La Ballata delle Stelle – Parte Seconda

Risveglio e Riunione

Maestra! Si è svegliata! Accorrete, presto!

«Ma… Cosa…» Furono le prime parole che Tyra pronunciò, dopo essersi risvegliata.

«Sia lode agli Dei! Come si sente Principessa Julia?» Esclamò una donna vicino alla giovane principessa, la quale non aveva ancora messo ben a fuoco la vista. Un raggio di sole lucente le batteva tutto il viso ed il petto; era caldo e piacevole sulla pelle anche se irritante al tempo stesso. Le impediva di vedere bene, così lo oscurò con la mano destra.

«Mi duole un po’ la testa, ma sopravvivrò. Dove mi trovo? Chi è lei? Ed i miei compagni?! Mio fratello!»

«Si calmi! So tutto.» La donna, che era seduta sul letto di Tyra, si alzò e si presentò.

«Lieta di rivederla, Principessa. Sono la maga Iris Bluemor, rappresentante della gilda dei maghi.»

Cos’è accaduto? Come mai una del suo calibro si prende cura di me?Pensò, Tyra.

«I suoi amici stanno bene, ho provveduto io stessa a curarli.» La bella maga, dai capelli biondi come il grano, assunse però una sospetta espressione e lasciò intendere che qualcosa non andava.

«C’è un però. Su, avanti, non tenetemi all’oscuro.» Incitò Tyra, la cui ansia cresceva inesorabilmente.

«Ecco… Vuole il resoconto dettagliato, oppure-»

«Arrivi al punto! La prego.» Tentò di recuperare un po’ di autocontrollo, notando i suoi modi sgarbati.

«Comprendo la sua apprensione. Mi perdoni. Ebbene, i suoi compagni erano piuttosto malconci, con lesioni più o meno gravi, ma recuperabili. Ad eccezione del mio collega, lo stregone Einar. Purtroppo è stato ferito a morte all’addome e le interiora sono fuoriuscite, procurando una grave emorragia interna. Per nostra fortuna, e ribadisco fortuna, aveva lanciato appena in tempo una magia di auto riparazione dei tessuti. Io ho dovuto soltanto stabilizzarlo e rimettergli tutto dentro, assicurandomi che la magia avesse la massima efficacia. Questo tipo di incantesimo tuttavia, conduce l’incantatore in uno stato di coma, dal quale può uscire soltanto dopo il totale ripristino dell’organismo. Tale processo autorigenerante è imprevedibile, potrebbe concludersi in pochi giorni o mesi. Potrebbe anche non risvegliarsi più. Mi spiace.»

«Lui dov’è? Voglio vederlo.»

«Si, certo. Vuoi che chiami anche gli altri?»

«Si, grazie.»

La maga aiutò Tyra ad alzarsi e l’accompagnò fuori dalla stanza. Era ancora debole, per reggersi da sola in piedi. Si ritrovò in un corridoio quadrato, dove al centro vi era un verde cotile. L’aria era fresca, pungente.

«Dove siamo esattamente?»

«Ci troviamo nella roccaforte del Vit, sulle montagne dei nani. Ad est delle Isole Fluttuanti e distanti settimane da Kall An Eld. Il Re delle montagne mi doveva un favore e ci ha ospitati qua. Al sicuro, da sguardi malvagi.»

«Non vedo nani. Come mai?»

«Qui risiede solo un esiguo contingente a nostra protezione. Solitamente questa piccola fortezza è inutilizzata, poiché non ricopre nessuno scopo specifico.»

«Capisco.»

«Vieni, per di qua.» Svoltarono sulla destra, finendo in un ennesimo corridoio e poi salirono per una scala a chiocciola.

«Eccoci. In quella capsula di vetro c’è il tuo maestro.» Si avvicinò, posò le mani sul vetro della capsula, posta a sua protezione e si raccolse in un momento di silenzio.

«Tyra!» Gridarono Örjan ed Agnes, entusiasti di rivedere sana e salva la loro amica.

«Ragazzi! Oh, che bello vedervi!» Si abbracciarono allegramente.

«Mi rallegra saperti in salute, Principessa.»

«Principe Aegnor! Il piacere è corrisposto.»

«Il vecchietto però…»

«Si riprenderà presto. Ne sono certa. Non molla mai.»

«Mi duole interrompere questa felice rimpatriata, ma dobbiamo discutere di un’importante questione.»

Si scambiarono sguardi perplessi, poi seguirono la maga Bluemor nella sua camera.

«Adesso che siete tutti insieme, è tempo di parlare di quel che è successo e che succederà.»

«Presumo, innanzitutto, che sia stata lei a salvarci da Bror, nel monastero di Ifror.»

«Eccellente deduzione, si. Ehm… Vedete, per un non nulla sono giunta in tempo a portarvi via da quella camera di morte. Avessi tardato anche di un solo secondo sareste tutti morti…. Probabilmente.»

«Ma come ha fatto a trovarci?»

«Non è stato facile, ho dovuto seguire tutte le tracce magiche lasciate da Einar, per poi ipotizzare la vostra prossima meta.»

«Beh, grazie. Quel maledetto era fortissimo, era perfino più veloce di orecchie a punta!»

«Lo prendo come un complimento, grazie.»

«Ripensandoci… Ma non ti aveva trafitto al cuore?»

«No – rispose Bluemor, anticipando Örjan – sotto la sua giubba di cuoio borchiato, vi era una spessa placca d’acciaio rinforzato, che ha frenato il colpo.»

Tyra ed Agnes fissarono con espressioni dubbiose il loro compagno.

«Cosa?!»

«Ragazzi, voi siete incappati in un bel guaio. Bror, non è più il fratello che conoscevi. Qualcuno lo ha resuscitato e ne controlla la volontà.»

«Attraverso la negromanzia?» Chiese Tyra, sudando freddo.

«No. Nessun sortilegio è stato lanciato su di lui. Neppure io, la maggior esponente di tale arte, sono a conoscenza del metodo utilizzato.»

«E adesso? Cosa facciamo?» Domandò Agnes.

«Dovete seguirlo.»

Si ricomincia! Tyra e compagni hanno una nuova missione: seguire le tracce di Bror. Qualcuno lo manipola e devono sapere chi. Dove andranno?

  • La maga Bluemor, non permette ancora di far partire la compagnia. Vuole studiare l'occhio di Tyra e condurla dal Re dei nani. (67%)
    67
  • La maga Bluemor si unisce alla compagnia. Vuole sapere chi e come è stato capace di far tornare in vita Bror. Utilizzeranno l'oniromanzia. (17%)
    17
  • La maga Bluemor, dato che Einar è fuori dai giochi momentaneamente, si unisce alla compagnia. Ripartiranno dal monastero. (17%)
    17
Loading ... Loading ...
Categorie

Lascia un commento

154 Commenti

  • E quindi il cerchio si richiude, anche se lascia più domande che risposte. Tra parentesi, sembra che tra l’inizio della prima parte e la fine della seconda ci sia qualcosa che non mi suona. Per l’esattezza viene portata al giudizio di questo essere che in realtà era proprio quello che è stato evocato nel corso della storia…

    Attendo la terza parte ^_^

    Ciao 🙂

  • Non per fare il pignolo/grammar nazi, ma non dovrebbe essere “parve”, anziché “parse”?

    Nel prossimo episodio si parlerà d’altro. Se è una specie di “proponete voi”, credo che si parlerà di ciò che è appena successo, di come i compagni di Tyra (e Bror) hanno vissuto il momento.

  • “Perché è tutto buoi?! Dove sono tutti? Aspetta… non mi sento le gambe! Ah! Le braccia, anche! Ma che?!” credo tu volessi scrivere “Perchè è tutto buio?” Occhio XD
    Il resto dell’episodio è scritto bene, come al solito.
    Per il prossimo episodio voto “Non del tutto”. Al prossimo capitolo!

  • Ma a nessuno importa di Tyra? Io voto per l’attraversamento della fenditura temporale mediante un talismano, tanto ci pensa Bror a salvare sua sorella…e che caspita!
    Ciao Mingo, bel capitolo ma… l’espressione “Porca puttana! Di che cazzo state parlando?!” pronunciata dal re dei nani non mi è piaciuta, non credo sia appropriata in questo contesto, la trovo più indicata in un urban fantasy ambientato ai giorni nostri. Finora sei stato molto bravo nel creare la giusta atmosfera surreale attraverso un linguaggio d’altri tempi, pertanto non capisco questa “novità”. Si tratta di un parere personale che puoi tranquillamente ignorare, se non dovessi condividerlo. Ciao e al prossimo episodio.

    • Ciao Anna! Innanzitutto grazie per questo bel commento. Apprezzo molto il tuo apprezzamento sullo stile da me usato, ma approvo anche la tua critica. La capisco, perché sapevo anch’io di rischiare di uscire dal solito linguaggio. Diciamo che è stato un test, aspettavo che qualcuno me ne parlassero; perciò grazie 😉 ne terrò conto! Chissà Bror, che ruolo avrà alla fine di tutto… Ciao a presto!

    • Ciao Red, Dod sarebbe il personaggio citato dal bardo nella prima parte della storia (2 episodio) e soltanto ora lo rimenziono… Bror è il fratello di Tyra, Aegnor il principe elfico fratello del Re che gli avevi accolti dopo lo scontro con Varg, quand’era morto Ulrik. Orjan è un vecchio amico di Tyra 🙂 se hai altre domande, dimmi pure 😉

  • La tua storia mi sta piacendo sempre di più, ha la giusta dose di ironia, avventura e magia senza eccedere in nessun elemento: la prosa mi sembra scorrevole e adeguata alla narrazione, la reazione del re commisurata alla delusione della risposta e le premesse del viaggio convincenti per introdurre nuovi pericoli, che sono certo abbonderanno nella strada dei ricchi territori dei draghi! ^_^

    • Ciao Nick! Ti ringrazio moltissimo per il commento positivo che mi hai lasciato, sono contento 😀 spero di continuare sempre con questo equilibrio di situazioni diverse che si mescolano tra loro e (attendendo l’esito finale) di saper entusiasmarvi con le prossime disavventure di Tyra e co. 🙂

  • Avrei detto una terra ricca e piena di pericoli, ma una terra diversa da come tutti se l’aspettano è molto più intrigante: perché è chiamata Terra dei Draghi se vi sono umanoidi? E come saranno (hai detto umanoidi, non umani 😉 )?

    Segnalo che vi è una frase detta non ha le apposite virgolette per evidenziarla: quando Tyra dà l’addio al re e lui invece decide di seguirli.

    Ciao 🙂

    • Ciao Red, riflessione eccellente la tua. Si, hi detto umanoidi. Avrei tantissime idee x questi umanoidi ^_^ Per quanto riguarda la frase: doveva essere un pensiero scritto in corsivo, ma come per altre frasi nell’episodio, mi son dimenticato di metterle in corsivo XD

  • Ciao, ho letto tutta la prima parte e ho iniziato stamattina questa seconda. Molte bene devo dire, presumo che la princess non darà false speranze al re e lui di conseguenza proverà un altro approccio

  • Allora. Facciamo il punto della situazione: Bror vuole far finire il mondo (o qualcosa del genere); re Roigan non vuole una del suo popolo come moglie e Tyra ha il 100% di possibilità di rifiutarlo e solo circa il 33% di mentire.

    Dato un episodio avvenuto nella prima parte del racconto, credo che l’opzione migliore sia che Tyra rifiuta il re, dicendogli che c’è un’altra persona nel suo cuore (SENZA mentire) e proponendogli un accordo.

  • Pensavo che volesse farle una proposta di matrimonio… Poi ho visto le opzioni e mi sono tranquillizzato. 😀 Anche se la prima opzione non ci va tanto lontano 😉

    Credo che l’opzione dell’avventura memorabile sia l’opzione migliore.

  • Ciao, lieto di ritrovarti!
    Ho apprezzato molto l’idea dell’incantesimo auto-riparante dei tessuti (e del fatto che fosse spiegato nel funzionamento, che lo rende più realistico) e lo strano caso di negromanzia su cui, ne sono certo, ci sarà da indagare.
    Voto per far salire a bordo la maga, immagino si rivelerà un bel tipetto ^_^

  • Questo sito usa i cookies per migliorare l'esperienza utente. Cliccando su Accetto acconsenti all'utilizzo di cookie tecnici e obbligatori e all'invio di statistiche anonime sull'uso del sito maggiori informazioni

    Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

    Chiudi