Zone Extramondo – La Congiura di Imka

La calma prima della tempesta

Terra, Asilo Sorriso di Gatto, Sala grande

Susan, terrestre, 20 anni, capelli a caschetto blu ed occhi verdi, siede ad un tavolino insieme Miriam, Mutata Maggiore, con testa di gatto, grandi orecchie triangolari, grandi occhi felini e nasino rosa, corpo umano interamente coperto da uno splendido manto color crema con indosso un vestito tutto tasche che lascia scoperte braccia e gambe, mani prive di unghie e piedi simili a zampe feline che le danno una postura digitigrade, capelli dello stesso colore del pelo che scendono fluenti fino alle spalle, coda felina molto lunga e flessibile. In generale il suo manto tende a darle un aspetto “morbidone”. Alcuni bambini giocano con la sua coda prensile dietro di lei. Tila, mutata classe Servant, 12 anni, capelli castani legati a coda di cavallo ed occhi con pupille gemmate rosa, ha servito loro del té con pasticcini ed adesso siede sulle gambe di Miriam abbracciandola. Miriam sta facendo le fusa.

«Grazie di aver accettato il mio invito» inizia a dire Susan

«Figurati – risponde Miriam continuando a fare le fusa – I tunnel spaziali rendono la Terra ed Altair I vicini, quindi è facile incontrarsi. Cosa si dice?»

«Come forse avrai seguito, il processo a Tarka ed i suoi uomini è stato seguito da molti e ci sono stati diversi episodi di disordine.»

«Sì, anche da noi è successo la stessa cosa. Ma da voi, dove Tarka era presente, deve essere stato un casino»

«Abbastanza. Niente di trascendentale, ma abbastanza da preoccupare. La condanna alla Colonia Miniera di Gamma 9 è stato fatta più che altro per proteggere lui.»

«Sembra però abbia sortito l’effetto voluto. Le cose sembrano essersi calmate.»

«Non ne sono molto convinta; è vero che anche le Zone Extramondo sembrano diminuite, ma non abbiamo più notizie degli AlienBeast. Tutti i nostri sforzi di ricontattarli sono andati nel vuoto. Kirat che dice?»

«Non lo so. Ha lasciato Altair I un po’ di tempo fa. Fata dice che era preoccupata per quello che succedeva nel suo mondo, tra i Tecnodroidi.»

«Uhm… Anche da noi le cose sembrano molto al limite: i Potenziati continuano a mormorare; finora non hanno fatto niente, ma…»

«…ma il problema è che solo i Mutati Leader sono in grado di farli ragionare. Purtroppo dobbiamo considerare anche il perché sono stati costruiti: distruggere gli esseri umani»

«Come? No, aspetta, io pensavo che…»

«Esistono tre generazioni di Potenziati» interviene un bimbo.

Si avvicina a Susan. Avrà circa 5 anni, viso tondo e sorridente, corpicino perfetto, capelli biondi né corti né lunghi complemente in disordine ed occhi grandi di un verde profondo.

«Io mi chiamo Giorgio – si presenta – Mutato Potenziato di seconda generazione a lento sviluppo» fa un inchino.

«Piacere mio, Giorgio. Io sono Susan» e porge la mano.

Giorgio gliela stringe delicatamente con entrambe le mani. Susan sente le fibre muscolari potenti nella stretta del bimbo, ma essa è comunque delicata, controllando perfettamente tale forza.

«Devi sapere – prosegue il bimbo – che la Generazione Zero è quella che è stata riportata nei libri di Storia. Loro furono creati per essere i soldati perfetti e la loro ribellione ha portato alla prima guerra coi Mutati. La prima generazione è quella che hai conosciuto tu di persona; sono Mutati a Rapido Sviluppo: in 5/10 anni sono adulti e sono molto superiori ad un essere umano. Questo li fa sentire migliori e superiori. Unisci ciò al primo genoma ed ottieni persone ben poco incline a farsi mettere in piedi in testa. Gli ultimi avvenimenti hanno fatto sì che vogliono dimostrare agli umani la loro superiorità…»

«Ma così faranno come Tarka!»

«Oh no: loro non vogliono schiavizzarli; loro vogliono sbarazzarsi degli esseri umani!»

«Ma…»

«A loro basterebbe che gli umani se ne andassero. Solo i Mutati Leader sono in grado di fargli cambiare idea»

«E non abbiamo idea di che fine abbia fatto Regina» aggiunge Miriam

«La seconda generazione sono quelli come me – prosegue Giorgio – Siamo a lento sviluppo. Io ho un corpo di un bimbo di 5 anni eppure ho 8 anni. Certo, sia il fisico che la mente sono Potenziati e quindi superiori a quelli dei bambini della nostra età. Ma questo non ci rende superiori a voi; ci rende utili. Noi siamo felici quando possiamo renderci utili. Purtroppo la seconda generazione è formata solo da bambini: la più grande di noi ha 13 anni in corpo di 10 anni»

«Ed i tuoi genitori…»

«Non ho genitori Potenziati: la prima generazione abbandona la seconda poche ore dopo la loro nascita»

«Ma…»

«Ci occupiamo noi mutati di loro – interviene Miriam – Non li facciamo mancare niente»

«Ci credo ma ciò mi lascia comunque perplessa…»

«Non starti a preoccupare. I mutati classe Family sono molto di aiuto»

«Allora come fai a dire tutto questo sulla Prima Generazione?» Susan si rivolge a Giorgio

«Perché son Potenziato anch’io. Sento i loro discorsi, li comprendo; non sono d’accordo ma so cosa provano e, se qualcuno darà la spinta giusta, sono certo che reimpugneranno presto le armi…»

Come proseguiamo?

  • Parliamo degli AlienBeast (17%)
    17
  • Approfondiamo i Tecnodroidi (0%)
    0
  • Seguiamo i Mutati (83%)
    83
Loading ... Loading ...
Categorie

Lascia un commento

130 Commenti

  1. Qui si conclude la storia delle Zone Extramondo. Rimangono alcuni quesiti irrisolti che metterò nell’Edizione Estesa che sto preparando (e che spero di rendervi disponibile entro la prossima settimana). Mi sarebbe servito un capitolo in più per chiuderlo senza fretta ma anche così spero vada bene.
    Questa ambientazione ritornerà successivamente per parlare di una cosa che qui ho appena accennato ma che, dai vostri voti, sembra interessarvi parecchio (e ci dovrebbe venire una bella storia).
    La prossima settimana inizierò un altro genere. Spero di rivedervi tutti!

    Ciao 🙂

  2. Mi azzardo a proporre io. Premesso che ne hai messi tanti di personaggi ( e per sicurezza ho ricontrollato i nomi 😀 ) dico che Diana, Kirat e gli altri che sono sulla terra interverranno. Anche perché loro si erano accorti che c’era qualcosa che non andava.
    Se ho fatto confusione chiedo scusa.

    • Il condizionamento mentale difatti non è reale. È Imka che vuole farlo credere ai Potenziati per evitare che Regina potesse convincerli (ti ricordi che avevo detto che Imka è l’unica in grado di farli ragionare?).

      Comunque sia, tu voti Regina 🙂

      Ciao 🙂

  3. “Il monolite è un ponte di collegamento tra la Terra e la Zona extramondo”.
    Mi piaceva anche l’opzione sugli AlienBeast che imparano a controllare le zone extramondo.
    E sono sempre più convinto che la tua storia “soffra” molto il tipo di formato del sito. Hai molti personaggi, che descrivi in modo dettagliato sia nell’aspetto fisico sia nelle azioni. Qui con il limite di 5000 caratteri è controproducente, se non penalizzante, per un racconto con un setting vasto come il tuo. Tutto questo per dirti: stai lavorando ad una versione più estesa del racconto? Magari potresti usare un blog, inserire un link alla versione estesa nel capitolo o nella descrizione (e dedicare una o due pagine ad ogni razza, con descrizioni fisiche e un pò di storia generale). Giusto un paio di considerazioni, magari ti tornano utili.
    Al prossimo episodio, Red 😉

    • Sì, sto preparando anche una versione estesa che poi pubblicherò sul mio sitino 😉
      In realtà sono ancora indeciso su come presentare i personaggi e l’ambientazione… non appena sarà pronta, comunque, ve ne darò notizia (rispondendo ai commenti qui presenti) ^_^

      Ciao 🙂

    • Beh, Imka non è umana: probabilmente ha piani molto particolari (se vince quest’opzione). Ma anche l’imprevisto (stanno arrivando i monoliti) o l’errore (ne ho un dato un piccolo indizio possibile in questo capitolo) sono scelte allentanti 😉

      Ciao 🙂

    • Beh, lui da solo forse no, ma nessuno ha detto che sia da solo 😉 Anche se il fatto che abbia usato il singolare… scherzi a parte, Duncan ha un sacco di conoscenze, capacità ed altro che vanno fuori dal comune, anche per un Mutato Maggiore. Ma di questo se ne parlerà nei prossimi capitoli.

      Registro il voto e vediamo se vince 🙂

      Ciao 🙂

  4. Ciao, mi piace questa concezione della mutante regina che ha sotto la sua ala un’infinità di mutati (un po’ come una formica regina e il suo formicaio?).Certo che come ambientazione sta venendo su piuttosto variegata, dovresti riassumerne le caratteristiche su un blog o altro per farla conoscere a tutti per bene ^_^
    A presto!

    • Sì, esattamente come una regina ed il suo formicaio (paragone più adatto non potevi trovare) ^_^

      Per quanto riguarda l’ambientazione variegata, lo è; forse alla fine farò un riassunto generale ma per ora ci sono un paio di cose (tre in verità) lasciate apposta nel vago per adattarle alle scelte dei lettori 😉

      Ciao 🙂

  5. Ciao Red, scusami se inizio soltanto ora a seguire il continuo della storia! Ad ogni modo: sei ripartito molto bene. Mi piace tanto Amika/Imka e mi preccupa, chissà che putiferia farà scoppiare ahah voto che fine ha fatto la Stazione Orbitante Aurora. 🙂 Alla prossima

  6. Seguiamo i mutati. L’inizio del capitolo, con la descrizione dei protagonisti è un periodo unico di quasi otto righe, frasi separate solo da virgole. Non è bellissimo da leggere, e basta poco per renderlo più scorrevole usando qualche punto al posto di alcune virgole, ad esempio.Piccoli accorgimenti, ma che hanno un impatto notevole sulla leggibilità del racconto. Il resto del capitolo è scorrevole e interessante. Detto questo, vediamo come continua la saga delle zone Extramondo!

  7. Ciao! Ho l’impressione che stai migliorando ancora con l’esposizione, la descrizione della felina è ancora più accurata e la narrazione si mantiene fluida e ordinata. L’ambientazione – con tanto di dettaglio di caratteristiche delle varie classi di mutati – è sempre interessante; ti seguo con piacere, voto per approfondire, appunto, queste specie di esemplari.

    • Beh, in realtà ho ancora diversi problemi col numero dei caratteri 😛
      Vorrei arricchire le cose con un po’ di descrizioni per far risaltare a colpo d’occhio i personaggi durante le scene d’azione (dove invece le descrizioni lasciano il posto l’azione), ma ciò portano via spazio e non sempre ci riesco.

      Vediamo se i voti dicono di andare avanti con i mutati 🙂

      Ciao 🙂

Questo sito usa i cookies per migliorare l'esperienza utente. Cliccando su Accetto acconsenti all'utilizzo di cookie tecnici e obbligatori e all'invio di statistiche anonime sull'uso del sito maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi