C’est la vie

Dove eravamo rimasti?

di che terribile evento parlerà il prossimo episodio? o... come Elia pensa che stia Margherita e il contrario (100%)

L’ennesimo messaggio non scritto

Sta notte appena chiusa la conversazione con Margherita mi sono chiesto come stesse per davvero. Così così può voler dire tutto e niente. Può voler dire che alcune cose van bene e altre no. Può voler dire che tutto va male, ma no vuoi dirlo e può anche voler dire che tutto va bene, ma non puoi ammetterlo Una risposta molto vaga insomma. Questa risposta mi fa capire anche che effettivamente io non ho mai pensato a come possa stare lei. O meglio, non ho mai voluto pensare a come possa stare lei. Tutti i miei discorsi filosofici alla fine vengono come al solito fatti a pezzi da lei senza neanche volerlo.

Cosa mi nascondi Margherita? Come stai per davvero? Cosa non vogliono vedere i miei occhi?

In questo mese io ho voluto sperare che tu stessi benissimo. che tu fossi felicissima e che stessi sputando sopra sul nostro rapporto passato. Perché? Perché così odiarti sarebbe stato semplicissimo. Ci avrei messo meno di una settimana a trasformarti in un cumulo di difetti senza sé e senza ma e a buttarti fuori dalla mia esistenza. Eppure non riesco. Eppure so che non hai passato un “bellissimo” mese. Probabilmente l ho passato meglio io ed è tutto dire. Il sapere che tu stia male, non mi fa star apposto con me stesso. Vorrei moltissimo che tu mi dicessi: « Ehi Elia, vediamoci anche sabato», ma so che non lo farai mai. Quindi in quelle poche ore che ti vedrò dovrò tirare le fila di un ultima cosa. Un ultimo tassello del puzzle che non ho ancora messo apposto. Poi potrò dire che ehi ti voglio comunque nella mia vita. Sarà una stupida mentalità naive però ritengo davvero che Margherita sia proprio una bella persona. Si merita di essere felice. 

Davvero… Spero che tu stia bene. Perché io tutto sommato sto bene. Sono apparsi magicamente dei pezzi nuovi in puzzle che credevo praticamente completo. Ho conosciuta una persona che ha attirato la mia attenzione ancora una volta in modo piacevolmente improbabile quindi posso dire che le cose vanno. .Lo so, probabilmente pensando a me, mi vedevi tormentato nel dolore e nella disperazione, ma ehi. Elia è una fenice rammenti? Le fenici tornano sempre.

É per questo che mi ostino a pensare che questo tuo mese sia stato davvero bello. Poi… altra cosa. Smettila. Credi un pochino in più in te stessa. Non trovare scuse stupide. Tu hai un sogno, e sì lo hai perché me lo hai detto. Quindi seguilo. Fregatene di quello che dice la gente, sei perfetta così come sei. Sei perfetta nella tua indecisione e imperfezione. Quindi pensa con la tua testa, ne hai le capacità. Io credo in te. Credo in quello che sei. Credo in quella stupida Margherita che piangeva sempre ogni volta che mi doveva dire qualcosa che non andava bene. Quella stupida Margherita che sapeva moltiplicare le felicità altrui meglio di Gesù con i pani e con i pesci. Quindi credi in te stessa. Ascoltami bene, Margherita, devi avere fiducia in te stessa! Non per la fiducia che io ripongo in te, né tantomeno per la fiducia che tu riponi in me! Abbi fiducia solo nella parte di te che crede in se stessa! E questa è la frase più bella di quell anime che dovevamo vederci assieme. Penso sia la frase più bella del mondo e casualmente questa frase calza giusto a pennello con quello  che voglio dire. Quindi Margherita alla prossima e quando deciderai per domenica pensa che ANCHE sabato potrebbe essere un bel giorno per vedersi. Ciao ciao…

Devo smettere di scrivere lunghi messaggi e poi non inviarli. Mi consumo le dita. Sappiamo tutti come funzionano queste cose. Inconsciamente l hai già fatto, tra un po’ smetterai di sentirmi e di pensarmi. Smetteremo di sentirci e ognuno sulla sua strada. É buffa come cosa, io posso sperare e lottare perché questo non succeda, ma senza una controparte non si può fare niente. Principio di azione e reazione. La base del mondo. Quindi forse domenica dovrò chiedere a Margherita in che direzione andrà il nostro rapporto… O forse no, potrei semplicemente lasciarmi trascinare dalla corrente e succeda quello che deve succedere. In fondo perché no? 

Questa cosa mi ha dato due belle ancore che mi fanno rimanere ben saldato a terra. E pensare che giusto a dicembre pensavo che magari due belle ali potevo averle anche io. Che me ne faccio di due belle ali quando la mia armatura è così resistente e posso benissimo camminare ovunque? Tanto nell oscurità buia e inospitale del mio essere nessuno ci deve entrare. Col senno di poi questa relazione si è conclusa con un passo indietro e due avanti. Vediamo ora dove porterà questa strada. Però… Merda… Io la voglio dentro nella mia vita. Un piccolo pezzo, di quelli stupidi che non ci stanno mai, ma non si sà il perché ci sono… E vorrei essere esattamente così anche per lei. Due pezzi stupidi, che ci stanno a malapena nel puzzle dell altro. Due pezzi che chissà in un futuro lontano rimarranno ancora lì. Quindi questa non è una risposta. É una scommessa… E io le scommesse serie non sono abituato a perderle. In un modo le vinco sempre. Margherita “andiamo” c’est la vie…

l'ultimo episodio. É tempo della metaforica risposta

  • una realistica risposta in barba alla metafora (50%)
    50
  • la storia di una fenice che risorge (0%)
    0
  • la storia di un cavaliere che arriva al castello (50%)
    50
Loading ... Loading ...
Categorie

Lascia un commento

3 Commenti

  • Questo sito usa i cookies per migliorare l'esperienza utente. Cliccando su Accetto acconsenti all'utilizzo di cookie tecnici e obbligatori e all'invio di statistiche anonime sull'uso del sito maggiori informazioni

    Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

    Chiudi