Cybio Wars Universe: Vendetta ‘53

Dove eravamo rimasti?

Situazione di stallo! I Fratelli d'Ottobre vogliono qualcosa da Vendetta e sono pronti a tutto per ottenerla. Di cosa si tratta? Vogliono la bambina salvata da Vendetta. Le rivelano un particolare su Adelia che cambierà la prospettiva delle cose! (93%)

Il pozzo non può aspettare per sempre.

Ogni tanto, quando il mio corpo patisce e geme più del solito e mi supplica di abbandonarmi al sonno, faccio questo sogno.

L’oscena voragine che mi ha vomitato su questa palla di sterco mi accoglie nuovamente spalancando le sue fauci solforose senza denti: ma è un bel sogno, perché quella fucina argillosa che mastica i miei resti e ogni volta – da eoni – mi risputa sanata e integra, questa volta si chiude per non riaprirsi mai più.

Il dio pazzo e disperato che, quando il mondo era giovane mi ha intimato ALZATI E COMBATTI, ora tace nelle profondità dei quark e degli spazi tra gli spazi nei quali si è confinato, e io posso cullarmi nell’oblio che l’inferno in terra mi aveva negato.

Poi però, il sogno finisce: ogni volta il cuore torna a battere rigoroso, la mia saliva acida torna a sgorgare nelle mie labbra tumide, labbra che questa volta hanno anche il dispiacere di sentire poggiarsi su di esse quelle dal sapore di tabacco di Alvarez.

<<Che diavolo… splut… credi di fare, porco?>>

<<Respirazione bocca a bocca, señorita. Ti sei bevuta mezzo lago, avevi più acqua che carne in corpo.>>

Gli occhi tornano a funzionare e scorgono la familiare sagoma della mocciosa che si aggrappa terrorizzata ai logori pantaloni color sabbia del pingue medico.

<<Signora, tu… eri morta! Eri morta, vero?>> squittisce Adelia.

<<Marchi di Xarathos, cretina.>> rispondono, più che altro per appurare se le corde vocali sono asciutte a sufficienza per parlare <<Sigilli sulla mia schiena che scindono l’umidità in idrogeno e ossigeno per elettrolisi, ma finché rimango immersa in un conduttore come l’acqua l’energia non confluisce al cuore per riattivarlo. Hai capito?>>

<<No.>>

<<Ci avrei scommesso. Avete trovato gli altri?>>

Alvarez indica alle mie spalle, e scorgo riversi sulla distesa erbosa un paio degli Ivan in tenuta nera, evidentemente rigettati a bordo della diga dalla pressione dell’acqua.

<<Cos’è successo, Vendetta?>> domanda Alvarez.

<<I Fratelli d’Ottobre mi stavano aspettando. Avevano minato la conduttura per bloccarmi, ma sono caduta vittima di una delle mie crisi d’ira e sono scattata lo stesso. Cera una donna, un ufficiale, al loro comando, sono riuscita a parlarci per pochi istanti.>>

<<E… ?>>

*

<<Cosa diavolo volete dalla mocciosa?>>

<<Stiamo facendo un favore al mondo intero, angliski.

Lei è la figlia della più grande minaccia alla pace della Storia. Se vive, diverrà un simbolo del male. Consegnacela e avrai salva la vita.>>

<<Dici di conoscermi, e poi credi che mi prema conservare la pellaccia. Idiota.>>

<< La глупый sei tu. Non hai visto il vulcano, vero? Se tu solo sapessi… il male che hai generato….>>

*

<<Vendetta, avanti, rispondimi. Cosa ti hanno detto?>> incalza il dottore.

<<Non ne sono certa. Ho idea che la mocciosa possa essere… la figlia di Hitler e di Eva Braun.>>

Il doppio mento rigoglioso del medico sussulta. Rivolgiamo entrambi lo sguardo verso la bambina, che ci fissa con quell’aria da pecorella smarrita. Difficile vederla come il simbolo del male.

<<Avrebbe… avrebbe senso.>> ammette <<Questo Kais Wolf era a Berlino nel ‘45. Consegna a un nazista espatriato in Spagna la pequina. I Sovietici la vogliono fare fuori in quanto discendente del loro più grande nemico.>>

<<Forse. La russa ha parlato di un vulcano. Sai qualcosa?>>

<<Un vulcano? Non vedo… >> esita, poi sussulta <<Un attimo. El pico Larrún. Si tratta di un vulcano spento sui Pirenei, al confine tra la Spagna e la Francia. Si dice che nel XVII secolo le streghe adorassero al suo interno un serpente a sette code: l’Inquisizione fece piazza pulita, ma i locali credono che il mostro dimori ancora nel suo antro.>>

<<E come ci riguarda tutto questo?>> indago, mentre termino di scrollarmi di dosso la mezza tonnellata d’acqua che rende le mie vesti pesanti come il piombo.

<<So che Blaschke aveva finanziato una spedizione archeologica per riportare alla luce i resti delle antiche costruzioni funerarie delle civiltà paleolitiche presenti nei dintorni. Diceva, in paese… che un popolo trova nel proprio passato la strada per il suo futuro. E che ogni pozzo cela un tesoro al suo interno.>>

<<Un pozzo? Diceva esattamente così?>>

Alvarez scuote la testa su e giù. Sento di nuovo quell’artiglio che mi afferra il cuore e lo stringe. Il sentore di un uragano che si sta per scatenare, con me al suo centro.

<<Signora, io ho fame.>> squittisce Adelia.

<<Mangerai durante il viaggio. Partiamo subito.>>

<<Vuoi portare la pequina con te? È un suicidio!>>

<<A chi dovrei affidarla? A te? Respingerai con la tua ciccia i proiettili dei prossimi Ivan che giungeranno per prenderla? La scaricherò da qualche parte prima di arrivare, sta tranquillo.
Il pozzo non può aspettare per sempre.>> 

Vendetta e Adelia si incamminano in un viaggio verso il cuore del pericolo! Le cose non andranno lisce, cosa si verificherà?

  • I Fratelli d'Ottobre non sono ancora fuori combattimento, e non sono per niente disposti a dimenticarsi del loro obiettivo! (13%)
    13
  • Un inaspettato alleato fa la sua comparsa per offrire il suo aiuto a Vendetta. Ci si potrà fidare? (25%)
    25
  • Uno sconcertante fenomeno climatico mette le due viaggiatrici in pericolo di vita. Vendetta dovrà affrontare le conseguenze delle sue scelte (63%)
    63
Loading ... Loading ...
Categorie

Lascia un commento

100 Commenti

  • Be’ bella storia, bel mondo, complomenti Nickleby.
    Scrivi bene, scorrevole, hai un sacco di idee. Potevo scoprirti prima, probabilmente, ma ti terrò presente appena torni. Ho dato un occhio anche al tuo sito. Un SEO, dunque. Che effetto fa dover spiegare a tutti in cosa consiste il tuo lavoro?

    Ciao ciao

  • Bello, Nick
    I finali aperti non sono i miei preferiti, ma diciamo che il tuo si regge bene anche senza immaginare un prosieguo, che immagino ci sarà o già c’è.
    Mi piace come scrivi, anche se noto che il tuo ‘impegno’ su questa piattaforma è un po’ troppo saltuario per permetterti di avere un posto di rilievo come meriteresti.
    Ciao a presto

  • L’idea che c’è un tremendo segreto da scoprire m’incuriosisce parecchio, tanto Vendetta saprà tener testa alle atroci torture, no?
    L’episodio mi è piaciuto particolarmente, c’è stato un crescendo di pathos che poi è esploso nella scena finale con il faccia a faccia col nemico di sempre, bravo Nickleby!

  • Una resa tattica e temporanea mi sembra una buona idea.
    Ciao Nickleby,
    Il mio rammarico è che tu scriva così sporadicamente qui sopra, perché è un piacere leggerti. Nonostante questo mi sono accorto solo ora che mi era sfuggito l’episodio 7, non ho ben capito perché.
    Mi sono anche sfuggite le cause dello strano fenomeno meteorologico, forse è qualcosa che hai spiegato prima ma che mi sono ormai dimenticato. Un’altra cosa: capisco che avere protagonisti pressoché onnipotenti è un problema per la trama, ma mi lascia perplesso la strana ‘empatia’ di Vendetta che diventa tenera come un cucciolo al contatto con un cucciolo umano. Anche perché a quel punto per avversari umani sarebbe sufficiente riuscire a toccarla per… come? Non è facile riuscire a toccarla? Ah, ok, come non detto.
    Ciao, complimenti e a presto!

  • Ho votato che vuole saperne di più sulle sue crisi d’ira perché interessano a me 😛
    Molto probabilmente ci sarebbe stato il feroce combattimento, ma, come ho già detto, sono più interessato alle sue crisi d’ira 😉

    ———————————————————-
    Se Adelia, come credono gli Ivan, è la figlia di Hitler e di Eva Braun, avrà un bersaglio tatuato sulla schiena per tutta la vita. Chi la vorrà morta e chi la erigerà a simbolo dell’immortalità del Reich.
    Se, una volta terminata questa storia, tornerò ai miei affari lavandomene le mani, tra vent’anni potrei ritrovarmi a combattere un’altra guerra.
    E se faccio quello che va fatto… non so se riuscirei a conviverci questa volta.
    ————————————————————–
    C’è sempre una terza soluzione: tutto sta a trovarla. Io una mezza idea ce l’avrei ma non la dico perché sei bravissimo a fare sorprese 😉

    Ciao 🙂

  • Non mi piace l’idea delle atroci torture, ma voglio che si sveli il segreto e per cui così ho votato.
    Lo zolfo che si leva dalla terra e lo scintillio di Stella d’Ottobre che dà il via libera atterrando i guardiani sono scene molto vivide, bravo davvero.

  • Wow, ho letto sette episodi di fila. Certo che mi porti fuori strada con questi titoli che iniziano sempre con Cybio Wars… pensavo fosse una vecchia storia che avevi ripreso dopo averla abbandonata per mesi. Devo dire che questa è forte, mi piace. Si sente che sei cresciuto tanto nella palestra dei giochi di ruolo. Complimenti.
    Vendetta fingerà.

  • C’è una cosa che non mi è chiara: se la bambina è realmente la figlia di Adolfino (ovvero Adolf Hitler) e della Braun, cosa ci fa ancora in Europa, se i genitori sono nel continente sudamericano? O la fuga dall’Europa del dittatore tedesco è solo un modo per depistare gli inseguitori?
    Ma se quest’ultima ipotesi fosse corretta, come farebbe Hitler a nascondersi?

  • Voto il fenomeno climatico.
    Mi è piaciuto molto questo capitolo, la parentesi di incoscienza di Vendetta che en passant ‘spiega’ alcune delle sue capacità, il sogno/delirio che mischia sensazioni mistiche ad oggetti della fisica quantistica. Per finire con un risveglio grottesco tra le labbra di un uomo tutt’altro che avvenente.
    Sì, si fa interessante…

  • Alleato e riflessione sulle crisi di rabbia… eh sì, ho un debole per la psicologia.
    In questo episodio c’è di tutto, dall’action dell’avventura al mistero del giallo, dalle tecnologie fantascientifiche alla suspense di un thriller, il tutto contornato da un’ironia pungente e velenosa come solo Vendetta sa essere. La tua protagonista è una forza della natura, prorompe nel testo a furia di gomitate. Un gran bel personaggio per una storia sempre più avvincente.
    Complimenti.

  • “Dovrà far sciogliere la lingua a un impiegato burocratico…”
    Ti dirò, mi ero completamente perso questa tua nuova storia.
    Molto intriganti questi due capitoli, specialmente per l’ambientazione nel secondo dopoguerra. Ti seguo e vediamo come prosegue questo nuovo racconto.
    Ciao Nickleby!

  • Secondo me, Vendetta verrà “distratta” da un rapimento. Le altre 2 opzioni, a mio avviso, non porterebbero risultati. Almeno non quelli sperati. Poi non so che idee hai per ogni opzione.

    Il fatto che le ultime due righe (quelle in grassetto) mi facciano pensare ai videogiochi è voluto o sono “deviato” io?

  • Ciao,
    questo incipit l’ho adorato. Hai delle capacità descrittive impressionanti, le descrizioni mi hanno veramente colpito, con poche righe, nette, precise hai dato una immagine completa del personaggio. Già mi sono appassionato alla storia.

    Si getta a capofitto.

    Spero a prestissimo,
    felice anno nuovo,
    Istinto =)

  • Vendetta: 10 anni dopo.
    😀
    Premetto che ho cliccato “Segui la storia” senza aver iniziato a leggere l’incipit (cosa che farò prima di pubblicare il commento).

    Secondo me, Vendetta si getta a cpofitto nel caso, anche se credo che non sia così stupida da non pensare ad eventuali tradimenti o simili.

  • Che bello ritornare nel mondo di Vendetta, bravissimo come sempre. La tua capacità di inventare ambientazioni mi stupisce sempre e mi piace molto.
    Vendetta aspetta da tempo questa occasione… quindi si butta a capofitto, forse anche per distrarsi da qualche pensiero sgradevole. Ma sicuramente non sarà sola nella caccia.. se no dove sta il divertimento!
    Ho dato un’occhiata al tuo sito (bellissima l’idea del rimando che hai dato) e sarei curiosa, quando e come ti è nata questa idea in origine?

    • Sono onorato di tanto apprezzamento, grazie mille Serena!
      L’ambientazione è il frutto di oltre 5 anni di lavoro, un amalgama nel quale trovano spazio teorie del complotto, spunti pulp, suggestioni supereroistiche, rivisitazione di miti e leggende in un’ottica pseudoscientifica.
      Sul mio sito pubblico vari approfondimenti in merito, spero tu possa trovarvi qualche spunto interessante! ^_^

  • Questo sito usa i cookies per migliorare l'esperienza utente. Cliccando su Accetto acconsenti all'utilizzo di cookie tecnici e obbligatori e all'invio di statistiche anonime sull'uso del sito maggiori informazioni

    Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

    Chiudi