Ancestoria I

Dove eravamo rimasti?

Cosa accadde? Il gigante travolge la fune continuando a rincorrere Josephyn e trascina con se Kito e Roland che non hanno mollato la presa (100%)

Fermate il gigante!

Il gigante nella sua corsa travolse la fune trascinando dietro di se Kito e Roland che, per avere una presa più salda, avevano legato la corda al proprio torace.

-Malediz…- urlò Roland prima di venire sbalzato in avanti.

-Oh-oh- ironizzò Kito.

Poi videro il terreno polveroso piombargli addosso.

Gus e Seko da un tetto osservarono la scena basiti.

-Ehm, abbiamo un piano di riserva?- chiese il guerriero.

-Sì, aspettiamo che li uccida. Poi potremo attaccarlo di sorpresa mentre li divora- rispose Seko sghignazzando.

Angel invece aveva le lacrime agli occhi dalle risate e non riusciva a parlare.

La situazione, per i suoi protagonisti, non faceva che peggiorare. Il gigante stava ancora guadagnando terreno su Josephyn mentre Roland e Kito non se la passavano meglio.

Roland reagì. Afferrò con entrambe le mani la fune ritrovando un po’ di stabilità e, una mano dopo l’altra, prese a risalire la corda diretto alle gambe del titano. -Kito, quando lo avrò raggiunto dovrai indicarmi dove colpire per recidere il tendine- urlò rivolto all’amico. Poi si voltò in quella direzione ma al suo posto vide l’altra cima della fune recisa che svolazzava al vento.

Voltandosi ad osservare alle sue spalle vide Kito, in mezzo alla strada, che si spolverava i vestiti strappati e che, guardando nella sua direzione, gli augurava buona fortuna.

Josephyn intanto cominciava a sentire la fatica della lunga corsa. Doveva trovare una soluzione da sola visto che i suoi compagni non erano stati in grado di aiutarla e doveva farlo al più presto. Il gigante era ormai molto vicino. Mentre attraversava uno spiazzo vide con la coda dell’occhio un tempio che le sembrava più resistente degli edifici circostanti e, raccogliendo le forze in un ultimo slancio, lo raggiunse in pochi secondi rifugiandosi al suo interno.

Il gigante fece giusto in tempo a vedere la sua figura svanire dietro l’uscio. Scagliò la sua mazza in quella direzione e l’enorme tronco esplose in centinaia di truciolì infrangendosi contro la parete pochi metri più a destra. Josephyn udì l’eco dell’impatto rimbombare in ogni stanza. Privo della sua arma, il titano, si chinò allungando il famelico braccio all’interno della costruzione per ghermire qualsiasi cosa avesse raggiunto. In quello spazio angusto, l’arto enorme che si agitava irrequieto era inquietante. A causa del poco spazio a disposizione Josephyn non poteva utilizzare il suo spadone per difendersi quindi cercò di rifugiarsi nel punto più distante dalla portata della mano gigante. Dopo aver perquisito a fondo la prima camera, il gigante si spinse più a fondo infilando il braccio nella seconda sul fondo della quale era rannicchiata Josephyn. Il polso si piegò verso destra, urtando una sedia, subito la mano l’afferrò ed in breve attimo si udì il suono del legno che andava in frantumi.

L’ernome mano d’improvviso si fermò. Qualcuno dallo spiazzo aveva richiamato l’attenzione del suo padrone. Era Roland, con gli abiti laceri e sporchi di polvere e sangue, che impugnava la sua spada e sfidava il mostro a viso aperto.

Intanto Gus, Seko e Angel e Kito avevano raggiunto insieme lo spiazzo.

Il titano vide anche loro.

Cosa fa il gigante?

  • Il gigante continua a cercare di prendere Josephyn (0%)
    0
  • Il gigante attacca il gruppo nello spiazzo ( Gus, Seko, Angel e Kito ) (40%)
    40
  • Il gigante accetta la sfida di Roland (60%)
    60
Loading ... Loading ...
Categorie

Lascia un commento

90 Commenti

  • Guanti magici, spadone…scorrono davanti ai miei occhi come se stessi vedendo un’anime o come se stessi giocando a un gdr. L’azione è veloce come dev’essere secondo il genere che hai scelto. E’ fatto proprio bene. Non ti perdi in sciocchezze. Voto per il gigante che si trascina dietro Kito e Roland 😛

  • Ciao, devo dire che riesci con grande efficacia a mediare tra l’esigenza narrativa e il rispetto delle meccaniche del gdr, sei riuscito a descrivere caratteristiche e modus operandi dei personaggi in maniera molto naturale.
    Mi intriga il discorso delle spade di Roland, spero di approfondire i rispettivi significati.
    Ti seguo e voto per Josephyn esca! ^_^

  • Questo sito usa i cookies per migliorare l'esperienza utente. Cliccando su Accetto acconsenti all'utilizzo di cookie tecnici e obbligatori e all'invio di statistiche anonime sull'uso del sito maggiori informazioni

    Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

    Chiudi