Cybio Wars Universe: Vendetta ‘53

Dove eravamo rimasti?

Vendetta si ritrova faccia a faccia con il suo vecchio nemico, il professor Koltz! Come si svolge l'angosciante faccia a faccia? La brama di conoscenza di Koltz prenderà forma in atroci torture per Vendetta, ma si scoprirà un tremendo segreto. (56%)

L’inaspettata eredità

<<Gli Xeniar delle Ere Antiche.

Una meraviglia di ingegneria alchemica creata da un dio pazzo e disperato.

Una forma di vita basata sul berillio anziché sul carbonio, alimentata da un inesauribile motore geotermico completato da radiazioni gamma, N ed extracosmiche.
Nonché, nel tuo caso, un concentrato di affascinanti canoni di bellezza ariana.>>

Il naso aquilino che disegna un profilo maniacalmente implacabile, sopracciglia rade dipinte su un volto osseo ma insospettabilmente roseo, capelli spioventi di un biondo smorto, occhi avidi e crudeli.

Ogni caratteristica che rammento del professor Koltz che fermai 10 anni fa sull’Hymalaya prima che mettesse mani su un’arma di distruzione di massa, è presente nell’uomo che crudelmente assiste a ogni genere di tortura che mi viene inflitta per mano dei suoi grotteschi “assistenti di laboratorio”.

Priva di forze, mi trapanano la schiena per agguantare preziosi campioni di midollo spinale, tagliano strati delle mie cornee per comprendere i segreti della mia vista estesa, mi lacerano le vene per scoprire quanto sangue perdo prima di morire.
Quando i marchi di Xarathos impressi sulla mia schiena mi riportano in vita, lui è lì a gustarsi la scena, fumando la sua Tanshell su una poltrona color daino.

<<L’acido desossiribonucleico è il mio Mein Kampf. Mentre Hitler mi chiedeva gemelli biondi con gli occhi azzurri, io creavo copie di riserva del mio corpo, istruite con tecniche di apprendimento apprese dagli antichi testi di sciamani tibetani. Non ti dirò se il professor Koltz che hai ucciso sull’Himalaya era una mia copia, oppure se io lo sono.>>

La mia corteccia cerebrale gronda sull’occhio ancora buono, mentre assapora i il suono di ogni sua parola.

<<Hitler si è davvero sparato in quel bunker. Gli spiegai che, mentre lui giocava  con truppe immaginarie sulle mappe, io avevo sconfitto la morte, io avevo sfidato una delle valchirie immortali che animavano le sue fantasie. La delusione è stata troppo, il resto è storia.
Usai il tunnel sotto il Führerbunker – che feci murare in seguito – per raggiungere l’aeroporto di Berlino e, con l’identità di Kais Wolf che il Führer aveva preparato per sé, presi il volo per la Spagna verso i fedeli della mia Geistmorgen.>> spiega.

<<Adelia…>> biascico <<Non è la figlia di Hitler. Perché i russi dicono che è la figlia della più grande minaccia alla pace?>>

<<Heil Hector! L’esperimento K-15, Herr Professor!>> ci interrompe un assistente, recando con sé l’oggetto della nostra conversazione.

<<Signora!>> si copre gli occhi la piccole terrorizzata, alla vista delle ossa che mi sbucano dalle pelle.
Gli estremi delle guance di Koltz si tendono disegnando un ghigno trattenuto per chissà quanti anni.

<<Fraulein, da brava, di’ a Vendetta “Ti voglio bene, mamma”.>>

Se il mio cuore non fosse già lesionato, giurerei di aver perso un battito.

<<Buffone, feccia. Noi Xeniar non possiamo avere figli, né tra di noi, né con gli umani.>> ribatto.

<<Quando gli inglesi recuperarono il tuo corpo in coma nel ‘43 fecero esperimenti su di esso per capire come ucciderti. Studiarono persino campioni dei tuoi ovuli, che fedeli del nazionalsocialismo miei seguaci fecero pervenire.
Generai in vitro quindici esperimenti, che ereditarono tutti il sesso e l’aspetto della loro genitrice. Purtroppo i primi quattordici mostravano psicosi estese e li feci terminare.
L’esperimento K-15 invece, è del tutto diverso. Ha un carattere mite e gentile, a dispetto della ferocia di sua madre. Disgraziatamente, i miei sforzi di innalzarla ai più nobili proclami del nazionalsocialismo non hanno dato buon esito, sospetto che abbia un circuito della personalità come il tuo fuso al lobo parietale sinistro che la rende immune ai miei condizionamenti.>>

<<Se io sono la madre… allora chi è il padre?>> annaspo nel sangue che naviga nella mia gola.

Di nuovo: il compiacimento, la soddisfazione dell’uomo nel sentirsi superiore a una dea.

<<Trovo che il verde dei miei occhi si accosti benissimo al biondo dei tuoi capelli. Tu no?>> ridacchia.

Le lacrime di Adelia che bagnano il pavimento sono malinconici ticchettii che accentuano il mio calvario.

<<Ibridi umani Xeniar… pensi di vincere… guerra?>>

<<Oh no.>>  regala un’altra boccata di fumo dolciastro <<Ci sono cose nelle profondità della terra. Creature antiche come tuo padre il “dio” Xarathos, la cui mente è in grado di piegare il cielo a ogni loro capriccio. Una di esse mi ha chiesto in sogno di servirla, e ora mi ricambia mettendo i suoi poteri al mio servizio.>>

<<Guerra… meteorologica.>> concludo.

La testa di Koltz fa su e giù, mentre impietosamente stacca le mani della bambina dai suoi occhi umidi. <<Le sorelline di Esperimento K-15 sono state un ottimo nutrimento per la Bestia Profonda. Ma domani pasteggerà con le cellule di una autentica Xeniar delle Ere Antiche!>>

Il Professor Koltz conta di sacrificare Vendetta all'antico mostro che costituirà una terribile arma meteorologica! Nel finale:

  • Mostri che sembrano uomini, e uomini che sembrano mostri! (11%)
    11
  • Un insospettabile segno di amicizia, e di amore (67%)
    67
  • Una vittoria, parziale, per entrambe le parti (22%)
    22
Loading ... Loading ...
Categorie

Lascia un commento

100 Commenti

  • Be’ bella storia, bel mondo, complomenti Nickleby.
    Scrivi bene, scorrevole, hai un sacco di idee. Potevo scoprirti prima, probabilmente, ma ti terrò presente appena torni. Ho dato un occhio anche al tuo sito. Un SEO, dunque. Che effetto fa dover spiegare a tutti in cosa consiste il tuo lavoro?

    Ciao ciao

  • Bello, Nick
    I finali aperti non sono i miei preferiti, ma diciamo che il tuo si regge bene anche senza immaginare un prosieguo, che immagino ci sarà o già c’è.
    Mi piace come scrivi, anche se noto che il tuo ‘impegno’ su questa piattaforma è un po’ troppo saltuario per permetterti di avere un posto di rilievo come meriteresti.
    Ciao a presto

  • L’idea che c’è un tremendo segreto da scoprire m’incuriosisce parecchio, tanto Vendetta saprà tener testa alle atroci torture, no?
    L’episodio mi è piaciuto particolarmente, c’è stato un crescendo di pathos che poi è esploso nella scena finale con il faccia a faccia col nemico di sempre, bravo Nickleby!

  • Una resa tattica e temporanea mi sembra una buona idea.
    Ciao Nickleby,
    Il mio rammarico è che tu scriva così sporadicamente qui sopra, perché è un piacere leggerti. Nonostante questo mi sono accorto solo ora che mi era sfuggito l’episodio 7, non ho ben capito perché.
    Mi sono anche sfuggite le cause dello strano fenomeno meteorologico, forse è qualcosa che hai spiegato prima ma che mi sono ormai dimenticato. Un’altra cosa: capisco che avere protagonisti pressoché onnipotenti è un problema per la trama, ma mi lascia perplesso la strana ‘empatia’ di Vendetta che diventa tenera come un cucciolo al contatto con un cucciolo umano. Anche perché a quel punto per avversari umani sarebbe sufficiente riuscire a toccarla per… come? Non è facile riuscire a toccarla? Ah, ok, come non detto.
    Ciao, complimenti e a presto!

  • Ho votato che vuole saperne di più sulle sue crisi d’ira perché interessano a me 😛
    Molto probabilmente ci sarebbe stato il feroce combattimento, ma, come ho già detto, sono più interessato alle sue crisi d’ira 😉

    ———————————————————-
    Se Adelia, come credono gli Ivan, è la figlia di Hitler e di Eva Braun, avrà un bersaglio tatuato sulla schiena per tutta la vita. Chi la vorrà morta e chi la erigerà a simbolo dell’immortalità del Reich.
    Se, una volta terminata questa storia, tornerò ai miei affari lavandomene le mani, tra vent’anni potrei ritrovarmi a combattere un’altra guerra.
    E se faccio quello che va fatto… non so se riuscirei a conviverci questa volta.
    ————————————————————–
    C’è sempre una terza soluzione: tutto sta a trovarla. Io una mezza idea ce l’avrei ma non la dico perché sei bravissimo a fare sorprese 😉

    Ciao 🙂

  • Non mi piace l’idea delle atroci torture, ma voglio che si sveli il segreto e per cui così ho votato.
    Lo zolfo che si leva dalla terra e lo scintillio di Stella d’Ottobre che dà il via libera atterrando i guardiani sono scene molto vivide, bravo davvero.

  • Wow, ho letto sette episodi di fila. Certo che mi porti fuori strada con questi titoli che iniziano sempre con Cybio Wars… pensavo fosse una vecchia storia che avevi ripreso dopo averla abbandonata per mesi. Devo dire che questa è forte, mi piace. Si sente che sei cresciuto tanto nella palestra dei giochi di ruolo. Complimenti.
    Vendetta fingerà.

  • C’è una cosa che non mi è chiara: se la bambina è realmente la figlia di Adolfino (ovvero Adolf Hitler) e della Braun, cosa ci fa ancora in Europa, se i genitori sono nel continente sudamericano? O la fuga dall’Europa del dittatore tedesco è solo un modo per depistare gli inseguitori?
    Ma se quest’ultima ipotesi fosse corretta, come farebbe Hitler a nascondersi?

  • Voto il fenomeno climatico.
    Mi è piaciuto molto questo capitolo, la parentesi di incoscienza di Vendetta che en passant ‘spiega’ alcune delle sue capacità, il sogno/delirio che mischia sensazioni mistiche ad oggetti della fisica quantistica. Per finire con un risveglio grottesco tra le labbra di un uomo tutt’altro che avvenente.
    Sì, si fa interessante…

  • Alleato e riflessione sulle crisi di rabbia… eh sì, ho un debole per la psicologia.
    In questo episodio c’è di tutto, dall’action dell’avventura al mistero del giallo, dalle tecnologie fantascientifiche alla suspense di un thriller, il tutto contornato da un’ironia pungente e velenosa come solo Vendetta sa essere. La tua protagonista è una forza della natura, prorompe nel testo a furia di gomitate. Un gran bel personaggio per una storia sempre più avvincente.
    Complimenti.

  • “Dovrà far sciogliere la lingua a un impiegato burocratico…”
    Ti dirò, mi ero completamente perso questa tua nuova storia.
    Molto intriganti questi due capitoli, specialmente per l’ambientazione nel secondo dopoguerra. Ti seguo e vediamo come prosegue questo nuovo racconto.
    Ciao Nickleby!

  • Secondo me, Vendetta verrà “distratta” da un rapimento. Le altre 2 opzioni, a mio avviso, non porterebbero risultati. Almeno non quelli sperati. Poi non so che idee hai per ogni opzione.

    Il fatto che le ultime due righe (quelle in grassetto) mi facciano pensare ai videogiochi è voluto o sono “deviato” io?

  • Ciao,
    questo incipit l’ho adorato. Hai delle capacità descrittive impressionanti, le descrizioni mi hanno veramente colpito, con poche righe, nette, precise hai dato una immagine completa del personaggio. Già mi sono appassionato alla storia.

    Si getta a capofitto.

    Spero a prestissimo,
    felice anno nuovo,
    Istinto =)

  • Vendetta: 10 anni dopo.
    😀
    Premetto che ho cliccato “Segui la storia” senza aver iniziato a leggere l’incipit (cosa che farò prima di pubblicare il commento).

    Secondo me, Vendetta si getta a cpofitto nel caso, anche se credo che non sia così stupida da non pensare ad eventuali tradimenti o simili.

  • Che bello ritornare nel mondo di Vendetta, bravissimo come sempre. La tua capacità di inventare ambientazioni mi stupisce sempre e mi piace molto.
    Vendetta aspetta da tempo questa occasione… quindi si butta a capofitto, forse anche per distrarsi da qualche pensiero sgradevole. Ma sicuramente non sarà sola nella caccia.. se no dove sta il divertimento!
    Ho dato un’occhiata al tuo sito (bellissima l’idea del rimando che hai dato) e sarei curiosa, quando e come ti è nata questa idea in origine?

    • Sono onorato di tanto apprezzamento, grazie mille Serena!
      L’ambientazione è il frutto di oltre 5 anni di lavoro, un amalgama nel quale trovano spazio teorie del complotto, spunti pulp, suggestioni supereroistiche, rivisitazione di miti e leggende in un’ottica pseudoscientifica.
      Sul mio sito pubblico vari approfondimenti in merito, spero tu possa trovarvi qualche spunto interessante! ^_^

  • Questo sito usa i cookies per migliorare l'esperienza utente. Cliccando su Accetto acconsenti all'utilizzo di cookie tecnici e obbligatori e all'invio di statistiche anonime sull'uso del sito maggiori informazioni

    Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

    Chiudi