Il presente è il passato del futuro.

Vi siete mai chiesti cosa succederebbe se la finzione diventasse realtà?

Salve mi chiamo..Mmh preferirei per ora non dire il mio nome,se possibile. Desidero raccontarvi la storia di una ragazzina a me molto cara, che mi ha segnato molto e che oggi mi ha portato qui da voi. Sono passati circa quarant’anni da quel giorno che cambiò per sempre la sua vita, da quel giorno che io stessa vorrei dimenticare e che invece, ahimè rimane tutt’ora fisso nella mia memoria, come inchiostro indelebile..

27 ottobre  1990.  Le foglie cadono,niente più cinguettii degli uccelli che danno il buongiorno al mattino primaverile, niente più frinire di cicale che accompagnano le scampagnate coi genitori nelle notti d’estate. Il divano come postazione preferita, davanti al caminetto con una tazza di cioccolata fumante. Il  rumore del vento che soffia, non troppo gelido ma quel tanto che basta a congelare le ossa, segno dell’arrivo imminente dell’inverno..  Amy aveva dodici anni ed era una ragazzina vivace, con una vita perfetta si può dire: a scuola si impegnava molto e otteneva ottimi risultati, aveva molti amici ed era sempre allegra, era bella con i suoi occhioni verdi e lunghi capelli boccolosi nero corvino, con un mucchio di lentiggini sul viso.. Ebbene quel giorno per pranzo all’improvviso si sentì bussare alla porta di casa, il papà aprì, Amy si affacciò da dietro la sua schiena ancora troppo alta per lei e diede una sbirciatina fuori. Era la mamma con una grossa scatola di cartone tra le mani. Una volta in cucina si avvicinò alla scatola e all’improvviso vide che era bucherellata ovunque, si avvicinò ancora di più, l’aprì e… un piccolo esserino bianco le saltò  addosso, atterrandola e leccandola tutta. Quel giorno, pensò, la sua vita poteva considerarsi davvero perfetta perchè aveva ricevuto il cucciolo che aveva sempre sognato.. Trascorse con lui tutta la giornata, facendolo correre di qua e di là per il giardino, fino all’ora di cena e anche dopo, fino all’ora di andare a dormire.

Il giorno dopo si svegliò che era pomeriggio inoltrato. Guardò l’ora e capì che qualcosa non andava, non le era mai capitato di svegliarsi così tardi e soprattutto trovò strano che nessuno l’avesse svegliata. Pensò che volevano farle uno scherzo, andò prima in bagno per sciacquarsi il viso e svegliarsi e poi in cucina a fare colazione. Scendendo le scale notò che la casa era caduta nel silenzio più totale ed iniziò a credere che fossero usciti tutti e l’avessero lasciata li. Prima d’ora non era mai stata sola in casa senza qualcuno che la guardasse, nonostante avesse tanto insistito per avere un po’ di fiducia, dicendo che non era più una bambina: perciò le parve tutto assurdo e surreale. Come potevano aver cambiato idea di punto in bianco e senza per giunta dirle nulla? Sentì crescere dentro di sè il dubbio che effettivamente fosse successo qualcosa così cercò in tutte le stanze della casa. Quando si stava quasi per arrendere per non aver trovato nessuno sentì improvvisamente un rumore al piano di sopra e si convinse che si stavano semplicemente nascondendo prendendola in giro. Man mano che risaliva le scale sentiva sempre più forte un sentimento d’inquietudine che, non capiva come mai, non accennava a diminuire. Aprì nuovamente le porte delle stanze del secondo piano, nuovamente non trovò nessuno finchè sentì forte e chiaro un rumore provenire dal bagno. Si stupì sempre più, aveva già guardato lì senza aver trovato nessuno.. Aprì la porta e capì di essere sola, entrò, osservò ovunque per trovare un qualche indizio e quando fece per voltarsi e chiudere la porta dietro di sè cominciarono e venirle i brividi e poi a sentire sempre più freddo, finchè girandosi vide che le si era materializzata davanti un’enorme ombra. Il cuore cominciò a batterle forte nel petto, la sua mente le gridava disperatamente di scappare via, mettersi in salvo e chiedere aiuto.. Tuttavia non riuscì a muovere un muscolo, non potè gridare e nella sua mente, nonostante fosse cosciente del pericolo, si materializzò un pensiero ridicolo ‘Se riuscissi a fuggire, chi mai ti crederebbe? Lascia che ti prenda, ormai sei rimasta sola’. La paura cresceva sempre più, il cuore avrebbe potuto direttamente scoppiarle: cominciò a vedere tutto rosso, quel rosso intenso che indica l’amore, la passione, però anche il sangue. L’ombra si avvicinò sempre di più, fino a inghiottirla..

Si svegliò madida di sudore, in piena notte, respirando come se fosse appena affogata e fosse riuscita a stento a recuperare il respiro. Si tastò al buio, e nonostante fosse immersa nell’oscurità della sua stanza si sentì da un lato felice per aver constatato di essere ancora viva e tutta intera, pensò fosse stato il peggior incubo mai avuto. Dall’altro la sensazione di inquietudine, paura era ancora lì. Scese subito dal letto, nonostante fosse stata finzione sentì la necessità di verificare che la sua famiglia stesse bene. Pensò semplicemente di precipitarsi nella camera dei suoi quando, scalza, sentì il pavimento bagnato, viscoso. Si precipitò ad accendere la luce.. Ovunque solo sangue.

Come reagirà Amy? Cosa le succederà ora?

  • Si sveglierà scoprendo che è un altro 'Sogno dentro al sogno'. (50%)
    50
  • Chiederà aiuto e raccontando quanto successo verrà spedita in manicomio. (0%)
    0
  • Troverà e dopo lo shock nasconderà i corpi dei genitori e del cane. (50%)
    50
Loading ... Loading ...
Categorie

Lascia un commento

50 Commenti

    Unknown comment type :

    Unknown comment type :

      Unknown comment type :

    Unknown comment type :

      Unknown comment type :

    Unknown comment type :

      Unknown comment type :

    Unknown comment type :

    Unknown comment type :

      Unknown comment type :

    Unknown comment type :

      Unknown comment type :

    Unknown comment type :

      Unknown comment type :

    Unknown comment type :

    Unknown comment type :

      Unknown comment type :

    Unknown comment type :

    Unknown comment type :

      Unknown comment type :

    Unknown comment type :

      Unknown comment type :

    Unknown comment type :

    Unknown comment type :

      Unknown comment type :

    Unknown comment type :

      Unknown comment type :

    Unknown comment type :

      Unknown comment type :

    Unknown comment type :

    Unknown comment type :

      Unknown comment type :

    Unknown comment type :

    Unknown comment type :

    Unknown comment type :

      Unknown comment type :

    Unknown comment type :

    Unknown comment type :

      Unknown comment type :

    Unknown comment type :

    Unknown comment type :

      Unknown comment type :

        Unknown comment type :

    Unknown comment type :

      Unknown comment type :

        Unknown comment type :

          Unknown comment type :

    Unknown comment type :

    Unknown comment type :

      Unknown comment type :

  1. chaoswhitesnow ha detto:

    Mi aiutate per favore? 🙂 sono a parità tutte e tre le opzioni, qualcuno che dia una piccola svolta?:)

  2. Waterhouse ha detto:

    Come promesso una vita e mezzo fa, sono qui a leggere 😀
    Gran bella storia, devo dire! Non molto semplice, ma proprio per questo intrigante.
    Intanto opto per “se stessa”, perché mi ispira di più. La memoria renderebbe tutto ancora più complicato e, please, no ahaha
    Continua così 🙂

  3. Danica ha detto:

    Io voto per l’uso di alcune parti del corpo. A rigor di logica, mi sembra la continuazione più plausibile tra le tre. La memoria alla tua protagonista già non funzione tanto bene. Se perde pure quella addio! Lo stesso per se stessa.

  4. Thommy ha detto:

    Beh dopotutto ci troviamo in un manicomio, no? Quindi: la memoria. Sono proprio curioso di sapere come va a finire: non sappiamo nemmeno se è stata proprio lei a uccidere i suoi familiari…

  5. Danio Mariani ha detto:

    Se stessa. Non so per quale motivo ma mi sembra la soluzione più papabile. Buon weekend…D.

  6. Danio Mariani ha detto:

    Amy si lascerà catturare. Non credo possa accettare di restare rinchiusa tutta la vita senza far nulla. Beb scritto, come sempre. Buona domenica 🙂

  7. escludendo che muoia o che si rassegni voto senz’altro che studi un piano per fuggire, mi spiace per la parità, ma le altre opzioni non mi piacevano proprio

  8. Thommy ha detto:

    Secondo me rimanendo in manicomio si autoconvincerà della sua colpevolezza e ci rimarrà dentro.

  9. federica78 ha detto:

    Accetta la cattura ma pensa già ad un piano per scappare…

  10. Danica ha detto:

    Io voto per la fuga. Perché sono curiosa di vedere come continuerai la storia. La tua opzione prevede la morte della protagonista.

  11. Wow….povera bimba, quante gliene capitano! Secondo me però accetta lei stessa di restare in manicomio, perché non riuscirà ad accettare la realtà per come si è venuta inspiegabilmente a creare. P.S. Passa dal mio racconto se ti va, penso potrebbe piacerti! 😉

  12. Questa storia è semplicemente spettacolare. A me sembra in tutto e per tutto un horror, mi piace molto la descrizione dei fatti e degli avvenimenti non per quel che sono, ma per quel che vengono percepiti attraverso gli occhi ed il pensiero di Amy… è la realtà di una ragazza dodicenne che vede la sua normalissima vita sconvolta inspiegabilmente quella che viene raccontata, ed è una realtà dai confini incerti, dai dettagli nebulosi, quasi onirica… mi piace moltissimo. In un racconto di fatti così irrazionali (tanto che la stessa Amy dubita più volte della sua sanità mentale 🙂 ) l’opzione più plausibile paradossalmente mi sembra la meno votata: svengono tutti e si comportano come se nulla fosse accaduto. Semplicemente fantastico. Ti seguo. 🙂

  13. Vudi. loca ha detto:

    fuggiranno via sconvolti la polizia non mi convince ahahah

  14. Danio Mariani ha detto:

    Letti tutti insieme, complimenti davvero. Sai mantenere la suspence al giusto livello. Ho votato che fuggiranno via anche se penso poi tornino. Buona serata 🙂

  15. federica78 ha detto:

    ho letto tutti insieme gli episodi: che paura!!!! Ora chiamano la polizia e io ti seguo fino alla fine per capire cosa accadrà!!

  16. Danica ha detto:

    Fuggiranno via sconvolti. Bello questo episodio! Sono curiosa di leggere il resto per capire che cosa ha la tua protagonista. 🙂

  17. Girasole ha detto:

    Che episodio pazzesco! Io voto perche’ fuggano via sconvolti, credo che d’istinto sia quella la prima reazione più spontanea 🙂

  18. Nickleby ha detto:

    Molto interessante… mi chiedo cosa succederà se chiameranno i vicini! ^_^

  19. Lo so che è scontato, ma mi sembra poco verosimile che tutti svengano e dimentichino, quindi voto per la polizia.
    Bellissimo ed emozionante capitolo: eto terrorizzata quando nel buio sentiva lo scalpiccio dei topi! Bleh

  20. Nickleby ha detto:

    Molto inquietante, complimenti… ora mi aspetto che i vicini facciano una comparsata improvvisa ^_^

  21. Girasole ha detto:

    Ho votato per i vicini! 😀

  22. Angela Catalini ha detto:

    I vicini si sa, sono impiccioni, a volte servono anche loro!

  23. Danica ha detto:

    Voto per i vicini, mi sembra l’opzione più plausibile tra le tre.

  24. Per me la più plausibile è che i vicini, magari ficcanaso, notino la sparizione.
    Non sarà mica stata lei eh???

  25. Danica ha detto:

    Faccio mea culpa, ho votato per il sogno nel sogno e l’ho portato in parità con il ritrovamento dei corpi. Per sono d’accordo che due delle opzioni sembrano più da horror che fantascienza. Comunque bello come inizio, ti seguo.

  26. Vudi. loca ha detto:

    ciao! ottimo incipit, BRAVA, ho votato per nascondere i corpi dei genitori perché sono più un tipo da horror! ahahha ti seguo sono curiosissima di sapere cosa accadrà nel prossimo capitolo.
    Vieni a fare un salto sul mio libro se hai tempo!
    Al prossimo capitolo 😀

  27. Bell’incipit, mi ha incuriosito parecchio anche perché non sembrerebbe per ora una trama di fantascienza.
    A tal proposito ho scelto il sogno nel sogno perché le altre due opzioni mi sanno più di horror.
    ti seguo, vediamo dove ci porti, sono curiosissima! 🙂

  28. ha detto:

    Ottimo inizio. Interessante. Noto ultimamente che il termine “madida” viene usato spesso. Voto per il ritrovamento dei genitori morti. Se ti va, passa da me 🙂

  29. Girasole ha detto:

    Ciao! Io ho votato per il sogno nel sogno!! Mi incuriosisce molto questo incipit! Ti seguo 🙂 Se ti puo’ far piacere, passa a leggere la mia storia!

Questo sito usa i cookies per migliorare l'esperienza utente. Cliccando su Accetto acconsenti all'utilizzo di cookie tecnici e obbligatori e all'invio di statistiche anonime sull'uso del sito maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi