Alba Di Una Nuova Era

Dove eravamo rimasti?

Esatto ragazzi secondo voi di cosa si tratta? Il corpo di un animale Extraterrestre (60%)

Il Club Dei 5

<< E’ avvenuto questa notte , i ricercatori hanno rinvenuto nel deserto qua vicino quelli che sembrano i resti di un meteorite , ma, a differenza di quelli che solitamente vengono rinvenuti, questo aveva una strana luminescenza verde che lo avvolgeva , come se ricoperto da una polvere fosforescente, e al suo interno, con loro gran sorpresa vi hanno trovato quello che pare sia il corpo di un essere vivente extraterrestre>> rispose Linda
Un ampio sorriso comparve sul viso del dottor Mayer mentre diceva <<Questo e’ ancora piu’ sbalorditivo di quanto mi aspettassi, finalmente i nostri sforzi sono stati appagati>> strinse il pugno per la troppa eccitazione mentre la voce di Linda parlo’ ancora una volta <<Piano -352 , Ben arrivato al Pangea dottore>>
<<Grazie mille Linda>> rispose mentre le porte dell’ascensore si aprirono, lo lasciarono passare, e si richiusero rapidamente alle sue spalle.
Il dottore si ritrovo completamente al buio in uno stretto cunicolo illuminato vagamente da delle deboli luci verdastre, alternate sul soffitto con delle piccole grate che non erano altro che i condotti dell’areazione. Senza pensarci due volte il dottore comincio’ ad incamminarsi nel lungo cunicolo, mentre il rumore dei suoi passi era amplificato dalla eco prodotta da quelle fredde pareti in metallo, mentre durante la sua camminata, talvolta da una parte, talvolta dall’altra degli ancora piu’ stretti cunicoli si dipartivano dal condotto principale portando in zone remote del vastissimo laboratorio. Come un enorme labirinto !
Ma il dottor Mayer non dava loro importanza, troppo tempo lavorava la sotto al Pangea per restare affascinato da tutte quelle stradine , minuziosamente costruite in un lontano tempo di guerra per ripararsi dagli attacchi nemici provenienti dall’alto, e che, come dei coltelli affilati, tagliavano completamente tutto il sottosuolo di New York.
Ma il dottore non aveva tempo da perdere, era troppo eccitato per pensare anche solo lontanamente a tutto questo, sapeva benissimo dove andare , e le sue gambe, che aumentavano sempre di piu’ il passo di secondo in secondo, lo conducevano con sicurezza alla sua meta. 
Fu solo davanti ad una grossa porta di colore scuro che riportava la scritta Spogliatoio che il dottore si fermo’, inseri’ un codice segreto e fece scattare la serratura. All’interno dello spogliatoio, apri’ l’armadietto con il suo nome e prese il camice da laboratorio, si cambio’ i pantaloni e le scarpe  (Come diceva la legge, cio’ che era del Pangea doveva rimanere al Pangea, tutto cio’ che era esterno al Pangea non poteva entrarci) si mise la mascherina , per poi dirigersi verso un’altra porta scura dall’altro lato dello Spogliatoio. Anche qua digito’ un codice segreto facendo scattare la serratura della porta.
Si trovo’ ora in una specie di anticamera oscura, la porta alle sue spalle si chiuse, lasciando che la stanza venisse illuminata solo da quella che sembrava una specie di piataforma di colore rosso, a terra proprio al centro della piccola stanza. Il dottore vi ci si posiziono’ sopra e fu avvolto da una forte luce, come un laser che ispezionava ogni centimetro del suo corpo  – Il dottore rimase immobile.
Dopo circa due minuti , la forte luce cesso’ e  la porta all’altro lato della stanza si apri’.Aveva finalmente raggiunto la stanza degli esperimenti.
La Stanza Degli Esperimenti era una ampia stanza di forma circolare, e un ampio soffitto a cupola. Lungo le pareti erano adaggati quelli che al pangea eranco chiamate le Lacrime , che non erano altro che delle teche in vetro che avevano la forma di gocce d’acqua, dentro le quali erano custoditi i materiali sui quali gli scienziati facevano gli esperimenti, mentre al centro della stanza un’ampia passerella conduceva a un tavolo ovale che costituiva il centro esatto della stanza. 
Il dottor Mayer vide subito che attorno al tavolo vi erano i suoi 4 colleghi, chini su quello che doveva essere il corpo alieno, e si diresse verso di loro.
<< Ah dottor Mayer, finalmente e’ arrivato>> disse una voce che il dottore odiava
<< Scusate il ritardo dottor Drakinsky, ma sono stato avvertito solamente questo mattino da un messaggio del dottor Hodren>>  rispose un po’ seccato, guardando il suo collega che aveva un ghigno come in segno di sfida, i tratti del viso est europei e i capelli di un biondo vivo << Jonathan, Paul>> disse stringendo la mano agli altri due colleghi, per poi buttare lo sguardo a quello che era l’evento del giorno. Stava la sul tavolo il corpo di quello che sembrava l’incorcio fra un uomo e un animale, non piu’ lungo di unmetro, due grosse corna nere spuntavano dalla sua testa, le mani e i piedi avevano delle lunghe dita affusolate dalle quali spuntavano degli enormi artigli neri.

Fu il dottor Drakinsky a parlare per primo << Miei illustri colleghi :Non siamo Soli>> disse <<Tempo di iniziare gli studi, da cosa possiamo cominciare?>>

Esatto ragazzi cosa potrebbe succedere nel prossimo capitolo?

  • I dottori scoprono qualcosa nascosto all'interno del corpo dell'alieno (20%)
    20
  • I dottori iniziano a fare degli esperimenti sull'alieno (0%)
    0
  • L'alieno si risveglia nella stanza dgli esperimenti (80%)
    80
Loading ... Loading ...
Categorie

Lascia un commento

19 Commenti

  • Ciao Rosaspina devo dire che questo racconto è molto bello , a tratti molto interessante mi è piaciuta molto la descrizione del laboratorio ,opto per l’alieno si risveglia nella stanza degli esperimenti vediamo cosa succede 🙂 ti seguo 😉

  • Metallo.
    Erano giorni che volevo leggerti, poi mi sfuggivi tra le tante letture.
    Bello questo incipit, belle le descrizioni iniziali e tutto il resto. Per fortuna non vai di fretta e sei ancora all’incipit, altrimenti mi scoraggiavo e non leggevo più.
    L’ opzione che stanno votando non mi piace affatto è scontata. Purtroppo funziona così, sono le opzioni che ti guidano alla scena successiva e che aprono il racconto.
    Benvenuta/o.
    Un bacio

  • Dai il corpo di un animale extraterrestre è scontato, voto per il metallo, magari è un frammento di qualche spada o magari pentola di un qualche popolo alieno.
    Comunque buon inizio, forse l’unico appunto che mi sento di fare è sull’uso, per me sia chiaro, delle subordinate, soprattutto nella parte iniziale in cui lui si sveglia fa colazione ecc. mi sembrano eccessive e spezzano il ritmo del racconto, è un mio parere puramente costruttivo.
    Un saluto

  • Questo sito usa i cookies per migliorare l'esperienza utente. Cliccando su Accetto acconsenti all'utilizzo di cookie tecnici e obbligatori e all'invio di statistiche anonime sull'uso del sito maggiori informazioni

    Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

    Chiudi