Bianco e Nero

Lotta Intestina

Yakael fissò il proprio volto allo specchio. Non si riconobbe. Fuori della stanza udiva terribili urla di anime lacerate dal fuoco. Fiumi di lava inondavano corpi freddi come il ghiaccio, ne divoravano le membra, le interiora, riducendoli in cenere. Poi, in un eterno ciclo, i dannati recuperavano la loro forma solo per venire ingurgitati nuovamente dal magma. La giovane demone si guardò di nuovo allo specchio. I suoi occhi ambrati erano carichi di violenza, di odio. Infilò il pugnale in una tasca e uscì. Incurante dei lamenti si diresse al campo di battaglia. Superò l’enorme arco a volta, entrò nell’arena e li vide.
Bròd era seduto sul trono centrale, vestito di tenebre, intento a schernire e colpire chi gli stava intorno, come sempre. Yoth non la notò neanche, intento com’era a saziarsi di vino terrestre. Accanto a lui c’erano Betha e Kassima, le due gemelle. Piccole lingue di fuoco accarezzavano i lori seni nudi, le loro mani cercavano piacere nello sfiorarsi a vicenda le rispettive intimità. Infine vide Ryoia, vestito di stracci, e Shigma; riusciva quasi a leggergli nello sguardo il desiderio del potere, del trono di Bròd.  Erano tutti lì, tutti tranne il suo avversario, Mandriayel. Il momento dello scontro era quasi arrivato, e lui ancora non era comparso. I tamburi iniziarono a scandire il tempo, quando corvi neri e pipistrelli planarono sul terreno dell’arena, schiantandosi come un’onda contro uno scoglio, cominciando poi a turbinare furiosamente, componendosi in una forma semi-umana. 
Mandriayel.
I volatili si trasformarono in una cupa figura gobbuta, tetra. Lo scavato e ossuto volto grigio era sudicio di sangue coagulato color marrone scuro. Mandriayel manteneva basso lo sguardo, fissando il terreno. I tamburi smisero di suonare, Bròd fece cenno di cominciare. Yakael si avvicinò al demone di fronte a lei. Mandriayel continuava a fissare il terreno. Un passo dopo l’altro la donna-demone si fece sempre più vicina, i capelli rosso sangue tagliati corti cominciarono a fumare alle estremità. Sentiva il calore cominciare a pervaderla. Fissò per un istante Bròd, seduto sul suo trono. Aveva sempre desiderato un’occasione per piantargli il pugnale nella gola, veder uscire le ombre dalla sua bocca morente. Quell’opportunità adesso era più vicina che mai, doveva solo sconfiggere gli altri cinque. Poi sarebbero rimasti solo loro due. Riportò lo sguardo sul suo avversario, allungò la mano per stringergli la sua, ma quello continuò a fissare il terreno. 

«Ehi, sono qui, mi vedi?»

Yakael cominciò ad innervosirsi, quando Mandriayel sollevò lo sguardo su di lei. La donna-demone osservò quegli intensi occhi neri e fu all’improvviso investita da una fiacchezza spossante, dal desiderio di lasciarsi andare. Aveva commesso un errore. Compì un balzo all’indietro, allontanandosi dalla sua aura di influenza.

“E’ questo il suo potere, se mi avvicino troppo a lui per me è la fine, non avrò più forze per lottare. “

«Va bene, vuoi fare sul serio?»

Il suo avversario non fiatò, si limitò ad osservarla, muto.

“Facciamo sul serio allora”.

Gli occhi di Yakael da ambrati divennero rossi, i capelli si sostituirono a lingue di fuoco, la sua voce si trasformò in un coro bi-tonale.

«Mi spiace, o tu o io, queste sono le regole.»

Tirò fuori il pugnale dalla tasca e si scaraventò contro il suo avversario, che rimase immobile. A due metri da lui le forze cominciarono ad abbandonarla.

“Non devo cedere”.

Arrivò a un metro da lui, fece un salto alle sue spalle e gli lanciò il pugnale. Questo non fece neanche in tempo ad avvicinarsi alla tetra figura che si dissolse all’istante. Poi Mandriayel parlò:

«Io sono l’accidia, non puoi ferirmi, non puoi colpirmi. Tutto ciò che si avvicina a me si lascia andare al suo destino, incapace di lottare, rifiutandosi di prendersi cura persino di sé stesso. Non hai possibilità di battermi.»

Yakael sapeva benissimo che aveva ragione. Doveva trovare un altro modo. Chiuse gli occhi, si nutrì delle folate di vento caldo che le investivano il corpo, la sua chioma infuocata saturava l’aria di fumo. Sentì le fiamme pervaderla e l’ira diventare lo scopo della sua vita.

“Mi hai sfidato Mandriayel, che errore hai fatto.”

Un boato, poi Yakael si scagliò contro il suo avversario.A due metri da lui sentì le forze venirle meno.

«Sei morta Yakael, non lottare, non ha senso combattere, lasciati andare.»

Le tenebre le offuscarono la vista, Le braccia si fecero pesanti, il fuoco dentro di lei cominciò a spegnersi. Si accasciò a terra, a pochi centimetri dal rivale.

“Non… è… finita. Devo… uccidere Bròd. E per far questo…”

«… TU DEVI MORIRE!»

L’urlo di Yakael pervase l’arena, la fiamma nei suoi occhi divampò, diventando un incendio. Strati di lava avvolsero la donna, bruciandole i vestiti, lasciandola nuda. Un urlo, uno schianto, e il calore divorò l’aura grigia attorno a lei. L’arena trattenne il respiro. Yakael si voltò verso Bròd, mostrandogli ciò che teneva in mano: il cuore nero di Mandriayel.

“Arriverà anche il tuo turno, Bròd.”

Come continuerà la storia?

  • Un vecchio amore ritorna a vivere... L'incontro. (0%)
    0
  • Yakael dovrà affrontare il suo prossimo avversario: Yoth, l'Ingordigia (0%)
    0
  • Avevi parlato di una Lei e di un Lui. Qual è la loro storia? Come iniziò tutto? (100%)
    100
Loading ... Loading ...
Categorie

Lascia un commento

110 Commenti

    • Ahahaha ma in realtà non è un vero e proprio lieto fine, quello sarebbe stato loro che o rimangono vivi ancora angeli e demoni, oppure si reincarnano nella loro versione umana a 25/30 anni.. qui si incontrano di nuovo a 50 anni!!
      Grazie a te, alla prossima 😀

  1. Wow, lacrimoni!
    La descrizione dei sentimenti è sempre un equilibrismo: troppo pathos e diventa caricaturale e artificiale. Poco e non scalda gli animi. Il tuo finale rosa mi è piaciuto: positivo, essenziale, familiare come un paio di vecchie pantofole; voglio dire, lo senti autentico e confortante, non ci sono più angeli o demoni o guerre, ma due creature che semplicemente si completano amandosi.
    Bravo e alla prossima

    • Ciao Jaw, grazie mille per i complimenti, sono felice che questa conclusione ti sia piaciuta!
      Era giusto restituire ai miei protagonisti quel qualcosa che gli avevano rubato secoli fa, sebbene loro hanno solo una vaga percezione di chi erano nell’antichità. Si amano, ma non ricordano – a parte qualche sensazione – la loro precedente vita come angelo e demone!
      Alla prossima!!

    • Ciao Ale, in realtà Luca (come hai giustamente capito) è il mio vero nome, quindi no problem, e grazie tante, davvero, son felice che ti sia piaciuto così tanto!
      Non importa quanto meritavo o no, io son contento di aver terminato la mia prima storia seria (eh si, di solito scrivo, scrivo e scrivo, riempio pagine di word fino a quando non interrompo tutto e dopo qualche settimana riparto da capo con un’altra idea. Questo è il mio primo racconto con una conclusione)
      Ci rivediamo fra qualche giorno con Baylee Chapman, ancora grazie 😉

  2. Ciao lucrash!
    Grandissimo finale! Complimenti! *w*
    Avevi ragione, ora non ti odio più! Ahahah XD (no, dai, non ti ho mai odiato!)
    Il pezzo in cui si sono guardati e sfiorati è stato molto emozionante! 🙂 Bravissimo!
    E la parte finale è veramente stupenda! 🙂
    Ora sono proprio curiosa di conoscere Baylee Chapman 😉 Al prossimo racconto!!!

  3. Per fortuna non hai messo un lieto fine! Bravo, approvo questa scelta, è molto meglio di un falso ed impossibile finale felice e saltellante 🙂 Io sono una da lieto fine, di solito, ed è davvero un mio limite (perché mi sembra, così, di non riuscire a risultare verosimile).
    Quindi bravo.
    Vediamo la conclusione 🙂

    • Ciao Chiara! Grazie mille 🙂
      Neanche io amo i finali sdolcinati, la realtà non è una fiaba disney, anche se stiamo parlando di un racconto fantasy.
      I finali non sempre sono positivi, ma questo non implica che il finale debba essere per forza totalmente negativo!
      Bisognerebbe riuscire a trovare un giusto compromesso tra lieto fine da “e vissero per sempre felici e contenti” e realtà! 🙂
      Alla prossima!

  4. Bellissimo capitolo!!!! Complimenti!!! *w*
    Lo scontro tra Bròd e Yakael è semplicemente stupendo!! 😀
    La fine è molto triste! 🙁 Mi ero affezionata ai personaggi! Li hai caratterizzati così bene che separarsi da loro è traumatico!
    Almeno nell’ultimo capitolo lasciamo che si bacino e si scambino qualche parola, prima dell’annichilimento totale!
    Non vedo l’ora di leggere l’ultimo episodio (anche se so che sarà un trauma) e qualunque altra storia tu abbia in lavorazione! 😉
    Alla prossima!!! ^-^

    • Ciao Mika, grazie 🙂
      Se avessi avuto un episodio extra mi sarebbe piaciuto dedicare più spazio allo scontro tra protagonista e antagonista, per come l’avevo immaginato meritava un po’ di spazio in più. Per colpa dei 5000 caratteri ho dovuto restringere il tutto al succo, purtroppo, ma sono contento che ti sia piaciuto comunque! 🙂
      Alla prossima e grazie ancora!!

    • Ehi ciao, grazie di tutto (si, anche dell’odiarmi per scherzo 🙂 )
      Sai com’è, anni e anni passati a leggere stephen king hanno un po’ guidato il mio stile verso i “non proprio lieti fini” (io ero uno di quelli che tifava per la morte di harry potter)!
      A presto 😉

    • Ciao 🙂 e grazie mille 😀 ho pensato che effettivamente il climax maggiore si sarebbe presentato nel momento in cui il lettore sa che si è arrivati al punto di non ritorno, che lo si è appena attraversato, quindi adesso non si può più tornare indietro.
      In realtà i nomi sono di origine celtica, il secondo capitolo (che parla della storia iniziale di Ceara e Kaalum) è ambientato in Scozia 🙂
      A presto!

    • Ciao e grazie mille 🙂
      Purtroppo i 5000 caratteri sono un po’ pochi per descrivere la battaglia, questo capitolo è riuscito un po’… sovraffollato perchè ho molte cose da dire ancora, credo riempiranno l’episodio 9 e 10… se avessi avuto la possibilità di utilizzare un 11simo capitolo avrei diviso in due parti la battaglia!
      A presto e grazie ancora per essere passata!

  5. SPETTACOLARE!!!!!! *w*
    La descrizione della battaglia è stupenda e i personaggi mi piacciono sempre di più!! Splendida la trasformazione di Yakael! Un capitolo bellissimo, che ti lascia senza fiato!! Complimenti! Sei bravissimo!!! 😀
    Per la resa dei conti, voto che Yakael è in piena forma! Non vedo l’ora di leggere lo scontro tra lei e Bròd!!!!
    Alla prossima!!! 😀

    • Ma grassie mille 😀
      Pensa che mentre scrivevo ho costantemente ascoltato la stessa canzone lunga due minuti e mezzo (quindi puoi immaginare quante volte consecutivamente l’ho sentita) perchè mi gasava 🙂 era una di quelle canzoni epic-metal instrumental, se fossi un regista la utilizzerei senz’altro XD
      A presto!!

  6. Caronte. Assolutamente il caro traghettatore di anime. 🙂 Bene anche questo settimo episodio. Sei bravo tu! Descrivere, a mio modesto avviso, non è semplice, ma tu ci riesci bene. Inoltre, districarsi con le tante figure che popolano un fantasy pure è cosa assai difficile, ma te superi la prova tranquillamente. 🙂 Ovviamente, ci sarebbero tante cose da dire – come per le storie che racconto anche io – però i caratteri quelli sono, i capitoli pure… 🙂

    • Ciao 😀 Sono felice di sapere che anche altre persone oltre me vorrebbero vedere in scena Caronte, spero ce la faccia 🙂 Anche Cerbero non mi dispiacerebbe, ma da scrittore mi immagino molto meglio la scena con questo gigante semi-umano 😀
      Grazie mille per i complimenti Pinkerella, penso che il trucchetto sia mantenere il più possibile le cose per come ce li descrive la letteratura e/o film e serie tv (vedi la gerarchia che ho scelto per le creature celesti, ad esempio), in questo modo non si corre il rischio di perdersi. Per i personaggi poi, basta dare nomi solamente a quelli importanti per la storia 😀
      So che ci sono ancora alcune domande in sospeso, due tra quelli che immagino possano essere i maggiori quesiti saranno chiariti entro la fine del decimo capitolo, non preoccuparti 🙂
      Se dovessi averne delle altre, chiedi pure e risponderò per come mi sono immaginato tutta la storia!
      Ancora grazie!
      A presto!

  7. Sono arrivata solo adesso a leggere il settimo capitolo e mi dispiace. Ho apprezzato molto l’idea di personificare i vizi capitali, mentre ho qualche difficoltà con le schiere angeliche e i demoni in generale, con cui non amo giocare.
    L’idea di base mi piace molto 🙂 Yakael è davvero piena di rabbia per quello che le è stato fatto, e la sua ricerca di vendetta è chiaramente giustificata. Domandona: visto che qui si fanno fuori, che cosa succede se muore un vizio capitale?
    E dall’incredibile unione di un demone e un angelo che cosa verrà fuori? Alla fine, di questo non si è più parlato, ma qualcosa è successo!

    • Ciao e grazie per il commento, per i complimenti e per essere passata 🙂
      Le schiere angeliche, dall’ordine più basso a quello più alto sono: Angeli, Arcangeli, Virtù, Dominazioni, Cherubini, Serafini. Questi ultimi sono molto potenti, ma ne sono rimasti in vita solamente cinque, perciò l’esercito angelico è formato dall’ordine dei Cherubini in giù! 🙂
      Per i demoni non ho creato nessuna schiera, ci sono i demoni minori e i demoni “e basta” 😀
      Per quanto riguarda l’unione tra angelo e vizio capitale, semplicemente non è successo nulla, non sono creature capaci di procreare, quindi non nascerà nessun ibrido.
      Infine, quando un vizio capitale (così come una qualsiasi creatura celeste) muore, resta morta, non torna nel regno celeste o in quello sotterraneo! 🙂
      Spero di aver chiarito i tuoi dubbi 😀
      Alla prossima

  8. Fantastico anche questo capitolo! Tutto il processo è descritto bene e ha il giusto ritmo! Anche i personaggi sono molto ben caratterizzati! Complimenti!!!! *w*
    Adesso direi che Yakael può tornare da Bròd a reclamare la sua testa! 😀
    Sono sempre più curiosa di vedere come andrà avanti!
    Alla prossima 😀

    • Ehilà! 🙂
      Sei troppo gentile, lo siete tutti, grazie 🙂
      Non so se son riuscito a rendere tutta l’euforia, la foga e l’emozione di Yakael in quell’ultima frase, lei si è sentita invadere da un fiume in piena, talmente forte era l’emozione per quella richiesta d’aiuto per portare a compimento il suo sogno 🙂
      Adesso vedremo cosa succederà 😉
      alla prossima!

    • Grazie mille Pinkerella 🙂
      Speravo tanto di riuscire a trovare un modo non proprio scontatissimo per descrivere il loro rapporto sessuale, ho cominciato a lavorare sulle metafore e questo è quel che ne è venuto fuori 🙂
      Grazie ancora, a presto!

  9. Wow, la cosa si fa piccante! Grande potenza immaginifica nella descrizione di un amplesso molto particolare. Bello.
    Complimenti poi per il coraggio di proporre tre direzioni completamente diverse alla storia, soprattutto se penso che molti si limitano a chiedere ‘Di che colore saranno le mutande del protagonista?’
    – rosse
    – bianche
    – fai tu, non vorrei interferire troppo’

    Voto per l’accordo

  10. Intanto è originale l’idea (i vizi capitali) e non è cosa da poco, in mezzo a tanti cliché.
    Le descrizioni le trovo curate, e non mancano di certo. Una scelta originale e stesa bene, non è il solito fantasy. L’unica cosa da affinare secondo me sono i dialoghi.
    Comunque vado contro corrente, ho optato per l’ultima scelta! Credo di essere stata l’unica.

    • Ciao e benvenuta nel mio racconto 😀
      Grazie per averlo letto e per i complimenti 🙂

      Per quanto riguarda i dialoghi devo darti ragione, adoro descrivere i posti e raccontare le scene, evito i dialoghi a meno che non possa farne a meno, quindi quando mi tocca far parlare i miei personaggi butto lì delle frasi che magari possono suonare un po’ scontate e semplicistiche! Spero di riuscire a sistemare anche questo aspetto!

      A presto 🙂

  11. Ciao! 🙂
    Veramente bello questo capitolo! *w* Hai descritto molto bene i combattimenti ed è stato interessante “conoscere” le Creature Celesti!
    Per quanto riguarda Kaalum e Yakael, sono d’accordo con Mika: il fatto che si siano ritrovati ma che non si possano vedere, rende tutto più drammatico e coinvolgente!
    Mi ricorda un po’ l’amore tra Isabeau e Navarre in Ladyhawke…sempre insieme, eternamente divisi.
    Per il prossimo capitolo, voto la fuga… ora che sono di nuovo insieme, solo qualcosa di veramente potente potrà separarli.
    Bravissimo! A presto! 🙂

    • Ciao TiaShe, grazie mille per i complimenti 🙂
      Come dicevo a Mika, mi sarebbe piaciuto descrivere la battaglia un po’ più dettagliatamente, magari soffermarmi anche sulla lotta tra i demoni inferiori e le Creature Celesti, però quest’odioso limite di 5000 caratteri è… odioso appunto! XD
      Per quanto riguarda la regola del non guardarsi negli occhi mi sono un po’ ispirato a LadyHawke appunto! 🙂

      Ricorda che c’è un’altra regola fondamentale, come disse Bròd a Ceara quando la trasformò:
      “… una regola, un principio importante da non dimenticare: non trasformarti mai in chi non sei, o sarà la tua fine.”

      A presto 🙂

  12. Stupendo anche questo capitolo!!! *w* Le scene di battaglia sono meravigliose e veramente ben descritte!
    Il fatto che se si guardano negli occhi vengono annichiliti entrambi, per due innamorati che si ritrovano, è poetico e tragico allo stesso tempo: mi piace molto!
    Kaalum la ama troppo per consegnare Yakael alla giustizia, ma dubito che voglia anche perderla ora che l’ha ritrovata: credo che si nasconderanno e poi fuggiranno insieme… sempre che ci riescano 😉
    Ancora complimenti!
    Alla prossima! 😀

    • Son contento che ti sia piaciuto 😀
      Ti ringrazio per i complimenti!!
      Sappi che di solito il capitolo lo scrivo su word prima di postarlo qui su incipit. La prima bozza misurava circa 6800 caratteri. Purtroppo ho dovuto eliminare alcune cose, è stato un trauma!
      Per quanto riguarda Kaalum e Yakael… la tua soluzione è molto romantica, chissà come andrà a finire 🙂
      Alla prossima e grazie ancora!

  13. Ciao,
    Bella storia, fantasYosa e ben scritta. Ad essere onesto e per andare controcorrente trovo questa terza parte la meno efficace: in effetti non hai scelto una strada semplice. Non so, trovo i dialoghi poco efficaci e incoerenti con ambienti e personaggi. Per dire: vedresti mai Aragorn dire ‘Ahia!’? Ti ammiro per il coraggio comunque, io avrei rinunciato in partenza convincendomi che certe situazioni non si possono raccontare efficacemente scegliendo un punto di vista così ostico.

    • Ciao Jaw e grazie per esserti soffermato sul mio racconto!
      Ammetto che appena ho letto “Vedresti mai Aragorn dire ‘Ahia’ ” non riuscivo più a trattenere le risate!
      Effettivamente ho scelto delle parole che non si adattavano bene, magari sarebbe stato più azzeccato un semplice “AH!” o roba simile, ma era la prima volta che mi buttavo su quest’impostazione. In ogni caso non credo che percorrerò questa strada una seconda volta, in questo capitolo ho voluto mettermi alla prova, ma è stato difficile abbandonare la narrazione.
      A presto!!

  14. Bello questo capitolo vissuto attraverso gli occhi (bendati) di Kaalum! *w*
    Ci hai fatto immedesimare perfettamente in questo personaggio, confuso e spaesato su dove si trovi realmente e cosa gli sia successo!
    Voto per un magico incontro, sperando che sia quello tra Yakael e Kaalum (ma, visto che la storia è tua, qualunque cosa andrà bene!)! 😀
    Alla prossima! ^-^

  15. La trama mi ha subito incuriosito, davvero intrigante! Il racconto non ha tradito le aspettative. Voto per la lotta perché voglio il sangue e ti seguo. Tra l’altro sono un tuo “collega”; chissà se c’é correlazione tra percorso di studi e gusti letterari…

  16. Bellissimo anche questo capitolo! *w* Mi piace molto il tuo stile! Complimenti! ^-^
    Povera Ceara/Yakael!
    Il fatto che un’opzione ci faccia esplorare quello che è successo a Kaalum mi incuriosisce molto! Soprattutto perchè, in teoria, abbiamo appena assistito alla sua “morte”. Voto per quello! Sono molto curiosa di vedere come va avanti la storia!
    Alla prossima!! 😀

    • Grazie Mika 🙂 Eh si, Bròd è un vero facciadaculo! Mi sono un po’ ispirato a Joffrey di Game of Thrones per crearlo, e ho fatto in modo che facesse tanto male alla povera Yakael, perchè grazie a tutto questo lei diventerà Ira. 🙂
      A presto!!

Questo sito usa i cookies per migliorare l'esperienza utente. Cliccando su Accetto acconsenti all'utilizzo di cookie tecnici e obbligatori e all'invio di statistiche anonime sull'uso del sito maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi