ladro di storie

Dove eravamo rimasti?

pur mantendendo il respiro EROS, indicate il tema finale preferito "Noir" (57%)

La fine è nota?

una favola 

un episodio

per vivere bisogna avere il coraggio di chiedere aiuto

per morire forse anche

Ornella quella sera fu perfetta, come solo le donne importanti sanno fare. Raffaele si trovò spesso al centro dell’attenzione, ne rimase sorpreso e compiaciuto. Il capo non riuscì a dissimulare fastidio e rabbia verso di lui, tanto che iniziò a corteggiare Ornella con insistenza… lei alla fine accettò di ballare e subito dopo si appartò con lui per un solo minuto, uno solo.

Quando tornò da Raffaele aveva stampato in volto un sorriso soddisfatto e dolcissimo, lo baciò sulle labbra e disse che sarebbe andata in bagno.

Da quel momento nessuno seppe più nulla di lei.

Quella notte stessa l’amministratore delegato si suicidò lasciando solo una lettera da consegnare agli azionisti.

Raffaele pochi giorni dopo fu convocato e nominato a sua volta AD della società.

Non smise mai di cercarla… sulla sua scrivania una piccola foto di lei

Categorie

Lascia un commento

146 Commenti

  1. Ciao Gianfranco, ho finalmente trovato il tempo
    di leggere il tuo racconto. Preciso che non sono esattamente un appassionato di eros (salvo rarissime eccezioni, ho letto un paio di racconti su questo sito, niente di più) e che per questo motivo le mie osservazioni potrebbero essere viziate da un disinteresse per il genere piuttosto radicato. Trovo che il tuo racconto abbia delle potenzialità inespresse o, comunque, espresse solo a tratti. C’è molto su cui lavorare, a partire proprio dalla caratterizzazione dei personaggi, troppo vaga e stereotipata (almeno per l’idea che ho io del genere eros). Anche i dialoghi non mi hanno convinto del tutto, mi sono sembrati poco naturali, da fiction televisiva, tanto per intenderci. Io amo molto ascoltare le persone e nessuno parla in quel modo. Le ‘scene’ sono quasi tutte al chiuso, come credo sia naturale, e dal punto di vista descrittivo funzionano. Ho avuto la sensazione che non sempre sfrutti tutti i cinquemila caratteri a disposizione. Secondo me dovresti farlo. Magari sfruttando lo spazio a disposizione per spiegare meglio le dinamiche e il funzionamento dei siti di incontri erotici (ma magari sono poco chiare solo per me). Per quanto concerne il discorso diretto, devo dire che anche a me piace il buon vecchio botta e risposta, ma dovresti provare ad introdurlo o accompagnarlo più spesso, magari descrivendo anche le sensazioni di chi parla ( cosa che hai fatto benissimo, ad esempio, nella parte finale del nono). Mi piace molto l’uso del tempo presente e lo trovo molto adatto al genere (aiuta a catturare l’attenzione dei lettori e li rende partecipi di cio che accade, trasformandoli in una platea silenziosa di vojeuer). E a questo proposito ti faccio i complimenti per la descrizione delle scene di sesso estremo, molto efficaci e coraggiose. La trama e ben congegnata, l’intreccio non e molto complesso (ma dopotutto si tratta di un racconto erotico e non di un giallo). In definitiva la trovo una buonissima prova, migliorabile, questo sicuramente sì, ma comunque di gradevole lettura. Mi scuso sin da subito per la
    schiettezza, ma penso che meriti un po’ più di un vago “proprio un bel racconto”. La possibilità di confrontarsi con altri autori ritengo sia una delle cose migliori di questo sito e non sfruttarla trovo sia da stupidi… Ah, dimenticavo, per me il finale deve essere ‘noir’!

    • Non so proprio come ringraziarti per la lettura e il commento così pacato e competente.

      Anche se son rimasto senza parole! Non ritengo che questo mio racconto meriti tanta attenzione da parte tua (per intenderci è un raccontino di basso profilo e mi dispiace che tu abbia dovuto usare tanto tempo). Ovviamente mi fa piacere e tanto!

      Nel dettaglio ho apprezzato soprattutto la puntualità della critica su dialoghi e personaggi (concordo con te ed altri lettori, ne sono consapevole e non ci ho lavorato abbastanza bene per porre riparo, PERDONATEMI). Se dovessi farla io una critica sui miei dialoghi e spessore di questi personaggi, non sarebbe così garbata né diplomatica!

      Inoltre hai colto i segnali di stanchezza e poca convinzione… nello scarso utilizzo dei caratteri a disposizione (quando senti di aver poco altro da dire, succede!)

      Faccio tesoro, come sempre, del tuo e degli altri commenti — proverò a riscattarmi nel capitolo finale, ma sarà “mission impossible”… sarebbe come se un pugile potesse vincere un incontro combattendo bene solo il dodicesimo e ultimo round.

      Un saluto affettuoso e colgo l’occasione per augurarti buon anno nuovo.

      gieffe

      P.S. spero di riuscire in tempi ragionevoli a rileggere il tuo bel racconto e aggiungere qualche commento utile.

  2. Noir… perché no?
    Molta fantasia, bravo.
    Poco apprezzato il tema musicale (poverino, non per colpa del maestro) è che quel film l’ho trovato stupido, tratto da un racconto insignificante: doppio sogno.
    E’ l’erotismo ipocrita delle persone tiepide. Non mi piace, per me, finché non si vive l’esperienza non se ne può nemmeno ragionare con troppa cognizione.

  3. un finale Noir….
    che dire, se sbaglio correggimi….ho notato che hai scritto questo capitolo un pò in fretta e furia…forse più breve degli altri…qualche errore di grammatica (ad es. RAFFELE nelle prime righe, oppure NIENTE scritto senza maiuscola nel quarto rigo)…che ti sia stufato anche tu???dai, siamo al termine!!!! 😉

  4. Noir.
    Non ho visto il film, e dopo aver letto la trama ho pensato che fosse il finale più appropriato, magari Raffaele si risveglia da un incubo e risolve le incomprensioni con sua moglie 🙂 lo so, sono un’inguaribile romantica ma i finali drammatici proprio non li sopporto. Sono sicura che non sarà la mia opzione a vincere, pertanto ti chiedo un po’ di clemenza per i protagonisti… nessuno è perfetto e tutti hanno diritto ad una seconda occasione 🙂
    Ciao, ci si vede per il gran finale.

  5. In minoranza ho votato un pretesto di lavoro, che forse è la scusa più vecchia del mondo 🙂
    Finalmente ho letto tutto il tuo racconto, Gianfranco. La trama mi piace, credo però che dovresti curare un pò i dialoghi specificando chi parla ad ogni battuta. Anche un poco più di attenzione alla sintassi, certi periodi sembrano scritti di fretta.
    Ma, ripeto, lo svolgimento mi piace…alla prossima.

    • Non ho scuse… mi impegno anche, ma i dialoghi sono uno scoglio per me invalicabile. Sapessi quante settimane ho passato a riscrivere quello che leggo/scrivo usando i dialoghi!
      Per quel che riguarda la sintassi non me ne sono accorto… e ciò è ancora più terrificante, quindi se puoi e se vuoi, segnalami qualcuno degli orrori che ho commesso.
      Te ne sarà grato e ricambierò sicuramente il favore
      grazie ancora per la lettura
      gieffe

      • Ora non ho possibilità di segnalarti le imperfezioni che ho notato, ma ti prego di non parlarmi come fossi un’insegnante 😀 errori ne commetto anche io, e tanti. Ed è proprio grazie alla frequentazione di questa piattaforma che ho capito come migliorarmi: io avevo addirittura timore di inserire i dialoghi, figurati.
        Al prossimo episodio sarò più specifica 🙂 grazie a te.

  6. Direi sentimenti! Non puoi chiedermi altro, dopo tutto quello che hai combinato con questi “poveracci” 😉
    Ho letto la tua replica a Danio, devo confermare che sei stato frettoloso e a volte superficiale nella caratterizzazione dei personaggi, tanto da farli sembrare talvolta equivalenti nei toni e nelle reazioni. Tuttavia è esplicito che sei molto abile a coinvolgere nella scena, mostrando sempre in modo vivido l’azione e per questo direi che con la prossima storia non avrai problemi di ambientazione o struttura narrativa, dovrai solo dare un’anima netta al protagonista che sceglierai e così scriverai qualcosa di davvero buono. 😉

  7. Bene.
    Ho letto da principio tutta la storia e devo dire che è scritta e congegnata molto bene.
    L’esistenza di queste “chat” mi era nota, ma hai saputo svilupparla in una maniera che, se non del tutto reale, ci si avvicina molto.
    Anche i personaggi sono molto ben delineati, e sinceramente non saprei dirti quale preferisco o quale mi stia più antipatico. Ognuno ha una propria caratteristica, nel bene o nel male, e ognuno credo stia rincorrendo il proprio scopo con mezzi più o meno leciti.
    In questo contesto, credo poco a risvolti sentimentali, così come a un improvviso approccio sessuale tra Vlad e Raffaele. Eccitati si ma, piuttosto che “vedersela” tra loro, propendo per un coinvolgimento in un’orgia collettiva.
    Attendo il prossimo, buona serata.

    • grazie per la lettura, ma stavolta sei stato troppo buono,

      mi dai lo spunto per una piccola autocritica proprio partendo dai personaggi, laddove l’unico ad essere un po’ comprensibile è Raffaele – proprio io che faccio tanto ‘o professore ho tralasciato l’approfondimento, ho dimenticato di fare la scheda mentale e persino evitato l’aspetto esteriore

      anche la storia è troppo carente di contenuti e messaggi – nonostante sia una mia fissazione, per esempio, sono riuscito ad inserire una sola citazione tra l’altro esplicita… sigh!

      vabbé spero che il prossimo eventuale racconto sia un po’ meglio

      al prossimo capitolo
      gieffe

      P.S. ti ringrazio ancora e ti chiedo scusa per il tempo che mi hai dedicato, non avrei voluto oberarti ulteriormente ma mi interessava davvero il parere di un attento lettore come te

      • Ti stai buttando giù sin troppo. Stai certo che, se la storia non mi avesse trasmesso nulla, te lo avrei detto papale papale.
        Non sono abituato ai voti e ai commenti di “scambio” e leggo anche fin troppo poco, ahimè. Avanti così e, permettermi di suggerirtelo, abbi più fiducia nelle tue capacità 😉

  8. Eccomi qui 🙂 ho raccolto il tuo invito e non me ne pento. Scrittura fluente e piacevole la lettura, complimenti!
    Dunque: l’idea di Vlad e Raffaele che si stuzzicano a vicenda dopo aver appena fatto a pugni mi suona demenziale, e mi sembra prematuro dare inizio all’epilogo nell’ottavo capitolo. Perciò ho votato perché prenda piede un’orgia: sono tutti troppo eccitati per non lasciarsi guidare dall’istinto (e sarebbe un peccato bloccarsi proprio adesso, no?) 😉
    A presto!

  9. Oggi è la giornata in cui, ahimé, porto tutti in parità. Chiedo venia.
    Io dico sentimenti e avvio a un degno epilogo…
    Ti ringrazio di aver letto le altre mie storie, mi ha fatto molto piacere leggere i tuoi commenti. Al prossimo.

  10. Eccomi qui, come promesso. Non sono esperta del genere, ma ritengo la storia ben scritta e coinvolgente e vedo che hai anche tantissimi voti per soli sei capitoli. Bravo! Voto per accogliere il suggerimento di Murakami.
    Buon proseguimento e a presto (sono davvero indietro con la mia, troppi impegni di lavoro e non in questo periodo)
    Ciao Paola

    • Grazie della visita – sono passato da te, ma mi occorre più tempo per leggere tutti i capitoli che hai scritto, stasera provo a tornare, intanto ti anticipo che l’incipit e il secondo capitolo sono ben scritti e mi hanno incuriosito e quindi seguo la storia.
      ciao
      gf

      P.S. si è vero, il nome Ornella stride ma ti assicuro che una Ornella che conosco (e non è la Muti né la Vanoni) potrebbe assolvere pienamente al ruolo che le ho assegnato

  11. Avrei detto eccitazione.
    Devo dire che ho fatto un po’ fatica a seguire la storia. Perché ho avuto l’impressione che per raccontare le varie dinamiche tra i personaggi, tu abbia compresso un po’ troppo gli episodi. Ma ciò non toglie che la storia sia interessante. Anche perché ora viene da chiedermi: “Ma se Ornella ha fatto quell’accordo con Raffaele prima del matrimonio, perché lui adesso sembra tramare alle sue spalle?”.
    Detto questo, ti seguo.

    • grazie, io sono sempre d’accordo col lettore, e tu hai centrato alcuni dei problemi di questo racconto che stiamo scrivendo.
      Sulla questione di Raffaele che sembra “tramare” alle spalle di Ornella pensavo fosse chiaro leggendo la “trama” in alto a destra quando dico “riuscirà mai ad evadere?”(ma non è detto che sia proprio così) – evidentemente ho sbagliato nell’esposizione sigh!!

      a presto e grazie ancora

  12. Ciao…non ho votato nessuno degli episodi. Li ho letti tutti…di seguito. Ti dico cio’ che ho provato. Ho visto il tentativo di creare un’atmosfera intrisa da ampie falde di sesso a basso costo….una sorta di 50 sfumature di niente. Non sono uno scrittore ma un fruitore…e quindi non ti parlo da professionista ma da…consumatore. Le scene erotiche descritte sono alquanto scontate e non si crea il feeling tra l’avvenimento e il lettore. Ripeto…puramente oggettivo. Le renderei meno viste, meno scontate. Il soffocamento della ragazza…le mail…non lo so. E’ come un pezzo musicale ( sono un po musicista)…dove nello spartito c’e’ una nota che non centra nulla. La storia non e’ male…ma qualcosa stona. Ovviamente dal mio punto di vista…..scusa ma e’ esattamente quello che ho provato. Ciao.

    • Finalmente un prezioso lettore. Sarà dura, se non impossibile, recuperare le pecche presenti in questo racconto, ma ci proverò –
      ricapitolando: le prossime scene di sesso dovrebbero essere meno banali; e poi devo cercare di rendere la storia più coerente, anche se… manca ancora qualcosa che non si è svelato, vabbé magari cambio idea
      grazie, a presto
      gf

  13. Sarò sadica e lo faccio esitare!!! anche perchè troppa sicurezza storpia… 😉
    a parte gli scherzi… che maestro dell’eros ! 🙂
    scommetto che hai già pronta la risposta a 50 sfumature… e sarà la verità: cosa farebbe davvero una giovane vergine provocata da un seduttore pervertito? Altro che timida e sottomessa, lo avrebbe denunciato! No? 🙂 🙂 o – per restare in tema col povero Leonardo – lo avrebbe affogato!!!!

  14. Io dico esitazione.
    Autoreggenti nerofumo è da intenditori 😉 e poi la tua scrittura convince senza mai farti andare in pausa, come fosse una via diretta e vivida. Beh, scommetto che ti trovo anche altrove, se cerco. Dico bene? Wattpad? 😉

    • ti sono sinceramente grato per l’apprezzamento. devo dire che comincia a divertirmi dover inseguire una trama e ricucirla in qualche modo.
      Di Wattpad ignoravo l’esistenza ma adesso l’ho visitato registrandomi con facebook (tu ci sei? non ti ho trovato)
      ciao, a presto
      gf

      P.S. non sprecare tempo a cercarmi tra gli autori perché ho pubblicato qualche articolo/racconto solo in siti protetti e/o didattici

  15. Albergo fuori mano.
    Bella storia, autore notevole, tra i pochi qui. Leggo su molti siti in cui vengono pubblicati i racconti, perchè mi piace leggere gli esordienti più che i famosi, di cui però compro un romanzo al mese. Con piacere seguo la tua storia.

  16. Ciao, Gianfranco.
    Incuriosita dai tuoi commenti in giro, ho cercato la tua storia. Devo dire molto ben architettata e interessante fin nel plot. Se posso darti un consiglio: vai a capo con le battute dei personaggi, leggere a video è faticoso se la scrittura è ipnotica. Non comporta nessuna variazione sulle 5000 che hai a disposizione.
    La mia è una votazione in minoranza: club esclusivo. ( tra l’altro la terza opzione mi pare tendenziosa ;), non sono comunque tre luoghi decisi dall’autore? 😉 )
    Seguo.

    • of course… non sono bravo a sintetizzare ma essendo appassionato di noir non voglio imbrogliare il lettore, per cui sono costretto a gestire troppe informazioni in poco spazio per rendere credibile la trama. Risultato: confusione!
      ciao Trix e grazie ancora della lettura

  17. Chiedo suggerimenti agli amici e pazienti lettori (ma non mi impegno a seguirli pedissequamente!)
    Sembra che il sadomaso la faccia da padrone. Acquisito che Marina è nelle mani di Raffaele (poi vedremo se occorrerà svelare perché), vorrei sottoporre la coppia a qualcosa che sfiori il limite, cioè qualcosa che ci sveli chi comanda tra Bread e Honey, e quanto possa essere pericoloso (in real life) l’eventuale incontro per Marina.

Questo sito usa i cookies per migliorare l'esperienza utente. Cliccando su Accetto acconsenti all'utilizzo di cookie tecnici e obbligatori e all'invio di statistiche anonime sull'uso del sito maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi