
    Seguo 🙂

  7. Gattopardo ha detto:

    primo horror che leggo e voto, niente male

  8. Danica ha detto:

    Questo episodio mi ha stupito parecchio! Complimenti! Le tue descrizioni mi sono piaciute parecchio, puro horror. 🙂 Io voto per svelare il gioco, ma non le motivazioni. E capire il perché si sia rivelato.

  9. Valerio31 ha detto:

    Beh, purtroppo, a volte sento che potresti aver ragione caro Vampiro! Non mi reputo cattivo ma forse neanche propriamente buono delle volte. L’inferno ? Invenzione per me, inventata da qualche d’uno due millenni circa fa. Quel che sarà sarà. Intanto vivo. E quello che sento dentro è appunto una sensazione forse di cattiveria e bontà mista delle volte. Fan di me il più perfetto degli esseri umani ? Non so e neanche voglio questa arroganza e presunzione scritte qua e gettate dagli angoli più bizzarri della mia mente. Però con questo tuo racconto ti sei riscattato caro Vampiro, almeno in parte. Se mi racconti per esempio di come ti nascondi al mondo degli umani e come afronti questi tempi moderni, potrei pensare che tu sia quasi uno di quei tanti riflessi miei, un po’ affascinati dal buio. Non ti vedo quindi così cattivo. Forse con il lato oscuro un po’ pronunciato visto che in fin dei conti hai agito per fame e mica per altro! 🙂 Ciao Vampirello!

  10. Giorgia Muscas ha detto:

    Perché ti sei rivelato e quindi messo ion pericolo?
    Manie di protagonismo? 😉 ahahah
    bravissima, utilizzi un linguaggio che mi piace molto leggere.

  11. Lucia Sparagna ha detto:

    Deformazione professionale a chi educa piace l’illegale…. dietro l’angolo c’è la prostituta…Ho letto solo il tre, ora mi vado a lavare le scale, se passi da me non scandalizzarti, il secondo capitolo è scritto meno di getto. Baci

  12. Jules ha detto:

    se sapessi il tedesco ti dedicherei la canzone “Applause, Applause” ma te la dedico lo stesso 😀
    continua ad allietarmi i pomeriggi liberi dai marmocchi ♥

  13. NonaNottediNeve ha detto:

    Applausi!!! Mi ha completamente rapito!

  14. Mirko Nardini ha detto:

    Come collega, mi sono sentito in dovere di leggere questo incipit!! E ti faccio tutti i miei complimenti 😉 intricante e promettente… ti seguo

  15. Danica ha detto:

    Voto per la prostituta. Mi è piaciuto questo episodio. Bella descrizione, il passaggio da umano a vampiro. 🙂

  16. Io vado contro corrente:scelgo la prostituta
    😉

  17. Valerio31 ha detto:

    Era un complimento! Un po’ troppo lungo! Critica al vampiro in sintesi! Ma bravissima te! E comunque la donna del popolo! La scelta più “normale”! 🙂

  18. Valerio31 ha detto:

    Una donna del popolo! Non c’è gusto con una bambina! Poverina è troppo innocente mio caro (ma anche no!) vampirastro! E neanche una prostituta. Forse sarebbe stata una punizione meritata, troppo meritata per colei che dona lo sfregamento di sesso maschile in cambio di che da vivere. Una donna del popolo invece racchiude il caso e la causa, di una vittima qualunque dal momento che (perdonami se te lo dico così chiaramente vampiro) tu qualunque sei e quindi un bel nulla, specie se ti carichi della tua arroganza! 🙂

    Ovviamente sto offendendo te vampiro, non certo la leggiadra scrittrice che mi diletta con le sue scritture! Bacio la mano a lei, mentre a te augurerei un tenero raggio di sole in aumento dell’alba e che bruci su tutto il tuo corpo! 🙂

    In altre parole, complimenti a te scrittrice! 🙂

  19. Piera Pagnacco ha detto:

    A tutt’ora sembra che sia la popolana ad avere la meglio (la peggio?)…ora c’è solo da vedere come riesci a gestire i colpi di scena! Si potrebbe magari andare contro il sondaggio? Tipo un ‘credevate voi,..e invece!’

    Fin qui piace comunque un sacco, le maniche rimboccate danno i loro ottimi risultati! 😉

  20. Giorgia Muscas ha detto:

    Perfetto, letteralmente perfetto. Sono davvero contenta di leggere questo racconto horror perché non sempre gli si dà la giustizia che merita relativamente a terminologia e grammatica, molti si concentrano sulle scene splatter credendo sia sufficiente. Invece tu sei proprio brava. Ho votato una donna del popolo.

  21. aless ha detto:

    Mi stupisco di Boost. La Meyer non ha sconvolto niente, esistono diverse leggende legate alla natura dei vampiri, una delle tante è che brillano al sole. Non è un’invenzione stramba della Meyer, è leggenda. Lei ha scelto la strada facile, dato che farli uscire al sole le comportava meno beghe creative.
    E adesso veniamo a te, Antonia…
    io voto per la donna del popolo.
    Ma non essere cattiva con chi vende milioni di copie nel mondo, ricorda una cosa – dato che ti piace scrivere – :
    non esistono solo buone idee, esistono soprattutto classiche idee con niente di eccezionale.
    Ciò che fa avere successo planetario a quelle idee poco orginali non è l’invenzione, è IL MODO in cui sono gestite. Per esempio: Mille storie d’amore, sì, ma poche sono diventate dei cult. Come lo spieghi? L’oroginalità non starà mai nell’idea – è troppo raro che avvenga oggi – sta nel modo in cui la si racconta. Riflettici.
    Alla prossima lettura.

    • Giorgia Muscas ha detto:

      Sono d’accordo dalla prima parola all’ultima. Finalmente non mi sento più sola a riguardo…

    • Hai ragione, sono un po’ troppo cattiva e forse non dovrei giudicare. In realtà, forse, a parlare è anche un po’ l’invidia. Mi spiego. Sono piuttosto giovane, vent’anni, e scrivo da quando ne avevo tredici. Al tempo ero una fan sfegatata di Anne Rice e quindi ho prodotto molti racconti sui vampiri e il mio sogno era il grande nuovo romanzo gotico. Quando la Meyer fece successo con questa sua reinterpretazione (mi dici che è leggenda la luccicanza? Non ne ho mai sentito parlare, ma se me lo dici tu mi fido, e faccio ammenda per la mancanza!) mollai tutto, forse sbagliando. Non pensavo ci fosse più spazio per un romanzo di vampiri, sarebbe stato necessariamente tacciato di “accodarsi al successone”. Quindi parla un po’ la rabbia di un progetto lasciato a metà, oltre che la consapevolezza che questo successo mondiale non sia poi questo granchè.
      Grazie comunque per il tuo commento e le tue parole, mi piace quando si apre un discorso e lo si approfondisce, o quando il commento scende nel profondo del testo… fa capire che il lettore è davvero interessato a me e al mio lavoro!
      Grazie ancora.

  22. Angela Catalini ha detto:

    Molto brava, ottimo brano e anche le opzioni che hai scelto sono ben delineate. Direi la popolana che voleva cacciare il gatto. Spero che nessuno scelga la bimba! Se ti piace l’avventura ti aspetto nel mio racconto. Ciao!

  23. boostwriter ha detto:

    Eccomi qui, originale e ben scritta!
    Hai inventato una nuova “nascita” per i vampiri, dove è l’uomo a prendersi la vita eterna sottraendola alla creatura immortale.
    Per quanto l’abbia detestata, anche la Meyer comunque stravolge il panorama vampiresco quando inventa che il sole non nuoce a queste creature, ma le rende invece bellissime. Una svolta non indifferente! 😉

    • Grazie di essere passato 🙂
      Ho inventato una nuova nascita perchè qui si gioca a scrivere cose nuove… ma al contrario della signora Meyer, me lo consentirai, non ho snaturato il vampiro.
      Condivido il “detestarla” e non apprezzo nemmeno di sfuggita la sua idea di rendere sbrilluccicanti al sole i vampiri… si tratta di snaturare la creatura, che ha una storia nella tradizione (a parte i bellissimi romanzi della Rice, o il Dracula di Stoker che sono letteratura, io parlo proprio di “folklore”). Questo è sputare in faccia al Vampiro, assolutamente out of character xD Spero invece di non discostarmi troppo io, pur dando una certa innovazione alla tematica, ormai sviscerata da millemila autori dopo il successo di Codella donna… -.-‘

      • boostwriter ha detto:

        Ho letto molti romanzi e saghe sui vampiri, da Stoker a S. King, dalla Meyer alla saga della Rice (the best one secondo me), e se il 99% di ciò che scrive la Meyer è robaccia, pensa che invece ho apprezzato solo questa originalità dello “sbarluccicamento solare”, assieme alle altre rare originalità che tira fuori… il suo successo d’altronde, è dovuto solo al banale e fortunato harmony gotico che ha saputo creare. Va bene rispettare la tradizione, ma c’è un motivo se dopo Tolkien di fantasy non se ne conta più alcuno all’altezza: sono tutte copie dell’originale. Anche tu stai snaturando il vampiro con questa tua idea del passaggio all’immortalità invertito, ed è questo che rende unico il racconto.

        • Capisco il tuo punto di vista 🙂 E soprattutto condivido quanto concerne Tolkien 🙂
          La tua riflessione mi fa pensare, magari forse hai ragione è non tutto quello che pensavo della luccicosità meyeriana si può descrivere come “Il Male Assoluto” 😀
          Rimane una sorta di harmony gotico (vuoi concedergli una tale categoria? quanto sei magnanimo! :D) che ho letto solo per correttezza. Non posso criticare senza conoscere^^

  24. Anto complimenti, aspetto il terzo 🙂

  25. cenerentola ha detto:

    Ho votato per conoscere la tua storia,vampiro misterioso,che può anche diventare molto affascinante.Ti seguo con suspense.

  26. Perchè ci hai portati qui, vampiro? Banale esibizionismo? 😀

  27. wowwww che capitolo!!!!
    Questo vampiro è riuscito davvero a catturare la mia attenzione anche se non è proprio un mostro di simpatia ihihihih io voglio sapere tutto di lui sia la sua trasformazione, che come ha vissuto i suoi primi anni da vampiro e soprattutto… cosa vuole raccontarci in particolare???
    grande A.Lavinia!

  28. Antonellaaaa ha detto:

    Scrivi benissimo! Subito mi sono sentita coinvolta, ho votato per sapere cosa è successo dopo che la crisalide si è dissolta 😀

  29. Valerio31 ha detto:

    Arrogante, eh, facci sapere cosa è successo dopo che la crisalide si è dissolta!

    La tua scortesia è quasi pari la mia! Ah! 😀

  30. aless ha detto:

    Cosa è successo dopo che la crisalide si è disciolta.
    E una domanda… studentessa in medicina… con la tua descrizione horror ” …Al di sotto della crisalide traslucida era già fiorita una distesa di vasi pulsanti e sottili. Affondai la lama a fatica, straziando la carne neoformata …” avrei paura un domani a farmi curare da te ….:) 🙂

  31. Danica ha detto:

    Voto per sapere come è cambiato il suo corpo. Per raccontare dei suoi anni da vampiri ci sono ancora gli altri episodi. Mi è piaciuto questo episodio. 🙂

  32. ha detto:

    Complimenti, scrivi benissimo. Ho votato per la prima opzione.

  33. Piera Pagnacco ha detto:

    Ok. Mi prenoto le illustrazioni (ma nouvelle raison d’etre, mais oublie ça).
    Poi mi cimenterò anch’io in qualcosina, sisi. Brava e bello anche che spieghi come un professore che le cose le sa già (credo di aver capito che in realtà non è nato vampiro ma aspetto gli sviluppi xD ).

  34. Giorgia Muscas ha detto:

    Come reagirebbe il vampiro ad una ribellione del pubblico? 😉

  35. ilGallo ha detto:

    Molto bello questo inizio, non è facile dialogare in prima persona coi lettori in modo convincente.
    Adesso però, vogliamo sapere le origini.

  36. Celine Tuser ha detto:

    Siamo noi gli spettatori? Vorrei interagire direttamente con il vampiro!!

  37. Vudi. loca ha detto:

    ciao ! ho votato per conoscere le origini, mi piace molto il genere horror, per questo ti seguo fin dall’inizio, e sono proprio curiosa di vedere come andrà a finire.
    N.b: passa dal mio libro se hai voglia, mi piacerebbe sapere cosa ne pensano gli autori di horror\giallo perché sto cercando di creare un mix di generi !!
    Grazie.
    Al prossimo capitolo!

    • Grazie del passaggio 🙂
      Sono contenta tu voglia continuare a seguirmi!^^
      Sono già in fase lettura 🙂 Non ho fatto in tempo a leggere fino alla fine ieri…
      Il genere non mi attraeva, ma poi mi sono soffermata a leggere e ho notato che non è “il solito raccontino sexy”! Quindi lasciami un paio di giorni per trovare qualche minuto per la lettura e prometto che ti darò la mia opinione!

  38. Danica ha detto:

    Premesso che già mi ero ripromessa di leggerti e adesso ci sono riuscita. Voto per conoscere le origini. Mi piace la prima persona. Così come hai usato termini medici (es. la porfiria) per spiegare il perché non si espone alla luce solare. Ti seguo sin dall’inizio! 😉

    • Grazie mille di avermi “tenuta d’occhio” e finalmente letta 😉
      E grazie anche per apprezzare lo stile… sto tentando di sfruttare un po’ la terminologia “specialistica” per così dire in ambito narrativo, non l’ho mai fatto prima ma mi pare una buona idea provarci 😀
      Allora ti aspetto per i prossimi capitoli! 😉

  39. Valerio31 ha detto:

    Senti un po’, coso Ian (tono da lettore), intanto ti calmi e mi dici come sei divenuto quello che sei e già che ci sei mi dici le tue origini. Siamo essere così tradizionali ? Adesso sentiamo, che voglio proprio sapere! Tsk-tsk!

    (Continua che ti seguo)! 🙂

  40. Un’altra tua storia! me ne sono accorta solo vedendo in un tuo commento che era cambiato nome del racconto!!! eppure ti seguo, boh!
    che dire mi piace un sacco anche questo incipit, sarò tradizionalista, ma io andrei a vedere le origini, anche se vorrei sapere anche se ha sentimenti…
    magari un bel parimerito?
    😉

  41. Anna Belgrado ha detto:

    sbrigati a proseguire che sono curiosa! 😉

  42. Piera Pagnacco ha detto:

    La prima persona intriga assai 😉

  43. aless ha detto:

    Ti ho letta da me e sono venuta a cercarti. Mi piace lo stile e incuriosisce il personaggio. Ho votato per sapere quali sono le sue origini. Ti seguo.

  44. Io optato per le romantiche creature 🙂

  45. Giorgia Muscas ha detto:

    Vorrei sapere come è diventato vampiro. Mi piace, terminologia azzeccata (essendo una studentessa di medicina ti viene facile 😉
    Brava ti seguo

Questo sito usa i cookies per migliorare l'esperienza utente. Cliccando su Accetto acconsenti all'utilizzo di cookie tecnici e obbligatori e all'invio di statistiche anonime sull'uso del sito maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi