La ragazza dalle scarpette rosse

Dove eravamo rimasti?

Quale sarà la prossima mossa di Lady Bombon? Coinvolgere la futura signora Dupon in uno scandalo (38%)

Il piano di Lady Bombon

Il giorno seguente Lady Bombon comunicò alle sue colleghe la lieta novella. Richiamò la loro attenzione e avvolta in una splendida vestaglia di seta rossa, fece il suo ingresso.

‹‹Ragazze da oggi sarò io a gestire questo posto!›› esclamò sventolando annoiata il ventaglio di raso, l’ultimo regalo di quell’ingenuo di Alfred.

‹‹Dov’è Mr. Money?›› chiese Marianne. Lei era tra le preferite del grassone, la ragazza non replicava mai e obbediva come un cagnolino. Cindy le sorrise benevola, lei sarebbe stata un braccio destro perfetto.

‹‹In Francia per aprire un nuovo bordello. Mi ha lasciato carta bianca, da oggi avrete il cinquanta percento dei vostri incassi!››

Eh sì la giovane Bombon ci sapeva davvero fare, tirava l’acqua al suo mulino e con il tempo quelle sgallettate avide e senza personalità si sarebbero dimenticate di quel coglione.

‹‹Siii›› un grido di approvazione si alzò nella sala, da oggi sarebbe iniziata una nuova era per l’home of pleasure. Lady Bombon si recò nel suo studio, tra poche ore sarebbe giunto Monsieur Dupon. Ormai la giovane Cindy era solo un ricordo. Più si fissava allo specchio e più stentava a riconoscersi. Era diventata crudele e vendicativa. Per la gente sarebbe stata sempre e solo una puttana, quindi aveva deciso di esserlo in grande. Avrebbe fatto tremare la città. Tutti l’avrebbero ricordata come la donna di malaffare che tenne in pugno New York. Aveva grandi progetti e presto con l’aiuto di quell’allocco di Alfred soggiogato dalle sue grazie l’avrebbe ottenuto. Sorrise allo specchio, una scintilla di vendetta si accese negli occhi.

Il suo prossimo obiettivo? Vendicarsi della futura signora Dupon.

Avrebbe regalato un bellissimo addio al nubilato a quella megera perché si sa, una donna non dimentica un’offesa…

Un’ora dopo Alfred era sdraiato sul suo letto in tutta la sua bellezza. Nonostante l’età, l’uomo aveva un fascino da fare invidia a qualsiasi giovanotto e a letto ero un vero portento. Non poteva negare che ogni volta che veniva a trovarla era un piacere per le sue membra. Lui sapeva come farla godere. Spesso nella sua testa si era ritrovata a pensare a Stuart, perché lui era così diverso? Dolce, sensibile e romantico. Cindy aveva fatto una sola volta l’amore con lui, lei che non sapeva nemmeno cos’era. Quell’amplesso le aveva lasciato l’amaro in bocca però, a cosa serviva imparare ad amare se poi il mondo ti negava la possibilità di farlo? Meglio del buon sano sesso. Si mise cavalcioni su di lui e fece scendere con un solo colpo il suo arnese dentro di lei. Strinse le labbra in modo sensuale, ne aveva proprio bisogno! Iniziò a muoversi selvaggiamente su di lui, voleva farlo impazzire. Quale modo migliore per estorcere delle informazioni a un uomo? Che domande, bastava prenderlo per le palle e in questo Lady Bombon era davvero brava.

‹‹Come vanno i preparativi per le nozze?›› chiese melensa mentre gli mordeva un capezzolo.

‹‹Bene manca poco ormai.›› ansò l’uomo stringendola per i glutei.

‹‹Di solito cosa fa Mary il sabato pomeriggio?››

‹‹Va in chiesa, perché?›› domandò l’uomo preoccupato.

‹‹Così, pura curiosità!›› rispose la donna sorridendo maliziosamente mentre ingoiava la sua asta per non perdere una goccia del suo seme. Eh sì, lei era davvero brava a prendere gli uomini per le palle.

Appena Alfred fu andato via, Cindy decise di agire. Chiamò Mary e sotto lauta mancia le diede una commissione da svolgere. Un’ora dopo nel vecchio studio di Money, Lady bombon si preparava a ricevere le sue visite.

‹‹My lady come da lei richiesto!›› esclamò contanto d’inchino la giovane puttana. Bene ci aveva visto davvero lungo, Mary sarebbe stato un valido aiuto.

Dietro di lei due uomini dai fisici possenti e le facce poco raccomandabili. 

‹‹Avrei un lavoro per voi!›› pronunciò la donna unendo le mani a mo’ di preghiera.

‹‹Vuoi farti sfondare la passera?›› 

‹‹No grazie, sarà per un’altra volta. Dovrete fare la festa a questa mia amica!›› enfatizzò maligna porgendogli una foto.

‹‹Sarà fatto my lady ma le costerà caro!››.

‹‹Qualsiasi cifra, l’importante e che mi portiate le prove!››

Ora doveva solo attendere… Lady dupon aveva le ore contate e non solo…

I due ceffi si recarono all’indirizzo fornitogli dalla donna, una chiesetta nella periferia a ovest della città. Si posizionarono su un vecchio calesse in una stradina secondaria, si coprirono il volto con due passa montagna e attesero. Pochi attimi dopo la ragazza della foto usciva dalla chiesa. Patrick la prese di sorpresa alle spalle, le infilò un sacco in testa. La caricò sul calesse e partirono per una vecchia cascina abbandonata. La ragazza si dimenava e strillava, aveva paura. Arrivati a destinazione Paul, il biondino dai tratti caucasici aprì la porta facendo cenno al compare di avanzare. Partick tutto ingrifato non se lo fece ripetere due volte, afferrò la mora per i fianchi e la distese su una balla di fieno. Le tolse il cappuccio, voleva guardarla in volto mentre la violava, in fondo era pur sempre un nero e si sa le loro misure erano davvero notevoli.

Cosa succederà ora?

  • Mary Smith si recherà dalla sua rivale affrontandola a viso aperto. (89%)
    89
  • I due ceffi ammetteranno la sconfitta (0%)
    0
  • Mary d'accordo con i balordi manderà un panno sporco di sangue a Cindy e delle foto, poi smentirà tutto dicendo che sono dei fotomontaggi (11%)
    11
Loading ... Loading ...
Categorie

Lascia un commento

95 Commenti

  1. Ciao! 🙂 ho letto tutto d’un fiato anche quest’ultimo capitolo e, onestamente, non vedo l’ora che tu scriva anche l’ultimo per sapere come va a finire la vicenda! 🙂 mi piace davvero molto, bravissima! Voto per Cindy che assassina il capo di stato e ribalta la situazione. Lo ammetto, sono una romanticona, ma nelle storie amo da morire il lieto fine! 😀 al prossimo!

  2. Ciao! 🙂 Ho letto tutto d’un fiato la storia fino a questo capitolo e devo dire che mi ha preso tantissimo! L’epoca in cui è ambientata, gli intrighi e la maestria con cui hai intrecciato la vicenda a personaggi storicamente esistiti, come Roosvelt..bravissima! Non vedo l’ora di leggere il seguito e soprattutto sapere come andrà a finire! Voto per “passerà l’ultima notte di sesso con Alfred prima di smascherarlo”. Al prossimo! – See more at: https://theincipit.com/2014/10/la-ragazza-dalle-scarpette-rosse-stilosina-impertinente/8/#sthash.btUKinBs.dpuf

  3. Recuperato i due episodi. Ti dirò per un gusto personale non mi è piaciuto il sesto episodio. Perché c’è già Lady Borbone a aver cambiato atteggiamento, adesso c’è pure Mary. L’avrei vista più come vittima che come attivista. Ma ti ripeto è più una questione di gusti, che di critica tecnica.
    Comunque, ho votato per Alfred e Mary come amanti.

  4. Allora ho letto fino al terzo capitolo!

    Premesso che non era minimamente come mi aspettavo, devo dire che è stata una bella sorpresa! 🙂

    Finora ti faccio i miei complimenti per lo stile semplice ma efficace! L’idea dei dialoghi effettivamente dentro i grassetti mi sa che te la copierò se non ti spiace!

    Ho notato che così si vedono meglio ma non ho scritto il commento proprio per questo.

    Il tuo stile è piuttosto abile. Scrivi semplice nello stile “parla come mangi”. Ti capirebbe anche un bambino (non è un’offesa anzi) e parli e parli facendo parlare la storia.

    Penso tu sia la seconda storia più bella dell’ultima mezza giornata! Penso ti seguirò senz’altro nonostante ti debba ancora finire gli altri tre. Ti prego di aspettarmi prima di pubblicare!

    Un appunto piccolo vorrei fartelo.

    Avevi detto all’inizio dell’episodio che aveva labbra sottili anche se invitanti. Com’è che sono diventate qua magicamente carnose ?

    Ho pensato che fosse per il fatto che descrivi la situazione dal Monsier (sonodisgustosamentericco) Dupont però mi ha fatto un attimo tralasciare!

    Brava nella lettura! Adesso ti proseguo! 🙂

  5. Ciao! =)
    Storia carinissima, mi ricorda un pò Jane austen non so perchè, in realtà lei scrive storie diverse ma forse per i personaggi, l’amore complicato, cioè sono rimasta colpita quando poi alla house of pleasure (?credo) è arrivato il padre e devo dire questa coppia mi piace molto di più 😛 Cindy sta cambiando, all’inizio provavo anche pena per lei, ma ora inizia a usare anche lei persone…magari, tutto sommato come ha detto lei, tutti mi crederanno sempre una puttana allora sarò una grande p xD forse dopo tutto quello che ha subito, le è concessa questa ribellione, e sotto quest’aspetto, ha un carattere interessante ..volevo votare per “la violentano e basta xD” ma voto per mary che va ad affrontare la sua rivale a viso aperto =)

  6. Letto tutto, sono rimasta sorpresa dal cambio di atteggiamento di Cindy. Mi ha fatto pensare che non fosse poi così pura d’animo, ha impiegato poco per rimpiazzare Stuart. Di per sé la storia non è male. Alcuni punti però non mi tornano. Più che altro per il contesto storico di fine ottocento (es. le scarpe regalate da Alfred).
    Alla fine ho votato per il faccia a faccia tra Mary e Lady Bombon. Immagino che Mary abbia scoperto chi le ha teso la trappola. Sono curiosa di vedere come si svolgerà il confronto.

  7. Brava. Bel capitolo qualche refuso per la fretta …Molto scenico, crudele e criminale…Me lo immagino ambientato negli anni 20. Lo hai riempito di immagini che rendevano l’azione più bella. Anzi, ho visto grossi miglioramenti, specie nella formattazione e nel uso del grassetto. Mi è piaciuto tantissimo. Ma hai una mente “diabolica”, un cuore in una scatola …Oh mamma!

  8. Ti seguivo dall’incipit, però non ho lasciato commenti. Allora, lo faccio adesso…E’ una buona storia, si ci sono delle cose che non vanno ma è all’inizio e puoi riprenderti del resto qui, siamo anche per imparare. Non so dove vuoi arrivare, Però mi piace, l’ambientazione e anche l’emozione che trasmette. Ovviamente lei vuole sbarazzarsi di Money…. Se decidi di leggere la mia storia lasciami un piccolo commento, ne ho bisogno per capire se piace o meno e come posso procedere.

Questo sito usa i cookies per migliorare l'esperienza utente. Cliccando su Accetto acconsenti all'utilizzo di cookie tecnici e obbligatori e all'invio di statistiche anonime sull'uso del sito maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi