Reincarnation

Le vite di Jack

Ciao sono Jack e oggi sono morto.

Avete capito bene, sono morto, andato, caput.

Ed è stata la morte più stupida del mondo, un passaggio a livello, le cuffie alle orecchie, quando ho visto il treno che avanzava verso di me ormai era troppo tardi, un botto, poi più nulla, non ho sentito neanche dolore, è stato come addormentarsi.

Ero un ragazzo di 25 anni, mi mancava un esame per laurearmi in letteratura, oggi era proprio il giorno di quell’esame.

Ora voi vi chiederete “se sei morto, cosa ci fai qui a raccontarcelo” e avete ragione, ora vi spiegherò tutto:

Metempsicosi.

Che parola strana, ma non è ne una parolaccia e non è neanche difficile da spiegare.

Reincarnazione, si, metempsicosi significa appunto reincarnazione, in poche parole l’anima dopo la morte lascia il corpo per prenderne un altro.

Ad ogni anima succede questo, ma il reincarnato non se ne accorge neanche, non ricorda nulla della sua vita precedente, rimane solo qualche dejà-vu e la sensazione di essere destinati a sciegliere quella scuola e a fare quel lavoro e nient’altro.

Io sono l’unico essere vivente a ricordare le mie vite precedenti, ricordo tutto, ogni dettaglio, come se non fossi mai morto.

Sono stato in India in una mia vita precedente, era il 1963, per farmi “studiare” da qualche santone, io ero la prova che la reincarnazione esiste, ma persino i seguaci di quel culto mi ridevano in faccia e si facevano beffe di me.

Ho partecipato alla presa della Bastiglia, ero Jacques Lapis, poeta parigino, con le mie mani ho decapitato le guardie ancora vive quel martedì o mercoledì, non ricordo bene, e non ne vado fiero, ma l’impeto della Rivoluzione e le privazioni a cui il popolo parigino era costretto a sopportare, faceva fare queste cose.

Sono stato Jacob khan, militare tedesco durante la Seconda Guerra Mondiale, morto in battaglia, per una battaglia a cui non avrei mai voluto partecipare, avrei voluto scriverci un libro su quella guerra, sono sempre stato bravo con le parole, ma un’imboscata ha sorpreso me e i miei fratelli d’armi nel sonno.

” La donzelletta vien dalla campagna,

In sul calar del sole,

Col suo fascio dell’erba, e reca in mano

Un mazzolin di rose e di viole…”

Vi ricordano qualcosa questi versi? Beh, non per vantarmi ma li ho scritti io.

Come avrete capito il mio nome è rimasto invariato, come il mio sesso e la mia passione, nelle mie molteplici vite sono stato in tutto il mondo e in tutti i periodi storici fin dal medioevo, almeno per quello che ricordo.

Qualcosa stavolta é andato storto però, non vi nego che la situazione non mi piaccia, ma purtroppo mi sono reincarnato in…

In cosa si è reincarnato Jack?

  • Un gatto francese. (33%)
    33
  • Un cane inglese. (39%)
    39
  • Una bambina americana. (28%)
    28
Loading ... Loading ...
Categorie

Lascia un commento

88 Commenti

  • Si perde nel bosco.
    Avevo dimenticato la storia, ho dovuto riassumerla… come mai tutta questa lentezza nella pubblicazione? 🙂
    Comunque fai attenzione: la sinossi dice che parliamo di reincarnazione… quest’ultimo episodio non porta avanti in nessun modo il plot e non introduce a nessun punto di svolta… non perdere il filo. 😉

    • Purtroppo ho avuto problemi ad accedere col mio account, non ricordavo la password di facebook perchè é un account vecchio e non ricordavo neanche la password dell’account e-mail associato, un bel casino insomma 🙁 hai ragione, sto provando a fare un racconto completamente da zero senza pianificare nulla, ma credo che riprenderó le redini e riporteró il racconto nel binario giusto 🙂 grazie mille di essere passata 😉

  • Eccoci al 2 capitolo =)
    Vedo che l’ironia resta sempre nell’aria! Ottimo! Leggendolo sembravano davvero i pensieri di un cane hahaha, povero claustrofobico haha soprattutto quando hai scritto “quello che tutte le mamme rispondono” alle proprie figlie se vogliono un cane, fa una certa tristezza..
    Stile chiaro e curato. Non c’è che dire, davvero, non sei un principiante.
    Vorrei entrare un pò più nel vivo, ma giusto perchè sono curiosa =)
    Dato che tanto vince Scarlett, ho votato per il dolce vecchietto, mi ha dato questa impressione a primo impatto
    Alla prossima =)

    • Si, l’incipit inizia serio, poi piano piano ti fa capire che in realtà non e cosi serio, ero indeciso su dove collocare il racconto, se su comico o fantascientifico, l’ho publicato su fantascientifico alla fine, ma si potrebbe definire fantascien-comico, un po come il film “il professore matto”.
      Ti ringrazio di aver votato e di essere passato 😉

  • sono per la bambina americana, allora ammetto che la trama non mi abbia colpito così tanto, eppure, e questo è un punto a tuo vantaggio, non riuscivo a staccare gli occhi dal testo. Trovo che sia scritto molto bene, e il finale umoristico mi ha sorpreso, non me lo aspettavo. Anche se la trama non mi convince molto, ti do comunque una possibilità e ti seguo!
    Ps. ma chissà per quale ragione ho la sensazione che ci saranno originali colpi di scena 😀
    Ti aspetto sul mio racconto! a presto 🙂

  • AVVINCENTE! Quanto mi sei piaciuto, dalla prima lettera all’ultima. Ha tutto un senso. Niente è messo per riempire la pagina. Anche quando hai riportato le varie reincarnazione e soprattutto” Vi ricordano qualcosa questi versi? Beh, non per vantarmi ma li ho scritti io.” mi hai fatto morire =) . Inizialmente hai trasmesso bene lo stato d’animo che potrebbe avere un ragazzo per la sua morte prematura, 25 anni, doveva fare l’esame… è stato proprio triste =( poi la tua ironia ha riacceso nuovamente tutto, bravo!!

  • Waooooow, ah bello! Ma che figata… Mi piace molto, molto, colgo sempre quella vena ironica che ti contraddistingue e fa di te un autore che mi ispira la lettura e quando leggo non vedo più niente, non trovo difetti e la storia mi piace. Questa si prospetta essere una bella storia. Ora io non posso più commentare come facevo perchè dicono che sono una ruffiana e sono sempre positiva nei commenti. (Ci sono degli strani personaggi che si leggono i miei commenti da tutte le parti, ma che ce frega a questi di quello che scrivo io ? Analizzano anche il contenuto del commento, un giorno ti spiegherò come fanno questa analisi, ho capito solo una cosa: chi pratica i fraffosi rimane fraffato! ) Auguro a questa storia di crescere…. di essere un bel passatempo, di farci dimenticare le cose brutte e di liberare al massimo la tua fantasia. Ora gli animali dopo il mobbing ti fa cane, storia che sta per finire con grande gioia di tutti gli incipittari, mi stanno un poco antipatici e ho votato la bambina… Ci sentiamo su facebook, dove facciamo un poco i bimbi-mingh….Ciao

    • Ah che bello, non vedevo l’ora di vedere il tuo commento, sempre divertente, mi piego dalle risate ogni volta che leggo un tuo commento 😉
      Dopo il giallo comico ho deciso di intraprendere la strada del “fantascien-comico” e vedo che piace 🙂
      Se esprimere il proprio parere significa essere ruffiani, allora tutti qui siamo ruffiani (non voglio offendere nessuno).
      Spero anche io di farvi divertire e farvi passare tempo in allegria.
      Un bacione 🙂

      • Io sono il demonio, sono una seduttrice, ti commento solo perché voglio qualcosa da te, sono una mangiatrice di uomini, una frustrata che vive troppo la piattaforma perché non ha una vita, me so fatta votà pure da mi zia in carriola per questo sono una disonesta….Non è vero che gli altri mi vogliono bene so una che fa le marchette dalla sera alla mattina, quindi a chi ci do un chilo di passera e a chi a forza de pensarlo perché gne passerà mai, se stanno a sti livelli hai voglia a sbatte contro il muro quella capoccia cornuta che hanno sempre bestiole rimangono… Ti alliscio e ti complimento, perché sono ruffiana, falsa come uno zecchino d’oro, falsa come Giuda, voglio qualcosa da te, siccome sono demoniaca e non posso avere ciò che vorrei (mica ce possiamo fidanzà Andrè passo per una Milf !) allora voglio, sai cosa voglio….. Quanno me porti un cappuccino ?

        • Sei un demonio simpaticissimo allora 🙂
          Ma lasciali perdere Lucia, lasciali parlare e continua a commentare come commenti tu che mi fai divertire sempre 🙂
          Se potessi mandartelo via Facebook un cappuccino molto volentieri, tocca spronare Zuckemberg a creare la cappu-chat, cappuccini via Facebook per tutti 😉

  • Bell’incipit! all’inizio somiglia un po’ alla mia vecchia storia BIVIO, poi introduci la reincarnazione, bello, mi intriga davvero, però non amo le storie in cui le persone si trasformano in animali, per questo spero vivamente che riacquisti punti l’opzione della bambina…. condivido sui miei social , speriamo arrivi tanta gente che la pensa come me 😉

  • Questo sito usa i cookies per migliorare l'esperienza utente. Cliccando su Accetto acconsenti all'utilizzo di cookie tecnici e obbligatori e all'invio di statistiche anonime sull'uso del sito maggiori informazioni

    Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

    Chiudi