La miglior vittoria.

Lei.

Ho deciso di smettere di fumare, ma non sarà questa la storia che voglio raccontarvi.

Anzi mentre scrivo sto pure fumando quindi capirete bene che per molte cose non sono affidabile o addirittura potreste pensare che sono un bugiardo.

Ma vi giuro su tutto quello che ho di più caro che quella che vi racconterò è una storia vera, di quelle forse inusuali o forse comuni, una di quelle storie belle da leggere ma non da vivere, una storia che pochi avrebbero il coraggio di raccontare e che lascia un segno così tanto indelebile da fare invidia a un tatuatore.

Non so neanche come introdurvela questa storia.

Vorrei (perdonatemi il termine) “vomitare” tutte le parole che in questo momento mi passano per la mente, e probabilmente neanche potrebbero bastare per descriverla.

Mentre fumo mi trema la mano e la cenere della sigaretta sta cadendo ovunque; non riesco ancora a credere come certe cose riescano a cambiare radicalmente la vita delle persone.

Non voglio dare un nome alla protagonista di questa storia, quindi mi limiterò a chiamarla Lei.

Lei che è diventata il mio eroe indiscusso.

Lei che mi ha insegnato cosa è l’amicizia, l’amore, la tristezza, la malinconia, l’assenza, cosa è la cattiveria e cosa è l’abbandono.

Mi ha insegnato come si sorride e qual è il segreto per essere felici.

E vi giuro, vi giuro sul serio che è tutto molto meno banale di come lo sto scrivendo in realtà.

Vi giuro che cercherò in tutti i modi possibili di trasportarvi insieme a me all’interno di questo viaggio “Low cost” per farvi sognare ad occhi aperti e farvi toccare con mano qualcosa di impercettibile.

Non credo neanche sia essenziale dirvi come l’ho conosciuta, sappiate che è capitata nella mia vita ed è stato bellissimo.

È stato come cadere dal quindicesimo piano di un palazzo e scoprire alla fine che c’era una rete di sicurezza a sorreggermi.

Mi ha cambiato la vita e vorrei che cambiasse la vita anche di qualcun altro, o spero almeno che lasci un piccolo segno come uno di quei tatuaggi temporanei che dopo 15 giorni vanno via e un po’ te ne dispiace.

Mi è appena scesa una lacrima perché ho paura di non essere all’altezza per potere scrivervi di tutto questo. Non sono uno scrittore ma amo buttare le parole in un foglio di carta per poi poterle rileggere. Probilmente lo faccio perchè non ho una buona memoria anche se non è il caso di questa storia.

Me la ricordo bene.

Come ricordo bene Lei e i suoi occhi. Come ricordo il suo sorriso e le sue lacrime.

Come ricordo il suo modo nervoso di mangiarsi le unghia e come era bella quando dormiva.

Vi dico sin da ora  che non sono e non sono mai stato innamorato di Lei e non siamo nè parenti nè amici e neanche conoscenti. Lei non conosce il mio nome e probabilmente non sa neanche che esisto.

Eppure le sono stato più vicino di quanto voi possiate immaginare e io la amo e la rispetto come solo lei mi ha insegnato a fare senza neanche volerlo.

E credetemi.. vi parlo di qualcosa di puro, delicato che non c’entra niente con l’attrazione carnale. È la mente che ha fatto tutto.

Lei e la sua testa erano la cosa più bella che potesse mai capitarmi.

Cosa volete raccontato..!

  • Lei racconta che cosa è la Tristezza.. (17%)
    17
  • Come si sono conosciuti.. (0%)
    0
  • Chi è Lei.. (83%)
    83
Loading ... Loading ...
Categorie

Lascia un commento

5 Commenti

  1. Ragazzo, respira!

    Mamma mia, ho letteralmente bevuto il tuo incipit. Cerca di essere meno frettoloso, il capitolo scorre, ma scorre troppo. Rischi di non far assaporare al lettore bei dettagli, e sarebbe un peccato.

    Anche a me è capitata una “lei”, ma al maschile e l’ho chiamato “un certo ragazzo”. I dettagli della tragedia li leggi nella mia prima storia, “Vebuta al mondo”, ahahahah.

    Voglio sapere chi è lei.

Questo sito usa i cookies per migliorare l'esperienza utente. Cliccando su Accetto acconsenti all'utilizzo di cookie tecnici e obbligatori e all'invio di statistiche anonime sull'uso del sito maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi