Gwz

1. Dieci anni prima…

I giovani studenti trascorrono molto tempo al computer. Un po’ per studiare e un po’ per socializzare e conoscersi meglio. Si passano l’un l’altro i più svariati test per scoprire reciprocamente il maggior numero d’informazioni possibili.

Gertrud è un’accanita sostenitrice dei questionari e li inoltra sistematicamente alla sua amica del cuore Clementina. Che a volte le risponde e altre no. Oggi è in vena di mettersi in gioco.

 

Nome: Clementina

Soprannome: Clem

Hai mai visto una stella cadente? Sì

Bevanda alcolica preferita? Birra Forst

Sai fare la ruota? No

Pratichi qualche sport? Yoga

Quanti anni hai? 16

Attore/attrice preferiti? Bruce Willis

Mare o montagna? Mare

Sole o pioggia? Sole

Preferisci disegnare o scrivere? Scrivere

Ti piacciono le verdure? No

Qual è il tuo piatto preferito? Pizza

Preferisci usare la biro blu o nera? Blu

Sei mai stato catturato dagli alieni? No

Come hai trascorso le ultime vacanze estive? In campeggio

Che farai a Capodanno? Non lo so

Cosa vuoi fare da grande? La hostess

Credi nel vero amore? Sì

Quale è il mese che preferisci? Luglio

Credi nel colpo di fulmine? Sì

Ultimo libro letto? Il gabbiano Jonathan Livingston

Ti piace fare shopping? Sì

Descriviti con un solo aggettivo: sognatrice

Film preferito? La storia infinita

Meglio un messaggio o una telefonata? Una telefonata

Pasticci il diario di scuola o scrivi solo i compiti? Pasticcio eccome!

Bicchiere mezzo vuoto o mezzo pieno? Mezzo pieno

Di che colore sono i tuoi occhi? Verdi

Hai mai visto un’aquila dal vivo? No

 

 

 

“Dici davvero Gertrud? Ne sei proprio sicura? Ma sicura sicura sicura? Oddio ho combinato un casino!”

Clementina sta contemporaneamente parlando al telefono con la sua migliore amica e inviandole un’email con uno di quei noiosissimi test per conoscersi meglio. Presa dalla foga della conversazione, anziché inoltrare il messaggio a Gertrud, lo ha accidentalmente inviato a un fantomatico gwz. Sicuramente inesistente.

“Stai tranquilla, non è successo niente” rassicura l’amica che si è allarmata sentendola agitata.

La conversazione prosegue ancora qualche minuto. Una volta riposto il cellulare sulla scrivania, Clementina si accorge di aver ricevuto una nuova email.

 

 

 

Nome: Tomàs

Soprannome: Gwz

Hai mai visto una stella cadente? Sì

Bevanda alcolica preferita? Gewurztraminer

Sai fare la ruota? No

Pratichi qualche sport? Mountain bike

Quanti anni hai? 26

Attore/attrice preferiti? Julia Roberts

Mare o montagna? Montagna

Sole o pioggia? Sole

Preferisci disegnare o scrivere? Disegnare

Ti piacciono le verdure? Sì

Qual è il tuo piatto preferito? Spatzle alla tirolese

Preferisci usare la biro blu o nera? Blu

Sei mai stato catturato dagli alieni? Non mi pare

Come hai trascorso le ultime vacanze estive? In camper

Che farai a Capodanno? Troppo presto per dirlo

Cosa vuoi fare da grande? Sono già grande!

Credi nel vero amore? Sì

Quale è il mese che preferisci? Febbraio

Credi nel colpo di fulmine? No

Ultimo libro letto? L’isola del tesoro

Ti piace fare shopping? No

Descriviti con un solo aggettivo: testardo

Film preferito? Lady Hawke

Meglio un messaggio o una telefonata? Un messaggio

Pasticci il diario di scuola o scrivi solo i compiti? Solo compiti

Bicchiere mezzo vuoto o mezzo pieno? Mezzo pieno

Di che colore sono i tuoi occhi? Azzurri

Hai mai visto un’aquila dal vivo? Sì

 

 

 

Clementina si scusa con lo sconosciuto ma la conversazione non finisce qui. I due si scambiano i numeri di cellulare e si parlano per alcuni minuti. Clementina è affascinata dalla voce calda e rassicurante di Tomàs. Ascoltarlo è come essere cullata dalle onde del mare in una calda giornata d’agosto.

Si promettono di tenersi in contatto e di trovare un’occasione per conoscersi di persona. La distanza che li divide non è molta, appena un centinaio di chilometri. Ma il tempo ci mette lo zampino e quell’incontro tanto desiderato viene dapprima accantonato in un cassetto e poi completamente dimenticato in un angolo ben nascosto della memoria.

Clementina ogni tanto pensa a Tomàs ma, a parte gli occhi azzurri, non sa che faccia abbia. Lo immagina un bel tenebroso da cui tenersi alla larga per non soffrire. Oppure come un premuroso principe azzurro pronto ad accontentare ogni sua richiesta. Colleziona una manciata di fidanzati che non reggono minimamente il paragone col mitico Tomàs.

Sono passati dieci anni dal giorno in cui Clementina ha virtualmente conosciuto Tomàs. Ha smesso da tempo di fantasticare su di lui e ha gettato le basi di un futuro più o meno certo. Ha cambiato città, macchina e taglio di capelli. Si è lasciata alle spalle gli anni più turbolenti della gioventù ma al suo fianco c’è sempre Gertrud con le sue perle di saggezza e i suoi fantomatici test per conoscersi meglio.

Loro non lo sanno ma presto Clementina e Tomàs avranno una seconda occasione per incontrarsi. Stavolta non potranno dire di no al destino benevolo che li avvicina.

Dopo dieci anni Clementina e Tomàs s’incontrano e si conoscono. Sarà il titolo del capitolo a definire in che modo...

  • Gewurztraminer (44%)
    44
  • Anche i carciofi hanno le spine (39%)
    39
  • Piovono principesse (17%)
    17
Loading ... Loading ...
Categorie

Lascia un commento

111 Commenti

  1. Una cosa che ho riscontrato è che è impossibile comunicare con te, Nadia. La tua scrittura è fluida, divertente e intensa, sai raccontare una storia e anche costruirla dalle fondamenta, sai come incuriosire… e con un’autrice così sarebbe bello scambiare due opinioni, che lei leggesse te ( pure senza il dramma incipoint, ma proprio per avere un suo giudizio) invece non c’è mai nessuno scambio, perchè tu arrivi, pubblichi e svanisci come una meteora… una bellissima meteora in bicicletta che scrive storie bellissime ma che non si fila nessuno 😉 🙂 peccato.
    Chiedo umilmente venia per averti portata a 33,33,33, col mio “fresco e affascinante” … io davvero non so come ci sono riuscita … 🙁

  2. Ciao Nadia,
    mi unisco alla maggioranza e dico sì, serve solo stabilire il quando. Certo è una scena già vista, ma tu saprai renderla originale come al solito. In quanto ai dialoghi, come già ti avevo detto, trovo che tu sia molto abile a scriverli, mi piacciono e sono efficaci . Meno le descrizioni, alcune volte sembra che tu tenda alla fiaba anche laddove la trama non si presenti fiabesca, che so, “una lacrima birichina” trovo sia un po’ fuori contesto, così come “volano mele e Clementina corre via” sembra poco indagato, un po’ fiaba. Ma è solo la mia impressione, come ti ho sempre detto apprezzo molto le tue idee e la tua scrittura. Al prossimo! 😉

  3. Adoro le storie che iniziano con un incontro fortuito che lega indissolubilmente il destino di due persone, e il tuo incipit rientra perfettamente nella categoria. La vicenda che hai scelto di raccontare è tipica di diversi romanzi d’amore, perciò quel che conta non è tanto l’essere originali nella narrazione in sé, quanto piuttosto nei dettagli, nelle piccole cose che rendono la tua storia diversa dalle altre. Ed in questo stai riuscendo davvero molto bene – Clementina e Tomàs sono uguali a tante altre coppie, eppure diversi, riconoscibili.
    Anche il tuo stile mi piace – ti meriti un più per i tuoi dialoghi – sono divertenti, vivaci e credibili. Migliora le parti descrittivi e vedrai che il racconto verrà molto bene.
    Che dire? Brava, continua così!

Questo sito usa i cookies per migliorare l'esperienza utente. Cliccando su Accetto acconsenti all'utilizzo di cookie tecnici e obbligatori e all'invio di statistiche anonime sull'uso del sito maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi