Ancestoria I

Dove eravamo rimasti?

Cosa avvenne? Il gigante riesce a riprendersi dallo svantaggio con una trovata geniale (67%)

Una svolta inattesa

Kito e il gigante si scambiarono un lungo e silenzioso sguardo rimanendo entrambi immobili a fissarsi.

Josephyn si lanciò all’attacco per colpire il mostro prima che potesse aggredire il suo amico ma Kito la fermò -Aspetta!- gridò nella sua direzione.

La ragazza, con lo spadone sollevato sulla testa, arrestò il colpo. Osservò Kito con occhi stretti e dubbiosi: perché l’aveva fermata? Abbassò l’arma e si avvicinò al compagno d’avventura. Anche il resto del gruppo raggiunse Kito che fissava a bocca aperta il volto spaventoso del gigante.

Roland fu l’ultimo a raggiungere gli altri -Ma cos…- fece per chiedere quando si accorse che dagli occhi del gigante sgorgavano copiose lacrime.

Nessuno riusciva più a parlare. Stavano assistendo ad una scena che nessuno di loro avrebbe mai immaginato: un gigante che piange.

Kito aveva la bocca aperta e le labbra che gli tremavano in un misto di stupore e ribrezzo. Il volto del gigante non perdeva di mostruosità e anzi, associato all’espressione triste, appariva ancora più inquietante. Anche Roland, Josephyn e Gus mostravano le stesse espressioni di Kito in volto mentre Angel e Seko no.

Seko sembrava irritata, guardava i suoi amici e poi il gigante con un’espressione come a voler dire ‘Non può essere vero! Sta fingendo! Idioti!’.

Angel invece, rossa in volto, sembrava terribilmente contrariata.

-Non puoi farlo!!!- Si lanciò contro il volto del titano d’improvviso, urlando, e gli sferrò un potente pugno in un occhio -Sei troppo brutto per credere di potermi impietosire con le lacrime-

Il gigante allora si chiuse il viso tra le mani e si divincolo per terra urlando di dolore, in preda a spasmi e convulsioni, come se il colpo di Angel gli avesse trafitto il cuore e lo stesse dilaniando.

Seko, per nulla convinta da quella scena, si fece avanti sollevando le mani con i suoi guanti per terminare l’opera quando Gus e Josephyn si frapposero tra le due avventuriere e il gigante.

-Cosa state facendo? Non ci sta più attaccando- disse Gus conciliante.

-Fermatevi!- disse invece Josephyn che non era convinta delle lacrime del gigante più di Angel e Seko ma voleva comunque dare la possibilità al mostro di redimersi.

Roland e Kito invece erano ancora troppo disgustati dalla vista di quel volto per farsi avanti. I suoi occhi, quei piccoli puntini neri, brillavano per i riflessi delle lacrime nel tentativo di risultare pietosi e gli enormi denti aguzzi erano lucidi, un po’ come vedere un coccodrillo appena uscito dall’acqua. Per quanto possa apparire triste non ispira tenerezza.

-Io passo!- disse Roland voltandosi.

-Anche io- aggiunse Kito inclinando il capo verso destra e posando la mano sulla fronte -Questo è davvero troppo per il mio stomaco-

I due amici si allontanarono insieme lasciando gli altri nel mezzo di un’animata discussione.

-Come fate a stare dalla sua parte?!?- chiedeva Angel indispettita -E’ chiaramente un cattivo, è troppo brutto. Se i buoni avessero quell’espressione io mi sarei già schierata dalla parte dei cattivi da tempo!-

-Non puoi giudicarlo senza conoscerlo!- rispondeva quindi Gus.

-Conoscerlo?- interveniva Seko -Vuoi che lo invitiamo a bere qualcosa?-

-Calmatevi ragazze, non è il caso di scaldarsi così!- cercava di ammorbidire gli animi Josephyn.

Poi all’improvviso Gus e Josephyn si sentirono sollevare dal suolo e videro il terreno allontanarsi mentre loro raggiungevano altezze vertiginose.

Mentre i suoi assalitori erano impegnati in quella discussione il gigante aveva smesso di fingere di lamentarsi e si era rimesso in piedi. Poi d’improvviso aveva afferrato i due avventurieri alle spalle. Uno per ogni mano.

Gus e Josephyn urlarono stretti dalla poderosa presa del gigante che ora ridevano sonoramente, compiaciuto della propria astuzia. Chissà che ascoltando il suo resoconto di quest’avventura Gragna non lo avrebbe rivalutato.

-Ehm, come abbiamo fatto a non accorgerci che si era rialzato?- chiese Angel.

-Non lo so. Ma se ci avessero lasciato fare, tutto questo non sarebbe successo- rispose Seko -Forse dovrei dare fuoco anche a loro- aggiunse.

Cosa avverrà nel prossimo e avvincente episodio?

  • Il gigante obbliga Angel e Seko a fare ciò che vuole minacciandole con le vite dei loro amici (33%)
    33
  • Angel cerca di trattare con il mostro ( scelta sconsigliata da Angel ) (50%)
    50
  • Seko da fuoco al gigante ed ai suoi amici ( scelta suggerita da Seko ) (17%)
    17
Loading ... Loading ...
Categorie

Lascia un commento

90 Commenti

  • Guanti magici, spadone…scorrono davanti ai miei occhi come se stessi vedendo un’anime o come se stessi giocando a un gdr. L’azione è veloce come dev’essere secondo il genere che hai scelto. E’ fatto proprio bene. Non ti perdi in sciocchezze. Voto per il gigante che si trascina dietro Kito e Roland 😛

  • Ciao, devo dire che riesci con grande efficacia a mediare tra l’esigenza narrativa e il rispetto delle meccaniche del gdr, sei riuscito a descrivere caratteristiche e modus operandi dei personaggi in maniera molto naturale.
    Mi intriga il discorso delle spade di Roland, spero di approfondire i rispettivi significati.
    Ti seguo e voto per Josephyn esca! ^_^

  • Questo sito usa i cookies per migliorare l'esperienza utente. Cliccando su Accetto acconsenti all'utilizzo di cookie tecnici e obbligatori e all'invio di statistiche anonime sull'uso del sito maggiori informazioni

    Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

    Chiudi