Pescì Rossì Grossì (Passìon Cattolìca)

Dove eravamo rimasti?

Babìla dìventa un cardìnale medìatìco? tv star (50%)

No Martìnì no Cattoparty!

Tale Nardì (nome proprìo: non pervenuto) fu ìnvìtato a sedere con gesto curìale forse beffardo da Babìla, del cuì currìculum l’ex panchìnaro pareva ìnformato fìn neì dettaglì. -Congratulazìonì, Emìnenza. So che la nomìna non è ancora dì domìnìo pubblìco, ma noì deì medìa.. – e pronuncìo’ meedìa e l’emìnente non sì trattennere da correggerlo e ìl Nardì : -…gìà che voì sìete pìù propensì al latìnorum…dìcevo, noì che ìl pubblìco lo ìnformìamo e soprattuto lo formìamo dobbìamo saperle prìma certe cose, no? Non te l’ho detto? Sono un funzìonarìo della Raì, perché non mì accompagnì ìn uffìcìo ìn corso Sempìone? Mì stanno gìà frullando ìn capo delle ìdee…- e, pur rìluttante, ìl Belmonte seguì ìl post democrìstìano alla sede Raì dì Mìlano, Sì dìfese rìpetendosì sìlenzìosamente una cìtazìone del “suo” Pascal: sì consulta soltanto l’orecchìo perché sì manca dì cuore. Nardì passo’ rìsolutamente al dunque, proponendo al prelato la conduzìone dì un programma per la radìo. – Nìente predìche, una cosa moderna. E chì c’è pìù moderno dì te? Se posso ancora dartì del tu, Emìnenza -. Babìla cedette con una certa dose dì autocommìserazìone alla tentazìone dì avere un pretesto per venìre a Mìlano un paìo dì volte al mese a regìstrare e le sue note vocalì, dallo stìle tanto lontano da quello del buon vecchìo Padre Marìano, ebbero subìto un certo successo. Effetto collaterale sarebbe stata la rotta dì collìsìone col collega Martìnì. Ma ìl conte Brancaccìo seppe tener testa al prìncìpe rosso tanto dì moda ìn cìttà: no Martìnì no Cattoparty. Dì ben altra natura fu la sottìlìssìma, ancora ìnvìsìbìle frattura aperta dalla sua trasmìssone nella complìcìtà con ìl sodale Alfredone. Manzìnì, gesuìtìcamente, luì che a dìfferenza dì Babìla mìca aveva studìato daì gesuìtì, da una parte lo sostenne contro ìl Martìnì solo onomatopeìcamente affìne, dall’altra studìo’ dì farglì concorrenza, proponendosì come consulente occulto della nascente emìttenza prìvata. Così l’altra Emìnenza sì fece rìcevere dal cavalìere destìnato a dìventare Sua Emìttenza prìma ìn vìa Rovanì, poì a Mìlano2 e neglì studì dì Cologno. E ìl Berlusca lo accolse a braccìa aperte glorìandosì dì avere un’emìnenza grìgìa, eppero’ nel contempo cercando dì strìnger Alfredo ìn un abbraccìo soffocante. Al tango della gelosìa spesso assìsteva quel Rampello che col tempo avrebbe a sua volta assunto fattezze e atteggìamentì cardìnalìzì…Presto venuto a conoscenza deì maneggì manzìnìanì, Babìla lo affronto’ faccìa a faccìa drìbblandolo con una metafora calcìstìca: – Haì studìato bene ìl modo dì spartìrcì ìl derby, vero, Alfredone? A te tocca ìl dìavolo rossonero, a me l’ìnternazìonale Ambrosìana-. Ma un altro fattore rese dolorosamente sensìbìle ìl sìa pur sottìle dìssìdìo tra ì due. Sì trattava del Fattore Elle: Elle come Lucìlla.   

Cherchez la Femme: ma chì sarà la Dame fatale?

  • Eleonora (0%)
    0
  • Sue Ellen dì Dallas (0%)
    0
  • Lucìlla (100%)
    100
Loading ... Loading ...
Categorie

Lascia un commento

15 Commenti

  • Ciao, ho letto i 4 capitoli tutti d’un fiato..
    E devo farti i complimenti perchè ho trovato la storia molto interessante.. e ben narrata.
    E per certi versi anche esilarante ..
    Non conoscevo quella del “camerata fascita fai fagotto è arrivata la P38″
    Molto bella anche quella dell'” amore faccia a faccia.”
    Ancora complimenti!!
    Ti seguo con interesse…

    ps.- perchè in carattere grassetto ??

  • Questo sito usa i cookies per migliorare l'esperienza utente. Cliccando su Accetto acconsenti all'utilizzo di cookie tecnici e obbligatori e all'invio di statistiche anonime sull'uso del sito maggiori informazioni

    Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

    Chiudi