Mai dire mai 2

Dove eravamo rimasti?

Ringrazio Emanuele Volpe per avermi regalato la colonna sonora del capitolo, di cui porta il nome e che mi ha ispirata. Nel capitolo finale: Carmen risponde al messaggio perchè vuole arrivare al suo scopo (50%)

“You shook me all night long”

“Oh mio Dio!” leggo e rimango sbalordita…un uomo per strada che mi segue, mi osserva tra la gente…una vampata di calore mi percorre tutta. Cosa sa in realtà quest’uomo? Fino a che punto conosce i miei segreti? Continuo a leggere e a rileggere il messaggio che mi ha mandato, poi analizzo la situazione. Lui non usa un profilo falso, ma mi ha scritto mostrandomi la sua identità. E’ già un punto a suo favore, posso avere a che fare con un uomo “che esiste ed è visibile”. Do uno sguardo veloce alle sue foto. Non ne ha molte. E’ un uomo sui quaranta, con i capelli ricci e brizzolati, gli occhi piccoli e la bocca sottile, la barba folta. Mi ha detto un sacco di cose importanti…che sa di me e di Marco, ma soprattutto che vuole aiutarmi ad incontrarlo. Sono anni che aspetto questo momento. Per poter raggiungere il mio obiettivo, non resta che rispondere quanto prima al suo messaggio e parlarci. Mentre decido cosa scrivergli, mi arriva un altro suo messaggio. E’ in linea anche lui. Si tratta di un video, una canzone dal titolo “You shook me all night long”. Insieme al video manda alcune frasi tradotte:

“Era dannatamente la miglior donna che avessi mai visto

aveva occhi senza sguardo che non mi raccontavano bugie

Mettendomi fuori gioco con quelle cosce americane

…e mi hai fatto tremare tutta la notte…”

“Buongiorno, Carmen!”

“Buongiorno, Piero”

“Ah ci sei, benissimo. Possiamo parlare, allora. Avrai sicuramente delle domande da pormi.”

“Infatti. Andiamo subito al sodo, tanto di me già sai tutto o quasi. Come hai fatto a leggere le mie conversazioni con Marco?”

“Lui stesso mi ha parlato di te. Ha deciso di farlo perchè vuole che io ti incontri per darti “regali” da parte sua.”

“Perchè tu?Potrebbe darmeli lui, se proprio vuole farmeli…”

“Sai che lui non vuole che tu lo veda”

“Sono basita. Marco mi farà finire al manicomio. Quindi ti ha fatto leggere lui le nostre conversazioni?”

“Sì, io ho chiesto e lui non si è opposto. Volevo saperne di più su di te e capire perchè lui stesse con te da così tanto tempo. Le conversazioni mi hanno chiarito molti dubbi e ho capito che tipo di rapporto avete, cosa fate insieme e tanto altro.”

Non ho parole. Mi si secca la bocca e guardo smarrita il monitor del mio pc.

“Bene. Che cosa hai capito di me?”

“Ho capito che sei una moglie annoiata alla ricerca di momenti di evasione. Sei allo stesso tempo una donna molto colta e intelligente, che ha saputo giocare bene le sue carte per conquistare un uomo esigente come Marco. Inoltre la tua bellezza, la tua sensualità e infine la tua bravura nel ballo ti aiutano. Sono caratteristiche importanti, che nei primi tempi hanno spinto Marco a contattarti e a cercarti continuamente, ma lui adora soprattutto il tuo cervello, la tua abilità nell’usarlo per adularlo, per farlo impazzire, per farlo divertire con una battuta ironica o addirittura per mandarlo su tutte le furie”.

Sono sempre più sorpresa. Piero sa veramente molte cose. Non ha sbagliato un colpo.

“Ho un’altra domanda. Come facevi a sapere dove andavo e a raggiungermi per osservarmi in strada?”

“Semplice. Marco parlava con te, ti chiedeva che programmi avessi per la giornata, si informava sugli orari e sui posti e appena sapeva che uscivi per andare in luoghi pubblici mi riferiva tutto. Io impiegavo poco tempo per trovarti.”

“Per quale motivo tu avevi il compito di spiarmi?”

“Lui voleva sapere come ti comporti tra la gente, per capire se sai mascherare bene la tua vita nascosta. Devo dire che sei molto abile in questo. Anche con le amiche ti ho visto, e sei sempre al di fuori di ogni sospetto. Sei seria e responsabile, in compagnia e da sola.Inoltre per me è un vero piacere guardarti, visto quanto sei bella.”

“Grazie.”

“Un’altra cosa: lui una volta era con me, ti ha vista e stava pensando di avvicinarti.Era tentato. All’ultimo momento però, non ha avuto il coraggio.”

“Addirittura.Ho perso ancora un’altra occasione, una delle tante.”

“Come ti ho scritto voglio fartelo incontrare.”

“Quando?”

“Quando vuoi.Però per realizzare il tuo desiderio dobbiamo stipulare un accordo.”

“Che vuol dire?”

“Ti porterò da Marco a patto che tu con me faccia le stesse cose che fai con lui. Sei un bocconcino troppo appetitoso. Non voglio restare di certo a mani vuote. Devo avere il mio tornaconto. Lui sa anche questo ed è pronto a condividerti con me.Basta che accetti la mia proposta.Ci divertiremo.”

“Questo mi sembra veramente troppo!Marco pensa che io sia un giocattolo nelle sue mani.Lui decide senza chiedermi il consenso di rivelare aspetti intimi della mia vita a chi gli pare.Lui non batte ciglio se il suo complice si spinge così oltre. Mi fa controllare a distanza.E io?Non conta niente il mio pensiero in tutto questo?E la mia volontà?No. Non mi sembra il caso di proseguire questo viaggio. Sono stata travolta dai suoi modi di fare, dal mistero che lo avvolge, dal mondo proibito che mi ha fatto conoscere, ma ci sono comunque dei limiti. Il rispetto per me stessa mi fa giungere ad una conclusione: siamo giunti al capolinea.Si scende…

Categorie

Lascia un commento

165 Commenti

  1. Bravissima! 🙂 Esattamente come doveva essere. Cos’è la donna se non si fa desiderare e rispettare ?? Cos’è la donna se non comanda e controlla ? Non sarebbe niente di tutto quello che è per la mente dell’uomo: sogno, piacere e soprattutto desiderio! 🙂

    Sarò forse troppo spinto io e non voglio fare maschilismo (se lo faccio chiedo scusa al gentil sesso ;-D) ma anzi vorrei con quello che ho scritto far capire quanto è importante e determinante e potente la donna nel suo ruolo. Per un uomo o per gli uomini!

    Grande Linda. Sarei stato ancora più cattivo io, però devo dirtelo, congratulazioni e grazie per avermi accontentato nel finale! 🙂 Avrei usato del sarcasmo nei dialoghi per esempio di Carmen! Però brava davvero!

  2. Sei stata fenomenale! Non me lo aspettavo proprio un finale del genere. Marco che si rivela uno stronzo in piena regola e il suo amico stalker ancora peggiore. Carmen scende al capolinea e fa bene. Dopotutto mi sembra che Carlo non le vada più così male ultimamente… 😉

  3. Siamo giunti al termine. Ringrazio di cuore tutti coloro che mi hanno seguito e che hanno apprezzato la mia storia…ringrazio per i complimenti e per le critiche. tutto aiuta a crescere. Un caloroso abbraccio.
    Un ringraziamento speciale stavolta va a TRIPLA ENNE per avermi donato la colonna sonora del capitolo finale, che gli ha dato il titolo.
    Alla prossima avventura!

  4. Risponde ma, … insomma se Marco non si è ancora fatto vivo di persona un motivo ci sarà. E se Carmen è annoiata dal marito perché non approfittare di uno sconosciuto collega dell’amante che sa tutto e che vuole provarci con lei 😉 siamo già al 9? 😮

  5. Mi sembra incredibile che anche tu sia giunta al nono capitolo. E così abbiamo visto Carmen con gli occhi dello sconosciuto che invece la conosce piuttosto bene. Visto che il prossimo capitolo sarà l’ultimo, ho scelto di rispondere e di andare fino in fondo. Lo vuole lei e lo vogliono i lettori. Brava, Linda, hai reso la protagonista desiderabile e sexy.

  6. Direi che Carlo ha ben altri problemi… poi, anche se Marco raccontasse a un suo amico di Carmen non penso sia così scemo da rivelarne il nome, quindi in teoria non porterebbe a nessuno sviluppo. Se invece fosse Carmen a raggiungere l’amante in casa sua e se Carlo la seguisse… proviamo a metterle i bastoni fra le ruote. La verità, prima o poi salta fuori, quando meno te lo aspetti. In effetti è proprio una stronza!

    • wow!che analisi accurata!!!!tre possibili sviluppi x tre opzioni….ma il continuo potrebbe avere tutt altre evoluzioni rispetto a quelle da te suggerite….tipo…Carlo potrebbe non seguire Carmen, oppure Marco potrebbe rivelare anche il nome di lei…
      grazie di avermi regalato un pò del tuo tempo e della tua attenzione e alla prossima!

  7. Sinceramente ho votato per Carlo, il suo personaggio mi riempie di nostalgia e di affetto… secondo me neanche ha capito la sua situazione. Spero che un briciolo di gelosia verso un altro uomo (c’è sul serio qualcuno che si insospettisce per un maestro di ballo?) possa riaccendere la fiamma con la “sua” Carmen…

    Continuo a divorare i tuoi capitoli 😉

    • ciao Maria, come dici tu, nella maggioranza dei casi, i sogni sono fatti di immagini confuse, incompleti, frammentati, ma x quanto riguarda la mia esperienza personale, credimi, di sogni chiari come quello descritto nel mio ultimo episodio….ne ho fatti!!!!
      Grazie x aver espresso il tuo pensiero e grazie x aver votato…spero continuerai a seguirmi!!! a presto!!!!

  8. Ciao Linda, ho votato il ritorno di Carlo, per mettere ancora più confusione nella storia, come se prima di uscire dovesse fare l’amore con il marito…Si tormenta, poverina, chissà cosa cerca e vuole la nostra Carmen….Il capitolo che hai scritto anche questa volta è buono… Non leggevo un erotico dai miei 16 anni, ora ti chiamerà la collana di rosa erotico più in voga dei tempi e lascerai questa piattaforma…baci non erotici.

  9. Non potevo mancare, non so il mio è il primo voto o hanno tutti puntato su quello.
    Avrei voluto che il capitolo dell’incontro con il marito fosse dal punto di vista di Marco, vedere se ne fosse scottato o se fosse sicuro di se 😉 comunque mi piace come scandisci i tempi, molto più fluido della “prima stagione”… aspetto il 4^ capitolo

  10. Ho votato per il ritorno del marito, se non c’è la vittima la carneficina ha poco senso 😉

    Apprezzo molto la fluidità del testo, veramente… buffo che entrambi abbiamo citato lo Champagne oggi, la Francia ringrazia. 😉

    (non sono una donna, ma mi sento di sconsigliare di giocare Veramente con le bottiglie, sono ingannatrici)

  11. Ciao linda ho votato per la prima opzione, ti seguo con interesse e curiosità, vediamo come 🙂 se mi posso permettere di darti un consiglio fai attenzione a non rendere la storia ripetitiva rispetto al primo racconto, essendoci nei sequel gli stessi personaggi e magari la stessa ambientazione a volte si tende ad appiattirla su quella precedente. Allora buona fortuna e a rileggerti ! 😀

  12. Ciao Linda, una delle cose che ho sempre voluto fare, è scrivere come stai facendo tu, in prima persona e nei panni di un uomo. La difficoltà è rendere credibile il testo, ma tu questo lo hai affrontato e superato brillantemente. Quanto all’incipit, mi ricorda un altro racconto del genere qui su The Incipit, storie di chat erotica, ora non ricordo chi fosse l’autore. Ho scelto un oggetto, tu deciderai quale. Ciao!

    • ciao Angela, sono molto felice che tu sia tornata a trovarmi, e sono ancor più felice di leggere il tuo commento, dal quale evinco che il mio primo nuovo capitolo ti e piaciuto…x quanto riguarda l incipit, molto probabile che qualcuno prima di me abbia già provato a parlare di cosa può succedere in una chat erotica, dato che come argomento risulta più attuale che mai,…grazie ancora e a presto!

  13. Ho divorato il volume uno nel giro di mezz’oretta e ora ho finito anche questo, sono in pari; Devo dire che nello stuzzicare riesci, ma sfortunatamente, leggere i tuoi capitoli mi è difficile; ogni accento mancato rovina l’atmosfera creatosi,ed alcune “battute” mi sembrano domande prive della punteggiatura che le contraddistingue dagli ordini/esclamazioni, confondendone il contesto. Scusami se sono apparso arrogante ma è un vero peccato per la scorrevolezza della lettura, certe opere, lette tutto d’un fiato, sono diverse 😉

    • non sei apparso arrogante, ma per “difendermi” ho bisogno di dirti che scrivo da un pc vecchio e alcuni tasti mi hanno abbandonata, tra cui il punto interrogativo, accento e la E con accento.hai ragione, questo può guastare un pò la scorrevolezza del racconto….cercherò di risolvere il problema.mi fa piacere che però al tempo stesso tu abbia divorato il volume…buon segno!spero continuerai a leggermi….passerò anche da te.buona giornata.un bacio.

  14. Linda, stai creando un nuovo capolavoro da come hai iniziato.
    Due cose mi hanno colpito, una in modo piacevole e l’altra mi ha lasciato dei dubbi.
    Prima parlerò della meno piacevole. Strano come mai hai cambiato il tuo ruolo di narratore? Prima narravi dalla parte di Carmen o dalla parte Marco. Urca non mi starò invaghendo virtualmente di un uomo? Ma lasciando perdere questo (peccato pero, e spero di essere smentito e che tu sia donna) vai avanti così perchè quello che si prova leggendo è la cosa più importante. Ed anche qui leggendo devo dire che mi sento Marco il mio cazzo si è indurito abbastanza. E quasi come nella canzone di Lucio Dalla lentamente e dolcemente la manom accarezza (non ricordo bene la coanzone ma il senso l’hai capito). Mi dispiace dover scrivere queste cose che tutti possono leggere ma ti diro ma che me nefrega di dire quello che provo e sento, ti giuro sinceramente.
    La cosa positiva, il tuo modo di esprimerti, fin da subito diretta con parole forti, ma è questo penso che deve avere un racconto erotico. Pure io quando scrivo avolte cancello e scrivo la parola proprio volgare per colpire di più l’attenzione e stuzzicare chi legge.
    Vorrei scrive tante altre cose, ma vorei scriverle in privato solo a te.
    Ad ogni modo dai continua, fammi impazzire con il tuo racconto.
    La mia scelta è stato il dildo, aggeggo che mi stuzzi l’appetito.
    Attendo un tuo contatto in privato tu sai come farmelo avere.
    Un bacio fatti sentire presto mio amore virtuale.

    • buonasera, Andrea, mi fa molto piacere che tu abbia già letto il mio episodio…sei il primo lettore ufficiale!spero che mi porterai fortuna…voglio darti qualche spiegazione x motivare le mie scelte.ho deciso di iniziare questo nuovo racconto con una novità….ossia cambiare il soggetto che racconta….stavolta e Marco che esprime pensieri e sensazioni sulla donna che lo prende così tanto….questo però non vuol dire che x tutti e 10 capitoli sarà sempre lui il narratore….potrei provare con altri personaggi ancora!inoltre….il fatto che io abbia cambiato narratore non cambia invece il mio sesso….sono e resterò sempre DONNA 😀 quindi, puoi star tranquillo!
      se poi le mie parole hanno provocato in te sensazioni simili a quelle del protagonista, questo e soltanto un buon segno…vuol dire che ho fatto un buon lavoro!!!
      poi ancora….a volte uso parole un pò più forti perche in passato qualche lettore mi ha detto che il mio non sembrava un racconto erotico poiche poco fornito di scene e termini espliciti, quindi ho deciso di impegnarmi un pò di più in tal senso…
      spero di migliorare col tempo e con i consigli che tutti voi lettori mi darete!accetto tutto….critiche e complimenti!grazie ancora!

Questo sito usa i cookies per migliorare l'esperienza utente. Cliccando su Accetto acconsenti all'utilizzo di cookie tecnici e obbligatori e all'invio di statistiche anonime sull'uso del sito maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi