Imperativo lottare!

Dove eravamo rimasti?

Che cosa vuole fare il caro Tito? Accettare la sfida (100%)

Piccolo intermezzo: la ricerca per la scuola

Tito accetta la sfida di Arti Marziali, andrà a scontrarsi contro un allievo di un’altra palestra. La dimostrazione però, è ancora lungi dall’esser fatta. Circa quattro mesi dopo la conferma dei lottatori.

Tito si ricorda che giorni prima della visita sportiva, la prof. aveva assegnato un compito a casa; una ricerca sulle Mitologie antiche. Tito le aveva accennato che avrebbe portato un approfondimento su certe storie mitologiche dell’Estremo Oriente, attraverso le Arti Marziali.

L’argomento sarà un confronto fra: Antica Cina, Antico Giappone e Antica Corea. Analogie, differenze, miti e quant’altro su queste popolazioni. Dopo aver letto molti libri, finalmente Tito riesce a buttare giù qualcosa. Non è affatto semplice il suo argomento, ha chiesto pure più tempo alla prof. Ma le ha garantito lo stesso una qualità eccezionale a lavoro concluso.

Dopo circa un paio di mesi di duro lavoro, finalmente la ricerca è pronta. Tito la espone e per l’ennesima volta e dimostra a tutti le sue passioni per la Storia, i miti e le Arti Marziali. Ottiene un ottimo giudizio con voto positivo.

Mancano giusto due mesi alla dimostrazione e Tito è un po’ indietro con gli allenamenti, a causa di questa ricerca che gli ha preso parecchio tempo. Deve in qualche modo recuperare questi due mesi persi…ce la farà?

Riuscirà lo stesso ad avere la formazione (mentale e fisica) per l'impresa?

  • Prende tempo e rimanda la dimostrazione, rischiando tutto... (0%)
    0
  • No (0%)
    0
  • Si (0%)
    0

Voti totali: 0

Vota la tua opzione preferita

Loading ... Loading ...
Categorie

Lascia un commento

12 Commenti

  1. Credevo fosse un racconto in prima persona, invece della trama non ho trovato nulla nella storia. Credo tu abbia confuso i caratteri per presentare il tuo profilo, con quelli della trama. Voglio darti un piccolo suggerimento: evita di scrivere spesso “Tito era una persona…”, “Tito adesso deve…”, etc. OK, abbiamo capito che è lui il personaggio principale, ma prova a metterlo all’interno di un (o vari) eventi e presentacelo all’interno di esso, di una storia. Sembra una biografia, non un racconto. Non scrivere “fortunatamente riesce a rilassarsi e si tranquillizza, dimostra tanto carattere questo ragazzo”. Perchè ce lo dici? Illustralo così: “finalmente si rilassa e riesce a tranquillizzarsi, quella chiacchierata con gli amici lo aveva rigenerato, ora era pronto davvero per quell’incontro”. Hai visto mai Never Back Down? Non concentrarti solo sulle Arti Marziali in sè, inserisci anche una storia che tenga incollato il lettore al racconto e non solo gli incontri. Hai visto Never Back Down, il film? Se la risposta è no, fallo e capirai cosa intendo. E poi occhio agli errori grammaticali, forse di distrazione, rileggi prima di pubblicare, ci vuole poco e migliora il risultato finale. Ti dico queste cose perchè anche io sono un appassionato di Arti Marziali (ho fatto qualche incontdo) e film/racconti d’azione e la tua storia tutto sommato è originale, ma così rischi di allontanare chi non è appassionato di questo sport e poi… non bruciarla con piccole banalità che puoi facilmente correggere. Dai… provaci, puoi sicuramente migliorare, vorrei tornare e trovare un capitolo 3 diverso. 😉

    • La storia, benchè si basi sulla mia vita, è improvvisata (non è fatta in brutta e magari rielaborata)
      Si ho visto quei film ma sono un po’ banali, le arti marziali non si imparano da certe storielline come quel film, che comunque può essere gradevole per passare un’ora e mezzo! I miei maestri sconsigliano la visione di film del genere, un po’ come per Rocky di Stallone…
      Mi concentro sulla lotta perchè Tito (che poi sarei io), se ne è innamorato subito, per cui si foga al 400% 😀
      Il capitolo 3 sarà più consono, dont worry be happy man! 🙂

      A presto!

        • Ho 23 anni ed ho circa 10 anni di esperienza nella lotta (ho cominciato alle medie). Quei film possono essere buoni per chi non conosce queste realtà, ma non per chi è esperto! Dato che sono di livello Kahn adesso (livello avanzato), ne so qualcosa! Aiuto i maestri nei corsi per esempio ed a volte insegno anche. Fra qualche anno potrei cominciare a fare il corso per essere maestro, ma ho altre vocazioni! Lavoro nella ristorazione, chef & barman! 😉

          Buona fortuna anche a te!

    • Diciamo che è ispirato alla mia carriera da dilettante in certe discipline.
      Adoro le Arti Marziali ed è venuta dal cuore questa storiella. 🙂
      Eh beh, Tito non si rende ancora conto che la strada è durissima, ma capirà tante cose in questi percorsi e col passare dell’età ed anche le varie classi della scuola (dalle medie alle superiori), sentirà e vedrà tutto sempre in punti di vista differenti.

Questo sito usa i cookies per migliorare l'esperienza utente. Cliccando su Accetto acconsenti all'utilizzo di cookie tecnici e obbligatori e all'invio di statistiche anonime sull'uso del sito maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi