Il lupo che è dentro di te

Dove eravamo rimasti?

Cosa faranno i nostri eroi? Si trasformeranno in lupi (67%)

Il mondo delle stelle

“Se restiamo fermi qua.” Borbotto seccata. “Moriremo di sicuro…” Dico rivolgendogli uno sguardo tra l’esasperato e il divertito. 

“Così non mi aiuti sai…” Dice appoggiandosi ad un albero. “Una soluzione c’è…ma è rischiosa per te.” Dice guardandomi con apprensione. 

“Spara!” Dico convinta. 

“Trasformarsi in lupo Vivì. È l’unico modo per riuscire ad uscire di qua sani e salvi…spero.” Dice lui poco convinto. 

“Come si fa?” Chiedo in preda all’entusiamo. 

Lui alza lo sguardo al cielo e borbotta qualcosa in una lingua a me sconosciuta. 

“Allora…” Dice lui prendendomi le spalle. “Devi cercare di sentire il respiro della natura. Devi fonderti con esso e lasciarti andare; solo così troverai il lupo che è dentro di te.”

Mi cerco di rilassare e sentire qualcosa. Ma quello che regna sono gli schioppi dei fucili e dei rami rotti. Cerco di rivolgere lo ‘sguardo’ altrove e ad un certo punto sento qualcosa. Qualcosa che pulsa e che lentamente si trasforma in una canzone dolce e mielosa che esprime la bellezza e la gloria della natura. 

Mi perdo in questa musica e sento qualcosa che avanza. Apro gli occhi di scatto e non trovo Dylan. Sono in un posto completamente diverso. Una radura con un torrente limpido e pulito. Gli alberi sono verdi e rigogliosi e cantano?

“Uh! Uh! Guardate lì!” Urla una voce infantile. 

La musica si blocca di colpo e gli alberi rivolgono la loro attenzione a me. 

“Chi sei?” Chiede una voce roca e potente. “Rivelati!” 

Io non parlo sono troppo impaurita. Ma una voce calma e profonda risponde al mio posto. 

“Tranquillo Imaan. Lei è con me.” Dice la voce. 

Guardo la cosa che fa uscire quella voce: è un lupo. Un lupo bianco che risplende di luce propria, illuminando la radura. 

“Chi è questa giovane mortale Silas?” Chiede Imaan preoccupato. 

“È con me.” Ripete il lupo dolcemente. “È una dei miei Imaan.” Dice Silas sorridendomi. 

Si diffonde un mormorio sommesso. 

“SILENZIO!” Tuona Imaan. “Come con te Silas? Ci avevi detto che non avremmo più ricevuto visite di questo genere!” Dice Imaan contrariato per poi corrucciarsi all’istante. “Dimentico che voi Lupi avete la brutta maniera di mentire…”

“Imaan! Come osi?! Dare del ciarlatano a Silas! Uno degli Alpha del mondo delle stelle!” Dice un’altro albero facendo trasparire il disgusto dalla propria voce. 

“Cortana, tranquilla. Sono venuto a parlare con Vivì. Seguimi.” Dice Silas avviandosi lungo uno stretto sentiero. 

“Bene Vivì. Chi ti ha condotto qua?” Chiede Silas calmo. 

“Dylan. Stiamo scappando dai cacciatori…” Dico lentamente iniziando a sentire dolore in tutto il mio corpo. 

“Parlerò con suo padre.”Dice Silas compiaciuto. “È stato coraggioso a condurti qui con la mente. Sentirai dolore figlia dell’Alba. La prima trasformazione è sempre la peggiore.” Dice lui con una nota di tristezza.

Sento le ossa bruciare e mi viene da vomitare. Mi butto per terra e ci resto sentendo la terra umida sotto di me. 

Riapro gli occhi e vedo Silas che ‘sorride’ soddisfatto. 

“Molto bene. Ora devi vederti.” Dice riprendendo a camminare. 

Mi rendo conto di essere a quattro zampe e di camminare più velocemente. 

Silas mi porta ad una pozza d’acqua e io ci guardo dentro: vedo un lupo bianco con gli occhi marroni e le punte delle orecchie picchiettate di marrone come se fosse ombretto in polvere caduto sulla neve.

“WOW!” Dico guardandomi dentro lo specchio d’acqua. 

“Non avevo mai visto un lupo dell’Alba con le punte delle orecchie marroni…” Dice Silas. Io lo guardo confusa e lui risponde: c’è sempre una prima volta per tutto giovane Alpha. 

“E adesso?” Gli chiedo preoccupata. 

“Tornerai da Dylan. Lui è preoccupato. Nel tuo mondo ti stai contorcendo di dolore giovane Alpha. Tu l’hai sentito per un istante, ma lì (anche se la tua mente è altrove) il tuo corpo è contratto da un dolore immane ragazza mia.” Dice Silas allontanandosi. 

“Cosa devo fare Silas? Che compito devo svolgere?” Gli grido dietro mentre lui si allontana. 

Lui sorride e i suoi occhi brillano per un istante facendo invidiare le stelle che brillano nel mio mondo.

“Il tuo istinto Alpha è la cosa giusta da seguire…ma visto che sei ancora un cucciolo ti darò una mano. -Dove il sole incontra il mare là la spada dovrai posare e in quel modo il tuo popolo potrai trovare e guidare.-” Silas scomparve in mezzo agli alberi, proprio come era apparso prima nella radura. 

Sento delle mani che mi toccano. Alzo lo sguardo e vedo Dylan: è bianco come un cencio e sudato.

“Stai bene Vivì?” Chiede lui preoccupato; poi si alza e mi guarda. “Sei proprio una bella lupa sai? Non avevo mai visto un animale così puro e semplice in tutta la mia vita.” Dice lui prima di trasformarsi. 

“Non ti fa male?” Chiedo curiosa. 

“Dopo quindici anni che lo fai ti abitui al dolore…” Dice lui scrollando la schiena. “Andiamo Alpha!”

Cosa faranno adesso Dylan e Vivì dopo che si sono trasformati?

  • Vivì scorgerà ancora Silas durante il suo cammino e lei e Dylan lo seguiranno. Silas li porterà nel punto in cui il sole tocca il mare (100%)
    100
  • Dormiranno in una grotta e verranno accerchiati dai cacciatori (0%)
    0
  • Passeranno la notte correndo a perdifiato e arriveranno in una zona con simboli antichi che parla di un punto in cui il sole tocca il mare (0%)
    0
Loading ... Loading ...
Categorie

Lascia un commento

16 Commenti

  • Ok, a parte un salto scena un po’ veloce, forse dovuto ai caratteri limitati, la storia sta prendendo una piega che sembra interessante.
    Questa volte le opzioni sono tutte interessanti… io voto che i lupi sono stati attirati dalla luce (glielo aveva detto che non era quello il momento 😉 ).

    Ciao 🙂

  • Ciao!
    Apprezzo sempre chi fin da subito ha il coraggio di buttarsi e far leggere ad altri i propri scritti; io alla tua età a stento facevo leggere qualcosa a mia madre…
    Si vede dallo stile che sei molto giovane, ma lo stile matura col tempo. Per ora mi limito a consigliarti di andare sempre a capo nel discorso diretto, in modo che si capisca bene quando parla uno e quando l’altro, e per evitare di far sembrare tutto troppo veloce.
    Ho votato per sentire la storia. Bella l’idea!
    A presto 😀

  • Questo sito usa i cookies per migliorare l'esperienza utente. Cliccando su Accetto acconsenti all'utilizzo di cookie tecnici e obbligatori e all'invio di statistiche anonime sull'uso del sito maggiori informazioni

    Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

    Chiudi