Together

Dove eravamo rimasti?

Cosa fa Michael? Estrae la pistola e spara all’aggressore attraverso la finestra (64%)

Contatto

Il telefono risveglia la mia attenzione, sostituendo la rabbia allo sconforto.
Incrocio con lo sguardo Philip e gli lancio il telefono, facendogli cenno di rispondere e non attendo un secondo di più. Estraggo la pistola e punto in direzione dell’aggressore.
Da quel momento in poi, il finimondo.

La reazione della banda è fulminea: pochi attimi dopo aver sentito lo sparo ed aver realizzato che il ragazzo del lanciafiamme era a terra hanno tutti estratto le armi e fatto fuoco in direzione della nostra capanna.
La ragazza aggredita è riuscita a staccarsi dal suo aguzzino e sta cercando di strisciare lontana dallo scontro a fuoco. So che è un gioco rischioso, ma per evitare che gli scagnozzi facciano caso a lei cerco di prolungare la sparatoria.
Quella povera ragazza ha già sofferto abbastanza a causa mia.
Gli spari sono veloci, letali. Alcuni proiettili entrano attraverso la finestra. Mi guardo indietro e vedo che fortunatamente sono tutti faccia a terra. Vedo Philip sbraitare al telefono e lanciarlo per terra, prima di tuffarsi nella mia direzione. Non ho capito cos’abbia urlato, ma spero solo che Jennifer e i suoi stiano arrivando.

Da fuori gli spari diminuiscono mentre una voce cerca di superare il frastuono e di intimare ordini.
Sbirciando, vedo il ragazzo del lanciafiamme agonizzante, seduto e con la mano destra che abbraccia la sua spalla sinistra ferita, che sta intimando a tutti di fermarsi. Vorrei dargli il colpo di grazia ma mi esporrei troppo al fuoco nemico.

Il silenzio dura pochissimi secondi: un suono simile ad un sibilo, taglia l’aria. Vedo uno degli energumeni che sta aiutando il violentatore ad alzarsi cadere a terra come un sacco. Sono arrivati, finalmente.
E Jennifer questa volta ha seguito il mio consiglio ed ha arruolato un cecchino. Fantastico.
Ancora tre, quattro sibili. E sempre più gente che cade a terra. Due scagnozzi alzano le mani al cielo in segno di resa. Vengono immediatamente freddati dal ragazzo del lanciafiamme che nel frattempo si è nascosto sotto il cadavere di un suo commilitone.
 È furbo il figlio di puttana.
Sparo nella sua direzione ed il suo braccio si accascia a terra.
Altri tre banditi si alzano, gettano le armi, si strappano dalle braccia i lembi di stoffa con dipinto il simbolo della loro setta e se la danno a gambe.
Philip si alza di scatto e comincia a sparare all’impazzata in loro direzione. Lo fermo e mi guarda infuriato: secondo lui andrebbero eliminati tutti per non lasciare testimoni, dato che in questo momento siamo diventati noi stessi dei criminali di guerra.
Io sono però convinto che quei tre non si faranno mai più vedere, perciò gli chiedo di lasciar perdere.
È visibilmente contrariato e non gli manca molto per iniziare a prendermi a pugni.

Quando Jennifer apre la porta della nostra capanna, Philip ne approfitta per uscire (è fuori di sé) mentre all’interno si levano grida di esultanza.
Mi rialzo e corro a baciarla: la sua presenza è sufficiente a risollevare il mio morale dopo questi due giorni da incubo. Mi restituisce il bacio e ci scambiamo un lungo abbraccio. Ne approfitto per riprendere fiato e fare il punto della situazione.
Lei comincia a tempestarmi di domande, come suo solito. Sorrido e le chiedo di aspettare, indicandole il dottore e il nostro prigioniero.
La mia attenzione è rivolta interamente ad un’unica cosa: la ragazza aggredita. Ho assolutamente bisogno di trovarla per vedere in che stato si trova.
Esco di corsa e il sole diretto mi acceca. Mi prendo qualche secondo per recuperare la vista e mi guardo in giro. Un leopardo appollaiato sul ramo di un albero mi distrae per un secondo. Penso al fatto che probabilmente stanotte avrà cibo sufficiente per qualche mese.
Provo a cercare con lo sguardo Philip per chiedere il suo aiuto nelle ricerche ma non lo trovo. Poco male, quando avrà sbollito la rabbia tornerà. Nonostante sia il mio migliore amico dall’infanzia, certe volte non lo capisco. In questi casi preferisco lasciarlo da solo.

Provo ad immaginare quali possano essere stati gli spostamenti della ragazza, per darmi un punto di partenza. Faccio cenno ad uno dei ragazzi del Team di Jennifer di seguirmi in direzione delle capanne non lontane dal luogo della sparatoria, dandogli indicazioni per le ricerche.
Ho assolutamente bisogno di trovarla e spero con tutto me stesso che sia ancora viva.

Michael trova la ragazza. In che stato è?

  • Morta (15%)
    15
  • Ferita gravemente da un proiettile vagante ed agonizzante, in cerca di un riparo (38%)
    38
  • Salva, nascosta sotto il tavolo di una capanna. (46%)
    46

Voti totali: 13

Vota la tua opzione preferita

Loading ... Loading ...
Categorie

Lascia un commento

35 Commenti

  1. Oh, bravo, bell’azione, bel ritmo, si legge rapidamente… l’apparizione del leopardo appolaiato mi ha disorientata per un attimo :), tuttavia l’azione mi è molto piaciuta… considerando che anche io sparo a tutti in ogni episodio! ahahah

    La ragazza, beh… è ferita gravemente, vorrei mettere alla prova i sentimenti e le capacità di Michael.

  2. Nonostante sperassi di vedere un segno di debolezza nell’eroico portamento del protagonista, anche questo episodio non ha deluso le aspettative!! Che pathos! Persino quando la situazione sembra più distesa e quasi familiare hai trovato il modo di lasciarmi con il fiato sospeso!! Che ruolo potrà avere questa ragazza nella storia? Staremo a vedere! Intanto mettiamola tragica (ma non troppo) è assolutamente ferita!

  3. Oramai lo può uccidere, vista la mancata collaborazione del gruppo. Forse questo susciterà una violenta reazione, ma la credo la mossa più logica.
    Bravo, sei molto attento alla punteggiatura e la grammatica è perfetta, la storia trascinante.

    • Grazie per il suggerimento e per il commento!

      Se ti ha suscitato rabbia sono anche più contento perché non nascondo che era il mio intento: quando ho immaginato la scena, è come se mentalmente fossi diventato un attore che deve recitare nei panni di Michael. E in quanto attore, ho immaginato e “vissuto” le emozioni che avrebbe provato lui, cercando di farle uscire anche nel racconto poiché è in realtà lui che sta scrivendo.

  4. Complimenti per la storia. Un inizio da leggere tutto d’un fiato! Molto interessante il profilo psicologico del protagonista, ora si trova in una situazione davvero complicata, chissà come evolverà la situazione! Ti seguo.

  5. All’inizio volevo votare per lo sparare all’aggressore, ma poi il finale mi ha lasciato riflettere per un bel po’ :\
    Infine ho votato per “In stato catatonico risponde al telefono”, e’ la scelta piu’ fedele alla fine di questo capitolo secondo me. Ovviamente spero che alla ragazza tutto si risolva bene…
    Complimenti per questa storia, continuero’ a seguirla ^^

  6. Gli spara. Mi hai incollata per ben 10 minuti alla sedia. Bene, bravo, scritto bene…
    Mi piacerebbe avere un tuo commento e una tua visione sul mio tutto. Se passi puoi leggermi separatamente, ogni mio capitolo è un mondo a se. Il pamphlet in questione è una storia vera, non perderti nei personaggi mi servono come metafora per raccontare cosa è il mobbing nella scuola.
    Riguardo il tuo scritto è vivo, le scene sembrano vere e ti cali dentro, l’incipit originale ed è un complimento credimi.
    Ti segnalo Enana, Libera di amare…. Altro non mi viene in mente…baci. Continua cosi. Ottimo.

    • Grazie Lucia, avevo già iniziato a leggere la tua storia ma poi non ho più avuto occasione di lasciare un commento (così come agli altri gentilissimi colleghi che hanno già commentato la mia storia).
      Prometto che lo farò il prima possibile!

  7. Wow… Che partenza o_o Mi hai lasciato senza fiato dall’inizio. E’ una storia che mi ha catturato sin dalla prima parola!! Immagino che il percorso che faro’ qui mi lascera’ spargere un po’ di lacrime D: Me lo sento!!
    Comunque in quella condizione di sicuro si tratta di qualcosa di grave, ma almeno spero che il leader cada solo in uno stato di incoscienza!!

  8. Mi piace molto il tuo incipit, – e anche il tuo avatar – c’è ritmo e c’è aspettativa. Io per adesso direi che cade in stato di incoscienza e staremo a vedere!! Bravo e benvenuto… abbiamo entrambi personaggi in missione, sarà divertente vedere chi di noi la spunterà nel modo più originale… per adesso vinci tu!! ahahaha
    Al prossimo episodio. E Buon Anno!

    Seguo.

Questo sito usa i cookies per migliorare l'esperienza utente. Cliccando su Accetto acconsenti all'utilizzo di cookie tecnici e obbligatori e all'invio di statistiche anonime sull'uso del sito maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi