MONDUS OSCURUS

LA PRIMA FIAMMA

Per secoli sfinita dai cambiamenti evolutivi della mia anima in trasformazione. Per lunghissimi anni nascosta dentro boschi come se fossi solitaria. Sindromi selvatiche e feroci rivelazioni vissute sulla mia carne. Incantesimi leggeri e dispiaceri pesanti. Oro e argento mischiati dentro calici e pentoloni. Mai distolta dai miei passi e dai miei sogni. Il mio nome fu sconosciuto per ogni regno e ogni gente, fino a quando il mio maestro “Gran Serpente AshRym” mi disse ” vai!” Il mio nome, Aquisha, fu creato per me dal fuoco dei draghi azzurri. 

Il mio cammino schivato prendendo la voce dei lupi. Il mio cammino notturno per arrivare a quella che non sapevo essere la mia terra d’origine. Ogni emozione sbatteva i sensi del mio cuore. Ogni emozione mi riduceva in pezzi. In mezzo agli animali stavo meglio. Vivere tra la gente mi avrebbe dato prove occulte.

Animata dal mio spirito generoso mi avvicinai a quel villaggio credendo di poter trovare riposo. Ma le mie vesti richiamarono subito l’attenzione. Orde di occhi curiosi. Orde di pensieri che mi confusero e scappai. Scappai come se non fossi mai stata umana tra gli umani.

Quella volta non ebbi nemmeno il tempo per aprire bocca. Non osai dire nulla. Mi nascosi di nuovo. Non ero pronta. Perchè AshRym mi aveva mandato nel mondo? Lui non era mio padre. Lui non era nemmeno un maestro. Ma mi insegnò alcune cose fondamentali. Ora dovevo metterle in pratica. Gli occhi mi si annebbiavano per la troppa luce. Ero abituata alle ombre dei boschi.

Mi sentivo dispersa. Non sapevo nemmeno salutare. Eppure la mia conoscenza arrivava fino all’alchemica rosa ma non potevo discuterne con nessuno. Il mio silenzio doveva perdurare per tutto il tempo che avessi vissuto in mezzo alla gente. Poi AshRym mi avrebbe detto cosa fare.

Maga? Cos’è una maga? Avevo imparato formule e incantesimi. Ma non mi sentivo una strega. Del resto nemmeno il mio maestro mi aveva mai definita tale.

Occhi di miele avevo. Sangue verde. Linfa nera nel cuore. Mani calde e corpo sinuoso. Mi piaceva pensare di poter estromettere da me quella fiamma che sentivo. Mi piaceva l’idea che l’intero universo potesse aspettare il mio plauso e il mio intervento. Ogni cosa poteva esser cambiata. Ogni persona poteva esser guarita.

Non ero ambiziosa ma sapevo che il mio fuoco avrebbe divampato. AshRym mi aveva detto di controllare sempre le mie emozioni e non avrei mai dovuto farmi prendere dal mio seme oscuro ma io temevo quel giorno ed era l’unica cosa che temevo. In mezzo alle foglie rimasi distesa. Il cielo era grigio. La pioggia mi vestì di lacrime. Dov’ero? Dove sarei andata?  

AQUISHA tornerà indietro nel villaggio che aveva visitato o andrà avanti ancora addentrandosi in luoghi sconosciuti?

  • AQUISHA andrà avanti e si incamminerà per altri luoghi sconosciuti (75%)
    75
  • AQUISHA tornerà indietro dal suo maestro per avere altre lezioni di magia. (0%)
    0
  • AQUISHA ritornerà nel villaggio dov'è già stata e proverà a conoscere gente. (25%)
    25
Loading ... Loading ...
Categorie

Lascia un commento

9 Commenti

  • Volevo anche scusarmi con coloro di cui non leggo spesso ciò che scrivono. Purtroppo la lettura sullo schermo non fa bene ai miei occhi ed è questo il solo ed unico motivo per cui non vengo a leggere molte delle vostre storie. Volevo scusarmi per questo e farvi capire che non è colpa mia se non sempre posso ricambiare la lettura. spero che siate comprensivi.

  • Grazie di esser venuti a leggermi. I nomi di solito io li scrivo sempre in maiuscolo, sia qui che nelle mie opere in generale. Mi piace evidenziarli così si segue meglio forse, non so, è una cosa che mi viene naturale di solito. La loro casa….uhm,…ci sto pensando….

  • Tra le tre ipotesi quella che si allontani e si incammini per luoghi sconosciuti mi sembra quella più fattibile. Anche perché l’unico motivo per il quale sembra allontanarsi dal primo villaggio è la sua insicurezza e sarebbe bello se ritentasse e si impegnasse per riuscire a integrarsi ma vediamo come prosegue la storia 😀
    Passa da me se ti va!

  • Ciao a tutti, vi ringrazio per aver scelto di seguirmi e spero di portarvi dentro questo mondo fatato. Anche il fantasy non è il mio genere ma siccome mi piace molto sperimentare e mettermi sempre alla prova ho deciso di provarci. Sì, il titolo è scelto senza seguire le regole del latino ma ho appurato che non esiste ancora un’opera con questo titolo.Effettivamente i luoghi sconosciuti creano anche a me molta curiosità. Grazie a tutti 🙂

  • Questo sito usa i cookies per migliorare l'esperienza utente. Cliccando su Accetto acconsenti all'utilizzo di cookie tecnici e obbligatori e all'invio di statistiche anonime sull'uso del sito maggiori informazioni

    Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

    Chiudi