Cybio Wars – Vendetta ‘43

Dove eravamo rimasti?

Siamo arrivati al gran finale! Dalla prossima scelta di Vendetta dipenderà il risveglio del Tempesta di smeraldo e le sorti della guerra! Non posso lasciare morire quegli uomini: troverò un modo per salvarli e per fermare Koltz (46%)

Finalmente, tenebre

Alzo una mano in segno di resa, e osservo la catasta di corpi inerti ai miei piedi.

“Per il momento hanno soltanto perso i sensi. Ma se tenterai di giocarci qualche scherzo, mi assicurerò che il loro sonno diventi definitivo.” annuncia tronfio Zukunft.

Halt. Non c’è tempo per diatribe infantili. Portaci allo SmaragdSturm, presto!”

Proseguiamo per gli angusti cunicoli ricavati nella roccia, Koltz mi segue a ruota e il veggente chiude la fila. La pistola che lo scienziato mi punta non basterebbe a uccidermi, ma un colpo sbagliato potrebbe farci franare metà montagna sulla zucca.

Infine, bagliori di luce naturale si propagano per la galleria, rendendo inutile la lanterna. La luce del sole non può penetrare tanto a fondo nel sottosuolo, è la prova che siamo giunti a destinazione.

“Guardi, herr professor!” si esalta Zukunft raccogliendo dal terreno una scaglia di cristallo brillante “Deve essere un frammento del leggendario materiale dei Precedenti. Duro come il diamante ma malleabile quanto lo stagno.”
“Molto bene, fräulein.” mi esorta Koltz massaggiandomi la tempia con la sua P38 “Non hai dimenticato le chiavi di casa, nicht wahr?”

La voce di casa, inudibile per altri, per me risuona prepotente quanto un gong. Chiudo gli occhi e apro il canale della mente per raccogliere la rifrazione dei nostri antichi cimeli, onde radio che viaggiano avanti e indietro in un loop infinito da migliaia di anni e che oggi trovano qualcuno a  rispondere.

La parete di roccia, solida e antichissima, inizia a ritrarsi come un’onda infranta sullo scoglio: una crepa sempre più vasta si disegna sul muro di pietra, dietro la quale uno spettacolo celato da secoli si rivela a occhi indegni.

Nella vasta sala sotterranea, un’enorme massa cristallina vagamente simile a una ciclopica manta ricopre l’intera volta della sala, terminando a terra con quattro appendici filamentose dalla superficie ondulata: protuberanze pari a consistente gocce si sporgono dallo scafo e appaiono in procinto di staccarsi, ma in ogni istante si racchiudono in sé stesse.

“Lo SmaragdSturm, stupefacente! Ma… come può volare con questa forma?”
“Sono aeronavi mutanti con un campo magnetico dissociato. Non seguono la gravità della Terra. Noi Xeniar le chiamiamo Vimana.”

“Ti siamo molto obbligati, fräulein.” ribatte Koltz, puntandomi la semi-automatica al volto “L’intera Germania ti è debitrice.”

“Potrebbe ancora servirci.” ipotizza Zukunft.
Nein, se la lasciamo vivere attiverà qualche arma a nostre spese.”
“No, non lo farò.” e per la seconda volta in tanti secoli, riscopro il piacere di sorridere “L’ho già fatto.”

Una delle protuberanze pendenti dal Vimana si solidifica sotto forma di una aguzza stalattite che, in un baleno, si fionda verso terra infilzando Zukunft come il porco allo spiedo quale è.

“Ecolocazione, come i pipistrelli.” spiego al crucco rimanente, toccandomi la tempia “Ho codificato nelle mie onde theta un protocollo di difesa contro gli invasori. Preparati a seguire il tuo amico.”

“Io non seguo nessuno, io precedo tutti!”

Una seconda colonna appuntita mira alla sua giugulare, ma si ferma a un centimetro da essa non appena il tedesco estrae dalle tasche una moneta argentea con un triskell impresso sopra.

“Dischi di controllo remoto, disattivano le direttive secondarie. Grazie, Hector!”

Con uno di quelli Koltz può davvero attivare il Vimana! Non c’è più tempo, mi scaglio contro di lui con tutta la mia velocità. Il primo colpo di pistola mi manca, il secondo mi sfiora il bacino, ma con il terzo mi centra un polmone alla perfezione.

Mentre la gola mi si riempe di sangue mi getto su di lui e con il mio peso lo faccio cadere a terra.

“Sei solo una povera creatura infelice che non ha altro che scopo che uccidere, mentre io voglio rendere migliore il mondo!” mi urla “Un mondo puro, libero dalle razze inferiori e dalla feccia umana!”
“Per quanto riguarda la feccia, sto per accontentarti.”

E’ un lampo, e finiamo entrambi trafitti, dilaniati dalla lama implacabile della nave.
“Non poteva colpirmi…” rantola Koltz, sputando bava mista a sangue.

“Lo so. Gli ho ordinato di colpire me.” gli spiego, e non sto molto meglio di lui.

“Io sono Koltz… la mia morte non è… contemplata…tornerò…”

Le sue ultime parole sono stronzate come tutte quelle precedenti.

Non posso lasciare che gli inglesi mettano le mani su queste armi, un giorno potrebbero farne un uso anche peggiore dei tedeschi. Con le mie ultime forze mi trascino verso la breccia e richiudo mentalmente la grotta. Senza di me non riusciranno mai a ritrovarla e a riaprirla.

So già che il mio maledetto potere mi riporterà in vita, ma ora che sono vicino al Vimana posso trasferire a lui la mia energia e ritardare il processo.

Le tenebre della morte che scendono finalmente a reclamarmi. Un oblio pietoso che attutisce le grida dei disperati che tormentano i miei sogni da quando sono nata.

Forse durerà soltanto pochi giorni, forse qualche anno, ma ora posso smettere di essere Vendetta.

Posso chiudere gli occhi, dormire… e non essere più nessuno.

Categorie

Lascia un commento

176 Commenti

  • Ciao! Sono riuscita a recuperare solo ora i capitoli persi. Ho passato più di un mese senza internet 🙁 bello,bello e ancora bello! Bravissimo! Un finale fantastico e un racconto stupendo. Un’unica pecca: che sia finito! 😀

  • Apprezzato. “Sospetto che mio padre avesse saputo fin dall’inizio che un bell’aspetto mi avrebbe aiutato nel mio lavoro.” mi piace. Mi è piaciuta l’ironia del protagonista, a parte “Armistead si è dimesso?”“Si è dimesso dalla vita” che è bruttina. Io mi sono iscritto a http://forum.spinoza.it/ per imparare a scrivere battute. Anche se è un po’ diverso con la satira, se ti ci metti migliori (dopo qualche mese di battute tristissime me ne hanno pubblicata una). Il tema cyberpunk-seconda guerra mondiale-spy-mistico con un Furer ancora più ‘potente’ mi sembra interessante e azzarderei anche originale. L’ambientazione mi sembra creata con precisione. Se ne facessi un libro lo comprerei sicuramente.

  • Non mi fraintendere, Nick, non sono di quelli che votano la cosa più assurda per mettere in difficoltà l’autore. Ma stavolta mi sono lanciata sul tasto: materia oscura che prevede distruzione totale… l’ho fatto perchè una sola nazione o l’intero pianeta non basterebbero a una trama come questa. Bisogna pensare in grande: annullare l’universo. Sarà che oggi sono molto avvilita… 🙁
    Tu lo sai che io ti adoro come scrittore… non farmi più trovare quei refusi di oggi…!!! 😉

  • La distruzione dell’intero pianeta non avrebbe senso, per i piani di conquista di Adolfino (alias Adolf Hitler), se non per minacciare i nemici. L’aeronave che può distruggere un’intera nazione può essere utile, sia per la conquista che per minacciare i nemici. Per il manipolatore di energia oscura, be’, bisogna vedere cosa si intende con distruzione “assoluta”

  • Secondo me, la prima opzione, quella della sconfitta di Vendetta, è l’unica che possa andare bene. La cattura di Potenza è fuori discussione. Se Zukunft viene catturato, l’intervento del nuovo personaggio sarebbe stato inutile.
    Vendetta cercherà, appunto, vendetta per essere stata sconfitta.

  • Ciao! Bellissima storia, complimenti! Non so come abbia fatto a non leggerla prima! la trovo avvincente, intrigate e inserita benissimo nel contesto storico! io voto per saperne qualcosa di più sulla misteriosa Geistmorgen perché mi incuriosisce parecchio. Al prossimo capitolo! 😀

  • Facciamola originale: andiamo alla sede di illustri letterari… all’industria chimica c’è andato Aroon, nell’ultimo Bourne… e nel raffinato bordello altri novemila tizi… 😉
    A parte l’infiltratore… che non mi risulta… so che sono INCURSORI, anche per esfiltrazioni, ma infiltratore… può essere solo un infiltrato… per il resto grande episodio… la storia prende vita… bravo come sempre.

  • Ciao Nick (posso chiamarti così qui, vero?). Che bella storia, che bei capitoli. Sai che in un certo senso vedo nella tua storia il dilemma che ho intravisto nella mia? Non è un racconto facile da categorizzare per TI. Non ti sto accusando di aver errato, anzi, probabilmente hai fatto la scelta giusta, ma questa storia forse è una sorta di gustoso cocktail tra avventura, fantascienza e un pizzico di giallo. Comunque, vada per la Germania. Alla prossima.

  • Andiamo in Germania.

    Ciao Nick,
    non sai che fatica ho fatto per trovarti. Ma perché hai messo questa storia in “avventura”? E’ tra le ultime che mi erano venute in mente. Vabbé, bando alle ciance: la storia è interessantissima, mi piace un casino, lo so non è da me parlare come una ragazzina di quarta elementare, ma mi piace proprio. Sei davvero una mente brillante.

    Seguo!!

    • I tuoi complimenti mi lusingano oltre ogni dire, non so come ringraziarti!
      Ho collocato la storia sotto “Avventura” in quanto sarà un’avventura dieselpunk (un po’ come un mix tra I predatori dell’arca perduta, Hellboy e Captain America), e temevo che “Fantascienza” la facesse percepire in maniera fuorviante.
      A presto e grazie ancora!

  • Mi piace l’idea dell’Ucronia.
    Scrivi molto fluido e con la giusta dose di dialoghi, inoltre debbo dire che tutti questi nomi strani, il noir rude e questi agenti segreti mi fanno pensare ad un figlio illegittimo di Rick Deckard (Blade Runner) e James Bond.
    E già il fatto che tu sia riuscito a farmi nominare questi due film nella stessa frase vuol dire che il prodotto mi interessa assai.
    L’humor è molto cinico e fantasioso.
    Il si è “Si è dimesso dalla vita” del primo capitolo mi ha ribaltato dalle risate dato che l’hai inserito in un contesto per nulla prevedibile, il secondo capitolo mi è piaciuto anche di più. Aspetto per il terzo che la sfera di cristallo non me la posso permettere con il mio stipendio.

    Voto senza ombra di dubbio per la “parentesi borghesotta inglese”, che li voglio vedere anche loro a sparare raggi gamma dalle tazzine cyberpunk. E perché mi aspetto un intrigo complottistico.

    P.S. A proposito di Mamma Oca: https://www.youtube.com/watch?v=gNayAdfuWU0

  • Meraviglia di incipit, sono già incollata allo schermo. Non so se riuscirò ad aspettare una settimana o più :P. Grande Ilario, scrittura curata e sintassi ad hoc. So già che dietro c’è una grande storia, la tensione si taglia con il coltello.
    Voliamo in Germania….. troppa curiosità!
    Inutile dire che ti seguo e spero non mi farai aspettare troppo 😛 !

  • Questo sito usa i cookies per migliorare l'esperienza utente. Cliccando su Accetto acconsenti all'utilizzo di cookie tecnici e obbligatori e all'invio di statistiche anonime sull'uso del sito maggiori informazioni

    Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

    Chiudi