Ci è scomperso il mondo

Dove eravamo rimasti?

Vuoi entrare all'interno del tuo desiderio? Si (Seguirò questa sensazione di desiderio e curiosità che ho dentro di me e capirò dove sto andando) (67%)

Agenzia investigativa di viaggi all’estero

Non temere, anche io sarei un po’ dubbioso al posto tuo.
Mi farei tante domande e pretenderei altrettante risposte.

Ahimè, sapessi anche io qual’è la strada di casa..

È così difficile capire quello che davvero si desidera!
Sono tanti i fattori che entrano in gioco quando il cuore ci parla e noi non ascoltiamo.
Perché? È un’ottima domanda… Se lo sapessi non cercherei di capire cosa sto cercando!

Comunque, bene, sono soddisfatto!
Nonostante dubbi e paure, ha vinto quella parte di te che desidera desiderare ancora.

Ed eccoti davanti ad uno spettatolo celestiale. Senti calore dentro di te e, come incantato, ti avvicini a una densa nebbia luminosa.

Lentamente penetri in questa nube del mistero e della gioia.

Quando all’improvviso ti trovi davanti a quello che stavi aspettando da sempre.

Il tuo misterioso desiderio celato da tempi di cui si è persa memoria…

Scegli!

Una spada, uno scudo o una bacchetta?

Ahahahaha! No, no, sto scherzando. Niente di tutto questo (Per la cronaca: forse una domanda del genere avrebbe avuto più senso di quelle poste alla fine dell’altro ricordo. La cronaca risponde: Già, forse è vero) .

La luce densa in cui ti muovi sembra diradarsi al tuo avanzare e ti trovi dinnanzi ad una porta tempestata di gioielli e pietre preziose.

Non ascoltarlo. È un bugiardo. Chiudi questo racconto e vattene.

Ti avvicini e ti accorgi che non ha maniglie e anzi, ti rendi contro che non sembra apribile da nessuna angolazione.

In cima, inciso in quello che ricorda molto l’argento, leggi una scritta che riesci ad intendere perfettamente:

Bonevtas Valentis.

Riconosci le parole latine e comprendi cosa apre questa porta chiusa.

Bada, non hai letto “forza di volontà”, non ti basterebbe tutta quella che hai in corpo per riuscire a smuovere questa soglia mastodontica, ma “buona volontà”.
La osservi bene e ti rendi conto che è di legno massiccio, conficcata nel suolo aureo dove ti muovi.
Basta solo una goccia di quella forza misteriosa che vive dentro di te e senza neanche un minimo sforzo riusciresti ad aprirla…se lo volessi.

Aprila.

Aprila. Lo sappiamo entrambi che ne sei capace, non avere paura.

Con tutto il tuo desiderio apri la porta verso il fuori di te!

Coraggio, puoi farcela!!

La porta si spalanca e un vento impetuoso ti inghiotte verso una voragine infuocata al suo interno. Tuoni e fulmini fanno vibrare tutto ciò percepisci.
Vieni sballottato a destra
e a sinistra per uno stretto corridoio invisibile e guardando verso l’alto ti rendi conto di stare cadendo in un luogo fisico e concreto.

Guardi verso te stesso e vedi ossa e vene attorcigliate in modi disgustosamente concreti. (A meno che tu non sia un medico o cose simili) ti viene da dar di stomaco ma considerato che il tuo “corpo” è stato appena creato e che di conseguenza non ha nulla nello stomaco, ti limiti a simulare il vomito con disgusto.

E..Ehi, guarda il lato positivo: hai nuovamente il tuo corpo concreto quasi per intero!

Quasi per intero ti alzi in piedi e noti che nella tua mano quasi intera si trova una piccola sfera luminosa grande quanto una pallina da tennis. Leggera quando una pallina da ping pong ma soffice come una pallina di lana (“gomitolo” era brutto e stonava troppo la mia metrica).

La tieni in mano da quando hai superato quella voragine e ti rendi conto che hai tutta l’intenzione di non perderla.

Hai portato il tuo desiderio in questo mondo, non sei contento??

Bene.. sono contento che tu sia contendo.

🙂

Inizi, a corr,ere in, libert, ma a causa, della festa, nazionale del po,polo de,lle virgole ti ritrovi, costretto a riniz,iare, questa azione,.

Cammini allegramente e concretamente con il tuo corpo, quasi per intero, in un paradiso verdeggiante e felicitante (prova ad immaginarti.. che bellino che sei. Ti manca solo il cestello da Picnic e un cappellino di paglia per rendere quasi tenero questo spettacolo gioioso e allegro. Sfortunatamente per te non hai né un cestello né un cappello (ho fatto la rima) a renderti tenero e, anzi, con o senza rimarresti ancora alquanto disgustoso…comunque…) quando ad un certo punto ti ritrovi ad un enorme voragine nel terreno.
A grandi linee, senza esagerare, presumi che si tratti di un ellisse di qualche migliaio di chilometri, forse sei tra i due fuochi più vicini, dodici per gli altri.
Una cosa enorme insomma.

Aguzzando la vista vedi in lontananza, dall’altra parte della circonferenza, un piccolo foro che pare essere la via d’uscita.

Per un ovvia curiosità o forse per uno scatto incondizionato chini la tua testa quasi intera guardi cosa si trova all’interno di questa voragine.

Al centro pare esservi una sorta di rialzo nel terreno con in cima una struttura giallo luminosa che ricorda molto l’oro e intorno ad essa, a una discreta distanza, danzano, urlando e cantando, strane e misteriose creature.

D’improvviso senti un rumore dietro di te.

Semplicemente: Cosa hai intenzione di fare?

  • Scendi per la vallata, con cautela mi raccomando, e cerchi di capire cosa succede li sotto (25%)
    25
  • Ti volti di scatto per vedere cosa c'è dietro di te (75%)
    75
  • Percorri tutta la strada in superficie e arrivi direttamente all'uscita (0%)
    0
Loading ... Loading ...
Categorie

Lascia un commento

14 Commenti

  • Nonostante qualche errore di battitura qui e là (non mi riferisco a quelli voluti), di cui uno anche nel titolo (anche se francamente non sono del tutto sicura che si tratti di un errore…), devo dire che mi hai proprio incuriosito.

    In alcuni punti diventa quasi futurista come racconto (parlando della vera corrente futurista, Marinetti &Co.), mentre nel complesso presenta uno scenario interessante e si sforza di infrangere le tipiche strutture letterarie.

    Ah, ovviamente ho votato sì 😉

    Ti seguo. Al prossimo capitolo!

  • Questo sito usa i cookies per migliorare l'esperienza utente. Cliccando su Accetto acconsenti all'utilizzo di cookie tecnici e obbligatori e all'invio di statistiche anonime sull'uso del sito maggiori informazioni

    Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

    Chiudi