Quando il suono sorpassa le parole

Dove eravamo rimasti?

Cosa farà Clark nel prossimo episodio? Proverà a spiegare ad Aileen la sua storia, ma purtroppo verrà interrotto dalla comparsa di un nuovo personaggio. (89%)

All’improvviso

Aileen era stesa per terra, con gli occhi spalancati dallo stupore. Clark, immobile e muto, stava aspettando una reazione dovuta alle sue ultime affermazioni. “Ma cosa stai dicendo, Clark?” sbottò Aileen, osservandolo attentamente “a Weeping Willow Village non passava giorno, senza che tu girassi con loro!” “Solo perché passavo del tempo con loro, non vuol dire che fossero miei amici. Oh, Aileen, ci sono tante cose che tu non sai!” disse Clark, passandosi una mano tra i capelli, preoccupato. Aileen, sempre più infuriata, cercò di alzarsi, ma una fitta alla sua mano sinistra glielo impedì e la fece gemere dal dolore. “Aileen! Cos’hai??” si preoccupò Clark, avvicinandosi a lei. Aileen nascose la mano: “Non è importante cos’ho io adesso. Devi spiegarmi tutto ciò che sai! La nostra città è in pericolo!” Clark la guardò attentamente: era pallida, i suoi capelli erano scompigliati e sporchi di terra, i piedi erano pieni di piccoli tagli. “Cosa ti è successo attraversando la barriera, Aileen?” le chiese di nuovo, fissandola negli occhi, mentre sentiva la paura crescere in sé. “Allora non mi ascolti! Ti ho appena chiesto di spiegarmi tutto quello che sai! Tutto ciò che abbiamo, tutto ciò che siamo è in perico..AAAH!” Aileen urlò dal dolore afferrandosi la mano ferita. Il taglio che vide era più grande di quello che ricordava: attraversava il suo palmo fino ad arrivare a metà avambraccio. Dalla ferita, oltre al sangue, fuoriusciva una sostanza verdastra, maleodorante, che le fece provare ribrezzo. Alla vista di ciò Clark sbiancò: “Aileen, cosa ti è successo nel bosco? Qualcuno ti ha inseguita?” Aileen gli rispose distogliendo lo sguardo dalla ferita: “Sì.. penso che Marcus e Lucas abbiano scagliato un incantesimo sugli alberi, per cercare di impedire che io oltrepassassi la barriera.” “Hai sentito un organo?” chiese Clark, fissandola di nuovo negli occhi. Aileen non rispose subito, i ricordi erano sfocati, il dolore le offuscava tutti i sensi. “Sì, c’era un organo.. e delle voci.. sembrava un canto oscuro,” rispose finalmente Aileen, sofferente. “So cosa ti è successo. Marcus e Lucas hanno fatto l’incantesimo proibito. Ora non siamo più al sicuro da nessuna parte!” sbraitò Clark, furioso. Aileen lo guardò e lo pregò: “Smettila di urlare e arrabbiarti. Spiegami, per favore..”

 

Clark alzò le mani al cielo. Sapeva che ciò che stava per fare avrebbe cambiato tutto; era al corrente del fatto che stava per violare la più importante delle loro leggi. Ma cosa ne aveva, da perdere? Era già stato bandito e non poteva più tornare. Non importava che fosse colpa sua o di qualcun altro. Lui era confinato nel mondo umano e non poteva più rientrare a Weeping Willow Village; ed entrambi i mondi dopo l’incantesimo che Lucas e Marcus avevano fatto erano in pericolo. Tutto ciò che sapeva era che la sua migliore amica senza l’incantesimo che stava per fare, sarebbe morta. L’infezione che le hanno provocato, non si sarebbe fermata e avrebbe provocato l’arresto cardiaco tra pochi istanti.  

 

Aileen capì ciò che stava accadendo e tremando gemette: “Clark, per favore..non farlo..”

 

Lui non l’ascoltò. Iniziò a girare attorno a se stesso, volteggiando sempre più forte. Coi piedi batté un ritmo allegro e schioccò le dita ad ogni terzo battito. Dopodiché la sua voce risuono tra gli alberi, nel cielo, ovunque nei dintorni. Aileen la sentì dentro di sé: rimbombò nelle sue orecchie, la sentì scorrere nelle vene e attraversare tutto il suo corpo. Un’ondata di calore investì il suo arto ferito e la sua mente fino a quel momento così offuscata tornò alle normali funzioni nel preciso istante in cui la voce di Clark svanì.

 

Aileen guardò l’amico, ancora in piedi e con le mani rivolte verso al cielo: “Per quel che vale, non dovevi. Ora spiegami tutto!”  Clark l’osservò: le guance dell’amica stavano tornando rosee e la sua mano non sanguinava più. Sorrise, si sedette accanto a lei e iniziò: “Certo che un grazie, Clark, per avermi salvato la vita sarebbe ben accetto.” Aileen lo fulminò con lo sguardo, ma appena lui si voltò, ridacchiò felice. “E va bene. Tempo fa, io, Marcus e Lucas eravamo davvero amici. Ma poi, le cose si sono complicate: un giorno, Marcus trovò nel bosco una cosa..” Clark si fermò di scatto, girandosi per vedere cosa stava succedendo. Dietro di lui non c’era nulla. “Continua, Clark!” lo incitò Aileen. Clark non l’ascoltò. Si alzò e .. si ritrovò per terra, accanto ad Aileen.

 

Delle ali enormi, degli occhi dalle pupille appuntite, un muso lungo, le zampe colme di artigli, un alito di fuoco, squame scarlatte!

 

E in sella, un cavaliere.

 

Aileen chiuse gli occhi.“Ho le allucinazioni!” pensò e neanche urlò. Ci pensò Clark a farlo per tutti e due.

 

“Chi sei?! Dove hai trovato questo drago?!” sbottò, rivolto al cavaliere.

“Il vostro salvatore, naturalmente!”

Nel prossimo racconto ci sarà un breve salto temporale. Sta a voi decidere se:

  • Nel futuro, seguendo la sorte di Weeping Willow Village. (17%)
    17
  • Nel passato, seguendo i ricordi di Aileen. (8%)
    8
  • Nel passato, seguendo i ricordi di Clark. (75%)
    75
Loading ... Loading ...
Categorie

Lascia un commento

89 Commenti

    • Grazie mille TiaShe!! 🙂 Sei sempre stata gentilissima e non ti sei persa neanche un capitolo, perciò ti ringrazio davvero tantissimo!! 😀
      Sono felice che ti sia piaciuta quella scena, è anche una delle mie preferite 😉
      Quando avrò un po’ più di tempo (dopo gli esami hihi) scriverò un nuovo racconto! 🙂
      Alla prossima 🙂

  • Questo sito usa i cookies per migliorare l'esperienza utente. Cliccando su Accetto acconsenti all'utilizzo di cookie tecnici e obbligatori e all'invio di statistiche anonime sull'uso del sito maggiori informazioni

    Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

    Chiudi