La mia vita, da capo.

Dove eravamo rimasti?

Che cosa faranno Stephan e Rose? Indagheranno sulla collana (67%)

2:00

l’incontro avuto la mattina continuava a ronzarmi in testa, Stephan, la collana, tutto sembrava così surreale. Erano le 2:00 del mattino, ma visto che di chiudere occhio non ne avevo nemmeno mezza intenzione, decisi di scendere dal letto ed esplorare la casa, senza zia Belle tra i piedi sarebbe stato tutto molto più semplice e forse, avrei trovato qualche informazione  in più sulla collana. Scesi le scale e con sorpresa vidi la luce del piccolo soggiorno accesa. – Zia Belle sveglia a quest’ora? Non credo proprio.- dissi tra me. Scesi completamente le scale e rimasi pietrificata. 

Due uomini, completamente vestiti di nero, si aggiravano furtivi nel mio piccolo nuovo soggiorno, d’istinto mi ritrassi tappandomi la bocca risali di soppiatto i scalini, passo dopo passo, ma uno di questi cigolò, trasalì.

-Che ci fai sveglia, piccola?- mi disse zia Belle da in cima le scale, – Cazzo- pensai e in un secondo: io, zia Belle e i 2 sconosciuti eravamo nella stessa stanza. Zia Belle, corse verso di me, superandomi con un balzo, scaraventò i 2 malviventi contro il muro. Dalla mia bocca uscii solo un -Cosa?!?-. Sgranai gli occhi quando vidi una strana protuberanza uscire dalla mano della mia dolce zia, una macchia nera in forme, era la sua ombra, la sua ombra aveva preso vita.

Scagliò il primo fendente verso l’uomo più alto, ma con facilità schivò il colpo e dalla giacca estrasse un piccolo machete, ma non un machete qualsiasi intorno alla lama galleggiava nell’aria la stessa macchia nera  di mia zia.

Ripresi luciditá e corsi il più veloce possibile le scale, voltai a destra e mi chiusi in camera, spostai letto, comò, qualsiasi cosa a tiro per bloccare la porta, -COSA DIAVOLO STA SUCCEDENDO?- pensai. Non ci potevo credere, stavo sognando, niente era reale. Decisi di nascondermi nell’armadio, non sapevo cosa fare e nemmeno cosa pensare. Nel momento esatto in cui entrai, la porta della mia camera di spalancò lanciando letto e gli altri oggetti per tutta la stanza e una voce rauca e infernale disse – Dove ti nascondi pulcino? – sobbalzai, sicuramente mi avrebbe trovata, mi tappai la bocca spaventata dal fatto che potesse in qualche modo sentire il mio respiro. Sentivo i suoi passi avvicinarsi sempre di più, l’ansia alle stelle, cosa stava succedendo? Perché a me?

Proprio in quel momento, la collana che avevo al collo, si accese, una luce fortissima riempi il piccolo vano dell’armadio, d’istinto la presi tra le mani per nascondere la luce, ma scomparve. L’armadio si aprì e vidi zia Belle sudata e imbrattata di sangue porgermi una mano, uscii e vidi camera mia distrutta, lo sconosciuto a terra e io con un tonfo, svenni per terra.

Cosa succederá ora?

  • Stephan c’entra qualcosa con la scomparsa della collana e degli sconosciuti. (50%)
    50
  • Zia Belle le dirà la verità. (50%)
    50
  • Rose andrà alla ricerca della collana. (0%)
    0
Loading ... Loading ...
Categorie

Lascia un commento

3 Commenti

  1. Ciao,
    vedo che nel tuo racconto c’è un po’ di tutto: una storia famigliare, una storia d’amore e persino un giallo – la collana – il cui intrigo pone molte domande e che probabilmente ci regalerà un intreccio alla The Vampire Diaries, non nel senso vampiresco della forma, ma in quello delle tradizioni che tornano, delle persone che si ritrovano, degli incontri occasionali che si rivelano fatali e scritti in un destino già segnato. In altre parole nonostante si noti che tu non sei ancora matura come narratrice e che dovresti affinare il tuo stile, hai creato una storia intelligente e per niente banale, anzi direi molto efficace. Ho deciso di seguirti e di incoraggiarti. Scrivi e non ti perdere d’animo. Io dico sempre: meglio un solo lettore che davvero mi apprezzi che mille lettori per caso… 😉
    Indagheranno sulla collana…

Questo sito usa i cookies per migliorare l'esperienza utente. Cliccando su Accetto acconsenti all'utilizzo di cookie tecnici e obbligatori e all'invio di statistiche anonime sull'uso del sito maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi