Viaggio mirabolante

Dove eravamo rimasti?

White è nelle nostre mani e tra poco sfonderanno la porta. Nel prossimo episodio... Scoperte: Marius prende in ostaggio White e scoprirà cosa c'è dietro al Progetto Colombo. (83%)

Rivelazioni fuori scala

Le unità di misura mi creano dello scompenso; distanza, temperatura, tempo, peso, tutte definizioni precise, certe e limitate della realtà. Il tempo, poi, è quella misura che mi lascia più sconcertato tra tutte: ha una personalità ed è dispettoso.

Sei annoiato? Non passa mai.

Sei felice? Accelera.

Sei con il tuo amore più grande? Scorre in un lampo!

Stai strangolando la persona che ha tolto parte della tua umanità? Il tempo, pazzacchione, si dilata e rallenta.

I secondi battono lenti, la realtà è stiracchiata fino all’inverosimile e la mente gioca brutti scherzi. L’allarme lontano sembra quasi la cupa sirena di una nave, le spallate sulla porta sono come il battito profondo di un cuore calmo.

Marius, se White muore la probabilità di morire nei prossimi 10 minuti è del 95%.

Impossibile.

Chissà se Grak è ancora vivo, se dovessero prendere le coordinate del suo pianeta cosa succederà?

Imperscrutabile.

Se ora mi catturano, cosa ne faranno di me?

Impensabile.

E quale sarà il destino dell’altro me?

Incalcolabile.

Poi, ad un tratto, la realtà riprende ad accelerare e lo fa in modo esponenziale.

La porta viene sfondata e sei guardiani entrano come un fiume in piena mentre ho preso la mia decisione: devo sapere. Lascio il collo di White che prende un gran respiro e lo tiro su di peso prendendolo dal colletto. Mi sposto dietro di lui, presa al collo e bisbiglio al suo orecchio.

<Fai andare via tutti o ti spezzo il collo. Parliamo per 10 minuti, io e te, soli, poi fai di me quello che vuoi.>

Il terrore scivola via dal suo viso, sostituito dall’insaziabile desiderio di studiare l’impossibile, di scrutare il futuro anche solo per un attimo. White ha capito che ha qualcosa che voglio, è in posizione favorevole e si rivolge alle guardie.

<E’ tutto a posto. Andate via, disattivate l’allarme e dateci 10 minuti.>

Con sospetto vanno via; trascino White al centro della stanza e lo butto su una sedia.

<Ora parla. Il Progetto Colombo, cosa c’è dietro?>

Non è veramente pronto a parlare, chiacchiera di salvezza dell’umanità, scoperte scientifiche, del fatto che ho un valore di bontà altissimo nella scala e quindi mi costringe a scrollarlo e regalargli qualche pugno. Il suo naso sanguina sul camice bianco e le mie parole sono acide.

<Il buono è rimasto a casa, io sono il cattivo e tu> puntandogli un dito in fronte <tu sei il brutto.> sorrido perché lui non capisce <Quello che mi sto chiedendo, però, è se sarai utile o…morto. Ormai io non ho niente da perdere, non dovrei neanche essere qui>.

Ci vuole ancora qualche secondo ma alla fine cede.

<Il Progetto è il primo passo verso la colonizzazione ed esplorazione di nuovi mondi a scopo mnr…>

<PREGO?>

<A SCOPO MINERARIO OK? Cerchiamo elementi che sono diventati rari! Il Progetto Colombo è una colossale ricerca mineraria: petrolio, carbone, gas, terre rare; tutto quello che serve all’umanità per andare avanti!>

Non è possibile.

<Non fare quella faccia! Anche tu vivi qui, consumi e compri, ma ti sei mai chiesto come si produce un computer o un un’arancia? Mai! Sei inconsapevole come tutti gli altri! Le risorse sono quasi finite, questione di anni, i prezzi salgono lentamente solo perché ogni paese sta usando le riserve. La Beyond Tech ha reclutato scienziati da tutto il mondo per dare un futuro a tutti noi. Ricerca, colonizzazione, estrazione di materie prime e trasporto qui, sulla Terra>.

<Voi non avete il diritto di fare queste scelte! Dovevate avvisare tutto il mondo di questa situazione!>

<Ma andiamo! Avvisare? Sono più di 100 anni che se ne parla, tutti discorsi inconcludenti, dati su dati e mille punti di vista sul discorso più lungo della storia. Un serio comunicato congiunto, ammesso che sia possibile farlo, creerebbe solo agitazioni incontrollabili, sommosse, guerre e tante risorse andrebbero sprecate per niente! Qui invece abbiamo trovato una soluzione ed è reale come sei reale tu, anzi, ci siamo già riusciti!>

Si alza con nuova baldanza <Non so ancora come hai fatto a tornare indietro a prima della tua partenza, ma da qualche parte sarai stato. Hai viaggiato e sei sopravvissuto, facci scaricare i dati dei mondi che hai visitato e aiutaci a salvare il Mondo!>

Veramente sono senza parole; caos temporale, rivelazioni, quello che sono diventato, il futuro del mondo, interessi economici; è troppo per me. D’un tratto nella stanza vedo dei flash, un botto assordante e lo spostamento d’aria ci divide. Appena recupero le facoltà rimango sconcertato.

<Chiedo scusa per l’invadenza e per gli inconvenienti legati al mio arrivo. Rispettosamente dissento dalle parole dell’egregio dottore, in quanto noi Technodog avremmo un’alternativa al loro “progetto”, se vogliamo chiamarlo cosi.>

Un cane antropomorfo in tweed e con tanto di ombrello, sta parlando.

<Forse abbiamo una soluzione ma abbiamo bisogno di te, Marius, anche perché sei parte del problema>.

Devo ridimensionare la mia misura di “troppo” perché oggi sono andato fuori scala.

Lady: Che situazione complicata Marius! I miei calcoli mi portano a sole tre alternative, scegli bene e buona fortuna!

  • (Finale aperto) Mettiamo da parte l'odio, appoggiamo White ed il Progetto Colombo; l'umanità deve mangiare. (25%)
    25
  • (Finale aperto) I Technodog ci ispirano fiducia e non posso accettare le conseguenze del Progetto Colombo. (50%)
    50
  • (Finale chiuso) Tutto questo è troppo, distruggiamo tutto: laboratorio, Beyond Tech e quant'altro, prima di scomparire nell'oblio. (25%)
    25
Loading ... Loading ...
Categorie

Lascia un commento

180 Commenti

  • ” …Non ho tatuaggi né un taglio di capelli particolare, non vesto alla moda né porto occhiali dalla montatura spessa e colorata, non porto gioielli né piercing, non ho apparati oculari ne innesti tecnologici di sorta e per tutto questo la gente mi nota …”

    un finale encomiabile. Sono colpita. Davvero.
    Indirizzo per non perderti di vista?

  • “Troppo normale” è una espressione abusata. Potevi semplicemente togliere le prime due righe. La pappa sull’alienazione e la critica al capitalismo sono abusate, anche in un’ambientazione futuristica. Non mi è piaciuto che schiaccia una coccinella di venerdì 17, vede gatti neri. Per dare una sensazione di malessere bastano meno elementi di quelli che hai inserito. L’effetto di troppi elementi negativi è comico. “mi arrendo a una delle caratteristiche più radicate della razza umana: la curiosità” molti autori di saggi sulla scrittura direbbero che questa frase è orribile. E anche io. “quello marrone umano e quello grigio artificiale” cliché ciberpunk. “inca@@#§mi” le regole del sito permettono di scrivere imprecazioni, insulti, etc. “Abbiamo scelto lei… dalla tecnologia. ” mi sembra uno di quei deux ex machina per l’incidente scatenante: è una motivazione debole. “spazio-tempo-realtà” qui o dai credibilità all’espressione usi continuamente un gergo futuristico (ma senza infodumpare, cioè facendolo usandolo quando serve o meglio quando dei personaggi realisticamente lo userebbero), o il risultato è comico. Anche gli universi paralleli sono un cliché, ma questa è una mia opinione: o incentri una storia in cui gli universi paralleli sono elementi fondamentali della storia (Donnie Darko), oppure niente. Sono parole sprecate. “Purtroppo… piuttosto casuale.” mi piace. “Non può rifiutarsi, e buon viaggio!” qui l’effetto comico è voluto, vero? Mi sembra un po’ “A spasso nel tempo” di Vanzina. etc, etc… mi sembra scritto alla carlona.

    • Grazie per essere passato e sopratutto per aver dedicato del tempo a scrivere questo commento molto interessante.
      Ho letto altri tuoi commenti lasciati in altre storie e stavo perdendo ormai le speranze di riceverne uno anche io. Per un attimo mi sono preoccupato che il mio pressappochismo non fosse abbastanza! Invece eccoti qui a riportarmi finalmente con i piedi per terra.

      Alcuni passaggi del tuo commento sono poco chiari ma tutto sembra riferisi alla trama ed ai primi episodi. Forse andando avanti sono migliorato o non li hai ancora letti tutti?

      In tutti i casi io riassumerei in pochi punti:
      1. Non sono uno scrittore di professione
      2. ho iniziato a scrivere per divertimento
      3. avevo qualche idea fondamentale (come rientrare nella fantascienza ma con una bella dose di ironia e comicità) poi la storia si è evoluta anche con l’aiuto dei lettori
      4. sono sparito per un pò
      5. sono tornato più motivato ma non più professionale

      Detto questo direi che c’hai preso quasi su tutto e spero di avere un tuo commento tecnico anche sul resto della storia 😉

  • Incredibile, Janus, sei un filosofo. Ma direi che ne sto’ leggendo di filosofi, su questo sito… io dico sempre che la matematica cambierà il mondo… per cui…
    Interessante la disquisizione che fai sull’uso del tempo. Per quanto mi riguarda, penso iche Il tempo non abbia dimensione né misura. Però si può piegare su se stesso. Quando lo faremo, attraverseremo l’universo. Che ne dici?
    Finale chiuso, sono dispettosa…
    Al finalone!!! 😉

    • Un filosofo addirittura! eheheh grazie mille!

      Ogni tanto mi capita di perdermi in questo tipo di pensieri….ho dovuto eliminare una piccola parte per questioni di spazio. La bozza prevedeva un pensiero aggiuntivo sulle unità di misura come ricerca di sicurezza e controllo da parte dell’uomo.
      Cmq l’ho eliminata anche per non appesantire troppo.

      Attraversare l’universo…..sarebbe proprio bello! Non voglio sapere come, pieghiamo lo spazio, il tempo, le gomme da masticare; tutto pur di arrivare…..”laddove nessun uomo è mai giunto prima” 😉

      Anche tu come il tempo sei dispettosa eh!

    • Hahaha, grazie!
      Stavo iniziando a pensare che ti fossi presa una meritata vacanza dopo la fine della tua storia (ah tra l’altro complimenti per il punteggio!) e invece eccoti qua!
      Sospetto che tua abbia qualcosa che bolle in pentola……”nevvero”?
      Nuova storia in arrivo?
      😉

      • Janus,
        avrei preferito che mi avessi fatto i complimenti per la storia, invece che per il punteggio!
        eheheh
        Comunque io seguo molte storie e finché non finiscono le vado a leggere e voto per partecipare al gioco. Non è che quando uno finisce una storia smette automaticamente di giocare alle altre storie, sarebbe proprio una cattiveria. Io poi amo leggere, per cui lungi da me abbandonare un sito che mi diverte.
        Detto questo – che penso abbia risposto anche alla tua ultima domanda – no, come ho già detto non sono qui perchè pubblicherò presto qualcos’altro. Anche perchè non pubblicherò nulla. Sono qui per finire di leggere gli autori che seguo, tra cui te. 😉
        al prossimo.

        • Hai ragione, rileggendo il mio commento ammetto che il fraintendimento è facile e me ne scuso.

          Non ho pensato neanche lontanamente che ci fosse un secondo fine nel tuo comportamento, ci mancherebbe!
          La tua storia mi è talmente piaciuta che dietro alla mia domanda un pò invadente c’era solo la speranza di leggerne un’altra nuova e fiammante o, che ne so, magari una spoilerata inoffensiva!

          Grazie comunque per i commenti sempre positivi! 😉

  • Come promesso, eccomi.

    Dottor White? Walter White? Scherzi a parte, quando il dottor White parla, utilizzi pochissime virgole, nelle sue battute. presta attenzione.

    “A migliaia cadero sulla molle e insanguinata terra” qui è “caddero”, con 2 d.
    Le virgole sono assenti in molte parti del testo, non solo nelle battute del dottor White. Il lettore riprende fiato di tanto in tanto, meno spesso di quanto dovrebbe. Attenzione.

    Intercetta il pacco e al diavolo i paradossi spazio-temporali!

  • Torna al momento della partenza e scopre i retroscena. Sarebbe un catalist formidabile. Ho scoperto questa tua storia ma è più complessa di quello che mi aspettavo, la credevo più leggera. Sei una via di mezzo tra un poeta, un filosofo e un autore. Complimenti.
    Seguo.

    • Grazie per aver letto tutti gli episodi!
      Devo ammettere che sono affascinato anche io da quella possibilità ma negli ultimi due episodi la scelta è stata molto combattuta!
      Al momento siamo praticamente in parità!
      “Poeta, filosofo e autore” ma grazie! Spero solo di non esplodere con tutte queste personalità eheheh….scherzo eh….commenti come il tuo migliorano le giornate!

      Al prossimo episodio e ci incontreremo anche sul tuo racconto te lo assicuro 😉

    • Questa volta non è stato semplice perchè mi ero messo in mente di svolgere tutte le tre alternative alla fine dell’episodio precedente……si sono proprio pazzo….
      Ah colgo l’occasione per farti i complimenti per la tua storia e aspetto con ansia il decimo episodio.
      Tra l’altro è la prima storia nella quale ho la possibilità di votare nell’ultimo episodio!

      A presto!

  • No, io non posso fare a meno di pretendere aggiornamenti incredibili in sala spaziotemporale, non fosse altro che per la piega che sta prendendo la storia – sempre più interessante – che mi porta di default a volerne sapere di più!! Bravo davvero.

  • Santo cielo, chi si rivede!
    Un episodio ogni sei mesi e passa la paura, eh! 😉 😉
    In ogni caso: episodio interessante, anche se mi hai costretta a recuperare altri episodi per ricollegare il tutto!

    Combatterà per sopravvivere.
    Lo pubblichi entro l’anno? 😉

    • Eh già hai proprio ragione….pensa che metà l’avevo scritto ad inizio anno!
      Mi sono sparato una classica pausa di riflessione ma l’obiettivo è quella di finirla il prima possibile….anche perchè ne ho un’altra pronta nel cassetto!
      Ho visto che tu invece hai lavorato alla grande eh? Se ce la faccio sniffo i tuoi 8 episodi e partecipo alla storia….giusto in tempo per il finale!

  • Che peccato :C nel capitolo precedente avevo votato per conoscere Lady ma vabbè :C
    Sei molto più preciso e dettagliato in questo capitolo che negli altri, mi è piaciuto l’inserimento della lettera, è come se arricchisca ancora di più il tutto ..
    voto per scappare sii 😀

  • Voglio sapere qualcosa di più su Rino, come il resto degli episodi il tuo racconto continua ad essere caratterizzato da uno stile fresco,allegro, e originale. Ha tutte le carte in regola, bravo. 😀
    Vieni a leggere il mio nuovo episodio! Ti aspetto!

  • Janus, appena ho letto la letterina di Babbo Natale, mi si è accesa la lampadina per il mio capitolo dieci…Ma siccome non ho mai copiato non ti posso copiare! Particolare come sempre, fuori dal comune ed eccentrico. Mi piaci così, non cambiare, rimani strano altrimenti non saresti tu. Ora toglici da questa maledetta cella, non si può cedere alla disperazione… Rebut, #fatal error# error è che mi piaci# forse!

  • Mi scuso per la parte centrale del brano, pensavo uscisse meglio ma cosi non è semplice da leggere.
    Per aiutarvi vi dico che ci sono un paio di frasi dette da LADY:
    1. Settaggi da combattimento! Strategia studio-difesa, cambio configurazione tuta polimerica, nano-robot in stand-by.
    2. Ricostruzione…error….difesa…linguaggio completat…error…attivare dif…..error!
    3. Difesa d’emergenza attivata!

    La prossima volta utilizzerò meglio il format per caricare i brani.
    😉

  • Sei simpatico nel raccontare la storia! e poi nel capitolo precedente ” fra un a cinquantina d’anni l’umanità inizierà il suo declino fino a scomparire del tutto in poche decine d’anni a causa del nostro sfruttamento dell’ambiente ma anche dall’utilizzo sconsiderato di tecnologia. -” riflette effettivamente quello che ci sta succedendo…Bravo =)
    Alla prossima =)

  • Ciao Janus! Come promesso eccomi qui! ^^ Ho letto la tua storia e l’ho trovata davvero molto divertente, sia nell’idea generale che nello stile. Ho letto anche gli appunti che ti hanno fatto gli altri lettori, perciò non aggiungerò nulla che non ti sia già stato detto. Da parte mia ti consiglio di prestare un po’ più di attenzione ai dialoghi, perché hai uno stile brillante ed è un peccato non valorizzarli. Rileggili ad alta voce, recitali, immaginali pronunciati da attori che ti piacciono. E’ un ottimo sistema per renderli credibili! 😀 So che lo spazio ridotto è un problema, ma se ti studi un modo per strutturare bene la storia dovresti riuscire a scavarti lo spazio che ti serve! 😀
    Ad ogni modo è una storia intrigante e divertente, cattura subito e credo proprio che la seguirò! ^^ Mi ricorda vagamente la situazione di Fuga da New York, un film che adoro! XD

    Ho votato per la rabbia. Credo che in questo frangente sia la scelta più ovvia! ^^ A presto!

  • curiosa storia, raccontata in modo particolare, molto colloquiale,mi piace. Attento solo ai verbi: nel primo capitolo quando il protagonista ricordava le disavventure della mattina hai iniziato al presente, poi hai giustamente usato il passato, poi ti è sfuggito ancora il presente riferito al passato, poi di nuovo passato. ti posto il pezzo incriminato : Il punto è che questa mattina dovevo capire che qualcosa non andava. Ho gli occhi aperti prima della sveglia, e già è strano, scendendo dal letto ho preso una storta ed ho strappato una pagina del calendario sul comodino mentre cercavo di riprendermi. Invece sono caduto schiacciando una coccinella ed accorgendomi che la suddetta pagina riportava, tra gli altri, un venerdi 17. Un lampo di gelo su per la schiena si somma al dolore diffuso causato dalla caduta. Mi impongo di stare molto calmo ma la macchina del caffè non funziona e la doccia mi colpisce con acqua gelata riciclata….
    per il resto la storia mi piace, c’è un mix di humor che è molto gradito, ti seguo con curiosità

    • Grazie e sui tempi hai ragione…..mi sono andato ad infilare in un intrico di tempi diversi ed alla fine qualcosa mi è scappato per la voglia di postare.
      Per le prossime volte mi sono ripromesso di rileggere il pezzo più volte in un paio di giorni diversi….

  • Grandioso… Tu sei fuori di capoccia peggio di me. Quindi mentre sta incazzato il tuo personaggio e il tuo capitolo pascola in attesa di punteggio, vai calmo, pascola, pascola, fatte conosce…non pubblicare il tre ancora….A meno che la tua dipendenza dalla scrittura sia veramente forte e se non pubblichi ti viene la dissenteria aspetta che le visite raddoppino.
    Mentre puoi venire a leggermi e leggi dal 4 gli altri non è che mi piacciono tanto…. Ti seguo, avrei seguito anche il Bianconiglio ed Alice è il mio personaggio delle favole preferito, mentre tu con la faccia da stregatto non stai male, no no, non stai niente male… Ti aspetto come un cane pastore sul mio pascolo….Ci vieni ? Bacio, ti seguo, sai nel caso fossi talmente distratto da non essertene accorto.

    • Per ora si, sono rabbia e vendetta il carburante di questo primo viaggio del Cercatore di Tempo per l’umanità. Dove andrà a finire spinto dalla vorticosa potenza di queste due primordiali sentimenti?
      Ma attenzione, lo spazio e il tempo non sono le uniche dimensioni, c’è anche la realtà che può riservare delle sorprese ma solo se alla fine della votazione risulterà disponibile il giusto carburante.

  • Occavolo, hai tre opzioni a pari merito!! Mai vista cosa simile. Significa che hai saputo sceglierle bene, tanto da mettere in difficoltà i lettori fino a dividerli di netto. 🙂

    Hai una buona creatività e un buon potenziale ma devi rendere facile la vita a chi ti legge inserendo spazi, facendo attenzione a refusi generati dalla formattazione, e andando più spesso a capo… sembrano scemenze, ma la lettura di qualcosa di buono deve essere buona, se ostica distrae il lettore. E sarebbe un peccato distrarsi prima di aver indagato la profondità della tana del bianconiglio… non ti pare? 🙂

    • Grazie per la partecipazione!
      Sei “attaccato all’argomento”? mmmm adesso sono costretto a scoprire cosa intendi….leggerò i tuoi scritti appena possibile!
      Ho scoperto che 5000 battute sono tremendamente poche in alcuni casi…..questo episodio lo possiamo considerare un “Director’s cut” delle 7500 battute che avevo scritto!

  • Ti ho visto altrove, il gatto mi ha incuriosita. Sono entrata nella tua storia e ho fatto una scoperta…. mi piace un sacco. Mi viene da ridere perchè, tu sei nuovo, non mi conosci, ma io sono molto selettiva con le storie, eppure la tua mi fa davvero, davvero sorridere tanto. E sai perché? io sono la versione anticonvenzionale al femminile del tuo protagonista. ahahah

    Ho votato perché apra il pacchetto, e che cavolo… sono la sua sosia… io lo aprirei subito, vinta dalla curiosità.
    Naturalmente ti seguo. ottimo incipit. 🙂

    • Lo stregatto? Mi ha sempre affascinato e poi quando serve una mia foto mai che ne trovi una almeno lontanamente accettabile! 😉
      Mi sono iscritto da poco e sto esplorando varie storie…..alcune le sto anche seguendo….naturalmente, tempo permettendo leggerò anche le tue! Questo e altro per il miei commentatori!
      Allora un cinque tra Marius e Alessandra e via verso la prossima pazza puntata!

  • Lo butta nel trita-ricicla ovviamente, e chissà che il giorno dopo non se lo ritrovi ancora intatto… ;P
    Mi piace, seguirò senz’altro la tua storia! Direi che ormai siamo sulla buona strada per un futuro di questo genere xD

    • Ciao Nora!
      Purtroppo il trita-ricicla rifiuti al momento è molto sottovalutato…..quasi mi dispiace ma comunque vuol dire che ci tufferemo nell’avventura a capofitto!
      Siamo sulla buona strada eh? Mi sa proprio che hai ragione…..e infatti mi domando: dove ci porterà la tecnologia? A grandi vette di conquista o solo a quasi inutili comodità? O magari a entrambe le cose…..
      Meglio non pensarci va’…;-)

  • Questo sito usa i cookies per migliorare l'esperienza utente. Cliccando su Accetto acconsenti all'utilizzo di cookie tecnici e obbligatori e all'invio di statistiche anonime sull'uso del sito maggiori informazioni

    Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

    Chiudi