Tutta colpa dello Shopping

Dove eravamo rimasti?

Come finirà la storia? ci sarà un lieto fine tra Mattia e Carlotta finalmente? (100%)

Il lieto fine..

Raggiungo l’aereoporto, l’aereo per la Libia è già atterrato. Aspetto l’arrivo di Mattia. Tutti i passeggeri sono atterrasti, c’è Corso, lo riconosco dalla sua giacca nera e dal suo viso da duro. Ci salutiamo, è arrivato anche Mattia con una sciarpa di seta e una giacca beige e dei graffi sulla guancia destra. Lui si avvicina a me, ci baciamo poi le do uno schiaffo, in faccio.

<<Perché Carlotta mi hai dato uno schiaffo in faccia? Io pensavo che eri contenta del mio arrivo>>

<<Mattia Perchè? Lo vuoi sapere? Mi hai mentito tu non sei un reporter ma un agente segreto che si occupa di trafficanti, e di sequestri di persona, io sapevo cazzo che eri in Turchia ad occuparti di altro. Invece eri in Libia a trovare un trafficante e a farti ammazzare sotto i bombardamenti, ho visto che hai rischiato di morire, e io devo essere contenta! Non lo sono per niente!>>

<<Carlotta io non potevo dirti niente, quando ci sentivamo via web. Era per il tuo bene, mi dispiace che questi giorni sono stati terribili, ti ho trascinato in una cosa più grande di te, ti ho fatto diventare matta! Con tutte quelle sparatorie e corse! Io ti amo, era per proteggerti, poi per non far capitare al nostro paese niente!>>

Esco dall’aeroporto senza dire una parola mi accendo una sigaretta.

<<Carlotta io ho una voglia matta di fare l’amore con te e anche di un cupcake al cioccolato ti va tutto questo?>>

<<Se mi fai pensare anch’io sto provando la stessa cosa!>>

Entriamo in macchina ci fermiamo in pasticceria, mangiamo i cupcake, poi torniamo a casa è facciamo l’amore. Quando squilla il cellulare do Mattia è Corso. 

<<Carlotta, non ti ho detto una cosa Corso è il mio capo domani devo partire per un’altra missione! Non posso dirti il posto questa volta!>>

<<Mattia ti odio! Quando sei in missione ti tra disco con un altro uomo!>>

<<Dici davvero Carlotta?>>

<<No scherzavo scemo! Mi abituerò a tutto questo!>>

Categorie

Lascia un commento

44 Commenti

  1. La lettura di un buon racconto va diluita nel tempo. Mi sono fermato al capitolo due, ma proseguirò una di queste sere. Un piccolissimo suggerimento: occhio agli errori di grammatica, che sicuramente saranno di distrazione, ma è sempro meglio evitarli. Comunque la categoria “fiaba” non è adatta, mi sembra un racconto attuale nel quale rivedo un 50& delle miei amiche 😉

Questo sito usa i cookies per migliorare l'esperienza utente. Cliccando su Accetto acconsenti all'utilizzo di cookie tecnici e obbligatori e all'invio di statistiche anonime sull'uso del sito maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi