L’immortalita’

Dove eravamo rimasti?

Ma se malauguratamente invece Alberto mi ritrovasse sotto la doccia con la tetta smunta, almeno appianerei la cellulite sotto al gesso?? No, ma almeno così tutti rivaluterebbero l'amore eterno,la tetta smunta e la cellulite ascellare salveranno il mondo (100%)

L’invidia del pelo

La buccia d’arancia,nome poetico per indicare una comitiva di grasso che ha fatto un campeggio abusivo in parti strategiche del tuo corpo e sapete qual’e’ la botta di culo??E’una cosa da donne!Come si diventa donne? No, non stiamo parlando di ciclo mestruale quindi rilassatevi.Io a 32 anni mi chiedo, come ci sono arrivata fino a qui, me lo chiedo ora perche’ ho ben due figlie che dormono,qualcuno di voi puo’ capire il godimento che sto provando ad ascoltare il ticchettio dei tasti e nulla piu’.Insomma come si diventa una Donna , madre di famiglia moralmente solida e psicopatica quanto basta da fare il gioco della mutanda a premi per vedere della cacca in un vasino?Se dovessi chiederlo alla chiara degli anni 88/89 avrebbe risposto , io voglio essere un uomo o mio padre o quello che conta i soldi in banca quando vado con babbo.Non che mio padre fosse un multimiliardario, ma ricordo che andavamo sempre in banca(probabilmente per cose pure cacacazzi e niente di buono), tutti lo salutavano e lo chiamavano per nome, faceva figo nella mia testa era uno importante.L’uomo che contava i soldi mi affascinava per la sua manualita’ e abilita’ nel far scorrere le banconote tra le mani e contarle.Ad oggi se ho 60 euro in mano li conto sempre tre volte perche’ sono totalmente imbranata con i conti, ma lui era il super eroe della lira, ovunque tu sia omino della banca nella piazza di Frattamaggiore eri il mio idolo!Ma dall’uomo banconota ad oggi ci passa l’adolescente leopardi,la tardo adolescente esuberante tardiva e poi la fase del sono troppo figlia per fare la madre.Come si diventa donna?Tra l’altro ho sempre pensato che l’uomo sia migliore…lui puo’ fare pipì dove vuole e non ha il ciclo, se fa un rutto gli amici ridono ….e se esce vestito a cazzo nessuno se ne frega, vi garantisco che se molti potessero scegliere, nessuno farebbe la donna.L’uomo dopo due figli e’ uguale a prima….La donna da miss muretto a gattuso in 18 mesi enciclopedia breve di un disastro umano.L’uomo è meraviglioso, per questo lo amiamo, ha tutto quello che noi non abbiamo, compresa la liberta’ di essere pelosi(altro che invidia del pene,noi il pelo invidiamo!) Come si diventa una donna? Perche’ ci si rassegna al ruolo assegnatoci della natura beffarda, ci abbracciamo un pacco di assorbenti, un moment act e il dvd di dirty dancing e queste siamo noi, non si puo’ interpretare sempre ruoli fighi, il lavoro sporco qualcuno lo deve pur fare.Si diventa donne , ma come nessuno lo sa….è una magia, venuta male.Insieme a questi uomini che ci lasciano la tavoletta con dedica nel bagno tutto funciona per un misterioso sortilegio, perche’ l’amore e’ quello, un vero e proprio sortilegio che offusca i sensi.

Perche' l'amore offusca i sensi?

  • approfondiremo la vita di una coppia tipo moderna (50%)
    50
  • Parleremo dell'uomo nelle prime uscite e nel magico mondo delle promesse imopossibili (50%)
    50
  • Parleremo delle donne sottoforma di trasformiste menzognere (0%)
    0
Loading ... Loading ...
Categorie

52 Commenti

  • E io che pensavo di aver scritto una storia divertente! 🙁 leggo te e non faccio che ridere… e allora dai, grande! Fammi ridere ancora!!
    Seguo volentierissimo e voto 50 sfumature…

  • A costo di mandarti in parità dico 50 sfumature di grigio. Con questo episodio su Masterchef mi hai fatto proprio morire dal ridere. Brava! 😀
    Sono proprio curiosa di vedere come triteresti questo libro.
    Leggendo i commenti vorrei aggiungere una cosa. 50 sfumature di grigio nasce da una fan-fiction (credo si scriva così, se ho sbagliato termine scusa) basata sui personaggi della saga di Twilight. Tutto in versione erotica. E’ curioso vedere come EL James abbia scritto il primo capitolo dal punto di vista maschile. Perché anche la scrittrice di Twilight aveva iniziato, a suo tempo, a scrivere il suo primo romanzo dal punto di vista del vampiro.
    Comunque, qualunque sia il tema del prossimo episodio … falli neri! 😀

    • Carissima!! Ma ci conto sulle 50 sfumature le tengo appese in gola proprio, ci vogliono la frusta e le manette per le lettrici di questo coso con le pagine tanto adulato, ma non per tirare fuori la loro libido sopita!

  • Ciao! 🙂 splendido anche questo episodio!!! Mi ha fatto morire dal ridere dall’inizio alla fine! 🙂 io voto i salutisti e gli sportivi per il prossimo capitolo! Non diamo troppa importanza alla scrittrice mediocre di 50 sfumature..ne ha già troppo immeritatamente! 😀

    • No, ma sul serio oggi mentre guardavo distrattamente la televisione , ho sentito che ora ha scritto la stessa assurda cazxxta dal punto du vista di lui. Un applauso, fantasia portali via tutti proprio!

  • Tu saresti perfetta per “quelle che—50 sfumature di grigio—

    Sul tema farei volentieri una vera chiacchierata con te,… sapresti farmi ridere ma anche riflettere, credo…
    Ah… il suo nome è Anastasia, come la tipa de “la bella e la bestia”, o sbaglio?, io non ho figli, seguo poco le favole… ma mi pare così. Poi lui… Gray… se ti dicessi quanti Gray esistono su quella lunghezza d’onda su prodotti cinema, tv e anime… c’è una ragione subliminale, pensa.
    Io detesto quella casalinga del cazzo che è stata strumentalizzata per sentirsi brava e portare il suo prodotto in auge per una questione puramente commerciale che nulla ha a che vedere con la letteratura. Cosa dovrebbe dire Dante? Caxxo, tutti pensano che sia stato all’Inferno. Ma non ci è mai stato. Solo che lui è un vero scrittore.

    Il tuo episodio mi ha ricordato me stessa… un letto di questo, una spruzzata di quello, un’intuizione di lime… ahahahaha, io dico sempre: è pronto, venite!! senza letti, spruzzate e intuizioni… che somiglierebbero più a un massaggio erotico che a un piatto di portata.
    Sei sempre la migliore e … anche molto bella, a quanto pare.
    😉

    • Un intuizio e di lime ….ahahahahah pure il lime ha il suo intelletto geniale. La protagonista della bella e la bestia conserva la sua dignità e si chiama Belle, Anastasia ha un cartone tutto suo dove è una principessa che non sa di esserlo e si innamora di uno sfigato qualunque e poi vissero felici e contenti.La gente ha fatto un casino, hanno creato un caso che poi l’età di Lulu’ era molto più figo, l’amico del fratello più grande di lei è stato un caro amico della mia torbida adolescenza, lui faceva di meglio e non aveva un nome ridicolo.Ma la casalinga torbida scrittrice fa più notizia.Non mi dilungo. Io ti voglio bene assai come alle mie figlie, le incoscienti che mi dicono che sono bella passano a 3 I love you!

    • Grazie Maria,sono contenta che questo minestrone riesca bene,pure fuori stagione,solo a pensare al minestrone ho le ascelle emozionate.Vedo che la faccenda Master chef vi tocca,ammettetelo pure voi avete amici che vi fracassano le palle con i loro piatti fotografati su whatsapp!

  • Caxxo, mi hai fatto piangere.

    “l’amore rende tutto straordinario, pure quello che non ne vale la pena.”… lo stamperei sulla maglietta che indosso…

    Facciamo causa a Masterchef.

  • Sempre bellissimi e divertenti i tuoi episodio.
    Voto per crescere i figli. Mio fratello mi aveva rifilato un tamagochi, io mai mi sarei sognata di comprarlo. Mi divertivo a farlo crescere un po’ e poi lo “resettavo” e ricominciavo da capo. Scusa, oggi mi sento un po’ come la signora a caso 😀

    • Ahahahahahah no ma fai pure del resto oggi al supermercato la cassiera mi ha tenuto li a raccontarmi quanto lei ama lo zenzaro e tutte le aue proprietà, mentre io restavo li con il mio bancomat e l’aria mortificata per le vestemmie che volavano dalla fila che sinstava creando.Per me è tutto normale!!

  • Ciao! Bellissimo anche questo episodio!!! Ahahahah, capisco perfettamente il tuo problema, perché tormenta anche me. Mi capita davvero spesso che gente di qualsiasi età e in qualsiasi luogo si metta a raccontarmi vita, morte e miracoli, come se glielo avessi chiesto 🙂 inizialmente, devo ammetterlo, provo l’impulso di andarmene, ma poi penso che forse se lo fanno è perché sentono il bisogno di parlare con qualcuno dei propri problemi e non hanno nessuno con cui farlo. E, dato che in fondo a me non costa niente prestare loro ascolto per qualche minuto, solitamente mi ritrovo a chiacchierare con sconosciuti come se ci conoscessimo da anni 🙂 io voto crescere i figli! 🙂 al prossimo! 🙂

  • Voto: raccontaci di come hai cresciuto i tuoi figli… dato che persino col Tamagotchi….!!! Dio! Il Tamagotchi! Me lo ero dimenticato. 😉 Io sono stata furba, all’epoca. Non ho mai voluto averci a che fare. Lo cresceva mia sorella, e lo cresceva bene… sarà arrivato a cent’anni. Io la ritenevo una inutile perdita di tempo. E anch’io sono sempre stata mezza sociopatica ma infilata continuamente in mezzo alla gente, persino a presentare spettacoli nelle piazze e nei teatri!, io!, che al bar spingevo avanti mia sorella e le sussurravo: chiedi un caffè? perchè nemmeno avevo il coraggio di ordinarlo da sola. ahahaha, perciò ti capisco, cioè capisco la protagonista di questa storia… ma non ce l’ho col mondo, adess;, lo trovo troppo triste per essere disprezzato. Si disprezza l’abbondanza, la superficialità, l’ozio, lo spreco… ma la tristezza è sintomo di umanità e in giro ce n’è davvero troppa per non accorgersi che c’è molta umanità.
    Riesci sempre a farmi pensare… sarà per questo che tutti vogliono parlare con te… perchè dici ciò che gli altri si limitano a pensare…… ma non hanno genio di raccontare.

    😉

  • Mi unisco alla maggioranza di io, me e altra gente.
    L’episodio sulla descrizione dell’uomo mi ha fatto molto ridere. Ti dirò tra la descrizione della donna che hai fatto nel quarto episodio e quella emersa di riflesso nell’episodio precedente preferisco quest’ultima.

  • brava come sempre, non c’è che dire…condivido molto di quello che ti ha scritto Ale. 🙂
    Io, per esempio, so vanesia . 😛 Ma lo faccio ogni giorno per me, mai per gli altri. 😉 Della serie, vado martedì dal parrucchiere quando il primo giorno utile della settimana per uscire è il sabato! 😀
    Io me e troppa gente.

    • Io credo che nel voler apparire migliori, nel voler celare i difetti, lo si fa sempre per se stessi come base è autoconvincimento.Come mi disse un amico ai tempi della mia leopardiana adolescenza:”Tu sei il promoter di te stessa,se non credi nel prodotto nessuno lo trovera’ invitante!”.Io ero una di quelle integraliste del me ne fotto che riassumeremo in non mi trucco,non mi vesto alla moda e manco da femmina e voglio mangia’ come se i maya c’avessero ragione.Non funzionava, per alcuni l’artificio è doveroso e ne conosco tantissime,alcune addirittura con lenti a contatto colorate perche’ l’occhio chiaro e’ piu’ figo.Io canzono sempre gli eccessi a cantare le lodi è troppo facile.Così ho immaginato la vita tipo di una che vuole seguire i bombardamenti di consigli che arrivano da cliomake up a tutti i curvyblog del mondo questo ne sarebbe il cinico risultato!Che poi esistano uomini con calzini nelle mutande e’ poco ma sicuro, ma di norma loro sono molto meno ossessionati di noi, complice il fatto che a noi donne riesce a piacere quello che di loro non si vede, altrimenti solo youporn li potrebbe salvare!

  • Io, me e troppa gente mi interessa di più.

    Perché hai usato lo stamaptello, stavi gridando?

    Lo sai…. mi hai fatto sorridere, come al solito. Però adesso ti dico una cosa: conosco uomini che passano molto tempo a farsi depilazioni e muscoli. Non è vero che si accettano per quello che sono.
    Conosco donne che si passano il rasoio al volo e non sanno manco mettersi il rimmel e escono. Non hanno nessuno degli artifici di cui parli.
    E ora l’ultima rivelazione: io sono pigra e mi piace uscire jeans e maglietta, niente trucco. Ho lavorato come giornalista televisiva per molti anni e questo mi ha costretta a parrucchiere e estetista ogni volta che si doveva andare in scena. E così, un giorno, ho smesso. Basta televisione. Ora sono dietro la telecamera, pur di non dovermi più truccare e stirare i capelli. E mi sento libera! Infatti sono in giro oggi, in leggings e canotta, ballerine e niente trucco! hahahaha
    Questo per dire che non siamo tutti uguali, menomale… sono sicura che anche tu sei una persona molto vera, si legge, per questo riesci a ridere di tutte le sciocchezze delle donne… ma io conosco molti più uomini vanesi che donne…
    Brava come sempre… ma ti prego in futuro niente stampatello! 😉

    • Mea culpa stavo scrivendo con una mano sola sul cellulare (una faticata che manco ercole) e per pigrizia non ho tolto la maiuscola fuggita e riscritto, non ce la potevo fare.Sono sempre eccessi di cui parlo, seguo vari blog in cui per inculcare amor proprio suggeriscono stratagemmi di vario tipo è da li che è stata partorita questa visione.Io sono la prima che va in giro come capita, anche quando avevo tempo non ero una maniaca, ma ne conosco tante e a loro era dedicato.Per molti,ma non per tutti!Di uomini vanesi ce ne sono e ho un pezzo pure per loro, ma è evidente che noi donne siamo avvantaggiate da tutta una serie di cose a noi concesse per attirare l’uomo come un pavone con la sua coda sviamo dal fatto che siamo tacchini colorati :p :p

  • Ciao! Ho letto tutti i capitoli che hai scritto finora, ma questo mi è piaciuto in modo particolare. Ironico e pungente ma verissimo! Mi piace davvero tanto il tuo stile, bravissima! 😉 io voto per le suocere! Sono curiosissima di leggere il prossimo episodio..ti seguo! 🙂

    • Grazie, sono contenta di aver reso l’idea’ e regalare dei sorrisi.Perdonate strafalcioni che ho notato solo dopo la pubblicazione, ma procateci voi a scrivere con un tenero koala rigurgitante sulla spalla!

  • Già questo due episodio mi hanno fatto morire dal ridere. Leggendo l’ultima parte del secondo episodio mi sono ritrovata a dire “ma sono io!” 😀
    Voto per l’approfondimento della vita di coppia.
    Ovviamente ti seguo.

    • grazie mille davvero,vi accontentero’ presto facendo un analisi di tutti gli uomini che ho avuto a tiro nella mia vita.Un catalogo antropologico che ci fara’ davvero tornare il buon umore anche in piena sindrome premestruale!

  • Vai con le promesse impossibili! 😉

    Ti dirò… il tuo discorso non fa una piega…. ma la verità è che qualunque essere animale debba superare delle dolorose prove fisiche è destinato all’evoluzione, per cui una donna è un essere superiore. Un uomo – visto con questa tua lente – direi che resta all’involuzione. Ma non sono affatto femminista, beninteso. Tiro le somme della tua riflessione. Per fortuna non sempre è cosi 😉 Però le donne non sono solo madri e figlie, sono anche un punto di riferimento in un Universo di punti di caos.
    Prendi questo giorno, ad esempio: oggi è l’anniversario della prima astronauta donna che raggiunse lo spazio. Sally Ride. Una donna 😉

    • L’uomo e’ una molecola semplice sta li con i suoi due neuroni e le mani nelle mutande a rimestare sempre qualcosa…eh si forse dovrebbe un pelo evolversi, ma ne parleremo delle sue evoluzioni positive , qualcosa i tempi moderni gli hanno lasciato. Le donne sono un meraviglioso spunto per tutto e riescono in tutto e il mio non e’ per nulla femminismo.Le donne sono come Forrest Gump, travolte e sconvolte dagli avvenimenti ne escono sempre con qualcosa di buono!Grazie Alessandra per i tuoi commenti 😉

      • Grazie a te, mi piace intavolare conversazioni sulla base di episodi, qui dentro non capita spesso….
        Comunque…. ora non dimentichiamo che – ad esempio, che ne so, uno a caso – Nicola Tesla era un uomo.
        Vero che – secondo me – era un alieno, ma….

        😉

  • Rivaluteranno l’amore eterno e la cellulite salverà il mondo.

    Benvenuta!!
    Hai due figli e descrivi gli uomini come tipi che non riescono neppure a centrare il cesto dei panni sporchi… divertente! Leggo nella sinossi che si tratta di una serie di foto, di vita che scorre, di spaccati di vita insomma. Bene, mi metto comoda. Già il primo fa sorridere e riflettere al contempo.
    Pompei sarà niente paragonato a te descritta dal pronipote di Piero Angela, ahahahah

    Seguo la storia.

  • Questo sito usa i cookies per migliorare l'esperienza utente. Cliccando su Accetto acconsenti all'utilizzo di cookie tecnici e obbligatori e all'invio di statistiche anonime sull'uso del sito maggiori informazioni

    Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

    Chiudi